Jump to content
PLC Forum


Magnetotermico differenziale che scatta - non ne vengo a capo


Recommended Posts

Buongiorno a tutti, cerco suggerimenti da chi abbia più esperienza di me perché sono senza luce da 2 giorni.

 

Antefatto: due sere fa decido di fare una semplice modifica al mio impianto. La luce in cucina veniva accesa da due punti e, avendo necessità di usare un frutto in uno dei due punti, considerato che la cucina non sia 200mq, ho deciso di accendere solo la luce dal punto di fianco alla porta d’ingresso, piu’ che comodo. Mi accingo pertanto ad eliminare la deviata per usare uno dei deviatori come interruttore. Guarda caso nella scatola che avrei usato per accendere la luce l’elettricista, a suo tempo, aveva lasciato una fase morta e nastrata (vabbe’… lasciamo perdere). Stacco i cavi di deviata dai deviatori, elimino quello che non serviva più e collego questa fase non utilizzata all’ingresso di quello che volevo mantenere. Esco poi dal medesimo con il cavo che va al lampadario. Vado a riarmare il magnetotermico delle luci e non appena lo faccio scatta il differenziale magnetotermico della zona piano terra che fa da “generale di zona”.

Pensando di non aver ragionato correttamente torno sull’impianto e stacco tutto. Pertanto mi trovo con tutti i cavi a cui avevo messo mano volanti e protetti con morsetti. In teoria quella parte di impianto, anche volendo pensare ad un corto, non e’ piu’ sotto tensione.

Riarmo e ri-scatta.

Nelle ore successive ho tolto tutte le lampadine, aperto tutti gli interruttori fino a entrare nella scatola di derivazione principale, individuare il fascio di fasi che serve la sezione “luci” del piano terra e staccarli tutti (di fatto togliendo tensione all’impianto luci del piano per poi procedere a collegare insieme di nuovo le fasi del fascio una per una). 
Anche con tutte le fasi scollegate dal fascio al riarmo il generale di zona scatta. Come puo’ scattare se non passa corrente avendo aperto il fascio nella scatola principale? Di fatto a valle del magnetotermico luci che fa saltare il generale ci sono solo una fase e un neutro che vanno a due metri di distanza nella scatola di derivazione in cui alimentano i due fasci da cui parte il relativo impianto che va ai lampadari. 
Nonne vengo a capo, e’ tutto piuttosto elementare in teoria ma non riesco ad individuare la causa del problema.

 

avete idee?

grazie

Link to comment
Share on other sites


Stefano Dalmo

Stacca i due cavi da sotto il magnetotermico del piano e vedi se salta lo stesso . 

Se salta pure senza cavi è fregato il magnetotermico. 

Altrimenti controlla i cavi tra magnetotermico e cassetta di derivazione 

Link to comment
Share on other sites

Ho provato ad aprire il fascio dei neutri relativi a quella zona. Con i neutri staccati non saltava più, armando.

Ricollegati i neutri uno a uno e alla fine sono arrivato ad individuare il neutro che, inserito nel fascio, fa saltare il magnetotermico (o meglio, il differenziale magnetotermico che presidia la zona a monte del magnetotermico delle luci piano terra quando quest’ultimo viene armato)

Ora ho grossi problemi a capire dove va quel cavo neutro per cercare il punto preciso che innesca il tutto perché, ovviamente, malgrado l’impianto sia nuovo di zecca, il corrugato è stato riempito all’inverosimile e non si muove più nulla al suo interno (io mi chiedo per quale motivo, con carta bianca sulle spese, ci si riduca ad infilare 8 cavi in un corrugato del diametro più piccolo).

Quello che non capisco è come mai con il fascio delle fasi di quella zona tutto aperto e separato il magnetotermico saltasse comunque, dato che la tensione dovrebbe arrivare dalla fase, non dal neutro. Se io separo tutte le fasi di quel fascio e armo il magnetotermico il tutto dovrebbe fermarsi al tratto dal medesimo al fascio, dove poi si collegano le altre fasi dell’impianto. Se il fascio e’ sciolto non capisco perché salti, dato che “l’anello” con i relativi neutri non si chiude e nessun “segnale” dovrebbe poter arrivare al quadro elettrico per dire “stacca”

Link to comment
Share on other sites

ilsolitario

Non riesci a capire se quel neutro va ad un corrugato che sale, che passa dal pavimento? Potresti anche aver incrociato un neutro circuito luci con un neutro prese 

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, lusco25 ha scritto:

Vado a riarmare il magnetotermico delle luci e non appena lo faccio scatta il

differenziale magnetotermico della zona piano terra che fa da “generale di zona”.

 Hai fatto la controprova con tutti gli altri MagnetoTermici OFF ?

( In seguito a gruppi e varie combinazioni ) 

- Forse interviene per Somma di Dispersioni o altri Sbilanci di Corrente . 

Staccherei anche tutti gli Elettrodomestici.. 

 Sicuro che hai lavorato sulla Fase?

- È capitato che la Polarità fosse al contrario e la Fase arrivasse sul Blu che restava prolungato

- Oppure una Presa rimasta inutilizzata pesca Fase sotto un Differenziale e Neutro sotto un

altro e solo ora è stato inserito un Carico  . 

 Misurerei lo Sbilancio di Corrente sotto i vari MagnetoTermici 

Per ridurre lo Sbilancio presente e riuscire ad ispezionare con la Pinza, può essere utile una

Lampadina Led da 2W in serie sulla Fase in uscita dal Magnetotermico  . 

 - 

Buona serata ! 

 

 

 

Edited by Maurizio Colombi
Eliminati caratteri speciali inutili.
Link to comment
Share on other sites

Maurizio Colombi

Hai fatto confusione con le linee, non si spiega in altro modo.

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Maurizio Colombi ha scritto:

Hai fatto confusione con le linee, non si spiega in altro modo.

Riemergo da un pomeriggio di smadonnamenti. Non posso aver fatto confusione con le linee perché non ho fatto praticamente nulla. Ho scollegato due deviatori e uno di questi l’ho poi collegato ad una fase “volante” che qualcuno aveva lasciato nella scatola 503. Successivamente ho scollegato quest’ultima fase e non ho toccato altro. Nel pomeriggio ho fatto il test aprendo il fascio dei neutri luce piano terra per poi rimetterli insieme uno ad uno fino a trovare quello che faceva saltare il quadro. Ho poi passato il pomeriggio a cercare di capire cosa servisse quel neutro e ho scoperto alla decima 503 aperta che fosse collegato ad una applique esterna vecchia. Tirata giu’ quest’ultima muovo i tre cavi e vedo che, contestualmente, si muove un po’ anche un tassello che teneva su l’applique. In sostanza in un momento imprecisato (ci sono stati lavori tre volte negli ultimi 15 anni, l’ultima volta due anni fa) qualcuno aveva bucato il muro per mettere nuovi tasselli (i vecchi non tenevano piu’, probabilmente) e aveva forato il corrugato. Dopodiché, non avendo una vite abbastanza lunga ne avevano recuperata una da legno da 10cm con la quale, probabilmente, hanno forato il tassello, il corrugato e (ipotizzo) spelato il neutro in questione. Se, per qualche motivo, questo neutro e’ andato a contatto con la vite nel punto spelato, potrebbe essere stata la causa di tutto (e, incredibilmente, mentre io facevo la mia semplice operazione).

Purtroppo non posso che fare ipotesi perché i cavi sono in un corrugato interrotto in cui non passa la sonda, pertanto sara’ ben difficile sostituirli. In ogni caso da quando ho eliminato quel neutro dal fascio in cui era inserito nulla scatta piu’. Resta da capire, con le mie competenze limitate in materia, perché scattasse il magnetotermico differenziale dal momento che, non essendo collegata la fase a quel punto luce, non ci sarebbe dovuto essere passaggio di tensione sui cavi e relativo “segnale” al differenziale di scattare.

Link to comment
Share on other sites

Maurizio Colombi
19 minuti fa, lusco25 ha scritto:

perché scattasse il magnetotermico differenziale dal momento che, non essendo collegata la fase a quel punto luce,

Ma c'era collegato il neutro... ed anche il neutro, se disperde, fa intervenire il differenziale.

Spero che tu abbia risolto senza invertire fase con neutro, senza utilizzare lampadine LED di Vimar e non di BTicino e senza misurare sbilanciamenti vari con pinze milliamperometriche.

Link to comment
Share on other sites

Per ora ringrazio tutti, questo forum e’ sempre molto prezioso. Con il buio ho ripristinato quanto bastava e ho sospeso. Domani cercherò di concludere la mia indagine e di finire il lavoro. 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...