Jump to content
PLC Forum

fiorezzz

Termostato con differenziale temperatura

Recommended Posts

fiorezzz

Salve e tutti 

Devo cambiare termostato quale consigliate per avere la gestione programmazione giornaliera  e con differenziale temperatura (ovvero man man che si avvicina la temperatura impostata la caldaia viene spenta per tot. minuti e riaccesa per tot .minuti)   

Link to post
Share on other sites

fiorezzz

Salve ..cosi difficile dare un consiglio ?  scusate 

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Fiorezzz devi avere pazienza, non siamo in un call center, chi sa la risposta deve innanzitutto leggere la tua domanda e deve avere tempo e voglia di rispondere.

Personalmente non ho mai sentito un termostato come chiedi, di solto quella cosa la fa la caldaia quando modula.

Link to post
Share on other sites
fiorezzz

Si comprendo ma mi sembrava una domanda facile

Io ho un vecchio Perry del 1995 messo su caldaia tradizionale e poi usato anche con condensazione (con termosifoni  ghisa tradizionali) 

Me ne serve un altro per altro appartamento che non ha caldaia condensazione e vorrei evitare quel fenomeno che fa arrivare la temperatura a quella impostata ..poi la caldaia si spegne e per inerzia la temperatura sale ancora di qualche decimo ..e poi la caldaia si riaccende dopo che la temperatura scende sotto al valore impostato ... a volte questo ON/OFF  genera una sensazione di "freddo" o troppo caldo ..specie con i caloriferi in ghisa lenti a scaldarsi 

 

Non capisco però quando dici che è la caldaia che fa questa funzione ..la caldaia vede solo on/off e al massimo sente la temperatura acqua che immette in impianto   

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Certo se hai una caldaia on off non si può fare, ripeto io non ho mai sentito un termostato come chiedi tu, speriamo qualcuno risponda e abbia qualche idea.

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Cioè di solito il differenziale è in “riavvio”, non prima di fermare.

Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Nei termostati tradizionali (non su BUS dedicati quindi senza la possibilità di colloquiare con la caldaia) abbiamo solo un relè quindi possono solo fare on/off, sono le caldaie che arrivate alla temperatura impostata devono modulare per mantenerla senza pendolamenti ma se il termostato ad un certo punto le spegne non lo possono fare

Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Scusate ma forse non usiamo i termini giusti

differenziale = on/off di solito con la possibilità di impostare l'isteresi

proporzionale = modulante di solito con la possibilità di impostare la durata del periodo, breve per impianti con inerzia bassa e lungo con inerzia alta ( termo in ghisa o impianti a pavimento )

Link to post
Share on other sites
drn5

Scusami, ma questo stralcio di spiegazione del PID da dove viene? Dal libretto di istruzione della caldaia ?

Link to post
Share on other sites
drn5

Quindi hai trovato quale acquistare!

è un termostato che applica un PI on/off sull'accensione della caldaia. Poi c'è da capire se questa cosa funzioni nella realtà.

Intendo dire che il termostato legge la temperatura ambiente in un punto solo della casa, l'inerzia del volume d'aria è quello che è influenzata da finestre e porte che si aprono e si chiudono. Non lo so! Vedo più efficaci le termovalvole sui radiatori e un termostato tradizionale.

Ma è il mio punto di vista..

Ciao

Link to post
Share on other sites
marco1278

Io avevo un termostato che poteva essere impostato con regolazione PID on/off, però, secondo me è deleterio per la caldaia perché continua a farla accendere e spegnere. Le moderne caldaie sono progettate per lavorare in modulazione e non in on/off alla potenza massima. 

Link to post
Share on other sites
Lorenzo-53

Però le caldaie "moderne" hanno dei termostati che dialogano

diciamo che avendo una caldaia modulante potresti eliminare il termostato, imposti una temperatura gradevole sulla caldaia e lasci fare alla modulazione, certo i cambiamenti climatici non vengono recepiti e si deve ritoccare di volta in volta, oppure si usa, se possibile, una sonda esterna. Bisogna comunque avere un controllo delle accensioni ad esempio per quando si spalanca per le pulizie

Link to post
Share on other sites
fiorezzz

Scusate .quando parlate che sia la caldaia a modulare questa la fa sulla temperatura acqua impostata ..se avete impostato una temperatura di 60/70 gradi acqua dei caloriferi la caldaia arrivata a 60/70 gradi anche se viene mantenuta ON non scalda di + 

MA QUESTO PER TEMPERATURA ACQUA 

Poi i caloriferi scaldano scaldano  aria che arriva al termostato  quando questo rileva i gradi impostati es.20 si ferma di botto 

ma i caloriferi sono al massimo della calura e per un pò anche se la caldaia  si ferma scaldano ancora e la temperatura ambiente arriva a 20,5  ..sensazione di caldo .. poi essendo tutto spento (termostato OFF caldaia non legge temperatura acqua ) l'ambiente si raffredda si arriva a 20 ..riparte la caldaia ma per ora che si riscalda acqua e scalda caloriferi e scalda ambiente la temperatura arriverà a 19,5 ..sensazione di freddo...  per evitare queste sensazioni caldo/freddo e temperatura ambiente che oscilla di +- 0,5 gradi da quello impostato nei termostati  esiste la regolazione "differenziale termico" MOLTO UTILE PER TERMOSIFONI IN GHISA OLD STYLE .. lenti a scaldarsi e lenti a raffreddarsi ..certo con termosifoni in alluminio questi diff di +-0,5 gradi dalla temperatura impostata è MOLTO  MOLTO meno sentita (sono + veloci a scaldarsi e raffreddarsi)  ...e molti termostati non hanno questa funzione quelli che invece la usano costicchiano ....

Si si potrebbe lavorare con caldaia sempre ON (Pompa circolante sempre ON !!! 70kwH per 24ore .quanti Kwh Mese!!!) 

e regolo la temperatura acqua ...come faccio poi a stabilizzare la temperatura ambiente ..non ho riscaldamento pavimento ma

termosifoni ..devo sperimentare anche in base a temperatura esterna quanti gradi devo far circolare acqua per avere una temperatura stabile di 18..19.20 gradi  ..non so vs esperienza con caloriferi non avete notato questi fenomeni ..se imposto 20 gradi non ne voglio ne 21 ne 19 ..20   

Link to post
Share on other sites
marco1278

Si certamente avevo il tuo stesso problema. 

Ho risolto mettendo il comando remoto della caldaia e la sonda esterna. 

Ogni costruttore di caldaie ha un su modello che si collega alla caldaia tramite bus e non con il semplice contatto on/off. Il comando remoto può essere usato per far modulare la caldaia sulla temperatura ambiente. 

In questo modo la caldaia è sempre accesa ma al minimo.

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...