Jump to content
PLC Forum


problemi con scheda tapis roulant


andrea-1976
 Share

Recommended Posts

andrea-1976
1 ora fa, NovellinoXX ha scritto:

Si, e' valido come test. Se non hai un alimentatore puoi anche usare il tester impostato su misure di bassa resistenza. Con il tester collegato stabilmente fai girare a mano mooooolto lentamente il motore e vedi se ci sono grosse variazioni nella misura.

grazie proverò,userò il tester per monitorare il voltaggio mentre l'amperometro analogico  è incorporato dell'alimentatore il quale arriva a 8 ampere 12/24 V.

per capire poi se l'assorbimento è anomalo o eccessivo, che calcolo posso fare in proporzione a quando lavora a voltaggi più alti?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 74
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • andrea-1976

    35

  • Livio Orsini

    28

  • 3kek1

    8

  • max.bocca

    2

Top Posters In This Topic

Posted Images

andrea-1976
Posted (edited)
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Chiedo umilmente scusa, non avevo osservato la foto.😕

 

Allora questo è sicuramente un motore a magneti permanenti, con 4A di corrente nominale, con circa 2.3Nm di coppia. La costante kc vale 1,73A/Nm.

Non è un motore con molta coppia.

 

Ho seguito un po' il video. Sembrerebbero prove fatte abbastanza decentemente, però i risultati ottenuti, a mio avviso, sono molto influenzati dalla capacità ed esperienza di chi esegue il test.

Tu avevi già nbotato che il tuo motore fa un rumore come  "di sassolini", quindi sicuramente quel motore ha necessità di essere revisionato, però non credo sia lui la causa della moria del mosfet.

Il problema è che, se non hai strumentazione adeguata, è un po' difficile verificare che il drive funzioni come si deve.

Non so se hai letto la mia lunga risposta sul perchè io sconsiglio di sostituire componenti a tappato sperando che così facendo si "becchi" anche la causa del guasto.

Ora la palla torna a te, sei tu che devi decidere come procedere.

Il mio aprere è: fai revisionare il motore da un'officna seria e attrezzata; stesso discorso per la scheda di controllo, rivolgiti ad un laboratorio serio. Forse il problema principale è individuare officina e laborario serio.😀

 

Altro problema.

Il tappeto è rimasto inattivo per 20 anni, quindi necessita di un'accurata revisone di tutta la meccanica.

 

non accetto scuse,devo solo ringraziare del vostro appoggio

si ho letto gli interventi sulla statistica,ma mi piacerebbe arrivarci da solo ed individuare la causa

circa due anni fà ho già fatto riparare la scheda e mi è stato sostituito un ponte raddrizzatore un condensatore e  il circuito integrato come cerchiato in rosso su foto

ora vorrei prima constatare se il carico ha problemi di assorbimento oppure di corto

 

fot.jpg

Edited by andrea-1976
Link to comment
Share on other sites

Mi sa che certi Mio.cugino.sono.piu bravi di te Livio Orsini, e poi questa moda di denigrare i cugini come se fossero tutti dei buoni a nulla denota un certo snobismo della serie Sono solo io con la Laurea in tasca che so aiutarti, lascia stare gli altri, come se fosse che per fare il riparatore occorra una Laurea, cioè uno studia cosi sodo per fare magari poi la spesa all' MD tutti i giorni, quindi poi viene fuori che ci vuole pure quella in statistica, non basta la semplice esperienza per capire cosa si guasta di piu in certi casi, adesso chiamiamo direttamente il progettista della Technogym,  questo magari per un rullo da 150 / 200 euro usato (??) bah.. comunque non prendo mai sul serio i messaggi tuoi, il mio consiglio l'ho gia dato, adesso vediamo se serve..

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Posted (edited)
1 ora fa, 3kek1 ha scritto:

Mi sa che certi Mio.cugino.sono.piu bravi di te Livio Orsini, e poi questa moda di denigrare i cugini come se fossero tutti dei buoni a nulla denota un certo snobismo della serie Sono solo io con la Laurea in tasca che so aiutarti, lascia stare gli altri, come se fosse che per fare il riparatore occorra una Laurea, cioè uno studia cosi sodo per fare magari poi la spesa all' MD tutti i giorni, quindi poi viene fuori che ci vuole pure quella in statistica, non basta la semplice esperienza per capire cosa si guasta di piu in certi casi, adesso chiamiamo direttamente il progettista della Technogym,  questo magari per un rullo da 150 / 200 euro usato (??) bah.. comunque non prendo mai sul serio i messaggi tuoi, il mio consiglio l'ho gia dato, adesso vediamo se serve..

grazie  anche a te,è un pò che mi voglio acquistare un capacimetro poi magari ad uno ad uno li controllerò che non guasta mai

comunque si è una scheda con tutti componenti cinesi di bassa qualità, come tutto il resto penso ormai

Edited by andrea-1976
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
17 ore fa, 3kek1 ha scritto:

Mi sa che certi Mio.cugino.sono.piu bravi di te Livio Orsini, e

 

pensa quello che vuoi, non ho certo bisogno di dimostrere alcunchè, io

Ora però basta perchè la cosa, ioltre ad essere OT, diventa anche stucchevole.

Su questo argomento, se dovessi intervenire ancora, lo farei da moderatore.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Posted (edited)
Il 1/4/2024 alle 11:54 , Livio Orsini ha scritto:

 

Chiedo umilmente scusa, non avevo osservato la foto.😕

 

Allora questo è sicuramente un motore a magneti permanenti, con 4A di corrente nominale, con circa 2.3Nm di coppia. La costante kc vale 1,73A/Nm.

Non è un motore con molta coppia.

 

Ho seguito un po' il video. Sembrerebbero prove fatte abbastanza decentemente, però i risultati ottenuti, a mio avviso, sono molto influenzati dalla capacità ed esperienza di chi esegue il test.

Tu avevi già nbotato che il tuo motore fa un rumore come  "di sassolini", quindi sicuramente quel motore ha necessità di essere revisionato, però non credo sia lui la causa della moria del mosfet.

Il problema è che, se non hai strumentazione adeguata, è un po' difficile verificare che il drive funzioni come si deve.

Non so se hai letto la mia lunga risposta sul perchè io sconsiglio di sostituire componenti a tappato sperando che così facendo si "becchi" anche la causa del guasto.

Ora la palla torna a te, sei tu che devi decidere come procedere.

Il mio aprere è: fai revisionare il motore da un'officna seria e attrezzata; stesso discorso per la scheda di controllo, rivolgiti ad un laboratorio serio. Forse il problema principale è individuare officina e laborario serio.😀

 

Altro problema.

Il tappeto è rimasto inattivo per 20 anni, quindi necessita di un'accurata revisone di tutta la meccanica.

 

ok oggi ho testato il motore come nel video 

alimentano a 12V l'assorbimento(con puleggia bloccata) è costante di 1A a 10V,solo che in due punti assorbe 2.20A a 8,9V

alimentando a 24V in quei due punti assorbe 4,5A

non voglio immaginare i picchi che ha se alimentato a 180V💀

secondo voi mi conviene ripararlo oppure conviene cambiarlo?

Edited by andrea-1976
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
55 minuti fa, andrea-1976 ha scritto:

secondo voi mi conviene ripararlo oppure conviene cambiarlo?

 

Io ti consiglio difarlo verificare da un'officina specializzata. Se sono persone oneste di diranno loro se è conveniente la riparazione o è meglio la sostituzione.

56 minuti fa, andrea-1976 ha scritto:

alimentando a 24V in quei due punti assorbe 4,5A

 

C'è da dire che il funzionamento a rotore bloccato non è il funzionamento normale; in genere se si deve lavorare a rotore bloccato si controlla anche il limite di corrente in modo che non possa superare il valore prestabilito.

 Certo che quel valore, superiore di molto al valore di corrente nominale non è un buon segno.

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Io ti consiglio difarlo verificare da un'officina specializzata. Se sono persone oneste di diranno loro se è conveniente la riparazione o è meglio la sostituzione.

 

C'è da dire che il funzionamento a rotore bloccato non è il funzionamento normale; in genere se si deve lavorare a rotore bloccato si controlla anche il limite di corrente in modo che non possa superare il valore prestabilito.

 Certo che quel valore, superiore di molto al valore di corrente nominale non è un buon segno.

quei rumori di sassolini in verità ,rallentando quasi a bloccare la puleggia,corrispondono a dei veri e propri scatti in corrispondenza dei due punti incriminati

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, andrea-1976 ha scritto:

quei rumori di sassolini in verità ,rallentando quasi a bloccare la puleggia,corrispondono a dei veri e propri scatti in corrispondenza dei due punti incriminati

 

Forse, e sottolineo forse perchè non avendo visione diretta del motore si può solo fare ipotesi, potreppe dipendere o dai cuscinetti, o dal rotore che sfrega sullo statore.

Prova a verificare ruotando a mano lentamente il rotore, se senti dei punti duri, come se ci fosse qualche cosa che blocca il rotore.

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Posted (edited)
1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Forse, e sottolineo forse perchè non avendo visione diretta del motore si può solo fare ipotesi, potreppe dipendere o dai cuscinetti, o dal rotore che sfrega sullo statore.

Prova a verificare ruotando a mano lentamente il rotore, se senti dei punti duri, come se ci fosse qualche cosa che blocca il rotore.

Girando a mano è perfetto,ma quando incontra i due punti critici si sente una botta che aumenta la coppia per un istante e fa proprio lo stesso rumore. Lasciando poi le mani dalla puleggia,aumentando i giri diventa il rumore di sassolini.

i cuscinetti sono praticamente nuovi e regolarmente lubrificati

il motore nuovo costa dai 120 ai 150 euro circa

 

Edited by andrea-1976
Link to comment
Share on other sites

Stavo scrivendo tutto un messaggio per commentare il video ma poi hai ricordato i sassolini e ho pensato subito che non sono colpi di ostacoli ma probabilmente sono suoni elettromagnetici di scariche, se ho capito bene, ma non conosco i motori cosi, ci sono punti di rotazione dove la corrente induttiva cresce normalmente e proprio la maggior corrente fa andare in dispersione un eventuale perdita di isolamento, morale se vuoi spendere due soldi a farlo controllare da uno esperto fai pure, ma mi sa che devi cambiare motore.. oserei pure dire, vediamo se mi linciano, che ho il sospetto che il danno al motore possa derivare pure da un pilotaggio sporco della scheda (vedi discorso elettrolitici)..

Edited by 3kek1
Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
7 ore fa, Livio Orsini ha scritto:

 

 

grazie a tutti intanto

vedremo con il motore nuovo se va tutto bene vi terrò aggiornati

se dovessi nel frattempo simulare un carico simile al motore a palla,come posso fare per eludere il sensore giri che mi manderebbe in blocco l'erogazione di corrente?

Link to comment
Share on other sites

anche se riuscissi a simulare il motore come pensi di verificare la bontà della scheda? Qui si che verrebbe comodo l' oscilloscopio.. o almeno un modo per tenere sotto controllo l'ampiezza degli impulsi..

comunque sospetto che l' esrogazione della corrente è coordinata dalla posizione angolare del rotore quindi andrebbe usato un doppia traccia e sapere come funziona il meccanismo, se non hai un manuale di servizio dove vai? e va verificato pure il sensore giri (forse a reed?)..

Edited by 3kek1
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
14 ore fa, andrea-1976 ha scritto:

Girando a mano è perfetto

 

Allora,quasi certamente non è un problema meccanico.

Da quello che hai scritto,sembrerebbeche ci siano dei corto circuiti in almeno 2 avvolgimenti.

Potrebbe essere in prossimità delle lamelle del collettore, dovuto a sporcizia che fa da ponte, ma lo ritengo poco probabile, più probabile un corto negli avvolgimenti.

Puoi anche tentare di smontare il rotore, ma dubito che si possa risolvere il problema in casa.

 

Poi hai ancora il problema della scheda drive. Anche se il problemarisultasse circoscritto al mosfet, morto a causa del sovraccarico dovuto al motore, è evidente che la protezione per sovracorrente o non esiste o è inefficace. Quindi una volta riparata sarà comunque esposta a rischio guasti da sovraccarico istantaneo.

 

A questo punto sei tu che devi fare la valutazione su cosa ti è più conveniente fare:

 

11 ore fa, andrea-1976 ha scritto:

come posso fare per eludere il sensore giri che mi manderebbe in blocco l'erogazione di corrente?

 

Dipende dal tipo di trasduttore impiegato.

Se fosse una tachimetrica basta fornire alla scheda drive una tensione simile; anzi nel caso, verifica che probailmente entra su di un partitore, quindi basterebbe saltare il partitore per ridurre la tensione a pochi volt.

Se si tratta, invece, di un sensore di hall che genera uno o più impulsi a giro, devi fare un qualche cosa che simula questi impulsi. tempo addietro avevo anche pubblicato sul forum un circuito per simulare un encoder; nel caso ti posso anche mandare gli schemi.

Per il carico devi tener presente che devi far assorbire circa 2A che, se ricordo bene, è la corrente di targa del motore. Però non basta una semplice resistenza di potenza adeguata. Questi 2A li deve assorbire sia con uscita di pochi volt, sia con uscita di 180V circa che è la tensione nominale di aratura.

Poi c'è un altro problema; con un resistore la corrente, essendo l'alimentatore un chopper, avrà forma impulsiva essendo in fase con la tensione. Nel caso di un motore, fortemente induttivo, la corrente sarà integrata diventando continua con ripple sovrapposto, quindi il valore della corrente termica è maggiore.

Bisognerebbe, quindi, usare un induttore di valore appropriato, come si fa in genere nei laboratori dove si progettano chopper per motori cc.

Inoltre, se non hai un minimo di conoscenze teorico pratiche di questi dispositivi, ed un minimo di strumentazione diventa non facile essere certi di aver riparato correttamente la scheda drive, ed averla riportata allapiena funzionalità

 

Probabilmente, cercando in rete, troverai schede equivqlenti alla tua con costi dell'ordine dei 100€ o, forse, meno.

A questo punto devi valutare tu se, spendendo circa 200€ - 300€ tra motore e scheda, rimetti in ordine di marcia un attrezzo che potrebbe anche lavorare ancora tranquillamente per alcuni anni, oppure se portare il tutto in discarica.

 

10 ore fa, 3kek1 ha scritto:

comunque sospetto che l' esrogazione della corrente è coordinata dalla posizione angolare del rotore

 

Sospetti male.😃

Si tratta di un semplice motore cc a magneti permanenti, non di un brushless, quindi la corrente dipende solo dalle caratteristiche del motore e dal carico meccanico, ed è assolutamente indipendente dalla posizione del rotore.

Questo se il motore non è guasto come nel caso in oggetto.

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Non vorrei sembrare noioso, ma se quelle sono le cifre da spendere tieni presente che un mini tester cinese per condensatori, puoi cercarli come tested LCR adesso non posso essere preciso, li paghi penso sui 20 euro, direi che è d'obbligo farci un pensiero, tra l'altro è dal primo post che ho notato la colla sugli elettrolitici, che secondo me non è una tecnica di montaggio ma bensi una di infilaggio nelle parti intime (leggi obsol. programm.)

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Posted (edited)
3 ore fa, 3kek1 ha scritto:

Non vorrei sembrare noioso, ma se quelle sono le cifre da spendere tieni presente che un mini tester cinese per condensatori, puoi cercarli come tested LCR adesso non posso essere preciso, li paghi penso sui 20 euro, direi che è d'obbligo farci un pensiero, tra l'altro è dal primo post che ho notato la colla sugli elettrolitici, che secondo me non è una tecnica di montaggio ma bensi una di infilaggio nelle parti intime (leggi obsol. programm.)

Si lo comprerò sicuramente

La colla penso sia per le vibrazioni

 

Edited by andrea-1976
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
3 ore fa, andrea-1976 ha scritto:

Si lo comprerò sicuramente

La colla penso sia per le vibrazioni

 

Purtroppo mi sono dimenticato di dirti una cosa fondamentale, un po' anche perchè son sempre stato abituato a lavorare con apparati industriali di qualità buona.

 

La tensione di rete di 230V dopo esser stata raddrizzata e livellata raggiunge un valore di circa 320V.

Al motore, quindi, arriveranno impulsi di tensione di 320V, con elevato dv/dt; è vero che il valore efficace, in relazione al duty cycle, sarà molto più basso però, come ti ho scritto in precendenza, sul motore vedrai impulsi di tensione di 320V mentre la corrente, se la frequenza portante è abbastanza elevata, e l'induttanza di armatura suffciente, è quasi continua.

Però ai fini dell'isolamento quello che conta sono i picchi di tensione. Quindi è probabile, se non certo, che quei punti in cui hai maggior assorbimento, corrispondano ada vvolgimenti in cui l'isolante ha ceduto e cominciano a scaricare.

 

Quindi se sostituisci il motore, acquista un motore di buona qualità, altrimenti rischi di ritrovarti presto in condizioni simili.

Nella prima metà degli anni '90, ci fu una moria di motori asincroni alimentati da inverter. Era successo che, nella corsa al risparmio, si usavano motori prodotti in est Europa, con l'isolante degli avvolgimenti di qualità al limite della decenza. Anche se i picchi di tensione erano comunque pari al valore di picco della sinusoide, l'elevato dv/dt degradava l'isolante e, pian piano, si avevano scariche negli avolgimenti.

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Il 5/4/2024 alle 16:20 , Livio Orsini ha scritto:

 

Purtroppo mi sono dimenticato di dirti una cosa fondamentale, un po' anche perchè son sempre stato abituato a lavorare con apparati industriali di qualità buona.

 

La tensione di rete di 230V dopo esser stata raddrizzata e livellata raggiunge un valore di circa 320V.

Al motore, quindi, arriveranno impulsi di tensione di 320V, con elevato dv/dt; è vero che il valore efficace, in relazione al duty cycle, sarà molto più basso però, come ti ho scritto in precendenza, sul motore vedrai impulsi di tensione di 320V mentre la corrente, se la frequenza portante è abbastanza elevata, e l'induttanza di armatura suffciente, è quasi continua.

Però ai fini dell'isolamento quello che conta sono i picchi di tensione. Quindi è probabile, se non certo, che quei punti in cui hai maggior assorbimento, corrispondano ada vvolgimenti in cui l'isolante ha ceduto e cominciano a scaricare.

 

Quindi se sostituisci il motore, acquista un motore di buona qualità, altrimenti rischi di ritrovarti presto in condizioni simili.

Nella prima metà degli anni '90, ci fu una moria di motori asincroni alimentati da inverter. Era successo che, nella corsa al risparmio, si usavano motori prodotti in est Europa, con l'isolante degli avvolgimenti di qualità al limite della decenza. Anche se i picchi di tensione erano comunque pari al valore di picco della sinusoide, l'elevato dv/dt degradava l'isolante e, pian piano, si avevano scariche negli avolgimenti.

grazie dei consigli

potrei anche valutare il riavvolgimento e isolamento da uno bravo?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
5 minuti fa, andrea-1976 ha scritto:

potrei anche valutare il riavvolgimento e isolamento da uno bravo?

 

Se trovi un'officina di riparazione motori affidabile, portagli il motore, spiega come è alimentato e chiedi un preventivo ed anche un consiglio a loro.

In che zona vivi?

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
Il 6/4/2024 alle 16:37 , Livio Orsini ha scritto:

 

Se trovi un'officina di riparazione motori affidabile, portagli il motore, spiega come è alimentato e chiedi un preventivo ed anche un consiglio a loro.

In che zona vivi?

Sono di padova

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
10 ore fa, andrea-1976 ha scritto:

Sono di padova

 

Spiacente, ma li non conosco nessuno a cui potresti rivilgerti, però ritengo che in zona ci siano almeno alcune officine soecializzate.

Link to comment
Share on other sites

max.bocca

Onestamente avevo cercato un motore simile al tuo e nuovo come ricambio costa sui 90€ meno che una riparazione, cercalo in rete e lo trovi completo di ruota fonica per pick-up o foto accoppiatore ottico

Link to comment
Share on other sites

andrea-1976
13 ore fa, max.bocca ha scritto:

Onestamente avevo cercato un motore simile al tuo e nuovo come ricambio costa sui 90€ meno che una riparazione, cercalo in rete e lo trovi completo di ruota fonica per pick-up o foto accoppiatore ottico

ho cercato ma meno di 150 non trovo...😌

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...