Jump to content
PLC Forum

goldwin

Aiuto !!! ottimizzare motore 1.5kw con inverter AT 1 - 2200 X MINLEAF

Recommended Posts

goldwin

buongiorno a tutti,

ho un inverter cinese AT1 minleaf 2.2kw trifase 230v vorrei configurarlo ad hoc con un motore marca SEIPEE 1.5kw da usare su un trapano / fresa.

Lasciando tutti i parametri di default il motore gira ma al massimo dei giri è molto lento, dovrei ottimizzarlo aumentando i giri ... che parametri posso ritoccare ?

 

vi posto il manuale e il modello motore

etichetta motore 1,5.jpg

254184773_AT1-Minleaf2200kw_20191219021030AT1-2200X.pdf

Link to post
Share on other sites

ken
3 ore fa, goldwin ha scritto:

il motore gira ma al massimo dei giri è molto lento

questa frase non l'ho capita. se va al massimo dei giri come fa ad essere lento?

come hai collegato il motore? penso a triangolo. 

se vuoi aumentare il numero dei giri perchè 1410 non ti bastano devi aumentare la frequenza ma perderai coppia e, per la tua applicazione non penso sia un bene. 

i parametri da cambiare sicuramente sono quelli relativi al motore. spero avrai impostato i parametri relativi alla targhetta del motore

Link to post
Share on other sites
rfabri
21 ore fa, goldwin ha scritto:

Lasciando tutti i parametri di default il motore gira ma al massimo dei giri è molto lento,

Come dice ken almeno la corrente di targa devi controllare se sei già al limite con quella di sicuro va piano, anche se in teoria dovrebbe dare un allarme

17 ore fa, ken ha scritto:

come hai collegato il motore? penso a triangolo. 

appunto.

Link to post
Share on other sites
goldwin

ken , intendo il massimo di giri con il potenziometro del tastierino ruotato a fine corsa...

Si è collegato a triangolo...  ci sono molti parametri che non so come estrapolarli dalla targhetta del motore.. mi sono limitato a inserire la frequesnza di 50HZ nel P1, la tesnzione p0 è fissa a 220V, cosa posso variare ?

avevo un motore stesse caratteristiche Motovario azionato da mitsubishi inverter, avevo modificato , mi pare :wallbash:, la frequenza , ma non so quali parametri ritoccare in questo inverter.

Mi sembra molto lento in rapporto al vecchio motore

Link to post
Share on other sites
ken

Ti sembra o lo è? A quanti giri va? Non sono cose che si guardano a caso. Hai misurato a quanti giri va?

Link to post
Share on other sites
84paolo

Ma se il P06 che é la frequenza massima é impostata a 100, non puoi portare anche il P01 a 100? in questo modo con il potenziometro puoi andare fino a 100 hz. poi naturalmente tieni d'occhio la corrente e la coppia del motore

Link to post
Share on other sites
goldwin
4 ore fa, ken ha scritto:

Ti sembra o lo è? A quanti giri va? Non sono cose che si guardano a caso. Hai misurato a quanti giri va?

no non ho un contagiri, ma faccio riferimento con il vecchio motore monofase e con lo stesso rapporto di velocità è molto più lento lento

Link to post
Share on other sites
goldwin
42 minuti fa, 84paolo ha scritto:

Ma se il P06 che é la frequenza massima é impostata a 100, non puoi portare anche il P01 a 100? in questo modo con il potenziometro puoi andare fino a 100 hz. poi naturalmente tieni d'occhio la corrente e la coppia del motore

Hai ragione, ho confuso la frequenza del motore che deve essere di 50hz, il P01 è la frequenza di riferimento che può essere impostata oltre i 50... Provo ad aumentarla

Link to post
Share on other sites
goldwin

ho settato p01 a 100 come mi hai detto, va decisamente meglio, ora devo solo vedere con la lavorazione del pezzo se la coppia perde o è ok... vorrei usare il potenziometro da 10k esterno , qual'è il parametro per disabilitare quello da da tastierino ?

 

Link to post
Share on other sites
84paolo

da manuale:

 

P10 
Frequenza di lavoro 
fonte
0: tastiera del pannello; 1: 
potenziometro da pannello; 2: segnale 
analogico esterno 3: RS485.

 

ora sicuramente lo hai impostato a 1. lo devi impostare a 2.

 

poi colleghi il potenziometro come da schema

Link to post
Share on other sites
goldwin

Ho fatto qualche passo avanti nel cablaggio del pannello controllo che ha un po di bug, come da allegati. é un po grezzo ma è in fase di test.

Ho anche messo l'invrerter in una cassettada parete .

Quando premo il tasto di stop il  teleruttore mi spenge anche l'inverter, invece di bloccare solo il motore, il tasto di partenza verde lo accende. questo è un primo problema.

Secondo intoppo , l'inverter è amuro quindi distante due metri dalla fresa , dovrei usare il deviatore avanti-indietro sul pannello controllo e bypassare il comando run da tastierino inverter. Non mi commuta e non parte il motore con il tasto di avvio marcia(verde).

Potete darmi un aiuto a riguardo?

box ccomandi.jpg

inverter.jpg

schema elettrico controlli.jpg

Link to post
Share on other sites
rfabri
3 ore fa, goldwin ha scritto:

Quando premo il tasto di stop il  teleruttore mi spenge anche l'inverter, invece di bloccare solo il motore,

se hai eseguito il circuito come da schema è corretto, il pulsante/selettore verde c'era a schema o l'hai aggiunto te? io lo toglierei hai già il circuito marcia arresto.

una volta che hai fatto la marcia con il pulsante o usi un contatto ausiliario per il consenso alla marcia SD o usi un altro selettore. naturalmente scegli prima della marcia il senso di rotazione.

Link to post
Share on other sites
angioletto123

scusa ma il tastierino del inverter si stacca , prolunghi i fili e lo porti dove ti servono mi comandi , hai tutto senza teleruttori e selettori vari.. troppo semplice? 

Link to post
Share on other sites
rfabri
22 ore fa, angioletto123 ha scritto:

scusa ma il tastierino del inverter si stacca , prolunghi i fili e lo porti dove ti servono mi comandi , hai tutto senza teleruttori e selettori vari.. troppo semplice?

magari si potesse spostare dove vuoi i tastierini, se vendessero una prolunga già si potrebbe fare ma solitamente i fili da allungare non sono sempre 4 sono decisamente  di più

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Dipende dal tipo di inverter, ci sono inverters con tastierino remotabile con collegamento tipo RS485 che puoi portare anche a qualche metro di distanza. Non però per questi cinesini a poco prezzo.

Link to post
Share on other sites
angioletto123
16 ore fa, rfabri ha scritto:

magari si potesse spostare dove vuoi i tastierini, se vendessero una prolunga già si potrebbe fare ma solitamente i fili da allungare non sono sempre 4 sono decisamente  di più

scusa dov'è il problema? il cavo non so se lo trovi in commercio ma basta tagliare e saldare e lo fai , io l'ho fatto sia col tornio che con la fresa, scatola sotto che non da fastidio 2 metri di cavo e tastierino a portata di mano , per praticita ho messo un selettore 1-0-2 per la marcia avanti e indietro e un potenziometro per la velocita, se devo cambiare parametri tipo visualizzare corrente assorbita /giri motore  ecc.  adopero  il tastierino se no il selettore. sono anni che funzionano senza problemi.

Edited by angioletto123
correzione
Link to post
Share on other sites
angioletto123

per il selettore e potenziometro ovviamente è cavo normale e anche qui non vedo problema.

 

Link to post
Share on other sites
angioletto123
8 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

Dipende dal tipo di inverter, ci sono inverters con tastierino remotabile con collegamento tipo RS485 che puoi portare anche a qualche metro di distanza. Non però per questi cinesini a poco prezzo.

non ci ho messo l'osciloscopio ma credo proprio che sia in bus , mi pare siano 4 fili quindi due per l'alimentazione e due per il bus, peraltro è ovvio che dialoga con bus se no ci sarebbero i fili del potenziometro, quelli del display, quelli dei pulsanti, che poi sia seriale , e che tipo di seriale ti ripeto non so non ci ho neanche guardato ma il fatto che funzioni con due metri di filo mi fa pensare a una rs485.

Link to post
Share on other sites
rfabri

Non per criticare golwin anzi chiunque si cimenti a fare qualcosa è sempre da premiare rispetto a molti fanulloni che se ne stanno al bar, ma credo che se ha già dei problemi con uno schema semplicissimo e è riuscito ad incasinare un pò la cassetta con i comandi la vedo dura spostare un tastierino.....poi magari riesce meglio di altri, ma come dive livio su inverter economici non mi cimenterei a fare nulla, ok per inverter con rs 485  ma non credo questo ne sia predisposto.  

Link to post
Share on other sites
angioletto123
4 ore fa, rfabri ha scritto:

Non per criticare golwin anzi chiunque si cimenti a fare qualcosa è sempre da premiare rispetto a molti fanulloni che se ne stanno al bar, ma credo che se ha già dei problemi con uno schema semplicissimo e è riuscito ad incasinare un pò la cassetta con i comandi la vedo dura spostare un tastierino.....poi magari riesce meglio di altri, ma come dive livio su inverter economici non mi cimenterei a fare nulla, ok per inverter con rs 485  ma non credo questo ne sia predisposto.  

scusami ma.. hai un comportamento un po curioso.. ti ho appena risposto che l'ho fatto e tu dubiti?  ma tu hai adoperato questo tipo di inverter?  ,  fare due saldature dritte su un filo non mi pare tanto difficoltoso , molto meno che inventarsi un quadro comando che non serve a una cippa. poi .. se riesce ad invertire i fili con un cavo piatto è meglio che si dia all ippica. tra l'altro il quadro cosi con contenitore, telertuttore e se va bene anche termica ci compri non uno ma due   inverter e ti avanza qualcosa

Link to post
Share on other sites
rfabri
21 ore fa, angioletto123 ha scritto:

scusami ma.. hai un comportamento un po curioso.. ti ho appena risposto che l'ho fatto e tu dubiti?

no no angioletto io non dubito assolutamente di te e mi scuso se hai capito questo, non mi permetterei mai, se hai detto che sei in grado di farlo io ci credo è che io ho i dubbi su goldwin

:thumb_yello:

Link to post
Share on other sites
angioletto123
Il 17/2/2021 alle 19:14 , rfabri ha scritto:
2 ore fa, rfabri ha scritto:

no no angioletto io non dubito assolutamente di te e mi scuso se hai capito questo, non mi permetterei mai, se hai detto che sei in grado di farlo io ci credo è che io ho i dubbi su goldwin

:thumb_yello:

 

io veramente mi riferivo al tuoi dubbi del collegamento del tastierino al corpo inverter tramite bus dati. facciamo cosi ti giro la domanda :  cavo piatto a 5 fili lungo 2 mt. , il tastierino ha un display,mi pare 4 o 5  pulsanti e un potenziometro, come li colleghi?  tranqullo non mi offendo e mi piace confrontarmi.  tra l altro mi sa che il buon goldwin ce lo siamo perso.

Link to post
Share on other sites
rfabri

non so quanti e quali inverter hai o usi te ma non importa, io ho lavorato per quasi 20 anni in una azienda dove di inverter ne avevamo a centinaia e qualche decina di marche ma lo spostamento del pannello comandi è espressamente sconsigliato se vuoi remotarlo o lo acquisto appositamente o usi le interfacie dedicate come può essere un tastierino in bus o tutto quello consigliato dalla casa, per allungare un tastierino fatto in casa non hai idea di cosa ho combinato io, però se è per lavoro o come nel caso di golwin il quadro lo deve fare perchè rientra nella norma avere un ausiliaria ed è obbligatorio proprio se è di marca orientale in caso di problemi chi lo ferma il motore se non un pulsante di emergenza che taglia l'alimentazione? pazienza per il goldwin sono in molti che credono qui sia un call center...

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...