Jump to content
PLC Forum


ciccio491

Impianto trifase per pompa sommersa 15 Hp uso agricolo

Recommended Posts

ciccio491

Buongiorno, scrivo perché ho un dubbio su un nuovo impianto che stiamo realizzando allo scopo di alimentare una pompa sommersa da 15 Hp per uso agricolo. Premetto che il contatore su cui verrà effettuato l'allaccio della corrente da 15 Kw si trova ad una distanza di circa 200 metri dalla pompa, pertanto dovrò effettuare uno scavo e stendere una linea per poter portare la corrente alla pompa. Il mio dubbio riguarda l'effettivo impianto che l'elettricista mi ha proposto di realizzare: innanzitutto ha previsto l'utilizzo di cavi in alluminio da 50 mmq per le tre fasi e uno da 25 mmq per la massa (la scelta dell'alluminio, oltre che per motivi economici, è finalizzata ad evitare eventuali furti); due interruttori magnetotermici differenziali 3P+T da 32A ID 0,3ma, di cui uno (a quanto ho capito) dovrà essere posizionato nei pressi del contatore, ed un'altro dovrà essere posizionato nel casotto in cui si trova la pompa; un interruttore differenziale 1P+N da 25A PI600 ID 0,03 (non ho capito per cosa); una presa da parete 3P+T 32A; nº 8 giunti con vite a rottura 16-95 per i collegamenti; due cassette in PVC; una centralina da parete IP65 da 24 moduli; un quadro in resina termoindurente da 36 moduli.

 

Volevo capire se la scelta dei componenti quadra, perché non ho capito il motivo di utilizzare due magnetotermici differenziali da 32A con lo stesso ID e poi utilizzare quello da 25A da 0,03. Inoltre, la centralina mi sembra molto sovradimensionata, in quanto vi dovrà essere alloggiato soltanto il magnetotemico, che, tra l'altro, avevo intenzione di inserire nella cassetta Enel (quella a due contatori) per facilità di accesso. Anche nel casotto avevo intenzione di fare la stessa cosa e, al posto del quadro, installare un'altra centralina, in cui dovrà essere alloggiato soltanto l'altro magnetotemico. E possibile ? Aspetto consigli perché sono abbastanza confuso a riguardo e vorrei effettuare un buon lavoro, ma senza andare all'eccesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Elettroplc

Un 50mm2 necessità di un MTD in configurazione  megakiter oppure devi ridurre la sezione. Con 15hp riserve un bel inverter he ti costa almeno 600€. I due differenziali non servono entrambi, puoi mettere anche sono il 0,03A, che con la spina a 8 poli lo devi installare. Io opterei per cavi 50mm2 in rame ed un inverter. So che un inverter costa e deve essere programmato, ma alla fine è utile. Per il differenziale o lo metti a monte e lo hai vicino o a valle sulla pompa con il riarmo automatico. L'inverter ti permetterà di salvaguardare la pompa. Nel tuo caso, chi non lo ha fatto ha, solo avuto noie e guasti. Il cavo di terra PE può anche non essere posato.. Ovvero puoi fare un impianto di terra locale che è meglio. Da remoto è meglio che metti anche dle spie di segnalazione. Sulla pompa puoi mettere anche un sezionatore sotto carico ed il MTD A MONTE DI TUTTO. posa, anche un li. It atore di sovratensione sulla pompa io non do consigli che mirano a spendere il meno possibile, miro  solo la massima efficienza ed affidabilità. Con l'inverter avrai anche un lieve risparmio di energia e correnti di spunto limitare. Solo che con l'inverter devi montare anche un filtro Emc esterno ed il quadro viene più grande. Ricorda che poi se un giorno la pompa si brucia farla sostituire costa. Se non monti l'inverter che costa ti tocca perlomeno mettere un rifasamento fisso. In pquesto caso devi posare un MTD a monte vicino al contatore, ed uno minore solo MT nei pressi della pompa, magari con un salvamotore. Fai fare un preventivo con inverter senza cavo di terra ed uno senza inviereter ma con salvamotore e rifasamento fisso da tre KvA sempre senza, cavo di terra che verrà sostituito da una terra locale. Gli agricoltori che non fanno bene sin da, subito regalano soldi a quelli che devono sostituire le pompe in un tempo successivo. 

 

R

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
4 ore fa, ciccio491 scrisse:

finalizzata ad evitare eventuali furti

 

Su questo non sarei molto fiducioso, i ladri prima asportano il cavo poi, dopo averlo asportato, si rendono conto (forse) che non è rame, ma oramai il danno è procurato.:(

 

In compenso la resistività è molto maggiore (0.028 ohm per metero contro 0.017 del rame).

200 metri di linea da 50mm2 di Al corrispondono a 0.224 ohm che con corrente nominale corrispondo a circa 4.5 V di cdt (poco più dello 1%), valore che si può ritenere soddisfaciente.

1 ora fa, Elettroplc scrisse:

Ovvero puoi fare un impianto di terra locale che è meglio.

 

Quoto e sottoscrivo.

 

Localmente io metterei solo un magneto termico del tipo specifico per protezione motore.

Alla partenze della linea metterei un interruttore differenziale tripolare ed un sezionatore con fusibili; dimensionando i fusibili per la sola protezione della linea, quindi di taglia 32A (anche 40A vanno bene).

Nel caso di malfunzionamenti della motopompa interverrebbe la protezione locale, mentre i fusibili interverrebbero nell malagurata ipotesi di un cortocircuito sulla linea o sulla morsettiera locale della pompa.

L'interruttore differenziale entrerebbe in fuzione solo in caso di dispersioni verso terra della inea o della pompa.

 

1 ora fa, Elettroplc scrisse:

Con l'inverter avrai anche un lieve risparmio di energia e correnti di spunto limitare

 

L'inverter ha senso se fosse necessario regolare la portata dell'acqua, altrimenti è un costo che non si ripaga mai. Se si vuole limitare la corrente di spunto basterebbe un soft starter.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Puoi proteggere la linea anche con dei fuss bili e omettere il differenziale. Poi, un salvamotore in loco con un sezionatore sotto carico. Se scatta il salvamotore dovrai dare un po' di strada per riattivarlo. Con una pompa da 15hp non parlare di rifasamento in loco Pompa e una eresia..anzi.. Una fesseria. Dato che vuoi e devi limitare le spese, 

:Monta un MT D40A a inizio linea. Poi cavi in rame da 35mm2.srnza conduttore di terra. Sul luogo del pozzo un salvamotore con un sezionatore sotto carico. Ed una bTteria di condensatori, meglio una centralina automatica. Togli la presa a spina dal capitolato. Con un differenziale da 0,3A potresti renderti conto se vi è una dispersione della pompa prima del suo guasto. I condensatori li poserei in loco, ti risparmi della corrente sulla linea e diminuisci la cdt%. Trovate i una centralina per pompe di questo tipo senza rifasamento. Probabile. Ente il tuo installatore non è pratico o non vuole saperne. 20€ di Condnsatori  si possono pure spendere. Come dicevo prima, sono più contenti quelli che sostituiscono le pompe guaste  che quelli che credono di avere risparmiato qualcosa. Di più non sapere che dire. Se togli il cavo di terra inutile acquisti il salvamotore. In fondo dovresti avere una iB di 22/24A senza rifasamento a regime. 

 

R

Share this post


Link to post
Share on other sites
ciccio491

Innanzitutto vi ringrazio per le risposte che gentilmente mi avete dato. Tuttavia, non essendo ferrato in materie di impianti, ho alcune difficoltà a seguire i discorsi molto tecnici. Un elemento che ho omesso di citare, ma che dovrà far parte dell'impianto, è il quadro di comando che sarà di tipo elettronico (con scheda) e svolgerà diverse funzioni, tra cui: protezione circuito ausiliario e protezione motore tramite fusibili, contattore, protezione amperometrica, protezione mancanza e sequenza fasi e protezione “tensione minima” e “tensione massima” regolabile (per intenderci sarà pressoché uguale a questo: https://www.salupoquadri.com/quadri-elettrici-e-avviatori/marcia-a-secco2014-11-04-15-25-15/press-control-plus-242012-06-29-13-52-05-40-43-45-detail). Non so quindi se i componendi da voi suggeriti si riferivano a parti che saranno già presenti in quest'ultimo. In ogni caso il suggerimento che vi ho chiesto si riferiva ai componenti che servono ai fini del collegamento della pompa (e quindi del suo quadro) con il contatore , come previsto dalla legge (ai fini di un eventuale certificazione), per salvaguardare sia la pompa, che gli operatori che la utilizzeranno. 

 

Nell'attesa di vostre delucidazioni, vi ringrazio e vi auguro una buona serata. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Anche quest'ultimo messaggio è solo inutile polemica.

nessun commento

la discussione la chiudiamo qui.

 

 

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...