Jump to content
PLC Forum


Pompa da trifase 380v a 220v


tuttorotto
 Share

Recommended Posts

tuttorotto

Salve a tutti, ho una pompa con le caratteristiche descritte nella targhetta in foto, una cortesia vorrei chiedervi: avrei necessità di farla funzionare a 220v e non più 380v come anni fa, dai dati di targa ciò è possibile, la mia domanda è: se acquisto un inverter secondo voi è sufficiente da 3 kW o meglio da 4 kW? Altra cosa il collegamento attuale è quello che si vede in foto, nella targhetta non è riportato che per farlo funzionare con trifase 220v devo cambiare collegamento, ho capito bene? O è meglio cambiare il collegamento delle fasi per via dello spunto?

Grazie

IMG20220619112610.jpg

IMG20220619112754.jpg

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Devi acquistare un inverter con alimentazione monofase ed uscita trifase in grado di erogare, in modo continuativo, una corrente >=7A.

Devi collegare il motore a "D" , mettendo 3 ponticelli in verticale e rimuovendo quelli in orizzontale. Collegando il motore a "D" (triangolo) la tensione di alimentazione diventa 230V, se lo lasci come è ora, ovvero a "Y" (Stella) la tensione necessaria diventa 400V.

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Bene grazie Livio, non serve dunque uno spunto maggiore per l'avvio?

In sostanza con 7A e 220V potrei usare anche un inverter da 2kw (se eroga 7A ovviamente) giusto?

Altra domanda: avrei una presa a 25 metri circa e dovrei usare un cavo, ho visto che con questa distanza con la potenza assorbita dal motore avrei meno caduta di tensione con un cavo da 2,5 mm2, corretto?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Ah dimenticavo, quando collego a triangolo non devo modificare i collegamenti che ci sono, metto solo le lamelle tutte parallele, giusto?

Grazie

Link to comment
Share on other sites

max.bocca

Si corretto le 3 barrette in parallelo...

Tutti gli inverter da 2,2Kw mono/trifase dovrebbero fornire con tranquillità 7A 

Link to comment
Share on other sites

tuttorotto

Grazie max, volevo acquistare uno di questi, puntavo su quello da 3kw per via dello spunto di corrente che poteva avere la pompa ovvio che quello da 2.2 kw (l' equivalente della potenza della pompa) costa meno ma... quale mi consigliate?

Grazie

Schermata del 2022-06-19 23-05-51.png

Schermata del 2022-06-19 23-06-18.png

Link to comment
Share on other sites

Una specifica che dichiara una corrente di ingresso minore della corrente di uscita mi da da pensare sulla qualità del prodotto.

Comunque il secondo ti da un maggior risreva di corrente.

Link to comment
Share on other sites

Considerand o che la massima corrente assorbita dal motore è pari a 6.9A in trifase, si avranno circa 12A assorbiti dal monofase che, considerando un rendimento di 0.9 da parte dell'inverter, diventano circa 13.5A.

Con 30 m di linea da 2.5mm2 la resistenza è pari a 0.41 ohm con cdt pari a 5.58V. usando sezione da 1.5mm2 la resistenza saràpari a 0.69 ohm, quindi la cdt è pari a 9.31V.

Io userei il 2,5 mm2 anche perchè con 1.5mm2 si ha una densità di corrente di 8.66 A/1mm2 che, francamente, mi sembra un po' troppo elevata.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Un ultima domanda, che parametri dovrei dare all' inverter (questa pompa  sviluppa 6.2 bar per l' irrigazione dell' orto) per farla funzionare bene?

Altra domanda, l' inverter verrà collagato con un cavo ad una presa, se si toglie la presa e poi all' inverter le fasi R ed S arrivano invertite inserendo la spina rovescia, la pompa gira al contrario o visto che l' inverter ha una impostazione per cambiare verso di rotazione, "si ricorda" di questo parametro e la pompa gira sempre nel verso giusto?

Grazie

1.png

2.png

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, tuttorotto ha scritto:

l' inverter verrà collagato con un cavo ad una presa,

 

No perchè la tensione alternata in ingresso viene raddrizzata e l'inverter poi lavora sulla continua per generare la tensione trifase a freqeunza variabile.

 

Comunque ti do un consiglio: se vuoi che l'inverter duri prima di scollegarlo devi fermarlo. Io ti sconsiglio vivamente di usare una semplice spina. Metti un interruttore ed un pulsante di marcia e arresto, anche remotati vicino all'interruttore, che andranno ad agire su un relè che chiude il contatto di marcia allinverter.

 

Studiati il manuale dell'inverter e segui pedissequamente le indicazioni dello stesso, soprattutto usa lo schema di inserzione che riporta il manuale.

Segui le indicazioni per la paramentrizzazione e messa in marcia.

Link to comment
Share on other sites

Ottimo allora faccio un ragionamento scritto così posso avere un riscotro, i parametri essenziali da impostare dovrebbero essere questi (il motore della pompa è un asincrono trifase a 220v/50hz e 2800 giri/min):
p10 è la frequenza massima, arriva fino a 400hz... 50hz di default possono andare bene?
p11 è la frequenza minima che posso lasciare a 0
p12 è la frequenza del motore che è 50hz
p13 è la coppia... va da 0 a 4 cosa consigliate?
p14 è la frequenza oltre la quale cessa la compensazione di coppia... arriva a 600hz, cosa mi consigliate?
Questo è tutto... non devo collegare altro.
Grazie

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, tuttorotto ha scritto:

p13 è la coppia... va da 0 a 4 cosa consigliate?

 

Di leggere il manuale dove spiega a cosa corrispondono i 4 livelli impostabili.

 

13 ore fa, tuttorotto ha scritto:

. arriva a 600hz, cosa mi consigliate?

 

Se limiti a 50Hz la frequenza massima puoi limitare a 50Hz anche questo parametro. Questo è per semplificare il ragionamento, però la compensaione di coppia dovrebbe servire dove realmente serve, cioè alle basse freqeunze

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...