Jump to content
PLC Forum


g3g3

Banco test / formazione - AIUTO + CONSIGLI per aggiornamento componentistica (da r134 a r290) e cambio gas

Recommended Posts

DavidOne71
15 ore fa, g3g3 ha scritto:

dici Davide che l' olio c'era....????????

allora mi sa che ho messo troppo gas e come da foto allegata (SI VEDE IL RICEVITORE GHIACCIATO MOOOOOOLTO VICINO AL COMPRESSORE), sarà arrivato al compressore del gas LIQIDO che mi ha scassato le valvole etc etc.......

circuito didattico GHIACCIATO.jpg

è brinato solo il separatore di liquido invece all'ingresso ed all'uscita no. Hai per caso fatto la foto mentre il compressore era gia fermo?

Edited by DavidOne71
Link to post
Share on other sites

DavidOne71
15 ore fa, g3g3 ha scritto:

Davide, ti interessavano queste foto ?

si grazie, non è che per caso hai lo schema elettrico?

Link to post
Share on other sites
DavidOne71
15 ore fa, g3g3 ha scritto:

allora mi sa che ho messo troppo gas e come da foto allegata

è probabile che sia colpa della valvola, come avevo gia detto sono due refrigeranti molto diversi.

L'R134A a 0°C ha un pressione di 2 bar invece l'R290 alla stessa temperatura ha una pressione di 3,7bar. Come fa la tev a regolare il surriscaldamento?

Altra cosa, quando fai questi esperimenti il minimo che devi fare è tenere sempre d'occhio il surriscaldamento.

Link to post
Share on other sites
g3g3

Davide ciao,

regolatore ; purtroppo non ho lo schema elettrico del regolatore avendoli recuperati da elettrodomestici rottamati non mi so preoccupato di averlo a corredo. Tieni presente che gli elettrodomestici avranno avuto ca 30 anni e l' integrato che vedi si chiama "U208" , non riesco nemmeno a trovarlo in rete per capire che caratteristiche abbia

Come descritto nei precedenti post, se dovessi ora ri-realizzzare la cosa, userei quelli che trovo in rete, molto più semplici, senza doppia regolazione (minimo e massimo), dal costo veramente irrisorio (ca 3,50 euro cad). 

Se poi ti interessa la cosa comunque, vedo cosa si piò fare (magari ti spedisco quello che ho fotografato, fammi sapere che ti faccio un pacchettino, manca il potenziometro e il triak ma ti faccio sapere i valori-codici), in compenso poi potresti postare lo schema ricavato con i relativi valori

 

circuito; premetto che il circuito ha solo e sempre lavorato con la prima carica che feci con r134 (quando ovviamente qualsiasi cristiano poteva , in assenza di regole e leggi, parliamo quindi del 2014 se non erro) ma il mio sicuro errore è stato quello di "aver fretta" nel vederlo funzionare e quindi la carica la feci in piena notte non curando di dedicarci il giusto tempo per farla a piccole dosi ed aspettare le reazioni in una sorta di "sicurezza" per gli elementi del circuito

immagino quindi che sia arrivato liquido alle compressore......

 

Cerca di capire la mia "voglia di realizzare & RIUSCIRE"  che avevo al tempo..........

abito a Treviso e per acquistare le merci oggetto del mio interesse andai in auto in "alta Lombardia" (senza far nomi e pubblicità) a ritirare personalmente le merci

in più qualche settimana prima

andai in Toscana , dove abita un conoscente in pensione che una volta effettuava conduzione e manutenzione a celle frigo nella azienda dove lavorava, per avere alcune nozioni di base su questo argomento e per imparare a brasare con il cannello

volevo inoltre andare nel Monferrato ad acquisire il patentino ma mi bloccai perchè ; se lo acquisisci ma non eserciti (sia da dipendente o da libero professionista) dopo un anno ti cancellano ed è come non averlo più (..........se le cose ora non sono cambiate)

volevo avere questo circuito funzionante per istruirmi e per propormi "al meglio" a qualche azienda come "apprendista" , quindi per cercare un nuovo lavoro

 

per quanto riguarda Blueice non vorrei rompergli le confezioni....... anche perchè siamo nel week....... se compare nella discussione volentieri chiederò lumi, altrimenti con un pò di timidezza proverò a interpellarlo nei feriali....... che dici ?!

Edited by g3g3
Link to post
Share on other sites
DavidOne71
52 minuti fa, g3g3 ha scritto:

l' integrato che vedi si chiama "U208" , non riesco nemmeno a trovarlo in rete

https://datasheetspdf.com/pdf-file/303351/TEMICSemiconductors/U208B/1

 

interessante grazie

53 minuti fa, g3g3 ha scritto:

Cerca di capire la mia "voglia di realizzare & RIUSCIRE"  che avevo al tempo..........

ti capisco

 

54 minuti fa, g3g3 ha scritto:

abito a Treviso e per acquistare le merci oggetto del mio interesse andai in auto in "alta Lombardia" (senza far nomi e pubblicità) 

dovrei aver capito di chi si tratta

 

55 minuti fa, g3g3 ha scritto:

per quanto riguarda Blueice non vorrei rompergli le confezioni

ci ho pensato io

Link to post
Share on other sites
g3g3

davide !!!!!!!!

- l' integrato è proprio lui !!!!!  grazie per aver condiviso link !!!!!   resta sempre valido l' invio della schedina se hai bisogno

- mi ricordo che quella mattina arrivai in alta Lombardia di buona ora e li ci rimasi assai, un pò anche come ospite. Era presente in ufficio un simpatico personaggio maturo che arrivava lì ogni mattina in treno da Milano e facemmo un pò di comarò...... poi un pò di chiacchiere anche con i titolari condividendo aspetti lavorativi extra refigerazione (al tempo avevo iniziato un nuovo dopolavoro, che attualmente svolgo come unica professione, come venditore per una fabbrica di arredo-bagno. Sono perennemente allo stand in fiere-eventi, feriali e festivi, tra 3 venezie-lombardia-emilia)

- cosa disse Blueice ?.......n' altro di nuovo con fantasie improponibili ?!?!?!?!

Link to post
Share on other sites
DavidOne71
27 minuti fa, g3g3 ha scritto:

resta sempre valido l' invio della schedina se hai bisogno

assolutamente no, era solo una curiosità in merito ad una discussione qui sul forum

 

31 minuti fa, g3g3 ha scritto:

cosa disse Blueice ?

non mi ha risposto, ma penso non tarderà a farlo altrimenti gli tiro le orecchie anche se non è il suo compleanno

 

33 minuti fa, g3g3 ha scritto:

n' altro di nuovo con fantasie improponibili 

n'altro? perchè, ho fantasie improponibili?

Link to post
Share on other sites
g3g3

no no no !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

attenzione !!!!   quello nuovo con fantasie SONO IO !!!!!!!!!!!!!!!!

OVVIAMENTE SONO AUTO IRONICO  (chiedo venia se ho lasciato nella battuta spazio a interpretazione non corretta !!!!!! )

 

Link to post
Share on other sites
DavidOne71
1 minuto fa, g3g3 ha scritto:

attenzione !!!!   quello nuovo con fantasie SONO IO !!!!!!!!!!!!!!!!

:roflmao:

 

non ti preoccupare è tutto normale, anzi ben vengano.

Ps e comunque non sono per niente improponibili

Link to post
Share on other sites
DavidOne71

su un sito ho trovato questa affermazione:

"Le proprietà termodinamiche dell’R290 sono superiori sia a R134a sia a R404a. La capacità termica del refrigerante R290 è circa il 90% maggiore del R134a e il 140% maggiore del R404a con minore viscosità. Ciò significa che l’R290 può assorbire più calore, più velocemente, con un recupero più rapido della temperatura e un minore consumo di energia."

Se ciò è vero, secondo me il compressore va ridotto di un bel pò

Link to post
Share on other sites
g3g3

........il compressore andrebbe ridotto di quasi la metà.........?!?!?!??!

un bel problema allora............ valvole termostatiche di espansione esisteranno per regolare la circolazione di così poco gas ?!?!?!?!?!

potrei al limite modificare ulteriormente il circuito mettendo un capillare (o realizzando un collettore con più capillari diversi in parallelo con ogni uno un rubinetto.................per poter selezionarne uno alla volta o la combinazione di più........ a questo punto forse potrei optare per usare tutto con r600a ?!?!?!?!?!?!.........

 

riassumendo : il paletto 1 che ho è l' aeroevaporatore.  /   il paletto 2 è : usare gas che posso acquistare liberamente senza far danni legali-ambientali 

quindi; se ci sono valvole termostatiche per poter gestire questo poco gas ok, altrimenti capillari !!!!!!!

a quel punto sarebbe meglio r600a o r290 ?????????

 

aiutoooooooooooooooooooooo

 

...........domanda: esistono valvole di espansione elettroniche che aprono e chiudono con la possibilità di essere comandate da un dispositivo elettronico dove si può intervenire regolando il tempo di apertura (quindi di immissione del gas liquido nell' evaporatore) + regolare il tempo tra una immissione e l' altra ?!?!?!?!?!?!

anche se grandi queste immetterebbero quel poco che basta.....no....?!

 

 

Link to post
Share on other sites
g3g3

ocio.....ocio........ocio     ragazze !!!!!!!!!!!

 

e come sistema di espansione un bel capillare sovradimensionato collegando a monte una elettrovalvola da fare funzionare ad intermittenza ??????????????

ossia , in uscita dal condensatore : filtro + elettrovalvola + capillare o meglio. elettrovalvola + filtro + capillaretemporizzatori.thumb.jpg.c9b724c7ff3497bae4a5fac21b9e002d.jpg

 

IL COMANDO ELETTRONICO X LA ELETTROVALVOLA  già ce l' ho in casa (userei uno di questi 2 dispositivi)

il tutto quindi con r600a

 

 

Link to post
Share on other sites
DavidOne71
35 minuti fa, g3g3 ha scritto:

esistono valvole di espansione elettroniche che aprono e chiudono con la possibilità di essere comandate da un dispositivo elettronico

certo che si, si chiamano valvole di espansione elettroniche a pwm

 

l'R600 non so che rendimento abbia

 

10 minuti fa, g3g3 ha scritto:

IL COMANDO ELETTRONICO X LA ELETTROVALVOLA  già ce l' ho in casa

modello?

Edited by DavidOne71
Link to post
Share on other sites
g3g3

TU 56       mentre l' altro è      TV 49

non ricordo bene ma se necessita, hanno anche la possibilità , una volta programmati, di poter usare dei tasti per poter velocemente intervenire sulle funzioni aperto-chiuso (senza dover intervenire di fino con cacciaviti)

 

 

Link to post
Share on other sites
g3g3

Davide, secondo te le valvole ev o pwm potrebbero essere usate con così poco gas ?

 

i temporizzatori che ho in casa li avevo pensati solo per il metodo "bersagliero" di elettrovalvola e capillare (un sistema economico per realizzare una pwm.....)

 

 

Link to post
Share on other sites
DavidOne71

non è questione di poco gas ma di potenza, difficile trovarle da 1 kw

 

L'apertura della valvola è in funzione del surriscaldamento e cioè dalla misura in pressione e temperatura del refrigerante all'uscita dell'evaporatore.

Per le eev (valvole elett.) occorre un driver, un sensore di temperatura e un trasduttore di pressione.

Link to post
Share on other sites
g3g3

è per questo motivo che mi attizza di più questa combinazione (ovviamente se abbastanza possibile.......)

 

elettrovalvola (semplice on-off) + filtro + capillare sovradimensionato

 

IN MODO CHE NON SIA LA VALVOLA A CORREGGE IN AUTOMATICO ma vorrei io poter errare nel dosare ma allo stesso tempo poter intervenire per poter ottimizzare il ciclo

 

esempio: caricare con poco gas, misurare con poca mandata e aumentandola, caricare un pò di piu gas, misurare con poca mandata e aumentandola, etc etc

 

non so se sono riuscito a dare l' idea........

 

 

Link to post
Share on other sites
blueice
23 ore fa, DavidOne71 ha scritto:

blueice sta seguendo questa discussione, se vuoi puoi mandargli un mp

Grazie dell' "invito" David. Lascia pure un campari pagato che prossimamente passo a risquorete.🤣🤣🤣

Ciao g3g3g, toglimi prima una curiosità, lo scopo di questo banchetto quale dovrebbe essere? Scusami ma non l'ho capito. Hai un gruppo frigo che riusciamo a farlo funzionare, Puoi variare la velocità delle ventole dell'evaporatore e del condensatore. Misuri le temperature (ma non vedendo misure di pressione non capisco come calcolare il surriscaldamento). Tutto ok. Ma lo scopo qual'è?

Prova1: Riduco la portata dell'aria al condensatore - Effetto1: aumenta l'assorbimento del compressore, scarsi effetti sulla resa. Effetto2: ho ridotto troppo la condensazione e il gruppo è andato in blocco di alta pressione. (a proposito, hai messo qualche pressostato giusto per non rischiare?)

Prova2: Riduco la portata dell'aria allevaporatore - Effetto1: la termostatica chiude fin dove può, poi inizia a tornare liquido al compressore.

Fammi sapere perchè francamente non ho capito il fine.

Ciaps®😀

Blueice

 

Ps. Per g3g3, comincia a comprere il campari anche tu che prossimamente devo passare da Treviso. 🤣

Link to post
Share on other sites
DavidOne71

filtro + elettrovalvola (semplice on-off) + capillare sovradimensionato

il capillare andrebbe dimensionato in funzione della eev utilizzata, es.

Se l'impianto è da 500W e la eev è da 1,2KW il capillare dovrà essere da 700W

 

Ps.

24 minuti fa, g3g3 ha scritto:

elettrovalvola (semplice on-off)

occorre sempre

37 minuti fa, DavidOne71 ha scritto:

un driver, un sensore di temperatura e un trasduttore di pressione.

 

Link to post
Share on other sites
g3g3

Blueice buonasera !!!!!!!   Mille grazie per essere intervenuto !!!!!!

 

scopo : usarlo per fare prove , cioè per capire dal vivo con termometri e manometri in mano e non su carta, cosa succede in un circuito frigo variando scambio termico su condensatore, su evaporatore, variando carica etc etc

 

( mi piacerebbe entrare nel mondo del lavoro come "apprendista frigorista" e presentarmi come un candidato non proprio a digiuno di concetti pratici )

 

per mia formazione personale

 

convertendo però quello che ho con gas che posso acquistare senza patentino 

 

ps: campari, aperol , quì non manca mai !!!!!!!!!!!!   aggiungeremo anche un pò di prosecco.........paese che vai, tribolazioni che devi patire !!!!!!!!

 

 

Edited by g3g3
Link to post
Share on other sites
blueice


 

30 minuti fa, g3g3 ha scritto:

Blueice buonasera !!!!!!!   Mille grazie per essere intervenuto !!!!!!

 

scopo : usarlo per fare prove , cioè per capire dal vivo con termometri e manometri in mano e non su carta, cosa succede in un circuito frigo variando scambio termico su condensatore, su evaporatore, variando carica etc etc

 

( mi piacerebbe entrare nel mondo del lavoro come "apprendista frigorista" e presentarmi come un candidato non proprio a digiuno di concetti pratici )

 

per mia formazione personale

 

convertendo però quello che ho con gas che posso acquistare senza patentino 

 

ps: campari, aperol , quì non manca mai !!!!!!!!!!!!   aggiungeremo anche un pò di prosecco.........paese che vai, tribolazioni che devi patire !!!!!!!!

 

 

Domanda, oltre che con integrati vari smanetti anche con Arduino? Perchè nel caso potresti "costruirtelo" un driver per far funzionere in pwm la tua elettrovalvola. I "giovincelli" come David non si ricordano delle prime terostatiche elettroniche di una famosisssssima casa danese. Avevano trovato un modo ingegnoso per misurare il surriscaldamento con due PT100, ovvero una misurava la temperatura del gas in uscita dall'evaporatore, l'altra leggeva la temperatura di evaporazione del gas iniettato liquido nella tubazione di aspirazione. In effetti è un po contorto il ragionamento però se ci si pensa bene è giusto. Questo darebbe il vantaggio di non dover inserire una pressione all'interno di una curva per ricavare una temperatura (tensione di vapore) ma di lavorare direttamente con due temperature dalla cui differenza si ottiene il surriscaldamento. Poi per un arduino sarebbe semplice generare un segnale in proporzione di tempo in funzione di questo dato.

Seconda domanda, perchè dovendo cambiare il compressore continui a rimarere su un alternativo ermetico? Cambiare per cambiare non sarebbe meglio andare su un rotativo in CC? avresti anche il vantaggio di poter variare i giri del compressore.

(https://www.samsung.com/global/business/compressor/mini-rotary-compressor/all-mini-rotary-compressor/) Questi sono a 134a ma guardando in rete .....

Terza domanda, giustissimo cercare di entrare in un settore non essendo a digiuno di concetti pratici, ma prima della pratica un pelino di teoria? Così, giusto per non fare in pratica esperimenti che in teoria sappiamo già dove vanno a finire, e se la teoria mi dice che vado a sbattere contro il muro .... non so tu, ma io non ho alcuna voglia di verificarlo in pratica sulla mia pelle. 🤣

Ciaps®

Blueice

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Se posso un appunto, il tuo “scopo” va benissimo, è solo che lo stai complicando troppo.

Cioè tu devi prendere un compressore equivalente col nuovo gas al vecchio 134, con la sua valvola, partendo da una temperatura di evaporazione “fissa” ( -10, classico di un frigorifero).

Con questi punti fermi, poi cominci a variare ad esempio T condensazione (grande classico) e vedi cosa succede, poi vari il surriscaldamento agendo sulla vite della termostatica e vedi cosa succede, fermi o vari la ventola dell evaporatore e vedi che succede, insomma casi reali che poi tubo troverai in pratica.

Tutta quella elettronica di cui stai parlando secondo me é un livello “pro”, comincia a fare le cose principali, poi fai il resto (parere personale).

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...