Jump to content
PLC Forum

fra_sgc

Scarico fumi caldaia a condensazione oltre copertura tegole

Recommended Posts

fra_sgc

Ciao a tutti i lettori del forum,

avevo un quesito circa lo scarico fumi della caldaia.
Abbiamo intenzione, a casa nostra, di sostituire la vecchia caldaia con un modello a condensazione. Quella attuale è esterna e scarica i fumi all'interno del nostro balcone, ultimo piano, dove è presente una copertura con tegole (allego foto). 

Quello che vorrei effettuare è non scaricare all'interno, ma al di sopra delle tegole poiché il condominio non è dotato di una canna fumaria e tutti scaricano a parete.
Purtroppo il tecnico mi ha risposto che non è praticabile questa soluzione perché non può sostituire o "bucare" una tegola e, anche facendolo, lo scarico prenderebbe la pioggia e manderebbe in corto la caldaia. Mi aveva proposto di portare lo scarico fino alla fine della tettoia con una tubazione lunga una decina di metri. Soluzione questa che è stata da me immediatamente scartata, anche dal punto vista estetico.

Vi chiedo quindi:

  • esiste un tipo di tegola creata apposta per far passare lo scarico verticalmente?
  • dipende dal tipo di caldaia?
  • esiste uno scarico fumi che non soffre gli agenti atmosferici?

 

Grazie mille

scarico_caldaia.thumb.jpg.62c2607b5c08c5bd3441ef1fe22397cd.jpg

Link to post
Share on other sites

THE CAT

così fà paura. fori la tegola passi il coassiale proteggi con apposita conversa e utilizzi un terminale verticale idoneo. 

Link to post
Share on other sites
fra_sgc

Grazie per la risposta.
E' un lavoro che posso richiedere all'installatore caldaia? Oppure devo contattare altro professionista?

Link to post
Share on other sites
reka

dipende da che tecnico chiami, c'è chi lo farebbe e chi no, chiediglielo

sennò chiami un muratore o un lattoniere e fai preparare il comignolo. 

Link to post
Share on other sites
vincenzo barberio

Salve, utilizzando uno sdoppiatore, oltre le tegole si potrebbe andare con il condotto fumi da 80mm con terminale anti pioggia e prendere l'aria comburente sul posto (se come immagino la veranda è aperta). In ogni caso se nel condotto dei fumi entrasse qualche goccia di pioggia verrebbe smaltita tramite lo scarico della condensa. La cosa importante da evitare (sempre per mezzo del terminale adatto) è che nel condotto entrino foglie o pagliuzze ed in ogni caso corpi estranei. 

Link to post
Share on other sites
DavideDaSerra

A casa abbiamo la condotta coassiale a tetto diretto da oltre 20 anni (coassiale), non entra acqua dal tetto. 
Considera però la neve, se ne viene oltre circa 1m e la bocca di aspirazione si copre resti al freddo.

Questo lo dico sull'esperienza: era venuta una nevicata anomala con temperature particolarmente rigide (-20°) e la caldaia andava in blocco perchè non aspirava aria (il fumo scioglieva la neve ai lati, questa formava ghiaccio poco sotto otturando la presa d'aria.

Tuttavia siamo stati fortunati: la nostra caldaia sopra ha tre aperture preforate (chiuse con tappi in plastica riposizionabili) 

per cui in quell'occasione abbiamo tolto uno di quei tappi e l'abbiamo usata "a camera aperta".

 

Se non abiti in una zona soggetta ad elevati accumuli di neve con il camino standard non avrai problemi.

Edited by DavideDaSerra
Link to post
Share on other sites
fra_sgc
Il 13/2/2021 alle 11:06 , DavideDaSerra ha scritto:

A casa abbiamo la condotta coassiale a tetto diretto da oltre 20 anni (coassiale), non entra acqua dal tetto. 
Considera però la neve, se ne viene oltre circa 1m e la bocca di aspirazione si copre resti al freddo.

Questo lo dico sull'esperienza: era venuta una nevicata anomala con temperature particolarmente rigide (-20°) e la caldaia andava in blocco perchè non aspirava aria (il fumo scioglieva la neve ai lati, questa formava ghiaccio poco sotto otturando la presa d'aria.

Tuttavia siamo stati fortunati: la nostra caldaia sopra ha tre aperture preforate (chiuse con tappi in plastica riposizionabili) 

per cui in quell'occasione abbiamo tolto uno di quei tappi e l'abbiamo usata "a camera aperta".

 

Se non abiti in una zona soggetta ad elevati accumuli di neve con il camino standard non avrai problemi.

Ciao, @DavideDaSerra, non corro pericoli di neve, abito a Napoli.
Non sono del mestiere, per questo chiedo.
Ma la condotta coassiale può essere disposta in maniera verticale rispetto alla caldaia? Questo perché un'installatore (di un fornitore di luce e gas nazionale famoso) mi ha riferito che non può essere disposta verticalmente perché l'acqua la manderebbe in blocco e lo scarico deve fare la curva ad "L" necessariamente.

Però, cercando su internet, trovo condotte coassiali con scarico verticale (marca Immergas, Baxi).

Deve essere un accessorio proprio della caldaia, o sono compatibili gli uni con gli altri?

 

Grazie

Link to post
Share on other sites
DavideDaSerra

Io non credo i sia alcun problema allo scarico verticale, come detto la ho da 20 anni, considera che le caldaie a condensazioni non soffrono di condensa (se anche ricade all'interno è scaricata dal sistema di scarico).

Piuttosto che dai venditori di energia (che solitamente propinano macchine "cantieristiche") fatti fare n preventivo da un termotecnico serio.

 

Secondo me preferisce farti scaricare a muro perchè il terminale costa meno ed è più semplice da installare (anche se oggi, avendone la possibilità, è obbligatorio andare a tetto)

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...