Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Francesco1284

Cali di tensione su abitazione di nuova costruzione

Recommended Posts

Semplice 1

Ciao a tutti

 

Non riesco a capire le strane disquisizioni tecniche di  Elettroplc sul fatto che un quadro realizzato con componenti non "all'ultimo grido" debba per questo dare dei problemi.

Supponiamo che il tutto fosse stato fatto all'epoca (2 o 3 anni fa) quando i Componenti erano proprio all'ultimo grido. Allora cosa si sarebbe detto ?

Certe logiche di ragionamento non riesco proprio a capirle. Mi pare che si deraglia.......

---------------------------------------------------

 

Per quanto riguarda la pompa in se stessa e il servizio che deve svolgere :

il 12/2/2019 at 09:46 , Francesco1284 scrisse:

Abitazione appena costruita con impiantistica elettrica ed idraulica nuova di zecca; Impianto idraulico composto da Pompa ad immersione (su pozzo) da 1,1 kW, pressostato ed autoclave da 200 litri.

Capita questo.

Quando parte la pompa cala la tensione in casa, ciò si nota nettamente osservano le lampadine (a led) dei lampadari in casa.

 

Sempre Elettroplc ha avanzata un altro sospetto molto indefinito : 

19 ore fa, Elettroplc scrisse:

Se non si rispettano I parametri di posa della pompa, essa potrebbe partire in sovraccarico meccanico, tanto da provocare una sovracorrente di in-rush maggiore, così come una medesima corrente anche in regime ordinario.

Ma cosa vuole dire in termini concreti e comprensibili a tutti ? Si potrebbero scrivere due righe in più visto che si cerca di dare indicazioni per aiutare qualcuno che si trova i difficoltà ? Si preferisce proporre indovinelli per Professionisti ?

------------------------------------------------------

 

Dal punto di vista funzionale tutte le pompe che devono alimentare un qualsiasi e comune Sistema Idrico Pressurizzato partono sempre ed immancabilmente "sotto carico" dato che il flusso d'acqua generato deve far aprire quasi istantaneamente la consueta valvola di ritegno che le separa dal Circuito pressurizzato (Autoclave classica oppure Polmoni di Accumulo). 

 

Di norma, per la semplice pressurizzazione degli Impianti di casa, dove la pressione dell'acquedotto è insufficiente, si usano pompe con motori da 0,5 a 1 CV (0,367 - 0,735 kW) che sono normalmente compatibili con le Utenze Contatore da 3 kW tenuto conto delle "normali richieste di casa". Se però si comincia ad avere carichi supplementari "moderni" tipo Climatizzatori, Boiler acqua sanitaria con Pompa di Calore, Illuminazione estesa, tre o quattro tra frigoriferi e congelatori allora la situazione va ponderata con attenzione.

 

Questo vale anche se si ha il Contatore da 6 kW con cavi di sezione adeguata. Bisogna sempre valutare il carico complessivo "concomitante" che si può avere in alcune situazioni.

Nel caso di Francesco1284 non si sa nulla di preciso su tutta la sua situazione complessiva.

 

Comunque, per il fatto degli eventuali cavi ipoteticamente sottodimensionati per alimentare la pompa : se i cavi sono sottodimensionati la pompa funzionerà molto male soprattutto in partenza (gli arriverà tensione molto ridotta) e si suppone che assorbirà di meno (in partenza), e non di più, come si ipotizza in qualche intervento dove vengono consigliati cavi si maggiore sezione.

La fase di partenza della pompa, con cavi di sezione insufficiente, risulterà sicuramente più lunga proprio per la difficoltà di alimentarla ........

-----------------------------------------------------

 

Sarebbe utile sapere la marca ed il modello della Pompa (per poi risalire, se possibile, alle sue curve caratteristiche) e anche la pressione idraulica che deve vincere quando scatta il Pressostato che la mette in moto.

 

Dalla prima foto pubblicata (inizio discussione) sembrerebbe che la Pompa possa avere una doppia funzione e che, quando necessario, venga forse usata anche per irrigazione.

Forse per questo motivo (duplice funzione) è stata scelta con motore relativamente più potente di quanto necessario per la semplice pressurizzazione dell'impianto idrico domestico e questo crea/peggiora in parte il problema.

 

Se esiste la possibilità di sfogare l'acqua della pompa liberamente dentro al pozzo stesso (scollegando i tubi in polietilene nero) si potrebbe fare una prova di avviamento "leggero" e vedere il risultato elettrico sui led dell'illuminazione che ora sfarfallano.

 

Dato che non si hanno dati specifici della Pompa (si sa solo che è da 1,1 kW - 230 V monofase) non si può nemmeno sapere con certezza i Dati Elettrici del Costruttore. Però la pompa dovrebbe pure avere una targhetta da qualche parte sul suo corpo......

 

Si può solo supporre un assorbimento " normale a pieno carico" di 7,5 A a 230 V che (anche se non si troverà scritto da nessuna parte) potrebbe ragionevolmente corrispondere ad una richiesta di in 3,5 x 7,5 = 26,25 A in fase di avviamento.

 

E' stato usato il moltiplicatore 3,5 dato che, per i motori monofase e a differenza di quelli trifase, gli assorbimenti di spunto sono più contenuti (così almeno risulta da una ragionevole consultazione comparata su cataloghi di vari costruttori di Motori commerciali Monofase).

 

Ora vedremo il responso della lettura con Pinza Amperometrica che dovrà avere necessariamente la specifica funzione di "registrazione picco massimo/minimo"

Share this post


Link to post
Share on other sites

fjarma

A casa mia ho l'allaccio a 3kw e una sommersa nel pozzo pure da 1100watt, a 4 stadi, a 9 metri di profondità, certo quando parte vedo un abbassamento di 1 secondo nelle luci ma niente di preoccupante. L'impianto elettrico per me c'entra poco o nulla o è la pompa che allo spunto ha un assorbimento eccessivo oppure è l'effetto normale che viene recepito come anormale dal propietario

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Francesco1284

 

Non so perché ma ho avuta la sensazione di averti già visto su altri argomenti e mi è venuto il dubbio che stavi "smanettando" a casa tua ........

 

Sono andato a spulciare tra le discussioni da te aperte e ho trovato che ne hai una, che riguarda la tua "Autoclave" all'indirizzo :

https://www.plcforum.it/f/topic/245499-taratura-autoclave/?tab=comments#comment-1802702

 

 

Ora, avendo visto questo tuo specifico problema direi che, molto probabilmente il Problema Pompa è in qualche relazione con il Problema Autoclave.

 

La spiegazione presenta una certa complessità e penso di riuscire a dartela entro domani, nella discussione propria dell' Autoclave.

 

Nel frattempo potresti precisare qui tutti i dati che ti ho già richiesti ?

Inoltre servirebbe anche sapere a quale profondità è la "superficie acqua" attuale del pozzo. La "profondità di calo" della pompa non ha particolare importanza ma se la sai dilla pure. 

 

Nel frattempo, oltre a fare le verifiche elettriche che vorrai, potresti controllare la pressione d'aria presente nella tua Autoclave avendo cura di svuotarla completamente dall'acqua come ti hanno già spiegato nell'altra discussione.

Se è come in origine (gonfiata dal Costruttore e come risulta nella targhetta) dovresti trovare i 2,5 bar.

 

Per fare il controllo basta una pistola per gonfiaggio pneumatici auto munita del solito manometro.

La attacchi alla valvola presente sulla calotta superiore dell'Autoclave, come se tu volessi procedere ad un gonfiaggio di pneumatico e senza toccare il grilletto della pistola. Vedrai subito indicata la pressione esistente dentro l'Autoclave.

 

Per eseguire questa operazione non è necessario avere la pistola di gonfiaggio collegata al  Compressore! 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao fjarma

 

In linea di massima concordo con la tua indicazione.

 

Dato che non ho molta illuminazione Led in casa non posso saperne abbastanza ma potrebbe anche darsi che il disturbo di luminosità sia amplificato da una particolare sensibilità dei Led e per come è realizzato il loro specifico sistema di alimentazione.

 

Sul Forum si legge spesso di malfunzionamenti dei Sistemi di illuminazione a Led. Ormai risulta evidente che non se ne può fare a meno per ragioni di consumi. Senza nostalgia per le vecchie lampadine a filamento bisogna dire che davano maggior affidabilità (almeno sino a quando non si bruciavano, e si bruciavano spesso......).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Scusa Semplice1, ma posare i moduli nel centralijo con le caratteristiche che ho indicato in precedenza non è previsto, punto.

Poi, pure il MTD C32A per i GE futuro,  un errore.

Non voglio farmi i cavoli del plcforum che ha postato ma c'è qualcosa che non torna, non  non vedo professionisti.

Poi, capita spesso che le pompe ad immersione lavorano con detriti superiori in come quantità ai dati di terra e così si riducono i giri ed aumenta la corrente assorbita.se domani i tecnici misurano capiremo di cosa si tratta in realtà.

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

ma a che MTD c32 ti riferisci?

 

quello in foto con scritto "casa-generatore" non è un selettore?

 

 

comunque io rimango dell'idea che la linea contatore-quadro sia tirata, però Francesco non mi vuole dire da quant'è uffa :D 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Scusa Reka, mettere un MTD C32A e serigrafarlo così come indicato è un assurdo  impiantistica.

Si adotta il quadro di scambio, pazienza per un profano, ma una ditta queste sviste non se le può permettere, erano cose che si facevano un tempo con dei sezionatori di scambio.

 

Per il resto, attendiamo due dati sulle misure, ma se le premesse son queste?  Sarebbe bene sviluppare le discussioni con almeno due misure certe...altrimenti parliamo di nulla.

 

A volte capita che, come avevo  suggerito prima ...che una pompa a immersione sia contaminata o posata su fondo sabbioso o con fango...e così non lavora bene...

 

Strano che lo avverte solo con la pompa  pozzo mentre col clima no…?

 

 

Riprendo la discussione solo se il nostro plcforum ci propone due misure in tensione ..veritiere...per il resto,  ribadisco il consiglio di valutare la ditta che esegue i lavori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao reka

 

Veramente, se non mi è sfuggito qualcosa, da ultimo era stato detto :

22 ore fa, Elettroplc scrisse:

Chiedi alla ditta di posare almeno  60 microfarad di capacita in parallelo alla pompa.per il resto non va bene.vedi tu. Non si mette un C32A per il generatore a quadro, e roba che si faceva impropriamente  un tempo.

E bene che verifichi quello che fanno per bene, sento puzza di imperizia .

 

 Si tratta di un Selettore (o Commutatore che di si voglia) a 3 posizioni  (con due contatti aperti in posizione centrale) che nella logica dell'Impianto serve presumibilmente per commutare la fonte energetica da ENEL al Generatore autonomo che sarà presente da qualche parte.

 

Per la scheda caratteristiche vedere https://catalogo.bticino.it/BTI-F62N32C-IT

Magari anche uno schemino dei contatti avrebbero pure potuto metterlo. Comunque andiamo ad intuito/buon senso.

 

In un intervento precedente (che non richiamo per brevità) Elettroplc  aveva disquisito particolareggiatamente sui vari componenti del quadro avanzando sempre la critica che si trattava di "resti di magazzino" e più in generale che il lavoro era stato fatto da qualcuno non molto competente.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Francesco1284
17 ore fa, Semplice 1 scrisse:

Ciao Francesco1284

 

Non so perché ma ho avuta la sensazione di averti già visto su altri argomenti e mi è venuto il dubbio che stavi "smanettando" a casa tua ........

 

Sono andato a spulciare tra le discussioni da te aperte e ho trovato che ne hai una, che riguarda la tua "Autoclave" all'indirizzo :

https://www.plcforum.it/f/topic/245499-taratura-autoclave/?tab=comments#comment-1802702

 

 

Ora, avendo visto questo tuo specifico problema direi che, molto probabilmente il Problema Pompa è in qualche relazione con il Problema Autoclave.

 

La spiegazione presenta una certa complessità e penso di riuscire a dartela entro domani, nella discussione propria dell' Autoclave.

 

Nel frattempo potresti precisare qui tutti i dati che ti ho già richiesti ?

Inoltre servirebbe anche sapere a quale profondità è la "superficie acqua" attuale del pozzo. La "profondità di calo" della pompa non ha particolare importanza ma se la sai dilla pure. 

 

Nel frattempo, oltre a fare le verifiche elettriche che vorrai, potresti controllare la pressione d'aria presente nella tua Autoclave avendo cura di svuotarla completamente dall'acqua come ti hanno già spiegato nell'altra discussione.

Se è come in origine (gonfiata dal Costruttore e come risulta nella targhetta) dovresti trovare i 2,5 bar.

 

Per fare il controllo basta una pistola per gonfiaggio pneumatici auto munita del solito manometro.

La attacchi alla valvola presente sulla calotta superiore dell'Autoclave, come se tu volessi procedere ad un gonfiaggio di pneumatico e senza toccare il grilletto della pistola. Vedrai subito indicata la pressione esistente dentro l'Autoclave.

 

Per eseguire questa operazione non è necessario avere la pistola di gonfiaggio collegata al  Compressore! 

 

Buon giorno a tutti

 

Chiedo scusa se rispondo solo ora ma sono fuori per lavoro e solo ora accedo alla discussione con il mio pc.

 

Dunque; essendo fuori casa non ho fatto venire gli elettricisti, dato che voglio essere presente anche io, ovviamente, al momento dei test.

 

Vi ringrazio per i consigli e le dritte su tutto quanto riguardante l'impiantistica di casa; se possibile, vi chiedo però di rimanere sul tema/argomento relativo alla Problematica descritta.

Elettroplc, farò sicuramente tesoro dei tuoi preziosi consigli riguardanti, quadro, interruttori, ec ma ora come ora sono montati e se non influenzano direttamente il problema esposto, lasciamoli un attimo da parte. Me la vedrò poi io con la ditta.

 

In funzione della pompa, Ti ringrazio Semplice1 per i tuoi consigli. Infatti ho aperto altre discussioni nel forum tra cui appunto quella dell'autoclave.

Dunque la Pompa è Una Lowara da 1.1 kW ed è posizionata a 27 metri di profondità. Il pozzo è profondo 29 metri.

 

Ora devo tornare al lavoro ma conto di riconnettermi questa sera quando sarò in albergo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Francesco1284

 

Ti ho visto. 

Una ultima richiesta : Potresti farmi sapere  Marca e Tipo del Pressostato Autoclave ?  Grazie.

Per domani vedo di preparare qualcosa (nell'altra discussione) sul tuo problema Autoclave.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Riguardo i pressostati, oggi sono in commercio presscontrol elettronico meccanici. Con pressione prefissata o regolabile. Credo che il primo e stato progettato nel nostro paese e poi copiato in tutte le salse.sconsiglio vivamente quelli low price, praticamente inservibili, quando si chiude il rubinetto la pompa continua a funzionare per un tempo infinito:il dato canonico di 1.5bar non è mai rispettato.la pompa rimane sovraccarica per molto tempo prima di essere  disinserita.cosi si surriscalda ecriscgia di durare poco.alla fine mi sono ripiegato sul classico pressostato meccanico.ne ho visto in azione anche uno buono ed entro 5 secondi Max toglie alimentazione alla pompa .bisogna fare attenzione pure alla sezione dei tubi di salita che vanno scelti della taglia idonea.per fare due chiacchiere e chiudere un eventuale presa control costa più di 100 euro.io, adottare i pure una spia luminosa che  segnala se la pompa e alimentata.ovviamente avevo preso un press control da primo prezzo ma può buttato nel bidone.vediamo come si sviluppa la cosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Elettroplc

 

Scusa se mi permetto.....

La discussione è libera e tutti possono dare il loro apporto (alla ricerca della soluzione) nei limiti delle loro conoscenze ed esperienze.

 

Tuttavia non si vede alcun nesso tra il problema esposto da Francesco1284 e quanto tu spieghi della tua esperienza fatta con il dispositivo chiamato comunemente/commercialmente "PRESSCONTROL". 

Lui non ha nessun dispositivo "PRESSCONTROL" ma solo un Pressostato di marca e tipo che non ha specificati.

 

In questa discussione lui non ha mai parlato di Presscontrol ma di Pressostato (se non mi è sfuggita qualcosa).

In apertura di discussione lui aveva detto :

 

il 12/2/2019 at 09:46 , Francesco1284 scrisse:

Buon giorno a tutti.

Apro questa nuova discussione per chiedere un Vostro parere su quanto riportato in oggetto.

 

Vi spiego meglio la questione.

Abitazione appena costruita con impiantistica elettrica ed idraulica nuova di zecca; Impianto idraulico composto da Pompa ad immersione (su pozzo) da 1,1 kW, pressostato ed autoclave da 200 litri.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao

 

Il riferimento che hai fornito sul tipo della tua pompa  risulta insufficiente (Lowara da 1,1 kW).

Dovresti specificare il Modello (senza questo dato non si può essere sicuri delle sue caratteristiche.

Oltretutto la foto che avevi pubblicata in apertura di discussione è del tutto inutile (vedi tu che cosa se ne può capire se te la riguardi).

 

Per le Pompe Lowara il loro Catalogo attuale può essere visionato all'indirizzo :

http://doc.lowara.com/lowdata/doc/IT/catalogxxx-cx.pdf

 

Sei pregato di dare l'informazione richiesta senza la quale anche tutto il discorso dell'Autoclave (nell'altra discussione da te aperta) non potrà procedere data la mancanza di dati certi sulla tua pompa.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Francesco1284

Buon giorno a tutti

Scusate se ricompaio oggi ma accedo di nuovo al forum solo in questo momento dato che da venerdì sera sono completamente bloccato a letto con una brutta influenza.

Semplice1, ho avuto modo di scattare in maniera fugace un paio di foto al pressostato, le posto nella discussione aperta su tale aspetto specifico.

In funzione invece della pompa Lowara. Permettimi di riprendere il libretto di uso e manutenzione della stessa; lo avevo conservato insieme alla garanzia.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Non abbiamo ancora un dato sulla tensione di rete e alla presa pompa...per me il caso non ha soluzione, penso che la cittadino si mette a misurare.buona fortuna

Share this post


Link to post
Share on other sites
Francesco1284

Ciao Elettroplc.

I dati sulla tensione di rete e alla presa pompa non sono condivisi perché, semplicemente, non è stato fatto quanto necessario da chi di dovere, con me presente ma soprattutto in salute.

Comunque non appena ho i due parametri non aver timore che li condividerò per ragionare con tutti i partecipanti. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Marcello Mazzola

ci servirebbero sapere anche le sezioni a partire dal contatore fino alla presa dove è attaccata la pompa

Share this post


Link to post
Share on other sites
Francesco1284

Intanto tra una tachipirina e l'altra, vi riporto le specifiche e caratteristiche della pompa lowara

15506167258891574373964.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao Francesco1284 

 

Si direbbe che hai una pompa LOWARA della  loro serie SCUBA (Modello SC211C).

Visibile sul loro Catalogo Generale :

http://doc.lowara.com/lowdata/doc/IT/catalogxxx-cx.pdf

Vedere alle pagine da 244 a 246 del cartaceo.

 

Risulta equipaggiata dal Costruttore con 20 mt di cavo elettrico tipo 3G1,5 (2 poli + Terra da 1,5 mm2 di sezione).

 

Il motore può fornire all'albero Pompa 1,1 kW (Max) e per tale Potenza di Servizio (quando la Pompa la richiede tutta) assorbe elettricamente 1.63 kW dalla Rete e specificatamente 7,25 A a 230 V.

Nei dati di targa non dichiarano il Cosfì.

Dai dati si avrebbe : 230 V x 7,25 A = 1667 Watt ...... 1,667 kW che però sarebbero Potenza Apparente dato che manca il Cosfì.

Lasciamo stare questo aspetto della faccenda per non complicarci la vita ......

 

Purtroppo, come accade di solito, manca il dato dell'assorbimento di picco all'avviamento !

 

In precedenza, facendo una ipotesi orientativa, non conoscendo ancora i dati del Costruttore avevo detto :

il 14/2/2019 at 17:45 , Semplice 1 scrisse:

Si può solo supporre un assorbimento " normale a pieno carico" di 7,5 A a 230 V che (anche se non si troverà scritto da nessuna parte) potrebbe ragionevolmente corrispondere ad una richiesta di in 3,5 x 7,5 = 26,25 A in fase di avviamento.

Dunque siamo più o meno da quelle parti.......... ma non è escluso un maggiore assorbimento di spunto

La risposta sicura e definitiva te la potrà dare solo l'Elettricista se è munito di una Pinza Amperometrica specifica per registrare i Picchi di Assorbimento.

 

Comunque, a parte questa faccenda, propria della Potenza/Assorbimento di Avviamento della Pompa sono rimaste poco chiare le tue spiegazioni/foto che rappresentano i cavi e la loro sezione.

Magari ne riparliamo poi. Vedrò di fare il punto della situazione mettendo insieme quanto comparso nella discussione.

 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...