Jump to content
PLC Forum


Dimmer Bticino (taglio di fase) e strisce LED


Serpico89
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, devo realizzare l'illuminazione di un quadrato sul controsoffitto (3,4 x 3,6 m) con una striscia LED dimmerabile. Di seguito la piantina

 

image.thumb.png.9850e3e2dca08be74f444893bffbf5fd.png

 

La parte da illuminare è il quadrato tratteggiato sopra il divano.

L'impianto elettrico è della serie Bticino Living Now e questo punto luce sarà comandato da un dimmer Bticino, nello specifico il seguente

 

https://catalogo.bticino.it/BTI-K4411C-IT

 

Purtroppo non ho esperienza di illuminazione a LED e sto cercando ci capire (per ora senza successo) quale sia il prodotto corretto da abbinare a questo dimmer (che è a taglio di fase). Qualcuno sa darmi qualche indicazione per capire le caratteristiche che devo guardare su trasformatori / striscia led per capire se sono compatibili con questo dimmer? Vi ringrazio in anticipo per l'aiuto! 😉

Link to comment
Share on other sites


Gionatan Toldo

Ciao,

puoi utilizzare il dimmer multifunzione universale CNTR-DIMM-(4IN1) che tra i vari ingressi accetta anche la dimmerazione AC taglio di fase. Supporta fino a 20A, pertanto se le strisce LED sono a 12 volt regge 240 watt, se a 24 volt 480 watt, se a 36 volt 720 watt.

Questa elettronica di interfaccia dimmer PWM permette di utilizzare qualsiasi alimentatore stabilizzato standard (orientati in dei buoni Mean Well) con potenza e tensione in base al carico necessario delle strisce LED che devono essere installate.

 

Edited by Gionatan Toldo
Link to comment
Share on other sites

Ciao Gionatan, innanzitutto grazie della risposta. L'opzione che mi dai, se ho capito bene, consiste nel mettere, in aggiunta al dimmer Bticino, questo secondo dimmer che mi permetterebbe di poter installare strisce led con qualsiasi tipo di alimentatore (correggimi se sbaglio).

 

Se invece volessi usare solo il dimmer Bticino (che deve per forza esserci, perchè integrato col resto della domotica) che tipo di alimentatore dovrei prendere? Con le strisce LED alimentate direttamente con la 220V non funzionerebbe?

Edited by Serpico89
Link to comment
Share on other sites

Gionatan Toldo

Ciao, figurati.

Evita le strisce LED a 220VAC, sono articoli destinati per utilizzo decorativo, alberi di Natale etc. le comuni sono tagliabili solo a 50cm, sono grosse, spesse e non fanno luce (circa 1000 lumen/metro). Le giunzioni tra esse sono difficoltose da eseguire senza gli accessori. Se viene richiesto un sistema dimmerabile, la striscia LED deve avere potenza, anche oltre le esigenze standard, per sfruttare appieno la dimmerazione ed i suoi vantaggi/benefici.

 

Ci sono alimentatori dimmerabili direttamente con tecnologia taglio di fase, ma se Mean Well, leader mondiale di alimentatori, non li costruisce, un motivo valido c'è.

 

L'alternativa migliorativa (ma più costosa), è quella di non sfruttare il controllo con la dimmerazione taglio di fase del dimmer B-Ticino K4411C, ma invece sfruttare il fatto che è un dimmer "connesso", basato nel protocollo ZigBee, e di abbinarlo direttamente ad un ricevitore dimmer ZigBee o driver/alimentatore LED ZigBee, utilizzando la tecnologia in dimmerazione PWM comandata direttamente con la tecnologia di comando wireless ZigBee (sfrutteresti appieno le funzionalità ZigBee o come le chiama impropriamente B-Ticino... "connesso"). E' ZigBee, si chiama quindi ZigBee.

 

Ma se già sono state fatte le "pulci" per la soluzione basica.. non credo sia proponibile la soluzione "elegante".

 

Edited by Gionatan Toldo
Link to comment
Share on other sites

Quote

Evita le strisce LED a 220VAC, sono articoli destinati per utilizzo decorativo

 

Ah ok, non ne avevo idea, buono a sapersi

 

Quote

Ci sono alimentatori dimmerabili direttamente con tecnologia taglio di fase, ma se Mean Well, leader mondiale di alimentatori, non li costruisce, un motivo valido c'è.

 

Quindi dici che gli alimentatori già predisposti per questo tipo di dimmerazione sono meno affidabili?

 

Quote

L'alternativa migliorativa (ma più costosa), è quella di non sfruttare il controllo con la dimmerazione taglio di fase del dimmer B-Ticino K4411C, ma invece sfruttare il fatto che è un dimmer connesso, quindi basato su protocollo ZigBee, e di abbinarlo direttamente ad un ricevitore dimmer ZigBee o driver/alimentatore LED ZigBee, utilizzando la tecnologia in dimmerazione PWM comandata direttamente con la tecnologia di comando ZigBee (sfrutteresti appeno delle funzionalità ZigBee o come le chiama B-Ticino... connesse).

 

Mi sembra una bella soluzione, ma ho paura che l'elettricista della ditta (che è un po' "vecchio stile" e non aggiornatissimo con gli ultimi sistemi) non sappia come accoppiare il dimmer della Bticino all'eventuale secondo dimmer capace di ricevere le onde ZigBee. Per questo credo che tra le due, forse farei meglio ad orientarmi su quella più classica, che dalla tua ultima frase mi pare di capire sia anche sensibilmente meno costosa

 

Link to comment
Share on other sites

P.S.

 

Il prodotto se non sbaglio è questo

 

https://www.rgbwledsystems.com/index.php?rt=product/product&product_id=768

 

Ho visto che ci sono vari esempi di collegamento ma non sono sicuro se tra gli esempi è indicata anche la mia eventuale configurazione. Il dimmer Bticino a quale ingresso dovrebbe essere collegato?

 

(credo in questo modo, dove l'AC TRIAC sarebbe il Dimmer Bticino, ma non sono sicuro)

 

photo ac triac schema collegamento dimmer strisce led bianche domotica casa intelligente connection strip white smart home diagram_zpsnckxvixw.jpg

Edited by Serpico89
Link to comment
Share on other sites

Gionatan Toldo

Lo schema è corretto.

L'uscita taglio di fase del dimmer B-Ticino K4411C andrà collegata al posto del dimmer rotativo AC Triac o collegata all'ingresso L - N (Phase Cut) del dimmer CNTR-DIMM-(4IN1).

 

Link to comment
Share on other sites

Gionatan Toldo
8 ore fa, Serpico89 ha scritto:

Mi sembra una bella soluzione, ma ho paura che l'elettricista della ditta (che è un po' "vecchio stile" e non aggiornatissimo con gli ultimi sistemi) non sappia come accoppiare il dimmer della Bticino all'eventuale secondo dimmer capace di ricevere le onde ZigBee.

 

Centrato in pieno e affondato.

L'elettricista ma anche l'ingegnere o architetto sono abituati a sistemi statici, non possono conoscere le evoluzioni delle tecnologie che di anno/anno, mese/mese esistenti.

Vedi assemblatore PC "old school", tra RAM DDR4, SSD su sata 3, e con scheda grafica con cooling ed alimentazione separata... senza soffermarsi al quantum.

Prodotti non acquistabili nel mediaworld, o discount online o in bazar quali amazon.

 

Loro sono abituati a fare.. con il loro metodo, sicuramente giusto, funzionale ma obsoleto...ma chi propone gli sviluppi deve dimostrare, vantaggi e svantaggi.

 

Ti parlo di "loro", io ero e sono ancora "loro", applicando però le mie conoscenze in fatti e prodotti innovativi e acquistabili adesso, immediatamente. Il tempo è fondamentale, sopratutto durante grandi progetti.

 

Edited by Gionatan Toldo
Link to comment
Share on other sites

Aggiungo un piccolo quesito che mi è venuto in mente a posteriori. Il dimmer Bticino K4411C supporta una potenza massima di 150W. Con questa configurazione è possibile installare una striscia led con potenza complessiva maggiore? Mi sembra di capire che la corrente alla striscia venga dall'ingresso DC Input e che quindi il dimmer Bticino non dovrebbe essere minimamente interessato dalla corrente che scorre nel carico, ma non vorrei sbagliami...

Link to comment
Share on other sites

Gionatan Toldo

Ciao,

corretto.

 

Riassumendo:

 

Se il dimmer Bticino K4411C controlla direttamente un alimentatore dimmerabile triac, la massima potenza sarà di 150 watt, mentre se il dimmer Bticino controlla un CNTR-DIMM-(4IN1), la potenza massima è maggiore e dipende dal voltaggio della striscia LED.

Essendo che il CNTR-DIMM-(4IN1) regge 20 ampere, significa che se la striscia LED è a 12 volt, la potenza massima gestibile sarà di 240 watt, se la striscia LED è a 24 volt la potenza massima sarà di 480 watt, mentre se a 36 volt la potenza massima sarà di 720 watt.

 

Per potenze superiori si può procedere in due modi:

 

1) utilizzare N.2 CNTR-DIMM-(4IN1)

2) utilizzare N.1 CNTR-DIMM-(4IN1) e collegare alla sua uscita N.2 amplificatori di segnale mono canale.

 

Edited by Gionatan Toldo
Link to comment
Share on other sites

Ok... Quindi, ricapitolando con una configurazione finale di questo tipo tutto dovrebbe funzionare a dovere giusto?

 

Schema-striscia-led-salone.png

 

Sul convertitore va impostato solo l'ingresso "Phase cut dimm", o va selezionato anche se si tratta di Trailing / Leading edge?

Edited by Serpico89
Link to comment
Share on other sites

Gionatan Toldo

Ciao,

no, la parte di alimentazione è errata.

 

La serie di alimentatori Mean Well LRS non è parallelabile (come la maggior parte degli alimentatori switching).

Per poter essere parallelati, devono per forza di cose avere la funzione rindondante o cavo di sincronismo.

 

Se la potenza totale necessaria è di 252 watt, può bastare un unico alimentatore da 300 watt o superiore come ad esempio un MW LRS-320-24 (ventilazione forzata), o un ERPS-400-24 (ventilazione passiva). Se invece sono necessari minimi ingombri, la serie UHP è la migliore in termini w/cm2, ma è anche piuttosto costosa. In questo caso può andare bene un MW UHP-R-350-24.

 

Sul convertitore va impostato solamente il "phase cut dimm".

 

Edited by Gionatan Toldo
Link to comment
Share on other sites

@Gionatan ...mille

 

NOTA DEL MODERATORE

Vankue, il regolamento di PLCForum non consente di inserire la stessa discussione più volte e nemmeno di accodarsi a discussioni anche se tratta di un argomento simile.

Per favore continua con l'altra discussione che hai aperto.

Grazie.

 

 

 

Edited by Maurizio Colombi
Inserita nota.
Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, navigo cerco e ricerco e mi sono fatto un po' di idee per la mia casistica, provo a spiegarmi e spero possiate aiutarmi. Ho ristrutturato, ho tutto living now serie smart connessa. Al salone ho circa 11 metri di strip led da 14,4/Wm a 24v (dettaglio estrapolati dallo Zio elettricista), dimmer, pulsante che dimmera, accende/spegne due tap veloci accende full, tenendo premuto parte piano, memorizzazione ultima illuminazione (tutte ste menate qui :D) e da più punti ovviamente, stesso discorso in cucina ma i metri sono leggermente meno. Alimentatori MW e dimmer ELCOM, funziona tutto perfettamente e nessun problema di alcun genere. Vorrei dimmerare da APP bticino. Leggevo della soluzione con: 

1.

il pulsante dimmer bticino K4411C --> CTRL dimmer CNTR-DIMM-(4IN1) --> alimentatore per strip (sono già in possesso) --> strip led (sono già in possesso) metodo TRIAC AC. Inizialmente lo zio elettricista aveva dubbi se il dimmer K4411C ce la facesse per i Watt massimi consentiti (poi oggi ha rivisto bene la scheda tecnica e nessun problema) anche se non conoscendo il prodotto dice che i possibili problemi con queste combinazioni possono sempre esserci per dimmerare.Qualcuno ha sperimentato o potreste confermarmi che non ci dovrebbero essere problemi. Mi confermate?

2.

il pulsante dimmer bticino K4411C --> CTRL dimmer CNTR-DIMM-ZIGBEE --> alimentatore 24 v per strip led (sono già in possesso) --> strip led (sono già in possesso). Tecnologia PWM e zero problemi, ma il pallino ce l'ho io.... queso dimmer zigbee è interfacciabile direttamente con il pulsante bticino K4411C o comunque direttamente con APP Home+ Control senza usare nemmeno il pulsante connesso? Sono entrambe Zigbee, immagino che potenzialmente la risposta sia si, ma se possibile potreste approfondire con qualche dettaglio? Vorrei capire come potrebbe avvenire questo tipo di configurazione. Ho postato anche altrove ma credo che qui si sia maggiormente centrato anche il mio discorso

 

Spero di essermi spiegato al meglio, ho passato ore a leggere forum e documentarmi per capire senza porre domande o concetti già detti e stradetti.

 

Il 30/8/2020 alle 22:29 , Gionatan Toldo ha scritto:

Ciao,

no, la parte di alimentazione è errata.

 

La serie di alimentatori Mean Well LRS non è parallelabile (come la maggior parte degli alimentatori switching).

Per poter essere parallelati, devono per forza di cose avere la funzione rindondante o cavo di sincronismo.

 

Se la potenza totale necessaria è di 252 watt, può bastare un unico alimentatore da 300 watt o superiore come ad esempio un MW LRS-320-24 (ventilazione forzata), o un ERPS-400-24 (ventilazione passiva). Se invece sono necessari minimi ingombri, la serie UHP è la migliore in termini w/cm2, ma è anche piuttosto costosa. In questo caso può andare bene un MW UHP-R-350-24.

 

Sul convertitore va impostato solamente il "phase cut dimm".

 

 

Il 30/8/2020 alle 16:58 , Serpico89 ha scritto:

Ok... Quindi, ricapitolando con una configurazione finale di questo tipo tutto dovrebbe funzionare a dovere giusto?

 

Schema-striscia-led-salone.png

 

Sul convertitore va impostato solo l'ingresso "Phase cut dimm", o va selezionato anche se si tratta di Trailing / Leading edge?

 

Link to comment
Share on other sites

Maurizio Colombi

Mi dispiace, ma il regolamento di PLCForum che avresti dovuto leggere all'atto dell'iscrizione, vieta espressamente di accodarsi alle discussioni.

Anche se apparentemente trattano dello stesso argomento

Per favore riproponi il tuo quesito aprendo una nuova discussione.

 

DISCUSSIONE CHIUSA

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...