Jump to content
PLC Forum


Problema Beretta super exclusive 28 c.s.i


biax89
 Share

Recommended Posts

Buonasera a tutti, cerco un confronto con voi esperti per la ricerca e la risoluzione di un problema abbastanza comune alla caldaia come in titolo.

In funzionamento riscaldamento acqua sanitario, si accende il bruciatore e il circolatore, la temperatura sale fino al 38 gradi per poi spegnersi. La temperatura arriva a 40 gradi poi inizia  a scendere, arrivata a 35 gradi riparte e ripete lo stesso ciclo come descritto.

Inutile dire che dal rubinetto esce acqua calda poi fredda, poi calda e così via.

Ho sostituito la sonda ntc posta sullo scambiatore secondario ma non è cambiato nulla.

Da premettere che se accendo il riscaldamento funziona alla perfezione arrivando a 60 gradi (sempre e solo il riscaldamento) mentre l acqua fa sempre lo stesso ciclo caldo freddo.

La manopola temperatura acqua è posta al massimo.

Leggendo il manuale dice che varia tra minimo 37 gradi e massimo 60.

Mi viene da pensare che è guasta la manopola.

Grazie a tutti in anticipo 

Link to comment
Share on other sites


vincenzo barberio

Salve, se per temperatura di 38°C intendi quella dell'acqua sanitaria e non quella primaria, potrebbe essere incrostato lo scambiatore secondario. Ciò provocherebbe un innalzamento anomalo della temperatura nel circuito primario con relativo intervento della sonda ntc riscaldamento. 

Link to comment
Share on other sites

Buonasera, per 38 gradi intendo la temperatura che mi appare sul display di comando durante il funzionamento sanitario, quindi mi consigli di staccare lo scambiatore secondario e fargli una disincrostata?

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Salve, prima di scollegare lo scambiatore, con un rubinetto di acqua calda aperto, controlla toccandoli con una mano o meglio con un termometro se i tubi (lato riscaldamento) in uscita ed in entrata dello scambiatore primario abbiano una temperatura superiore a 38°. Se tali tubi sono caldi al punto di non poter tenerci la mano, significa che lo scambiatore secondario è incrostato nel lato sanitario. Se invece è molto caldo solo il tubo di mandata in prossimità della sonda ntc riscaldamento, è intasato nel lato riscaldamento. Se tali ipotesi non sono valide, il problema va ricercato altrove.

Link to comment
Share on other sites

Buongiorno, ho fatto il test, e il risultato è il seguente:

Tubo scambiatore primario sinistro (lato circolatore) caldo da poter tranquillamente tenere la mano attaccata per tutto il tempo.

Mentre l altro tubo a destra scotta troppo da non poter tenere nemmeno per un secondo la mano attaccata.

Quindi il secondario è intasato?

Link to comment
Share on other sites

Aggiorno: ho smontato lo scambiatore secondario, non è uscito intasato, di più.

Ho usato un disincrostante acido ripristinando così il passa di acqua fra le lamelle, sciacquato per bene,e  rimontato.

La caldaia adesso funziona perfettamente 

Problema risolto

Grazie mille per i consigli 

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Salve, quindi se :

15 minuti fa, biax89 ha scritto:

lo scambiatore secondario, non è uscito intasato,

quale era il problema? 

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

E come facevi a vedere che fosse intasato !?  Non penso che tu abbia la vista da vedere attraverso il metallo ?.

 Il fatto stesso che comunque lo hai decalcificato e che dopo questo , funziona , dice tutto . 
 era quella la causa . Il calcare.

i tappi spesso si formano internamente. 
come pure gli ispessimenti delle pareti , per cui la trasmissione di calore va a quel paese.

 

Link to comment
Share on other sites

Buonasera Vincenzo, ho usato una terminologia puramente Toscana nel dire che il secondario non era intasato, di più!!! Nel senso che l ho trovato molto ostruito e rispondo anche al Sig. Stefano. Purtroppo non ho la facoltà nel vedere attraverso il metallo ma è intuibile dedurre che era molto intasato siccome ho posizionato su un foro dello scambiatore e una volta aperta l acqua,solo una piccolissima parte usciva dall altro foro e quel poco che uscirà era sporca, marrone con residui ferrosi.

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Le nostre risposte erano  in riferimento  al fatto che non si era capito  che  tu avessi trovato calcare  , tutto quì .

 Ma dopo la specifica è tutto chiaro .

 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, vincenzo barberio ha scritto:

 

Ah Vincenzo se non chiedo troppo, è da quasi un anno che non riesco a risolvere l innalzamento della pressione del circuito che pian piano aumenta fino ad arrivare a 4, ho sostituito il vaso di espansione con uno nuovo compreso di flessibile.

Controllato la pressione del vaso ed è a 1 bar.

Pulito la valvola a 3 vie, ieri disincrostato il secondario, fatto lo spurgo...ma continua a salire...

Ho pensato magari che il rubinetto di scarico acqua posto sotto allo scambiatore secondario non chiude bene, hai altre idee in merito?

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Rubinetto di carico o scambiatore . 
uno dei due .

il vaso di espansione rotto la fa aumentare in riscaldamento e ritorna a quella di  precarica al raffreddamento.

meno quella che perde dalla valvola di sicurezza 

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, vincenzo barberio ha scritto:

 

Spero sia il rubinetto perché lo scambiatore primario costa un botto.

Un altro dato, la pressione aumentata sempre quando è in funzionamento il riscaldamento però poi non scende una volta finita questa funzione e di conseguenza tolgo acqua da un calorifero mediante la valvola di sfiato.

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Non si tratta dello scambiatore primario se la pressione aumenta, ma di quello secondario, in quanto è l'unico posto in cui in caso di foratura di una piastra possono "incontrarsi" acqua primaria e sanitaria. In ogni caso potresti iniziare con la sostituzione del rubinetto di riempimento reperibile anche in rete il cui codice è : R10021006 (manopola non inclusa). Il codice dello scambiatore secondario anch'esso reperibile in rete è : R8036 Se dovesse occorrere la manopola del rubinetto il codice è : R6889    Ovviamente nei negozi fisici i codici sono uguali.

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Dimenticavo, ma tanto per un chiarimento, nello scambiatore primario, vale a dire quello posto sopra la fiamma, circola appunto l'acqua primaria che scalda i caloriferi ed in richiesta di acqua sanitaria, lo scambiatore secondario. Se esso fosse forato la pressione non aumenterebbe ma scenderebbe e l'acqua cadrebbe sul bruciatore o dintorni. 

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo
1 ora fa, Stefano Dalmo ha scritto:

Scambiatore al 100%, il metallo si dilata ed avviene il fatto.😞

Ovviamente parlavo del secondario  ,a piastre .

 

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Salve Stefano, è ovvio che il mio chiarimento non è rivolto a te ma a biax89, visto che dice 

2 ore fa, biax89 ha scritto:

Spero sia il rubinetto perché lo scambiatore primario costa un botto.

 

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Si , si , tranquillo Vincenzo !  Avevo  capito ! Ho ritenuto importante specificare ,  perchè  spesso dò per scontato  .. e poi mi rendo conto che scontato non è .

Ciao👍

Link to comment
Share on other sites

Buonasera, vi aggiorno.

Ho acquistato da un rivenditore componenti caldaie il rubinetto di carico e lo scambiatore secondario a piastre. 

Da precisare che la marca dello scambiatore è zilmet a 16 piastre, non 12.

Lui mi dice che va bene ugualmente, ma ho i miei dubbi.

Monto il tutto e metto in funzione.

Risultato acqua calda ma non troppo da togliere la mano, infatti misurato la temperatura con un termometro da cucina, ed esce a 40°.

Nonostante la manopola della temperatura sanitario è al massimo.

Io credo che io problema sta nel errato ricambio.

Che dite?

Link to comment
Share on other sites

Stefano Dalmo

Questo è un nuovo problema però . O sbaglio ?

Ti chiedo di aprire una nuova discussione ,   cosi  non si crea confusione per chi cerca delle risposte  su argomenti già trattati .

 

 

Link to comment
Share on other sites

vincenzo barberio

Prima di aprire un'altra discussione come ti è stato suggerito da Stefano,sarebbe bene sapere se dopo la decalcificazione dello scambiatore a 12 piastre esistente la temperatura dell'acqua richiesta era giusta visto che 

 

Il 1/12/2021 alle 17:53 , biax89 ha scritto:

La caldaia adesso funziona perfettamente 

Problema risolto

 

Edited by vincenzo barberio
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...