Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
Franck_one

lampada led in sotituzione lampade hpi

Recommended Posts

Franck_one

Salve a tutti, un cliente, mi chiede di sostituire le lampade a campana del capannone, le lampade in questione sono delle HPI E40, vorrebbe sostituirle con delle lampade led, lo informo che bisogna apportare apportare modifiche alla lampada, devo baipassare  il reattore e l'accenditore, sostiene, di avere già sentito, che in alcuni posti le hanno sostituite lasciando il cablaggio come da origine, è possibile?  mi sembra alquanto strano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Gionatan Toldo

Ciao,

Per tenere il cablaggio standard 220VAC basta sostituire l'intera campana passando dalla vecchia tecnologia con LED integrato.

Replacement della sola lampada LED attacco E27 , E40 non ha senso perché non si avrà mai la migliore efficienza, durata, flusso luminoso.

Si butta il vecchio, si mette il nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69

Per i neon a LED quasi sempre si possono montare senza togliere il reattore. Lo starter però va tolto obbligatoriamente. Nel tuo caso probabilmente è la stessa cosa, forse il reattore si può lasciare, ma l'accenditore sicuramente no. Avendo la lampada a led una corrente molto inferiore a quella del neon oppure della lampada a scarica le perdite nel reattore saranno limitatissime.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
4 ore fa, maxmix69 ha scritto:

Per i neon a LED quasi sempre si possono montare senza togliere il reattore.

non sono Neon, ma lampade in pressione al sodio., potrebbero essere anche in bassa pressione.. centra poco.

 

Risposta corretta e soluzione data: butta il vecchio e installi il nuovo, certificato, efficiente e LED.

Il resto delle soluzioni sono posticce.

 

Semmai tieni in cantina le vecchie lampade che potranno essere rivendute in futuro come vintage (devono essere originali e non modificate).

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69
5 ore fa, maxmix69 ha scritto:

Nel tuo caso probabilmente è la stessa cosa, forse il reattore si può lasciare, ma l'accenditore sicuramente no.

Questo vuol dire che avevo capito perfettamente di cosa stiamo parlando, quando si parla di neon si parla di starter, quando si parla si lampade a vapori di sodio o di mercurio si parla di accenditore, pure se tecnicamente le tre lampade sono tutte a scarica e starter o accenditore fanno la medesima funzione. Tra l'altro successivamente ho pure parlato nello specifico delle lampade a scarica, intendendo come si fa di solitamente quelle a vapori di sodio o di mercurio:

 

5 ore fa, maxmix69 ha scritto:

oppure della lampada a scarica

Poi questa tua "risposta corretta e soluzione data"

 

32 minuti fa, Gionatan Toldo ha scritto:

Risposta corretta e soluzione data: butta il vecchio e installi il nuovo, certificato, efficiente e LED.

Il resto delle soluzioni sono posticce.

è solo la tua opinione personale, non è Vangelo. Non conosci la situazione, non sai il committente quanto vuole spendere, non sai se è importante la differenza di resa luminosa, non sai NIENTE se non quello che è stato richiesto da @Franck_one. Tra l'altro qualunque elettricista abilitato può certificare la nuova situazione schematica delle lampade senza andare incontro a nessun tipo di problema legale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967
12 ore fa, maxmix69 ha scritto:

Tra l'altro qualunque elettricista abilitato può certificare la nuova situazione schematica delle lampade senza andare incontro a nessun tipo di problema legale.

 

Maxmix69, con un'affermazione del genere presumo che tu non sia un responsabile tecnico d'impresa / progettista

Certificare sicuramente potrà pure farlo , sul fatto che non vada incontro ad alcun problema di tipo legale assolutamente no.Ne rispondi civilmente e penalmente in caso di infortunio.

questa questione è già stata ampiamente discussa piu' e piu' volte su questo forum

 

ci sono 3 cosa da considerare:

1) se cambi la fonte luminosa o hai l'approvazione del costruttore o la sua certificazione di apparecchio decade automaticamente.Le parabole sono costruite per un preciso punto di fuoco.Cambiare la fonte con una che non sia esattamente uguale cambia completamente le curve illuminotecniche (non ultimo il valore di UGR)

2) Modificare il cablaggio rispetto all'originale comporta l'immediata decadenza di qualsivoglia certificazione da parte del costruttore.Pertanto da quel momento chi esegue la modifica diventa il nuovo costruttore e deve ricertificare l'apparecchio sia come compatibilità elettromagnetica sia come normativa di prodotto

3) nell'illuminazione LED il corpo diffondente non si occupa solamente di convogliare la luce, ma provvede soprattutto alla dissipazione del calore generato dal semiconduttore, in modo che lo stesso non inneschi l'effetto valanga, magari mal controllato da un driver economico.Nel caso sopra esposto il cosiddetto retrofit sarà stato calcolato per determinate condizioni operative (ad esempio funzionamento verticale in ambiente con t=40°).Se richiudi il tutto all'interno di un proiettore, magari posto a 8 metri di altezza, altro che t=40°, arrivi tranquillamente anche a 80° con relativo deterioramente rapido del componente o addirittura compelto spegnimento (se previsto dal costruttore)

 

poi distinguiamo il  caso di abitazione privata da quello di posto di lavoro

Nel primo caso saranno cavoli del proprietario "civile" in caso di eventuali problemi futuri.

Ma nel caso di posto di lavoro devi assolutamente rispettare una serie di normative, pena un'eventuale condanna civile e PENALE in base al D.Lgs 81, con anche possibili richieste da parte di INAIL nel caso in cui vi sia una causa di lavoro per malattia professionale o infortunio.

E ti posso assicurare che se escono a fare un controllo la prima cosa che fanno è la verifica documentale e il rispetto dei parametri di progetto.

Se un'impianto d'illuminazione nasce con lampade a scarica, cambiare la sorgente luminosa con una diversa (ad esempio LED) comporta il ricalcolo del progetto illuminotecnico e l'emissione di una nuova DDC 

Per quanto qualche volta pure io ho avuto a che discutere con lui sempre sui led , l'indicazione data da Gionatan è sicuramente la piu' corretta dal punto di vista sia tecnico che professionale.

L'illuminazione industriale LED nasce completa del suo corpo diffondente e, a meno che tu non abbia un documento della casa costruttrice che ti autorizza al cambio, qualsiasi altra soluzione (retrofit) è un'azzardo a rischio e pericolo sia per il datore di lavoro che per l'installatore.

Di certo anche un'eventuale assicurazione professionale contro i danni non coprirà mai tale rischio

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
reka

io ho fatto lo stesso lavoro l'anno scorso, ho valutato tutto e confermo che la cosa più veloce e comoda è togliere il vecchio e mettere il nuovo!

 

nel mio caso incideva quasi di più la M/O e l'attezzatura per salire in quota che l'acquisto delle nuove sospensioni.

 

magari risparmia facendo il retrofitting delle lampade ma non è lo stesso risultato.. digli di farsi due conti.

 

io sono passato da campate da 1,2kW a campate a led da 0,55kW e con una luminosità migliore (probabilmente le vecchie erano anche esdaurite)

 

ho calcolato un payback di 18 mesi

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Microchip1967
1 ora fa, reka ha scritto:

nel mio caso incideva quasi di più la M/O e l'attezzatura per salire in quota che l'acquisto delle nuove sospensioni.

 

con le quotazioni attuali confermo .Oltretutto alcune marche danno anche 5 anni di garanzia sull'apparecchio

Share this post


Link to post
Share on other sites
ilguargua
2 ore fa, reka ha scritto:

nel mio caso incideva quasi di più la M/O e l'attezzatura per salire in quota che l'acquisto delle nuove sospensioni.

Confermo. Nell'officina dove lavoro abbiamo sostituito tutti i 'cappelloni' con le classiche HQI o simili con delle nuove a led, alla fine il costo del singolo proiettore non è esageratamente superiore alla sostituzione della solo lampada ( e se devi cambiare anche ballast e accenditore forse spendi anche di più), se ne devi cambiare un tot (nel nostro caso 20/25) riesci a strappare un prezzo buono dal fornitore . La piattaforma per andare in quota già ce l'avevamo, e come lavoro non ci vuole molto di più che cambiare la lampada. Poi una delle cose buone dei led è che volendo puoi accendere e spengere quando vuoi e hai la luce completa all'istante, con le lampade a scarica devi aspettare per avere la luminosità completa e se spengi poi devi aspettare tot minuti prima che si riaccenda, per cui finisci sempre con il tenere tutto accesso anche se sul momento non serve.

 

Ciao, Ale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
maxmix69
3 ore fa, Microchip1967 ha scritto:

Maxmix69, con un'affermazione del genere presumo che tu non sia un responsabile tecnico d'impresa / progettista.

Infatti non lo sono. Io sono quello che va a risolvere i problemi agli installatori e agli elettricisti in generale, alle aziende e via dicendo. Propio per questo ho scritto quello che tu hai contestato. Praticamente tutti gli elettricisti che conosco fanno le sostituzioni con i led al posto delle lampade a scarica e certificano scrivendo, più o meno, di aver rispettato le indicazioni del costruttore del led. Lo hanno fatto pure per un comune intero nei lampioni già esistenti, oltre che nei capannoni industriali. Io sono convinto che si può fare, una persona in particolare ha zittito più di una commissione (pure in mia presenza) con le leggi alla mano quando gli hanno posto problemi sul suo operato. Questo non vuol dire ovviamente che io ho ragione per forza, ci mancherebbe. Personalmente ammetto la mia non completa conoscenza legislativa, ma i molteplici esempi di cui dispongo mi dicono che si può fare. Comunque tutto questo di cui stiamo parlando, nonostante sia un argomento valido, serio e interessante, esula dalla semplice domanda tecnica che aveva posto l'autore del thread. Però mi pare da approfondire, se ho tempo me la studio, mi informo e apro una discussione mirata.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...