Jump to content
PLC Forum


artichoke

Potenziometro digitale controllato da PLC 0-10V

Recommended Posts

artichoke

Buongiorno a tutti,

 

Ho bisogno di togliere un potenziometro da 10K e di mettere un PLC che controllerà anche questa funzione..

Sto vedendo vari potenziometri digitali ma nessuno viene comandato 0-10V, trovo solo degli integrati che vengono comandati tramite I2C o SPI.

Ho chiesto a produttori come Phoenix Contact se avessero qualcosa che facesse al caso mio e mi hanno detto che non hanno nulla del genere..

Mi chiedevo se qualcuno di voi sapesse aiutarmi o se avesse suggerimenti.

 

Vi ringrazio anticipatamente

Arti

 

 

 

Link to post
Share on other sites

patatino59

Dire "potenziometro" e non affrontare il tipo di grandezza da regolare non porterà a nessuna risposta.

Non credo esista un potenziometro elettronico universale con tre terminali assimilabili ad una resistenza variabile generica.

Differente è una regolazione di volume audio e una di tensione o di corrente X.

Credo sia più semplice e sensato sostituire il "blocco funzionale" che contiene tale potenziometro con uno gestibile da comando esterno.

 

Link to post
Share on other sites
acquaman

Non spieghi a cosa e come è collegato il potenziometro, spesso il potenziometro (esempio sugli inverter) è collegato ad una alimentazione 10v e il centrale all'ingresso analogico dell'inverter.

In questo caso basta collegre lo ov dell'inverter al - dell'analogica e l'ingresso dell'inverter al  dell'uscita analogica.

Link to post
Share on other sites
Adelino Rossi
Quote

Ho bisogno di togliere un potenziometro da 10K e di mettere un PLC che controllerà anche questa funzione

dovresti fare una prova e vedere che tensione esce nel terminale centrale del potenziometro per tutta la sua corsa, 

Questa frase sembra chiara.

 

 

Quote

Sto vedendo vari potenziometri digitali ma nessuno viene comandato 0-10V,

Questo non mi è chiaro.

 

Link to post
Share on other sites
artichoke

 

4 ore fa, patatino59 ha scritto:

Credo sia più semplice e sensato sostituire il "blocco funzionale" che contiene tale potenziometro.

 

@patatino59 non esiste, ho contattato l'azienda che produce la saldatrice e non si sono messi a ridere perchè sono educati 😅

4 ore fa, acquaman ha scritto:

Non spieghi a cosa e come è collegato il potenziometro.

In questo caso basta collegare lo ov dell'inverter al - dell'analogica e l'ingresso dell'inverter al  dell'uscita analogica.

@acquaman il potenziometro è collegato ad uno spinotto di una saldatrice, ho provato a mettere in comune lo 0V ma non funziona, ho misurato quelli che dovrebbero essere i contatti esterni del potenziometro ma non ci sono tensioni..

L'assistenza mi ha detto che la scheda della saldatrice "misura la resistenza" come e per come non me lo hanno saputo/voluto dire.. quindi rimanendo al fatto che questa scheda misuri la resistenza per mezzo di una qualche formula magica o con qualche componente alchemico 😂 mi sono limitato a cercare una resistenza che vari in base ad una tensione 0-10V..

Quando ho chiesto all'assistenza come fare per controllare da PLC il riferimento dell'amperaggio mi hanno detto che non si può fare, insistendo un po' sono stato addirittura sfidato a farlo perchè per loro non è possibile farlo in alcun modo..

 

Mi spiego meglio:

Devo recuperare una vecchia saldatrice che non deve essere gestita dal suo pannellino ma da remoto, ovvero, i due fili del pedale che da lo start saldatura lo metto su un relè sui quali collego i fili su COM e su NO, da PLC comando il relè e per lo start ci siamo.

Per comandare l'Amperaggio da remoto ho 3 pin sul suo spinotto sui quali dovrei collegare un potenziometro 10K, vorrei una resistenza variabile da 10K che cambi il suo valore in base ad una tensione di riferimento preferibilmente 0-10V.

 

Le uniche cose che trovo in giro sono integrati come questo

Proprio per la questione di non starci a perdere troppo tempo vorrei evitare di mettermi a fare le protoboard con integrati vari.. Oltre al fatto che questo lo comando con in SPI e non con una tensione di riferimento..

 

Scusatemi se sembro "scocciato" non è così, semplicemente sono un po' indietro con dei lavori urgenti e adesso mi hanno messo in mezzo anche un altro retrofit da fare con giocattoloni anni '80 di recupero..

 

Grazie a tutti

Arti

Link to post
Share on other sites
LAOPO

Ma dal pannellino riuscivi a gestire la corrente o potevi impostare solo i vari tempi di preaccostaggio ,accostaggio,saldatura, pressioni etc? Poichè mi sembra strano che potevi impostare tutto da pannellino la corrente di saldatura dal potenziometro.

Link to post
Share on other sites
max.bocca

Se proprio sei vincolato ad un potenziometro e può essere sappi che esistono i potenziometri motorizzati.

Entri con 0/10V e si posizionano tra 0 e 100% della corsa, ci sono lineari e logaritmici.

Si usano su mixer analogici con controllo digitale, ci sono da 1, 2, 4 canali.

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
maxmix69
20 minuti fa, max.bocca ha scritto:

sappi che esistono i potenziometri motorizzati.

Mi hai preceduto nell'idea! Non sono sicuro che lavorino con 0...10 volt, ma esistono motorizzati eccome, sia a slitta che rotativi. Sicuramente li costruisce la ALPS (adesso ALPS-ALPINE) e probabilmente pure altre aziende.

Diversamente forse si può fare con qualche integrato e un po' di reti resistive, ma non è tanto immediato realizzarlo.

Link to post
Share on other sites
PAOLO147

Ciao..dipende dalla precisione che' serve...potresti realizzare una rete resistiva , gestita a contatti rele' , diciamo con un Logo! utilizzando un ingresso 0-10v

..forse non troppo specifico , ma' funzionale .

Link to post
Share on other sites
max.bocca
2 hours ago, maxmix69 said:

Mi hai preceduto nell'idea! Non sono sicuro che lavorino con 0...10 volt, ma esistono motorizzati eccome, sia a slitta che rotativi. Sicuramente li costruisce la ALPS (adesso ALPS-ALPINE) e probabilmente pure altre aziende.

Diversamente forse si può fare con qualche integrato e un po' di reti resistive, ma non è tanto immediato realizzarlo.

Gli Alps sono tra i migliori, poi dipende dalla serie.

Su un mixer luci per esempio veniva usato uno stereo spider, un canale per il dimmer e il secondo per la retroazione per comparare i 0/10V del comando tramite due comparatori. 

Link to post
Share on other sites
maxmix69

GRANDE! Secondo me gli hai risolto il problema.
@artichoke poi vogliamo leggere cosa risponderà l'azienda dopo che gli hai fatto la modifica per loro impossibile!🤣

Link to post
Share on other sites
artichoke
Il 3/11/2020 alle 18:04 , Blackice ha scritto:

Guardate questi MR267 PLC-Compatible Motorized Potentiometer | Micronor

Si installano su guida o a pannello e vengono controllati in 0/10 volt.

Ti ringrazio per la segnalazione, però mi sembra un po' una "porcheria".. Sicuramente sono funzionali non lo metto in dubbio 😅

 

 

OT:

Il 3/11/2020 alle 19:35 , maxmix69 ha scritto:

@artichoke poi vogliamo leggere cosa risponderà l'azienda dopo che gli hai fatto la modifica per loro impossibile!🤣

Appena trovo una soluzione un po' meno fantasiosa gliela mando per email, puoi starne certo 😂

 

 

Io continuo a cercare, se trovo qualcosa vi aggiorno

 

Grazie a tutti

Arti

Link to post
Share on other sites
ETR

Non sapevo che nel mio calibratore avessi un integrato alchemico che mi generasse il valore resistivo desiderato. Poi lo smonto e vedo se lo trovo !

 

A parte gli scherzi, se proprio non arrivi ad una quadra, la soluzione di inserimento a banchi di resistenze di paolo, sarà grezza come dice lui, ma velocissima da implementare.

 

Buona giornata, Ennio

Link to post
Share on other sites
User82
Il 2/11/2020 alle 16:04 , artichoke ha scritto:

 

@patatino59 non esiste, ho contattato l'azienda che produce la saldatrice e non si sono messi a ridere perchè sono educati 😅

@acquaman il potenziometro è collegato ad uno spinotto di una saldatrice, ho provato a mettere in comune lo 0V ma non funziona, ho misurato quelli che dovrebbero essere i contatti esterni del potenziometro ma non ci sono tensioni..

L'assistenza mi ha detto che la scheda della saldatrice "misura la resistenza" come e per come non me lo hanno saputo/voluto dire.. quindi rimanendo al fatto che questa scheda misuri la resistenza per mezzo di una qualche formula magica o con qualche componente alchemico 😂 mi sono limitato a cercare una resistenza che vari in base ad una tensione 0-10V..

Quando ho chiesto all'assistenza come fare per controllare da PLC il riferimento dell'amperaggio mi hanno detto che non si può fare, insistendo un po' sono stato addirittura sfidato a farlo perchè per loro non è possibile farlo in alcun modo..

 

Mi spiego meglio:

Devo recuperare una vecchia saldatrice che non deve essere gestita dal suo pannellino ma da remoto, ovvero, i due fili del pedale che da lo start saldatura lo metto su un relè sui quali collego i fili su COM e su NO, da PLC comando il relè e per lo start ci siamo.

Per comandare l'Amperaggio da remoto ho 3 pin sul suo spinotto sui quali dovrei collegare un potenziometro 10K, vorrei una resistenza variabile da 10K che cambi il suo valore in base ad una tensione di riferimento preferibilmente 0-10V.

 

Le uniche cose che trovo in giro sono integrati come questo

Proprio per la questione di non starci a perdere troppo tempo vorrei evitare di mettermi a fare le protoboard con integrati vari.. Oltre al fatto che questo lo comando con in SPI e non con una tensione di riferimento..

 

Scusatemi se sembro "scocciato" non è così, semplicemente sono un po' indietro con dei lavori urgenti e adesso mi hanno messo in mezzo anche un altro retrofit da fare con giocattoloni anni '80 di recupero..

 

Grazie a tutti

Arti

"il potenziometro è collegato ad uno spinotto di una saldatrice, ho provato a mettere in comune lo 0V ma non funziona, ho misurato quelli che dovrebbero essere i contatti esterni del potenziometro ma non ci sono tensioni."

 

Dove hai messo il puntale nero dello 0V? no perchè mi sembra impossibile che un circuito commerciale sia così strano. DI solito gli ingressi analogici delle schede leggono una tensione o una corrente..... intanto sarebbe buono staccare il potenziometro e capire la sua resistenza. Se è un valore strano vediamo se ha qualche valore commerciale possiamo fare altre deduzioni. Poi rimane sempre da misurare correttamente la tensione. Se il potenziometro ha 3 fili sicuramente lo 0V e il + (10 o 24 V che siano) li trovi su 2 dei 3 fili e il circuito lavora in tensione, se ha solo 2 fili lavora in corrente e non trovi nessuna tensione sul potenziometro. In questo caso devi cercare lo 0V sulla scheda magari deducendolo dal negativo di un elettrolitico.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...