Jump to content
PLC Forum


Protezione pompa sommersa e segnalazione guasti


alpha1750
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, volevo mettere ordine in un piccolo vano esterno dove nel corso degli anni sono stati installati tanti quadretti elettrici per diversi scopi (cancello automatico, illuminazione esterna, irrigazione e una pompa per acque nere). L'idea era quella di unificarli in un unico quadro sia per una questione di ordine che di sicurezza, essendo alcuni di questi utilizzatori provvisti di sola protezione magnetotermica e non differenziale. 

In particolare, volevo soffermarmi sulla protezione per la pompa, di cui purtroppo non conosco i dati di targa, come potete vedere in foto ha un "salvamotore" (chiedo scusa se non è il termine corretto) tarato su circa 12A e a valle un interruttore puramente termico da 7A.

C'è un motivo di questa scelta? Effettivamente quando rimase bloccata tempo fa per un corpo estraneo fu solamente il piccolo interruttore da 7A a scattare, come mai non è stato usato direttamente un salvamotore di taglia più piccola?

 

Volendo implementare un sistema che segnali se interviene qualche protezione, quale potrebbe essere il sistema migliore? Io avevo pensato a 2 opzioni:

  • Un contatto ausiliario NC sul salvamotore (che comporterebbe sostituirlo con uno regolabile su 7A eliminando il piccolo termico a valle)
  • Lasciare tutto così com'è e installare in parallelo alla pompa un relè monostabile con contatto NC (l'unica cosa che mi fa storcere il naso è lasciarlo alimentato 24/7, anche se previsto per lo scopo)

 

Cosa mi suggerite? Avete ulteriori consigli? Resto a disposizione nel caso aveste bisogno di uno schema più dettagliato o di altre informazioni.

Grazie in anticipo

20220823_123052.jpg

20220823_123102.jpg

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini
29 minuti fa, alpha1750 ha scritto:

n particolare, volevo soffermarmi sulla protezione per la pompa, di cui purtroppo non conosco i dati di targa, come potete vedere in foto ha un "salvamotore" (chiedo scusa se non è il termine corretto) tarato su circa 12A e a valle un interruttore puramente termico da 7A.

 

In pratica sono 2 interruttori termici posti in serie tra loro.

Il fatto singolare è che la termica "salvamotore," così come è messa e tarata, non interverrà mai! Infatti nel momento in cui si è bloccata la girante della pompa è intervenuta la termica  a monte.

 

Se vuoi fare le cose per bene devi tarare la termica "salvamotore" al valore della corrente  di targa della pompa.

A monte puoi mettere un interruttore magneto termico, con corrente termica decisamente maggiore del valore della termica salvamotore. Ovviamente la linea elettrica di alimentazione della pompa dovrà avere una sezione congrua con il valore della termica generale.

La termica salvamotore la scegli dotata di un contatto ausiliario che puoi usare come segnalazione di guasto.

Link to comment
Share on other sites

Evitando di tirare su la pompa per conoscerne i dati sarebbe accettabile sostituire il salvamotore con uno che sia tarabile su 7A? ("fidandomi" del valore della protezione termica scelta in precedenza) Quello presente ha come range 11-16A quindi non andrebbe bene.

 

Per quanto riguarda le sezioni pensavo di usare una linea da 2.5mm² dal magnetotermico da 16A fino al salvamotore, successivamente 1.5mm² verso condensatore e pompa, come già presente ora. Corretto?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
7 ore fa, alpha1750 ha scritto:

Evitando di tirare su la pompa per conoscerne i dati sarebbe accettabile sostituire il salvamotore con uno che sia tarabile su 7A? ("fidandomi" del valore della protezione termica scelta in precedenza) Quello presente ha come range 11-16A quindi non andrebbe bene.

 

No.

 

Se non conosci la corrente di targa o, almeno, la potenza del motore ogni protezione che metti è arbitraria.

Può essere sovra dimensionata, quindi inutile; oppure sottodimensionata quindi non sfrutti adeguatamente le potenzialità della pompa.

 

Puoi mettere un magneto termico da 7 A alla partenza della linea che aimenta la pompa, fidandoti del fatto che, in caso di blocco della girante, l'intervento della termica da 7A ha già salvato il motore.

Quindi se hai già una termica da 7A e a monte un magneto termico da 16A, lascia le cose come stanno.

 

Oppure puoi sostituire la termica da 7A con una coppia di fusibili da 7A del tipo "accompagnamento motore" ovvero del tipo gM, così proteggi anche contro i corto circuito anche se, con un magneto termico a monte, è pleonastico.

 

Però, ripeto, è un lavoro fatto un po' "alla pene di molosso" perchè non ci sono basi tecniche sul dimensionamento.

 

In teoria se il motore fosse da 1kW quei 7A potrebbero essere corretti.

 

 

7 ore fa, alpha1750 ha scritto:

Per quanto riguarda le sezioni pensavo di usare una linea da 2.5mm² dal magnetotermico da 16A fino al salvamotore, successivamente 1.5mm² verso condensatore e pompa, come già presente ora. Corretto?

 

Direi che vabene così

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per la spiegazione esaustiva, penso che a questo punto lascerò tutto così com'è.

Per segnalare eventuali guasti mi rimarrebbe l'opzione del relè con contatto NC, se non è troppo arronzata come soluzione.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
1 ora fa, alpha1750 ha scritto:

Per segnalare eventuali guasti mi rimarrebbe l'opzione del relè con contatto NC, se non è troppo arronzata come soluzione.

No va bene.

Rimuovi la termica salvamotore da 11A che è inutile.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...