Jump to content
PLC Forum


jecojack

Consiglio per addolcitore acqua

Recommended Posts

jecojack

Buongiorno,

sto cercando un sistema per ridurre il calcare nell'acqua per uso sanitario e da alimentare.

Ho fatto analizzare l'acqua del mio appartamento e la durezza è di 47 °f

 

Ho visto che esistono sia anticalcare magnetici sia elettrici.

Vorrei escludere gli addolcitori con i sali...ne ho avuto uno in passato e non sono rimasto contento per via delle manutenzioni (cambio sali...)

 

Qualcuno sa consigliarmi in merito?

Ultimamente ho visto prodotti tipo Cillit Aqa Total...qualcuno ne ha esperienza?

Grazie

 

Link to post
Share on other sites

Alessio Menditto

Versare sale in in buco ogni mese o due è una fatica?

 

Link to post
Share on other sites
jecojack
23 ore fa, Alessio Menditto scrisse:

Versare sale in in buco ogni mese o due è una fatica?

 

non è solo questione della manutenzione...ad esempio non mi piace il fatto che l'acqua venga alterata anche nel sapore

e comunque considerando tutte le cose a cui bisogna star dietro in un appartamento, se posso evitare di dover gestire anche l'addolcitore una volta al mese, lo preferisco

Le mi domande nascono dalla curiosità di sapere se questi sistemi (indicati nel mio messaggio) sono validi o meno, in base all'esperienza di altri...

Edited by jecojack
Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

L’addolcitore a sale è il più pratico per trattare acqua con quella durezza, mi sembra che chiedi troppe cose, o che quello che avevi avuto prima non erano montati correttamente.

Innanzitutto l’acqua in uscita dall’addolcitore NON va usata direttamente, ma va mischiata a quella non trattata fino ad avere i gradi francesi desiderati, seconda cosa l’acqua per uso alimentare PUÒ ANCHE non essere trattata, terza cosa gli “addolcitori” magnetici NON ABBASSANO NEMMENO DI UN GRADO FRANCESE il calcare nell’acqua, lo orientano magneticamente in modo che (dicono) non precipiti, quindi i tuoi 47 gradi col magnetico rimangono 47, col sale diventano 0, e miscelati con acqua normale possono diventare 5, 7, 10 ecc.

Ultima cosa, la manutenzione, non esiste un sistema che TOGLIE il calcare senza manutenzione, resta da scegliere quello che ne richiede meno, e ripeto dover versare un paio di chili in un serbatoio una volta al mese, se per te è un fastidio, pensa a dover mettere la polverina negli addolcitori Chillit, è scomodo, devi pulire ogni volta e spesso si ostruisce il Venturi.

 

Link to post
Share on other sites
Erikle

la tecnologia in questo campo è piuttosto carente..è un settore in cui come l'aria condizionata sono partiti per prima gli americani e poi è arrivata anche nel vecchio continente ma molte delle teste degli addoclitori sono ancora americane se non di marchio

Per fortuna nell'aria condizionata sono arrivati i giapponesi altrimenti avremmo ancora i compressori a pistoni che sembravano toaserba..neli addolcitori pare che i giapponesi non operino per cui non c'è stata nessuna evoluzione...l'unica è che si è passati dalle teste che rigeneravano a tempo cioè a giorni a quelle in teoria volumetriche

 

qeusti addolcitori pur avendone uno anche io sono una schifezza perchè sostituiscono il calcio e il magnesio con del sodio inoltre ad ogni rigenerazione consumano una quantità abnorme di acqua io per fortuna ho il pozzo..ma mi spaice lo stesso vedere tutta l'acqua che buttano via..hanno una efficenza pessima a dir poco inoltre fermano solo limitatamente il ferro per cui l'acqua ricca di ferro continua a macchiare i sanitari

 

quelli magnetici bisogna crederci sono come la religione..c'è chi crede e chi no..quelli elettrici dovrebbero in teoria impedire solo le incrostazioni del calcio facendo in modo che il calcare resti ma non produca effetti dannosi anche quì non saprei dire se è vero o meno

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Erike non capisco cosa intendi per efficienza pessima, il loro lavoro di abbassare il calcare lo fanno e anche bene, portano a 0 i gradi francesi, poi certo l’acqua che esce non può essere identica a quella entrata, va mischiata con quella non trattata per ristabilire più o meno le caratteristiche potabili dell’acqua, non si può usare pura.

Poi non serve usare acqua dell’addolcitore per cucinare, basta prelevare acqua non trattata, ultima cosa il sale serve per togliere dalle resine il calcare che queste di sono trattenute.

Se non si vuole fare il lavaggio basta cambiare le resine appena queste sono sature.

Ovviamente non ha senso perché costa molto meno aggiungere sale e consumare acqua.

Purtroppo le soluzioni facili non esistono.

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Buonasera, anche io posseggo un addolcitore e devo dire che comperare ed aggiungere sale e lo "spreco" di acqua per il lavaggio delle resine, è niente rispetto alla manutenzione di caldaie, boiler, lavatrici, lavastoviglie ecc. incrostati di calcare. Inoltre non acquisto acqua distillata per ferri da stiro ed il consumo di detersivi o prodotti per l'igiene della persona sono minori.

Link to post
Share on other sites
click0
7 ore fa, Erikle scrisse:

hanno una efficenza pessima a dir poco inoltre fermano solo limitatamente il ferro per cui l'acqua ricca di ferro continua a macchiare i sanitari

ci mancherebbe, un filtro fatto per ridurre i carbonati che elimina il ferro, se vuoi puoi provare con un filtro "a corda":smile:

per il ferro andrebbero usati filtri a base di bissido di manganese

 

filtri magnetici e elettrici non lo riducono il "calcare" fanno semplicemente in modo che non "si attacchi", stessa cosa che fanno i polifosfati

 

Link to post
Share on other sites
pep10

ciao ragazzi, scusate se riprendo questa discussione dopo un po' di tempo ma vorrei Vostro parere. Io ho un addolcitore a monte della conduttura di casa da circa 6/7 anni. Verso regolarmente 2 sacchi da 25kg di sale ogni 45/50 giorni. Ultimamente ho notato però che il consumo è aumentato. Inoltre, nonostante io senta l'acqua oleosa, che dovrebbe essere la caratteristica dell'acqua addolcita, ho notato che mi restano macchie che presumo sia calcare sui rubinetti. Premetto che l'impianto all'epoca ha funzionato inizialmente un annetto senza addolcitore, poi l'ho installato. Ho comprato un kit test durezza acqua dove il reagente (verde) mischiato con i 5ml di acqua ed agitato ad ogni goccia  (ho studiato bene vero?!!) dovrebbe virare da rosso a verde e dirmi i gradi francesi della mia acqua di casa. Beh dopo le prime 3 o 4 gocce l'acqua è subito verde (anzi, direi già alla prima goccia dopo aver agitato la provetta con l'acqua). Questo cosa significa? Perché ho quelle macchie che sembrano calcare sui rubinetti? Grazie

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Pep non si possono riprendere vecchie discussioni, ma aprine una tutta tua e vedrai avrai aiuto.

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...