Jump to content
PLC Forum


Acquisto nuova lavatrice


fides
 Share

Recommended Posts

Buonasera, sono tornato nel forum dopo un lungo periodo di assenza in quanto ho urgente bisogno di dritte per l'acquisto di una nuova lavatrice, in quanto la mia candy CTD 1466 sta palesando il suo arrivo al capolinea (è durata fin troppo per essere una lavatrice di nuova generazione, visto che è del 2006): dalla parte opposta al gruppo filtrante, fuoriesce una modica quantità di acqua durante il caricamento, mi viene da pensare che la vasca non sia più integra (il treno cuscinetti è stato sostituito circa 4 anni fa, così come gli ammortizzatori), anche se devo ancora consultare un tecnico; sta di fatto che, per l'appunto, voglio giocare un po' d'anticipo e vedere le opzioni disponibili. Vi dico che il budget non deve superare (per ora) i 1300 euro, una lavatrice a carica dall'alto sarebbe l'ideale, ma la cosa sicura è che l'unico marchio su cui ho intenzione di investire sia Mìele; so che dal 2010 in poi, le carica dall'alto montano vasche in materiale plastico, per lo meno, questo è quello che il maestro CandyBimatic e altri hanno detto e, come ben si può immaginare, le vasche in plastica non vanno a genio ai più. Vi ringrazio in anticipo per i vostri consigli

Link to comment
Share on other sites


Miele credo abbia tolto le carica dall'alto dal listino, in effetti non le vedo più neanche sul sito tedesco.

E aggiungo che hanno fatto bene: ma si può pagare dai 1500 ai 2000 euro per una lavatrice con vasca in plastica e cuscinetti non sostituibili??? Ho letto varie storie in rete di chi l'ha buttata dopo qualche anno.

Se vuoi qualità, ti consiglio Asko a carica frontale, miele a carica frontale (solo i modelli con vasca inox) oppure Electrolux a carica dall'alto per risparmiare e avere qualcosa comunque ben fatto e riparabile (l'unico mio dubbio qui è il discorso della centrifuga, non ho capito bene se le Electrolux a carica dall'alto fanno o meno la centrifuga a intervalli come le slim frontali, e per me è importante perché non amo stirare e preferisco stendere bene i capi evitando il ferro da stiro).

 

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, puma87 ha scritto:

ma si può pagare dai 1500 ai 2000 euro per una lavatrice con vasca in plastica e cuscinetti non sostituibili??? Ho letto varie storie in rete di chi l'ha buttata dopo qualche anno.

 

Un caro amico ha fatto la stessa scelta. Le loro cariche dall'alto non erano all'altezza del brand e del prezzo richiesto.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, puma87 ha scritto:

.

Se vuoi qualità, ti consiglio Asko a carica frontale, miele a carica frontale (solo i modelli con vasca inox) oppure Electrolux a carica dall'alto per risparmiare e avere qualcosa comunque ben fatto e riparabile (l'unico mio dubbio qui è il discorso della centrifuga, non ho capito bene se le Electrolux a carica dall'alto fanno o meno la centrifuga a intervalli come le slim frontali, e per me è importante perché non amo stirare e preferisco stendere bene i capi evitando il ferro da stiro).

Non ci credo, non ditemi che pure alcune miele frontali hanno la vasca in plastica... Aggiungo che mi ero dimenticato di precisare che, qualora facilmente reperibile, sono disposto ad attingere anche dall'usato; asko dovrei vedere, mi sembra che gli elettrodomestici di quel marchio facciano partire almeno un rene del potenziale acquirente 

1 ora fa, Ciccio 27 ha scritto:

Magari hai solo il soffietto da cambiare, e vai avanti felice ancora per un bel po'. 😉

Farò dare un occhiata al tecnico, purtroppo io sono un semplice appassionato e, dato che la lavatrice è situata in una piccola veranda, si farebbe fatica anche a lavorare 

Link to comment
Share on other sites

Si, le miele modello base hanno la vasca in plastica, che loro chiamano Glaronk.

Ovviamente se hai solo un piccolo problema risolvibile, ripara la Candy 😉

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, fides ha scritto:

mi sembra che gli elettrodomestici di quel marchio facciano partire almeno un rene del potenziale acquirente 

 

il modello entry lo si trova sui 800-900 in rete, meno di Miele quasi.

Edited by Ganimede77
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Ganimede77 ha scritto:

 

il modello entry lo si trova sui 800-900 in rete, meno di Miele quasi.

Buono a sapersi, per ora, l'unica noia è la capacità di carico minima forse eccessiva (8kg) ma su questo posso sorvolare senza problemi

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, fides ha scritto:

Buono a sapersi, per ora, l'unica noia è la capacità di carico minima forse eccessiva (8kg) ma su questo posso sorvolare senza problemi


i cesti di Asko, venduti in Italia per il mercato consumer, sono da 60 o 80 litri.

Quindi capacità reale è di 6 kg per quelle vendute da 8 e 9 e di 8 kg per quelle vendute da 10, 11 e 12. Vale anche per Asko: si allunga il tempo del programma per poter dichiarare una capacità superiore a quella nominale del cesto ed incrementare la classe energetica.

Edited by Ganimede77
Link to comment
Share on other sites

Quote

E aggiungo che hanno fatto bene

Infatti: oltretutto avevano ancora i cestelli da 48 litri che sulle cariche frontati sono stati sostituiti con quelli da 54 da quasi 15 anni!

 

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

buonasera a tutti, il tecnico è passato e ha detto che per vedere dove sta il problema, bisogna smontare completamente la carrozzeria della macchina, giacchè i pannelli sono in realtà un tutt'uno; morale della favola, solo per questo ha preventivato una piotta e già gliene ho dovuti sganciare 40 per la trasferta

Link to comment
Share on other sites

Falso, il fianco sinistro si apre facilmente, e puoi farlo da te con un giravite.

Conta su di noi, ti possiamo aiutare: una volta che levi il coperchio la puoi avviare ed iniziare ad esplorare.

Ma prima di tutto puoi passare con un dito lungo tutto il soffietto, specialmente le pieghe, per scoprire eventuali tagli non improbabili.

Fosse quello, basta levare la cornice più interna, poi sotto sviti le viti della seconda cornice (se ricordo bene, ma si intuisce) per staccare la guarnizione, e dal fianco levato stacchi la fascetta che tiene la guarnizione fissata alla vasca.

Link to comment
Share on other sites

per chi non conoscesse il modello della mia lavatrice, si tratta della tipologia per cui il Sig. Corso impazzisce, ovvero, una carica dall'alto... mentre per chi non conoscesse me, comunico a tutti che io sono la rappresentazione umana dell'incapacità nel lavoro manuale... ne approfitto per allegare foto di targhette informative di lavatrici mìele a carica frontale che ho aocchiato al mediaworld

Immagine WhatsApp 2023-12-03 ore 19.25.20_796d36e8.jpg

Immagine WhatsApp 2023-12-03 ore 19.25.20_a770d951.jpg

Immagine WhatsApp 2023-12-03 ore 19.25.21_0bd95997.jpg

Immagine WhatsApp 2023-12-03 ore 19.25.21_0de46211.jpg

Link to comment
Share on other sites

Salve a tutti, oggi sono passato da un paio di rivenditori che avevano sia Mìele che Asko (ho fatto altre foto alle targhette, che allego qualora necessarie); il primo mi ha detto che, in poche parole, Asko è un "surrogato" di Mìele, giacchè, sempre a detta sua, asko fa parte del gruppo gorenje che, a sua volta, è stato assorbito dai cinesi; quindi "l'unica cosa di rilevante nell'asko è l'assenza di guarnizione (e come la mettiamo coi contrappesi in ghisa, i 4 ammortizzatori e la vasca inox, pur essendo un modello entry), mentre le mìele sono costruite per durare 20 anni"... ho comunque notato che, per una mìele con powerwash, meno di 1300 euro non si paga

Link to comment
Share on other sites

Asko è stata in passato anche di Antonio Merloni (Ardo), ma questo non significa che il progetto non sia stracollaudato e molto valido.

La quasi spocchia di Miele sta scadendo un pochino, dato che a piccoli passi l'importatore italiano ce le sta facendo conoscere, mentre altrove sono già affermate da tempo.

C'è stato un periodo di transizione in era Gorenje con qualche pecca elettronica, poi Hisense ha corretto il tiro.

Link to comment
Share on other sites

Quote

 io sono la rappresentazione umana dell'incapacità nel lavoro manuale

Ciao, piacere di conoscerti.... tu ti  piazzi secondo.... al primo posto ci sono io  😄

Link to comment
Share on other sites

Quote

 Asko è un "surrogato" di Mìele,

Molti commessi e/ o  venditori sono assolutamente poco ferrati e spesso il loro obiettivo é piazzare una marcao un modello  invece di un'altro, per le direttive imposte dalla direzione ed eventuali incentivi se raggiungono detto obiettivo.... io quando vado a farmi in giro nei negozi di elettrodomestici (dove quando hai bisogno di un commesso non lo trovi mai e quando vuoi solo dare un'occhiata sono tutti li' e ti stanno appiccicati.... ma hanno paura che me ne esca dal negozio con una lavatrice esposta senza pagarla  ????) . Per levarmeli di torno, gli faccio domande tecniche più che basilari, come qual é la capacità del cestello se non é indicata, se la vasca é apribile, ecc, e di solito  si dileguano 😄

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, fides ha scritto:

Asko è un "surrogato" di Mìele

 

Progettualmente, proprio per nulla, due approcci differenti.

5 ore fa, bakasana ha scritto:

Per levarmeli di torno, gli faccio domande tecniche più che basilari, come qual é la capacità del cestello se non é indicata, se la vasca é apribile, ecc, e di solito  si dileguano

 

Io sfodero delle supercazzole o chiedo qualcosa di macabro o grottesco

Link to comment
Share on other sites

Vi ringrazio ma che dire, anch'io ho pensato che quel tizio mi stesse raccontando tante b**le, eppure si tratta di uno dei rivenditori più rinomati della mia città, visto che è uno della "Expert" (se posso citarlo); ho visto delle mìele da 950-1000 euro e altre che costavano anche di più, e mi è venuto da pensare che le prime, pur essendo a carica frontale, avessero la vasca in plastica; insomma, meno di 50 euro in più rispetto ad asko, non si possono spendere per portare a casa una mìele; le asko che ho preso in considerazione erano una 2086p.w/2 e l'altra una 2096, i modelli più basici, insomma... Expert, tuttavia mi ha detto di averle tutte in catalogo; secondo voi, vale la pena investire un po' di più per una asko col jetsystem?

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, fides ha scritto:

investire un po' di più per una asko col jetsystem?

 

Per me no.

3 ore fa, fides ha scritto:

ho visto delle mìele da 950-1000 euro

 

Con vasca in plastica però , asko acciaio.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

ciao a tutti, piccolo aggiornamento: mi sono recato in un negozio di elettrodomestici molto valido, fornito e famoso nella mia provincia, mi è stato fatto un preventivo per un modello credo entry della asko che, con consegna e installazione, mi sarebbe costato 1030 euro, partendo da un prezzo base di 900 euro; direi che, a sto punto, potendo anche fare a meno del jetsystem, prenderò quella e vi farò sapere

Link to comment
Share on other sites

Il 21/1/2024 alle 13:32 , fides ha scritto:

ciao a tutti, piccolo aggiornamento: mi sono recato in un negozio di elettrodomestici molto valido, fornito e famoso nella mia provincia, mi è stato fatto un preventivo per un modello credo entry della asko che, con consegna e installazione, mi sarebbe costato 1030 euro, partendo da un prezzo base di 900 euro; direi che, a sto punto, potendo anche fare a meno del jetsystem, prenderò quella e vi farò sapere

Ciao, modello? 

Comunque se prendi asko,che prima di questo forum non conoscevo,non resti deluso.io ho preso la più economica di tutte , e comunque rispetto a lavatrici dello stesso prezzo o poco meno che ho vudto in giro o funzionare da sorella ecc,si percepisce un altra qualità.  

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...