Jump to content
PLC Forum


fabbrufb

Regolazione concentrazione

Recommended Posts

fabbrufb

Buonasera a tutti, sono nuovo del forum ed avrei un quesito da sottoporvi scusandomi per la banalità: devo mantenere costante la concentrazione di un soluto in un serbatoio a volume fisso dove l'acqua entra ed esce con la solita portata (volume costante) ma che può variare nel tempo. Ho pensato di modellizzare le variazioni di portata come disturbo ma non riesco a trovare l'eq. differenziale del modello che lega la concentrazione del soluto alla portata di acqua. Grazie per la Vs. Disponibilità

Link to post
Share on other sites

Lucky67

Se è un esercizio scolastico non so aiutarti per quanto riguarda l'equazione differenziale. Se però dovrà essere un'applicazione reale ti suggerisco di studiare bene la cosa: è importante la capcità del serbatoio, il feddback che misura la concentrazione della soluzione, la portata dell'iniettore di soluto, l'agitazione della soluzione e la creazione di finestre di attesa per avere una misura dopo la dosata.

Link to post
Share on other sites
fabbrufb

Grazie, ma il mio problema è proprio trovare l'eq. differenziale.

Saluti

Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Da come hai esposto il problema  scrivere l'equazione differenziale non è facile, anzi credo che manchino anche dei dati.

Link to post
Share on other sites
fabbrufb

Probabilmente ho esposto il problema in maniera non chiara, nel frattempo ci ho pensato ditemi cosa ne pensate:

variabile di ingresso: portata di Na2CO3 immessa dentro la vasca di miscelazione da una coclea con velocità angolare omega

variabile di stato: concentrazione C(t) di Na2CO3 nella vasca di miscelazione dipendente dalla velocità di rotazione omega della coclea di un fattore Q0/V costante a portata di acqua Q0 costante che entra ed esce dalla vasca di volume V, quindi C(t)=Q0/V*omega(t)

variabile di uscita: variazione della concentrazione della soluzione, cioè variazione della quantità di Na2Co3 immessa nella vasca, cioè variazione della velocità della ccoclea= derivata prima di omega rispetto al tempo.

In questo modo l'eq. diventa: dC(t)/dt=C(t)+C0 dove C0 è la concentrazione a regime senza disturbi. Sostituendo la concentrazione con la velocità angolare ho:

d(omega(t))/dt=Q0/V*omega(t)-Q0/V*omega0 dove omega0 è la velocità della colclea a regime senza disturbo alla conctrazione C0.

Trsf di Laplace: s*Omega(s)=-Q0/V*(Omega(s)+Omega0/s) e la fdt diventa: G(s)=Omega(s)/Omega0=q/V/(s*(Q0/V-s))

A questo punto nel sistema a blocchi pongo la variazione della portata Q, finora supposta costante, come disturbo tra il blocco del regolatore ed il blocco della funzione di trasferimento. Poi trasporto l'entrata del disturbo a valle del blocco del processo ed ho finito. Mi scuso perchè l'esposizione non è chiarissima ma molto diperde dalla grafica, non pretendo che controlliate le formule, mi basta sapere se il ragionamento torna. A chi fosse interessato invierò il documento completo.

Grazie a tutti, cordiali saluti e buon anno.

 

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...