Jump to content
PLC Forum

Jo71

Creazione cella frigo

Recommended Posts

Jo71

Ciao a tutti, ho letto un po di discussioni riguardanti le celle frigo e volevo chiedervi qualche consiglio.

Vorrei creare una cella frigo per stagionare/ conservare salumi nella mia cantina, che è costantemente tra i 12 e i 15 gradi, l'ho sempre usata per quello senza bisogno di niente fino a quando non ho installato nella stessa la Vmc di casa e questo ha cambiato tutto che ha portato le temperature tra i 16 e i 20 gradi.

Ho una unità Embraco Aspera  NEK6210GK da 3/8 di Hp recuperata da un amico, devo prendere un evaporatore e creare la cella, che pensavo di coibentare con pannelli di Eps rivestito con foglio di alluminio isolante riflettente e più igienico per un totale di 6 cm su tutte le pareti compreso pavimento.

La cella è di 2x2x2m quindi 8 cubi.

Il dubbio rimane su evaporatore , statico o ventilato , e qui ovviamente per non asciugare meglio lo statico o eventualmente uno ventilato con evaporazione prossima alla T impostata.

Stando alla potenza della condensante per evaporazione tra +5 e +10  la resa in W è tra 1670 e 1984 quindi dovrei scegliere un evaporatore di pari potenza, giusto?

Altro dubbio è come collegare correttamente tutto nel senso che il gruppo condensante può lavorare a diverse T di evaporazione tra -20 e +10 ( come faccio a scegliere la T di Evaporazione? Capillare , valcola etc.?

La condensate condenserà a T pressoche costante visto che sarà montato nella cantina, alti 60 mq che posso ventilare con aria del vespaio areato.

Altra cosa che potrei fare è usare acqua per condensare (ho il pozzo artesiano a 13 gradi e uso già l'acqua a perdere per Pdc e Vmc), se può essere utile.

 

Vorrei capire le cose a grandi linee, il tutto sarà fatto da un frigorista,  però mi piace sapere/capire prima magari di farmi fregare....

 

Una curiosita , esiste la possibilità di far si che la cella possa lavorare sia in positivo che in negativo ?

 

Grazie a tutti.

 

Link to post
Share on other sites

boip

Scusa ma tu vorresti rafreddare fino al negativo un cubo di lato 2 con un compressore utilizzato su un piccolo fabbricatore di ghiaccio?
Non è che voglio vedere il lato negativo eh, ma non è molto meglio comprare un frigo, anche vecchio, e metterci un termostato digitale? (se vuoi avere sotto controllo la temperatura)

O, ancora più energeticamente sensato, spostare la caldaia fuori.

Link to post
Share on other sites
Jo71

Ciao , veramente io ho scritto cella per stagionare e conservare salumi, quindi di negativo non ha niente, una cella stagionatura sta sui 12 gradi e per la conservazione bastano 4 gradi, poi ho bisogno di una cella perchè i salumi devono stare appesi e sono tanti e in un frigo di certo non ci stanno oltre che portarlo in cantina è impossibile.

 

Poi non ho detto che ho messo una caldaia in cantina , bensì una Vmc (ventilazione meccanica controllata) che trattando aria e avendo motori provoca un innalzamento della temperatura di 4/5 gradi che non vanno bene per i salumi.

 

Per quanto riguardo alla cella negativa ho chiesto per mera curiosità, visto che il gruppo frigo può lavorare anche a -20 di evaporazione , tutto qui.

 

ciao

Link to post
Share on other sites
Jo71

 

 

Facendo un calcolo con software online mi da come potenza necessaria per tenere i salumi a 4 gradi 0.71 Kw di potenza frigorifera necessaria

e il Gruppo frigo con condensazione a 55 gradi e evaporazione a -5 mi da  potenza frigorifera 819 Watt, quindi credo che sulla carta sia sufficiente al mio scopo, ma forse sbaglio qualcosa e spero che qualcuno mi possa dare qualche informazione in più, e ripeto ho un frigorista che farà tutto ma sono curioso e voglio capire.

 

ciao

Edited by Alessio Menditto
Eliminato ripetizione
Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Di solito si è un po’ vaghi nella temperatura della cella.

Mi sono perso a leggere, ma io vorrei sapere: a quanti gradi la imposteresti?

 

Link to post
Share on other sites
Jo71

Ciao,

 

no a me servirebbe per far stagionare quindi sui 12 gradi, se poi arrivasse anche a 4 per mantenere , meglio.

Calcolando che è una cella casalinga, non a aperture frequenti, viene caricata 1 volta sola e non ha bisogno di tempi rapidi per raffreddare, spero che il gruppo frigo sia sufficiente....

Poi visto che devo farla posso aumentare isolamento e fare tutte le modifiche del caso......

 

Grazie

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Eh ma è proprio quello il problema, da 4 a 12 cambiano parecchie cose, serve un grande condensatore per quando va a 12 e controllo di condensazione per quando va a 4 ad esempio.

Cioè non è che basta impostare il termostato a 4 o 12 come intuitivamente può sembrare.

Link to post
Share on other sites
Jo71

Ciao,

 

quindi non si può fare perchè il ptoblema è la condensazione, non la T di evaporazione?

Io pensavo che magari per portare il frigo a 4 gradi bisognasse evaporare a 0 gradi o poco meno mentre per i 12 gradi  a 8 gradi e quello fosse il problema.

 

Grazie

Link to post
Share on other sites
Jo71

Ciao

 

altra curiosità, nelle celle della cucina (sono Chef) quelle a Bt sono regolabili tra -2 e+10, sicuramente essendo professionali hanno altra componentistica, ma come fanno?

Secondo me evaporano a T molto più basse e la T è data dalla durata del raffreddamento in barba alla deumidificazione causata dalla bassa evaporazione, giusto?

 

Grazie

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

È un problema complesso, di solito il venditore di frigo ti vende quello che vuole lui poi col frigo ti compri pure i problemi, grande classico usare frigo non adatti per frutta e verdura, dove li riconosci perché i fruttivendoli passano il loro tempo a spruzzare disperatamente acqua vaporizzata sulle povere foglie di insalata secche e bruciate dall evaporatore troppo potente, nel vano e ridicolo tentativo di restituire acqua al prodotto.

La risposta alla tua domanda è che ci vorrebbe un frigo adatto al prodotto che deve contenere, +4 con evaporazione a 0 gradi è perfetto per mantenere merce senza che si asciughi, ma è praticamente impensabile usarla come vogliono fare tanti per raffreddare velocemente.

0 gradi di evaporazione possono essere giusti per la tua cella a +4 perché c’è poco salto, ma se la porti a +12, posto che hai un sistema di condensazione adeguato, diventa forse un salto un po’ grande per evitare di asciugare il prodotto, dovresti avere due sistemi diversi di evaporazione a seconda della temperatura che vuoi avere.

Tutto si può fare, ma qui non siamo in un laboratorio di fisica dove conta solo il numero, prima cosa è salvaguardare la merce, poi si costruisce il frigo attorno, non viceversa.

Link to post
Share on other sites
Jo71

Ciao

condivido, 

 

la condensazione avviene in cantina di  60 mq collegata, volendo, al vespaio areato della casa, che è sempre sotto i 20 gradi, e volendo potrei usare l'acqua del pozzo artesiano a perdere, se può aiutare.

 

Un evaporatore ventilato di grande superficie con ventola attivabile (per portare a 4 ON, 12 OFF) può essere una soluzione ai 2 sistemi di evaporazione?

 

Grazie ancora e scusa la mia ignoranza in materia!

 

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Io personalmente non lo farei ventilato, ma è proprio che non capisco la domanda (sempre problema mio), che vuol dire a 4 on e 12 off?

La ventola che si attiva a 4 gradi e si spegne a 12?

Quindi è impostato a 12?

E a 4 quando deve funzionare?

 

Il 19/2/2021 alle 20:55 , Jo71 ha scritto:

Vorrei creare una cella frigo per stagionare/ conservare salumi

Io da questa domanda mi faccio tutta un altra idea, ossia di una cella molto tranquilla, statica, appunto per stagionare e conservare.

Link to post
Share on other sites
Jo71

ciao Alessio,

 

intendevo di usare l'evaporatore a 0 gradi senza ventola per raggiungere i 12 gradi e con la ventola sempre a 0 gradi per arrivare a 4, ma a pensarci il giorno dopo mi sa di cavolata......

 

I salumi una volta stagionati devo conservarli, quindi dopo il giusto periodo a 12 gradi vorrei poterli tenere a 4 per consumarli con calma senza che si "stagionino troppo",

visto che non faccio solo salami, ma anche prosciutto crudo, speck, bresaole ..... Penso che la soluzione migliore sia di ingrandire la cella e fare tipo una professionale una dentro l'altra, la più interna a 4 e quella d'entrata a 12, quindi 2 circuiti differenti e pace.

Cosi posso stagionare e conservare a piacere.

 

Grazie per l'aiuto, se hai qualche idea migliore ben venga,

domani passa il frigorista e vediamo cosa dice lui....

 

Poi ti aggiorno, grazie ancora.

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Certo facci sapere cosa dice, e mi raccomando insisti sul punto della deumidificazione, che poi è il vero problema della questione.

Link to post
Share on other sites
Jo71

 

 

Ciao,

 

allora il frigorista è passato oggi mentre non c'ero.....

ha trovato mia moglie ha dato un occhiata in cantina e poi mi ha chiamato.

Ha detto che la cantina è a 15 gradi e 80 % di Ur, e secondo lui farebbe una cella che lavora a 4 gradi separata dalla cella di stagionatura. per la cella di stagionatura opterebbe per un sovradimensionato evaporatore /scambiatore da far lavorare con l'acqua di pozzo a 13 gradi che secondo lui manterebbe una giusta umidità e porterebbe la T intorno ai 14 gradi , secondo lui sufficienti per la stagionatura.

Non sono potuto scendere nei dettagli perchè ero al lavoro.... ha detto che mi farà preventivo.

Dimenticavo , per la cella a 4 gradi opterebbe per uno evaporatore biflusso apposito per queste celle da far lavorare attorno agli 0 gradi.

 

Grazie ciao

Edited by Jo71
Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

Direi bene, usa acqua di pozzo per smaltire il grande calore della cella a 13 gradi e fa evaporare a 0 con un salto solo di 4 gradi così non si asciuga nell altra, quello che avevamo detto prima, e ovviamente sono due celle, non una singola.

Link to post
Share on other sites
Jo71

ciao,

 

allora secondo te può andare come soluzione?

Io ho un pò di paura che 14 gradi siano troppi...... sarebbero meglio 10 che 14 secondo i manuali .....

 

grazie

Link to post
Share on other sites
Alessio Menditto

http://www.giannigobbo.com/stagionatura.htm

 

Mah qui ad esempio alla fine dice quello che sapevo pure io, cioè evitare correnti d’aria, per quello preferirei evaporatore statico, e in inverno temperatura attorno ai 10/12 e d’estate attorno ai 14, siamo sempre lì o sottostare a compromessi o avere tanti frigo diversi ognuno con la sua temperatura e umidità ideale, ma quanto costa?

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...