Jump to content
PLC Forum


Pulizia da depositi grassi


damo
 Share

Recommended Posts

Riscontro nella lavastoviglie una patina untuosa dopo tanti anni di utilizzo.

Ho provato a pulirla con un lavaggio a vuoto con 150 gr di bicarbonato di sodio, ma non ho ottenuto risultati.

Se provassi con la soda caustica?  Cosa ne pensate?

Da quello che so la soda degrada le parti in alluminio (che non credo che ci siano) dovrebbe invece rispettare inox, leghe di rame, plastiche e gomme.

Link to comment
Share on other sites


Ci sono prodotti appositi, ma più che la soda caustica, io semmai userei la soda Solvay, o il percarbonato di sodio (che col calore si scinde in ossigeno e appunto soda Solvay)...

Il bicarbonato è inutile.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, damo ha scritto:

Ho provato a pulirla con un lavaggio a vuoto con 150 gr di bicarbonato di sodio, ma non ho ottenuto risultati.

 

Dal punto di vista antropologico è interessante capire perché il bicarbonato di sodio venga percepito come il rimedio universale per ogni cosa. Dal levare i calli, allo sgorgare i lavandini, dal ridurre il calcare al potenziare il detersivo. Più che alzare un poco il PH o usato come abrasivo, non fa.

 

Io laverei le parti visibili e raggiungibili con ammoniaca evitando le gomme sulle quali passere con una soluzione di acqua e detersivo per piatti a mano. Per tutto il resto userei un prodotto specifico per lavastoviglie.

 

Ma che detersivo usi? In che quantità? Che programmi usi mediamente?

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, damo ha scritto:

Riscontro nella lavastoviglie una patina untuosa dopo tanti anni di utilizzo.

sicuro di usarla correttamente?

Link to comment
Share on other sites

Ciao

Immagino usiate sempre il ciclo Eco, non è così?

Comunque per una PULIZIA ESTREMAMENTE APPROFONDITA procurati una spugna SENZA parte verde (graffia e lascia segni), uno spruzzino, del detergente per lavastoviglie (liquido o in pastiglie), prodotto curalavastoviglie, spazzolino da denti, sapone per piatti

Anzitutto smonta i filtri e lavali per bene con acqua calda, spazzolino e sapone per piatti. Risciacqua molto bene. Ripeti la stessa procedura per il mulinello inferiore e, se è possibile rimuoverlo, anche quello superiore

Sciogli circa un cucchiaio di detersivo liquido (oppure una pastiglia intera) in un litro di acqua ben calda (intorno ai 50/60°C). Se il condotto che porta acqua allo spruzzatore superiore è rimovibile rimuovilo in quanto dietro ci saranno abbondanti accumuli di sporco. Rimuovi i cestelli

A questo punto spruzza abbondantemente l'interno con acqua e detergente, lascia in posa qualche minuto e agita lo sporco con una spugna. Con lo spazzolino e la soluzione detergente pulisci per bene anche la guarnizione della porta, anche quella in basso vicino alla vasca. Ripeti più volte se necessario. Pulisci per bene anche la sede dei filtri sempre con lo spazzolino

Una volta eseguite queste operazioni rimonta il condotto che porta l'acqua ai mulinelli, riposiziona filtri e cestelli e avvia un ciclo di lavaggio breve SENZA detergente, questo servirà per risciacquare l'interno dai residui rimossi

Una volta terminato il ciclo lava nuovamente i filtri e avvia un ciclo con curalavastoviglie

 

Il procedimento è lungo, ma il risultato è garantito anche in presenza di muffe

 

Link to comment
Share on other sites

Grazie a tutti per le risposte, è tanto che frequento questo forum e lo trovo "vivo" .

Ho fatto la scelta di togliere la retina fitta del filtro (lasciando la parte con fori) per avere una pressione maggiore di lavaggio (e una pulizia filtro molto più diradata) e quindi le stoviglie le passo sotto al rubinetto per togliere i residui grossolani.  Uso come detersivo la pastiglia, ed è sempre a pieno carico  con anche tegami molto unti, uso il programma "eco" che lava a 50°C e risciacqua a 65 (Smeg ST514).

Il curalavastoviglie lo lascerei come ultima opzione perchè non credo che il prezzo giustifichi il prodotto.

Le parti che potevo pulire a mano le ho fatte, rimangono quelle poco accessibili.

Per soda caustica intendo l'idrossido di sodio che in altre circostanze ho usato con ottimi risultati è vero bisogna usarla con prudenza.

Per prudenza potrei incominciare con la soda solvay ma quanta ne metto?

 

Link to comment
Share on other sites

@E685X

ho letto adesso quello che mi consigli, sono straconvinto che la tua soluzione abbia un risultato impeccabile.

Per questioni di tempo per adesso preferirei fare qualcosa di più veloce.

Grazie

Link to comment
Share on other sites

Allora vai di lavaggio Intensivo a vuoto con una pastiglia di detersivo nel dispenser

Comunque non è esattamente geniale modificare l'impianto filtrante, così come l'utilizzo eccessivo del ciclo Eco o il risciacquo delle stoviglie

Usa un buon detersivo in pastiglie (Finish Quantum, Fairy Platinum), seleziona il ciclo "Normale/Auto" per sporco quotidiano, il ciclo "Intensivo" per sporco incrostato oppure grosse quantità di olio/grassi. La preparazione delle stoviglie va fatta usando SOLO una forchetta/tovagliolo per rimuovere i residui solidi (lische, bucce, ossa, ecc ecc.), altrimenti il detergente non si attiva correttamente. Mettere piatti puliti non rende la lavastoviglie pulita, lo vedi proprio nel tuo caso. Un buon detersivo, ciclo adatto e pulizia periodica dei filtri (un paio di volte al mese) invece garantiscono un elevato livello di igiene e pulizia

Link to comment
Share on other sites

51 minuti fa, damo ha scritto:

per avere una pressione maggiore di lavaggio

la pressione di lavaggio la da la pompa, non capisco questo ragionamento.

Link to comment
Share on other sites

12 minuti fa, perryfranz18 ha scritto:

la pressione di lavaggio la da la pompa, non capisco questo ragionamento.

E' un principio di idraulica, un filtro costituisce una perdita di carico (cioè di pressione) sia in mandata ma soprattutto in aspirazione come nel caso della lavastoviglie.

Link to comment
Share on other sites

28 minuti fa, E685X ha scritto:

La preparazione delle stoviglie va fatta usando SOLO una forchetta/tovagliolo per rimuovere i residui solidi (lische, bucce, ossa, ecc ecc.), altrimenti il detergente non si attiva correttamente.

non sapevo mi potresti spiegare meglio?  Quando passo una padella sotto al rubinetto di olio ne rimane tanto

Link to comment
Share on other sites

@damo

Hai fatto benissimo a non citare la marca della lavastoviglie, così sei al riparo da azioni legali in caso i progettisti si sentissero offesi dalla tua frase, intesa da loro come accusa di incompetenza 😛

Scherzi a parte, togliere quel filtro mi sembra un po' come eliminare la marmitta dell'auto pensando che senza contropressione viaggi di più… Se un sistema è progettato per funzionare in certe condizioni IMHO non ha senso modificarlo, tanto più che il filtro che hai rimosso non impatta sulle prestazioni della pompa

E qualcosa mi dice che se avessi usato la maggior parte delle volte cicli ad alta temperatura senza prerisciacquare, ora non avresti la lavastoviglie conciata in quel modo 😉

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, damo ha scritto:

un filtro costituisce una perdita di carico

si, ma non è un prodotto artigianale o "fai da te" quindi presupponiamo che sia stato tutto preso in considerazione in fase progettuale. 
Io piuttosto che avere della pressione maggiore, preferirei non avere la girante della pompa esposta ai residui di cibo e gli irroratori tappati o a quello che succede ora a te. 
Anche perchè vedi che come la stai usando non produce bei risultati, ma anzi, ora devi fare un gran lavoro per pulirla e ripristinarla.. usala per come è nata e come è stata progettata: metti dentro le cose zozze, usa il programma a più alta temperatura e pulisci una volta in più al mese i filtri (i filtri sporchi si ti danno una perdita di carico, non quelli puliti)... 
Inoltre se vogliamo mettere i puntini sulle i: avendo ora tutti residui oleosi/grassi, hai introdotto una resistenza maggiore e dato che siamo in un moto turbolento e non lineare, abbiamo che la cadente idraulica (j) non dipende più dal numero di Reynolds ma solo dalle caratteristiche della scabrezza (una tubazione nuova o pulita ti mantiene un moto lineare, mentre una tubazione vecchia, sporca o arrugginita crea dei micro vortici nel fluido per via della scabrezza del tubo).

In Infrastrutture idrauliche si considera una scabrezza maggiore all'aumentare dell'età della tubazione (si accumulano particelle, la tubazione si usura, abbiamo deposito di materiale etc..) ma qui consideriamo che più è sporca la tubazione per accumulo di residui oleosi, grassi o altro... più aumenta la scabrezza e quindi hai maggiore perdita di carico J e più vanifichi il fatto di aver tolto il filtro. 
Poi oh, manco il filtro fosse un mezzo poroso/spungoso come il terreno di falda che ti da un moto viscoso rispetto ad un moto anche turbolento con Re oltre i 4000 (dove bisogna disturbare Darcy).
Conviene ancora togliere un dispositivo atto a proteggere la girante e far lavorare la macchina per come è stata progettata o la usiamo in modo non consono portandola al guasto o al dover effettuare una pulizia non preventivata?
Chissà se fosse successo in garanzia... arriva il tecnico e si vede una macchina usata senza filtro (quindi non secondo manuale), avrebbe fatto passare l'intervento in garanzia? Io non lo avrei fatto segnalando l'uso non consono e facendo pagare l'intervento. Ma io sono io. 

 

e comunque sulle LVS se si vuole maggiore pressione, si cambia girante come avviene per le Electrolux che hanno vari colori per varie prestazioni.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, UABC80 ha scritto:

Hai fatto benissimo a non citare la marca della lavastoviglie,

Smeg ST 514. 😛

 

Rimetti subito quel filtro!!! 🤬

Link to comment
Share on other sites

17 minuti fa, Ciccio 27 ha scritto:

Smeg ST 514. 😛

 

Il calo di zuccheri serale è stato fatale 🤣

 

22 minuti fa, Ciccio 27 ha scritto:

Rimetti subito quel filtro!!! 🤬

 

Straquoto e mi spingo a consigliargli di usare, non per pulire la macchina ma per i lavaggi (sempre ad alta temperatura) di tutti i giorni, il detersivo in tab/pod. Cosa che non avrei mai pensato di fare

Se lava carichi davvero unti, penso che ne gioverebbe moltissimo e senza "truccare" il pozzetto

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, UABC80 ha scritto:

Se un sistema è progettato per funzionare in certe condizioni IMHO non ha senso modificarlo, tanto più che il filtro che hai rimosso non impatta sulle prestazioni della pompa

Il filtro a retina di questo modello è veramente molto fitto tanto che ogni settimana lo trovavo quasi completamente chiuso pur stando attento a non caricare stoviglie con residui grossolani.  Quindi trovando eccessiva una pulizia del filtro ogni tre lavaggi ho optato per una soluzione drastica.

13 ore fa, UABC80 ha scritto:

E qualcosa mi dice che se avessi usato la maggior parte delle volte cicli ad alta temperatura senza prerisciacquare, ora non avresti la lavastoviglie conciata in quel modo

Considera che il programma che uso (eco 50°C) fa all'inizio un risciaquo di 20 min prima del lavaggio, e questo non corrisponde alla passata sotto al rubinetto?  I cicli ad alta temperatura li evito per motivi di risparmio energetico.  Preferisco alla fine ogni dieci anni fare una pulizia a fondo sempre che trovi il prodotto giusto.

14 ore fa, perryfranz18 ha scritto:

avendo ora tutti residui oleosi/grassi, hai introdotto una resistenza maggiore e dato che siamo in un moto turbolento e non lineare,

volevo precisare che questi depositi oleosi sono spessi di qualche decimo di millimetro, la macchina lava perfettamente, è una mia puntigliosità quella di renderla lucida invece che opaca.

  Ho lasciato un particolare non pulito che uso come test sull'efficacia di questa pulizia straordinaria appena posso posto le foto.

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, damo ha scritto:

Il filtro a retina di questo modello è veramente molto fitto tanto che ogni settimana lo trovavo quasi completamente chiuso pur stando attento a non caricare stoviglie con residui grossolani.

 

Sono tutti molto fitti e trovarlo in quelle condizioni significa solo che sta facendo benissimo il suo lavoro e quindi che va rimesso al suo posto. Io ho una lavastoviglie di un'altra marca, di solito ci lavo roba meno sporca della tua, pulisco il filtro ogni settimana e anche se non è intasato lo trovo con una leggera patina di unto…

Oltre a seguire tutte le indicazioni di @E685X per la pulizia a fondo, prendi come operazione da fare settimanalmente questa:

20 ore fa, E685X ha scritto:

smonta i filtri e lavali per bene con acqua calda, spazzolino e sapone per piatti

 

1 ora fa, damo ha scritto:

Considera che il programma che uso (eco 50°C) fa all'inizio un risciaquo di 20 min prima del lavaggio, e questo non corrisponde alla passata sotto al rubinetto?

 

Più o meno: se lo sporco è davvero tenace (es: grasso "colloso") e se sono grossi residui, va rimosso "a manina" e a secco: un tovagliolino di carta va benissimo. Il resto lo fanno i lavaggi ad alte temperature e un buon detersivo. Prerisciacquare alla lunga porta al deterioramento della lavastoviglie perché il detersivo non trova nulla da aggredire e se la prende con plastiche, gomme, etc

 

1 ora fa, damo ha scritto:

I cicli ad alta temperatura li evito per motivi di risparmio energetico.  Preferisco alla fine ogni dieci anni fare una pulizia a fondo sempre che trovi il prodotto giusto.

 

I cicli ad alta temperatura servono a rimuovere lo sporco che tu vorresti rimuovere col ciclo Eco, a mantenere pulita e in efficienza la macchina e alla fine ti fanno risparmiare sui prodotti per pulire e sgrassare la lavastoviglie. Non ci si scappa! Ora dovrai usare dei prodotti apposta per pulirla e l'ecologia e il risparmio economico sono andati a farsi benedire

 

Questa è la tabella dei programmi della mia Siemens e qualcosa mi dice che quella della tua Smeg non è tanto differente: https://ibb.co/kQpTyMq

Come vedi se lo sporco è ostinato bisogna utilizzare i cicli più "cattivi" 😉

 

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto
55 minuti fa, UABC80 ha scritto:

se sono grossi residui, va rimosso "a manina"

 

Il 29/11/2021 alle 11:15 , Alessio Menditto ha scritto:

spruzzare sapone di Marsiglia e strofinare A MANO con una spugnetta no?

 Data la mia esperienza in forum, ho il sesto senso di quando una discussione si incarta, questo prevedo arriva alla quinta pagina.

Ora io non capisco perché se c’è 

Il 29/11/2021 alle 07:40 , damo ha scritto:

una patina untuosa dopo tanti anni di utilizzo.

non si toglie a mano, poi NEI SEGUENTI LAVAGGI si farà caso se questa patina si ripresenta.

Qui invece vogliamo per evitare di far fatica “di usare la manina”, buttiamo tonnellate di detersivi più disparati per togliere questa patina, ma facendo così non si capisce se c’è qualche problema alla macchina.

Ci vediamo alla quinta pagina.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, damo ha scritto:

sono spessi di qualche decimo di millimetro

che introducono pur sempre una perdita di carico pari a quella da te citata prima dal filtro "otturato" evidentemente dal fatto che sciacqui le cose prima e la macchina non lavora correttamente col ciclo a 50°C. 

Usala secondo istruzioni del manuale del costruttore. 

Link to comment
Share on other sites

Se nella padella che passi sotto al rubinetto rimane parecchio unto le cose sono due:

  • L'hai usata per friggere
  • Il colesterolo non ti spaventa 😁

A quel punto prendi un tovagliolo che ti permette di fare un lavoro molto migliore nella rimozione dell'unto

Usa detersivo in pastiglie (te le ho consigliate sopra)

Se vuoi comunque utilizzare il ciclo Eco cerca di usare ALMENO una volta su 5 un lavaggio a 70°C, soprattutto in presenza di sporco elevato o unto

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, damo ha scritto:

volevo precisare che questi depositi oleosi sono spessi di qualche decimo di millimetro

Ottimo terreno di coltura per i microbi, che poi verranno spalmati sul carico?

Link to comment
Share on other sites

Il 29/11/2021 alle 17:00 , damo ha scritto:

Ho fatto la scelta di togliere la retina fitta del filtro (lasciando la parte con fori) per avere una pressione maggiore di lavaggio (e una pulizia filtro molto più diradata) e quindi le stoviglie le passo sotto al rubinetto per togliere i residui grossolani.  Uso come detersivo la pastiglia,

 

Tutto quello che non si dovrebbe fare... non hai scritto che segui il forum?

Il 29/11/2021 alle 17:00 , damo ha scritto:

uso il programma "eco" che lava a 50°C e risciacqua a 65 (Smeg ST514).

 

Con pentole 50°... credi alle favole del Eco-Marketing? Con pentole si va di 70°

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...