Vai al contenuto

SaIvatore

Magnetotermico, Differenziale puro, entrambi

Recommended Posts

SaIvatore

Buonasera.  Mi sono trasferito per lavoro in una casa che era di mia zia. Ovviamente la casa è una casa abbastanza vecchia e non ha impianto elettrico a norma (niente salvavita ne magnetotermico ne tantomeno quadro genereale).
Dato che in questo momento non ho la disponibilità economica per chiamare un elettricista e far adeguare l'impianto, vorrei almeno montare un magnetotermico (su consiglio di un amico).
Sto guardando un paio di cose su internet e ho visto che il magnetotermico protegge dal sovraccarico ma è il differenziale puro (salvavita) a proteggere da eventuali folgorazioni. 

Ho letto qualcosa qui ma ci sono molte cose che non capisco, quindi scusatemi ma prendetemi come uno proprio quasi terra terra.
Vorrei capirne di più su questo punto. Un magnetotermico non stacca se ci sono dispersioni? 
Potrei mettere un magnetotermico a valle del contatore e aggiungere un salvavita a valle del MT?
Le misure dei rispettivi dispositivi da cosa devono dipendere? Detto che la casa è una casa piuttosto piccola dove di solito si impiegano utilizzatori con scarso assorbimento fatta eccezione per un boiler elettrico da 1200Watt, oppure lavatrice o forno che comunque si usano una volta tanto. La potenza erogata è di 3Kv.

P.s. Credo che nella casa non ci sia impianto di terra. E che in ogni caso sia irrealizzabile. (Almeno momentaneamente). Altro dato in funzione dei due dispositivi che voglio aggiungere. 
Grazie in anticipo!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Maurizio Colombi

Allora:

 

24 minuti fa, SaIvatore scrisse:

Un magnetotermico non stacca se ci sono dispersioni?

NO, il magnetotermico ha un "taglio" di corrente ed interviene solamente al superamento di questo limite.

 

26 minuti fa, SaIvatore scrisse:

Potrei mettere un magnetotermico a valle del contatore e aggiungere un salvavita a valle del MT?

SI, potresti.

 

26 minuti fa, SaIvatore scrisse:

Le misure dei rispettivi dispositivi da cosa devono dipendere?

Un magnetotermico serve essenzialmente ad evitare che le linee elettriche siano attraversate da una corrente maggiore rispetto alla loro portata.

La "taglia" di questo apparecchio è calcolata, quindi, in base alla sezione delle linee da proteggere.

Quindi:

tenendo in considerazione che l'impianto e vecchio, non c'è impianto di terra, i conduttori avranno sezioni ridotte e considerando che ci sono carichi notevoli (scalda acqua e lavatrice), ma soprattutto considerando che una protezione (anche se blanda) può essere meglio di

31 minuti fa, SaIvatore scrisse:

(niente salvavita ne magnetotermico ne tantomeno quadro genereale).

consiglierei (andando contro alle regole basilari della buona tecnica degli impianti) di installare un magnetotermico differenziale da 16A.

 

P.S. Attenzione, la parola "salvavita" è un termine entrato nel lessico attuale e rappresenta appunto un interruttore magnetotermico differenziale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
SaIvatore
14 minuti fa, Maurizio Colombi scrisse:

Allora:

 

NO, il magnetotermico ha un "taglio" di corrente ed interviene solamente al superamento di questo limite.

 

SI, potresti.

 

Un magnetotermico serve essenzialmente ad evitare che le linee elettriche siano attraversate da una corrente maggiore rispetto alla loro portata.

La "taglia" di questo apparecchio è calcolata, quindi, in base alla sezione delle linee da proteggere.

Quindi:

tenendo in considerazione che l'impianto e vecchio, non c'è impianto di terra, i conduttori avranno sezioni ridotte e considerando che ci sono carichi notevoli (scalda acqua e lavatrice), ma soprattutto considerando che una protezione (anche se blanda) può essere meglio di

consiglierei (andando contro alle regole basilari della buona tecnica degli impianti) di installare un magnetotermico differenziale da 16A.

 

P.S. Attenzione, la parola "salvavita" è un termine entrato nel lessico attuale e rappresenta appunto un interruttore magnetotermico differenziale.

Guarda ti ringrazio per aver capito la situazione.  

Un interruttore magnetotermico differenziale è praticamente un mix di un MT e un differenziale puro, giusto? un esempio pratico di tale dispositivo quale può essere? 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Maurizio Colombi
15 minuti fa, SaIvatore scrisse:

un esempio pratico di tale dispositivo quale può essere? 

Tutti i produttori di apparecchi di protezione hanno a catalogo diversi tipi di questi interruttori.

Il banconista di un rivenditore di materiale elettrico, o un addetto alle vendite di un negozio di fai da te, potranno darti il prodotto che richiedi semplicemente dicendo loro "interruttore magnetotermico differenziale 16A 30mA".

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
SaIvatore
12 ore fa, Maurizio Colombi scrisse:

Tutti i produttori di apparecchi di protezione hanno a catalogo diversi tipi di questi interruttori.

Il banconista di un rivenditore di materiale elettrico, o un addetto alle vendite di un negozio di fai da te, potranno darti il prodotto che richiedi semplicemente dicendo loro "interruttore magnetotermico differenziale 16A 30mA".

Perfetto grazie. 

Un'ultima domanda. Ho letto la scheda tecnica di questo dispositivo https://www.catalogo.bticino.it/app/webroot/low_res/480688_480958_IDP000093IT_00.pdf e ho visto nella voce Alimentazione che è indicato "Dall'alto o dal basso". Significa che è indifferente l'entrata dei cavi a valle del contatore? Chiedo perchè In base all'alloggiamento di casa mia l'alimentazione deve entrare proprio dal basso.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
soltec
1 ora fa, SaIvatore scrisse:

Perfetto grazie. 

Un'ultima domanda. Ho letto la scheda tecnica di questo dispositivo https://www.catalogo.bticino.it/app/webroot/low_res/480688_480958_IDP000093IT_00.pdf e ho visto nella voce Alimentazione che è indicato "Dall'alto o dal basso". Significa che è indifferente l'entrata dei cavi a valle del contatore? Chiedo perchè In base all'alloggiamento di casa mia l'alimentazione deve entrare proprio dal basso.

In genere gli interruttori si alimentano dall'alto, ma ė una consuetudine non una regola. Si posso alimentare indifferentemente sia dall'alto sia  dal basso se non diversamente indicato dal costruttore.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
SaIvatore
7 ore fa, soltec scrisse:

In genere gli interruttori si alimentano dall'alto, ma ė una consuetudine non una regola. Si posso alimentare indifferentemente sia dall'alto sia  dal basso se non diversamente indicato dal costruttore.

 

ottimo perfetto grazie!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×