Jump to content
PLC Forum


Nuovo impianto...termosifoni in ghisa e caldaia a condensazione


seaguller
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti sono nuovo del forum!

Ho letto alcuni vostri post, ma cerco ancora la risposta che possa veramente aiutarmi!

Ho acquistato una casa completamente da ristrutturare.

Ho chiesto vari preventivi per l'impianto di riscaldamento; premetto che nella casa sono presenti termosifoni in ghisa (che  volendo potrei recuperare). Ho ricevuto pareri discordanti dai due idraulici interpellati. Entrambi mi propongono una caldai a condensazione a bassa temperatura. Però la differenza é sull'impianto e sul tipo di termosifoni

-l'idraulico "A" mi dice che i termosifoni sono da buttare, perché la caldaia a condensazione lavorando a basse temperature non é adatta ai termosifoni in ghisa (che hanno bisogno di temperatura intorno ai 70°); quindi propone termosifoni nuovi in alluminio/acciaio

-l'idraulico "B" mi propone di recuperare i termosifoni in ghisa (che vanno bene con caldaia a condensazione) e di aggiungere altri in alluminio/acciaio.

 

Ora i due pareri mi sembrano discordanti. Ad ora non ho ricevuto il preventivo, ma vorrei un consiglio da voi tutti

Vorrei capire quale dei due sistemi rappresenterebbe la scelta a maggior resa energetica possibile (anche se con maggior costo iniziale).

Per info: l'appartamento é ultimi piano di circa 140mq

 

Grazie mille a chi mi risponderà!

 

-

Link to comment
Share on other sites


4 minuti fa, seaguller ha scritto:

l'idraulico "A" mi dice che i termosifoni sono da buttare, perché la caldaia a condensazione lavorando a basse temperature non é adatta ai termosifoni in ghisa (che hanno bisogno di temperatura intorno ai 70°); quindi propone termosifoni nuovi in alluminio/acciaio

Vabè qui stava scherzando ovviamente! 

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Chiarella88 ha scritto:

Vabè qui stava scherzando ovviamente! 

Innanzitutto grazie per la risposta.

Non ci sono dubbi che i termosifoni in ghisa possano coesistere con caldaia a condensazione.

Però mi chiedo dal punto di vista di efficacia energetica quale delle due proposte è la migliore: ovvero se avendo un impianto termosifoni misti (conservare quelli in ghisa ed aggiungere altri in alluminio/acciaio) si avrebbe lo stesso rendimento energetico (rispetto ad avere tutti termosifoni in alluminio/acciaio) fermo restando di avere una caldaia a condensazione 

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Ma qui si usano parole come resa, rendimento in libertà, parlo in generale intendiamoci, già per misurare solo questi due termini servono strumenti da laboratorio di chimica e fisica che non si trovano nei Briko, detto questo ragioniamo come facevano i nostri nonni ignoranti in materia, se facevano pesanti e scomodi termosifoni in ghisa sapevano che il suo peso garantiva un volano termico eccezionale, nulla vieta ad unire una caldaia a condensazione, che comunque anche ad alta temperatura recupera qualcosa rispetto ad una normale (e in tutti i modi ormai si possono montare praticamente solo quelle), con termosifoni in ghisa e se serve quelli in acciaio o alluminio che si scaldano immediatamente, io lascerei stare resa è rendimenti, il risparmio si fa solo tenendo spento come faccio io la caldaia e vestendomi come un uomo della steppa.

Link to comment
Share on other sites

la caldaia a condensazione va bene anche a 70 e più gradi, l'unica cosa è che a bassa temperatura rende di più potendo sfruttare appunto la condensazione che avviene con l'acqua di ritorno dai 55° in giù mi pare.

 

tu puoi benissimo lasciare i termosifoni attuali e usare una condensazione, il secondo idraulico consiglia di aumentare i termosifoni proprio per poter lavorare a temperature minori..

termosifoni più grandi rendono a 60 gradi quello che attualmente renderebbero a 70 (ipotizzo)  quindi la caldaia potrebbe condesare di più e più spesso .. soprattutto se si usa la sonda climatica che varia la temperatura di mandata.

 

poi la differenza tra ghisa e alluminio è solo di volano termico.. quelli in ghisa impiegano un po' più tempo a cominciare a rendere calore ma poi lo fanno per molto tempo dopo lo spegnimento. Quindi si tratta solo di programmare diversamente le accensioni.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Se necessiti di una temperatura di mandata di 70 gradi consumerà gas pur essendo una  condensazione, sia elettricità se tu avessi una PDC..   Discorso diverso con una mandata a 35 gradi per un radiante indistintamente dal tipo di generatore.. Spesso sento parlare di termosifoni a bassa temperatura forse avranno un numero maggiore di elementi 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...