Jump to content
PLC Forum


Nixie

Ronzio motore monofase regolato in velocità.

Recommended Posts

Nixie

Buongiorno.

Ho qui una stufa a pellet che durante il funzionamento emette un ronzio  fastidioso.

Ho verificato che questo deriva dalla ventola di espulsione fumi quando non gira a velcità nominale, a piena velocità o alimentata direttamente con una prolunga non mostra questo problema ed i cuscinetti non sono danneggiati.

Questo motore deve però essere regolato in velocità come pure le ventole che espellono il calore che fortunatamente non hanno questo problema.

Ho quindi aperto il contenitore dell' elettronica ed ho visto che le regolazioni giri vengono fatte con semplici triac, quindi immagino a taglio di fase.

Durante il funzionamento il rumore (una vibrazione sorda ) è veramente fastidioso e vorrei sapere se e come sia possibile ovviare al pronlema.

Grazie

 

 

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini
3 ore fa, Nixie ha scritto:

Ho quindi aperto il contenitore dell' elettronica ed ho visto che le regolazioni giri vengono fatte con semplici triac, quindi immagino a taglio di fase.

Durante il funzionamento il rumore (una vibrazione sorda ) è veramente fastidioso e vorrei sapere se e come sia possibile ovviare al pronlema.

 

Purtroppo è un problema comune alle regolazioni con "dimmer".

Per regolare lavelocità di un moto ventilatore monofase è sufficiente ridurre la tensione di alimentazione; il metodo più facile e meno costoso è quello di usare un triac che "taglia la fase". Questo però comporta una rumorosità del metore dovuto al pessimo fattore di forma della tensione.

 

Se ti bastassere 2 o 3 gradini di velocità, potresti ottenere dei buoni risultati mettendo in serie all'alimentazzione condensatori di capacità differenti. Minore è la capacità del condensatore, minore sarà latensione ai capi del motore, quindi minore sarà la velocità di equilibrio della ventola.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Nixie

Potrebbe essere una soluzione come pure un autotrasformatore a prese centrali, ma dall'elettronica con probabilità il microprocessore  restituirà un valore analogico variabile considerato che la regolazione è continua e non un comando a gradini.

Nell'eventualità i condensatori da impiegare sono elettrolitici con tensione 450 volt ?

Grazie Livio

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
26 minuti fa, Nixie ha scritto:

ma dall'elettronica con probabilità il microprocessore  restituirà un valore analogico variabile considerato che la regolazione è continua e non un comando a gradini.

 

C'è un solo triac o più triacs? Perchè tu hai scritto:

Il 9/10/2021 alle 08:42 , Nixie ha scritto:

ho visto che le regolazioni giri vengono fatte con semplici triac,

 

Se ci sono più triaacs per il medesimo motoventilatore, allora la regolazione è a gradini, altrimenti può essere continua. Comunque il microprocessore non dovrebbe dare nessun segnale analogico, ma generare un comando più o meno ritardato rispetto al passaggio per lo zero della sinusoide della rete.

 

Comunque nel caso tu voglia usare condensatori per ridurre la velocità devi usare condensatori non polarizzati con tensione di isolamento >=400V oppure 250Veff. I valori dovrebbero essere comunque inferiori ad 1µF.

 

Comunque se la velocità dell'aspirazione fumi è regolata dalla centralina di controllo della stufa, eviterei di intervenire esternamente perchè la velocità della ventola di aspirazione entra nella logica di controllo del sistema.

Si potrebbe tentare di migliorare le cose usando un gruppo R-C in parallelo al motore (se non ci fosse già). Questo migliora un poco il fattore di forma e riduce la un poco la rumorosità.

Link to comment
Share on other sites

Nixie

La scheda alimenta tre motori ed in totale i triac sono tre quindi un triac per ogni motore.

Evidentemente il motoriduttore della coclea ed il ventilatore di riscaldamento non risentono del fattore di forma mentre l'espulsione fumi probabilmente per tipo di costruzione del motore (parte esterna rotante) lo è.

Come hai già osservato  la velocità di rotazione è variata da 0 a 100% in proporzione alla potenza riscaldante selezionata e quindi non è pratico farlo in modo manuale.

proveò con un gruppo RC.

In ogni caso i il condensatore non polarizzato può essere elettrolitico o poliestere indifferentemente?

Ciao

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
32 minuti fa, Nixie ha scritto:

n ogni caso i il condensatore non polarizzato può essere elettrolitico o poliestere indifferentemente?

 

Per i valori di capacità necessari trovi solo poliestere.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...