Jump to content
PLC Forum


Clima Trial Mitsubishi Consumo Standby


elenoci
 Share

Recommended Posts

Buongiorno a tutti, ho un grosso problema da quando ho comprato questa macchina... Mitsubishi trial inverter MXZ-3A54VA.

In pratica ha un assorbimento costante in standby di 70w/h anche in piena estate. Mi accorco del problema quando a fine anno incominciano ad arrivare bollette abbastanza pesanti. Questa macchina mi consuma 620kw/h anno praticamente da spenta. Allora incomincio a staccare i vari splitter pensando che fosse uno di questi ma nulla. Si azzera il consumo solamente quando li stacco tutti. Ok, essendo in garanzia chiamo assistenza che dopo 4 interventi ed avermi cambiato scheda inverter, ventola e non so quale altra cosa non mi risolve il problema. Questi 70w dovrebbero essere proprio la resistenza che serve a tenere il gas caldo per il ciclo pompa calore. Ma solo sotto 10c. Mi lasciano dicendomi che è una caratteristica della macchina e se non ne ero convinto di provare a scrivere alla mitsubishi.Ma come può essere, nei dati di consumi danno 780kw/h anno che ovviamente io non potrei mai riuscire a raggiungere. Ciao e grazie. Emanuele

Link to comment
Share on other sites


remo williams

SE è una necessità della macchina,ci puoi fare ben poico.

Dovresti staccare il generale della macchina.

Ma potresti compromettere,non di poco,il rendimento della macchina.

Altra azione,sarebbe scollegare elettricamente la resistenza.

Ma,non sò,che ne sarebbe della garanzia.Non penso che sarebbe beneaccetta,come opzione.

Link to comment
Share on other sites

Anch'io ho un Trial Mitsibishi , il mio si diffrenza dal tuo dalla sigla C:

MXZ-3C54VA con 3 split Kirigamine.

Avevo scritto a Mitsubishi per il consumo in stand by:

La risposta fu che le schede in stand by erano 4 (1 UE 3 UI ) e che il tutto assorbiva non più di 5 Watt/h.

Per quanto riguarda il preriscaldamento del compressore , il funzionamento entrava in azione sotto i 7° e che comunque non superava i 2 cicli/ora ma mai più di due cicli di 15 minuti/h con assorbimento di 60W/h .

Inoltre mi fu consigliata la seguente operazione:

"Per evitare qualunque consumo del suo climatizzatore dovrebbe mettere in OFF l’interruttore a monte dell’unità esterna che secondo il manuale di installazione,per le prescrizioni di Mitsubishi Electric ,è buona cosa prevedere in fase di installazione sia per escludere l’impianto dalla rete in caso di prolungate assenze dall’abitazione sia per proteggere l’elettronica delle unità installate da sbalzi di tensione improvvisi che possono verificarsi per svariati motivi."

Detto questo , non ho mai misurato il consumo effettivo (non saprei come fare e non ho strumenti per farlo).

Anche la differenza di sigla (io ho 3C , tu hai 3A) potrebbe influire su modifiche all'apparato elettronico.

Condivido con te il fatto che non sono dichiarati i consumi in stand by degli apparati , e questa è una cosa che dovrebbe essere citata a normativa .

Comunque vedrò lo stesso di mettere un interruttore On/Off all'alimentazione dell'UE , lo spreco non mi piace , anche se sulla falda ho un impianto FV di 3 kWp !!

Edited by redredred
Link to comment
Share on other sites

ugh....mi sta venendo un dubbio....

il mio è un panasonic inverter, forse è totalmente diverso dai vostri mistsu...però ho notato una cosa....ieri sera l'ho dovuto spegnere perchè faceva aria tiepidina ed era fastidiosa...tenete presente che io lo tengo sempre staccato dalla rete tramite magnetotermico....una volta spento ieri sera, l'ho programmato per la mattina, lo faccio accendere un'oretta verso le 7....quindi tutta la notte rimane in tensione...ebbene stamattina nonostante il gelo che è ben superiore alla sera prima, dentro ha fatto un bel tepore veramente accettabile...quindi secondo me durante la notte ha tenuto qualcosa attivo viste le temp...quindi per questa settimana di gelo che sta facendo io vi consiglio ciò che farò io....lo terrò sotto tensione...

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi con queste temperature è fondamentale per una buona resa ad impianto acceso che la macchina sia " sempre" in presenza di tensione.

Link to comment
Share on other sites

vitos....allora ho sbagliato stò periodo a tenerlo sempre staccato, io lo attacco solo quando lo uso....ma tu hai certezza di ciò per tutte le macchine, o solo per quelle molto costose, da mille euro in su??? :senzasperanza:

Link to comment
Share on other sites

dopo 3 gg guardate l'assistenza panasonic cosa mi ha risposto, circa la mia richiesta di tenere sotto tensione il clima con temp rigide....

"Grazie per aver contattato il servizio Pronto Panasonic. In merito alla Sua richiesta, per temperature intorno allo zero non necessita di prendere particolari precauzioni, essendo il prodotto studiato anche per questo utilizzo. "

:senzasperanza: che casso di risposta è???? io ho chiesto un'altra cosa!!!!! si pensano che siamo tutti colioni...che dire....

la mia domanda era un'altra... :blink:

Link to comment
Share on other sites

Xxxxbazookaxxxx

100 euro l'anno,ma nel libretto uso e manutenzione è specificato di spegnere da un'interruttore generale in caso di lunga inattività.

Link to comment
Share on other sites

se non lo usate a pompa di calore potete benissimo fargli passare l'inverno senza tensione

Se cambiate idea stando larghi dategli tensione 24 ore prima ed è ok

Link to comment
Share on other sites

Ho scritto a Mitsubishi, vediamo cosa mi risponde. Anch'io spengo da quadro ma mi rode buttare l'estate 2kw per consumo in standby.. Cavolo!! ci faccio tranquillamente una lavastoviglie e una lavatrice con 2kw!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

come ho già detto è una funzione specie nei multisplit che è presente ma spesso non ducumentata anche perchè non c'è la classica resistenza ma scaldano il compressore facendoci passare una piccola corrente attraverso gli avvolgimenti del compressore

Comunque se il clima lo usi sia in estate che in inverno quella funzione di riscaldamento è utile e in rapporto al consumo della macchina è ininfluente..se invece lo lasci sotto tensione senza mai usarlo è energia sprecata

Link to comment
Share on other sites

Ecco la risposta:

La funzione opera con una logica di controllo la quale prevede a cicli alterni la propria attivazione e disattivazione. Tale ciclo viene regolato da intervalli temporali i quali possono essere più o meno lunghi a seconda delle temperature esterne rilevate dal prodotto.

Alleghiamo alla presente la scheda tecnica che illustra i tempi di attivazione in funzione delle temperature esterne rilevate.

Durante il periodo di attivazione le confermiamo che i consumi elettrici medi oscillano tra i 34 ed i 50 watt. Per consumi intendiamo la componente elettrica attiva e quindi conteggiata dal fornitore elettrico (se nel caso ENEL).

Il prodotto durante la condizione di st-by presenta anche una componente di consumo reattiva (dovuta al circuito interno di antidisturbo ed a componenti elettroniche capacitive).

Tale valore seppur comparendo all'interno della quota di potenza apparente (la somma della potenza attiva e della potenza reattiva) non viene conteggiato ai fini dei consumi elettrici reali e quindi addebitati al cliente.

Durante l'ultimo periodo abbiamo avuto modo di chiarire questo aspetto con ENEL e di trovare conferma in merito al fatto che su forniture di contratti Residenziali la componente di potenza reattiva non viene addebitata all'utenza.

Tale componente viene presa in considerazione solo per forniture di potenza superiori ai 16,5 KW e comunque per contesti commerciali o industriali.

Ad ogni modo, la informiamo che la funzione di "pre heat" può essere disattivata in modo definitivo (modificando uno switch a bordo macchina) dietro sua espressa indicazione e presa coscienza degli eventuali possibili inconvenienti.

Ci auguriamo in questo modo di averle fornito tutti gli elementi per poter valutare in modo adeguato il fenomeno segnalato, restiamo a sua disposizione per ogni ulteirore informazione in merito e cogliamo l'occasione per porgerle i nostri più Cordiali Saluti

Nello schema si vede che sopra 21c di temperatura esterna fa un ciclo di 15min ogni 45min, sotto 15c 30min ogni 60min,

Non sono 50w ma 70w...

UN BOTTO!!!

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Pure il consumo in stand by ci si deve mettere...chissà se lo scriveranno nei cataloghi assieme agli strabilianti dati di resa, Cop e Eer :lol:

Link to comment
Share on other sites

al riguardo ieri mi è arrivata una seconda mail dalla panasonic, forse si son resi conto che la prima mail invece di una risposta era una presa per il cu*o....stavolta mi scrive il servizio tecnico e sviluppo prodotto, e mi dicono che il mio modello non ha alcun meccanismo di preriscaldo, e quindi lo posso tenere senza tensione a mia scelta....gruppo matsuscita....

io a scanso di equivoci....lo attacco il pomeriggio, tanto lo accendo la sera....la notte rimane sotto tensione perchè lo sto usando con timer per un'oretta la mattina alla 7....

saluti

Edited by panasonico
Link to comment
Share on other sites

La Mitsubishi che avevo contattato io , mi ha detto che il sistema pre-head entava in funzione dai 7° ...tu citi adirittura i 21° !!?? :blink: ...stiamo parlando di gradi centigradi o di altre scale di lettura?? :blink:

Puoi postare la tabella in modo di poterla scaricare e condividerla??

Quella della "Potenza Attiva/Reattiva" non l'ho capita !!! se c'è una richiesta di energia dalle rete non credo che il distributore non te la fa pagare.

C'è qualcuno sul forum che può spiegarmelo???

Anch'io condivido il fatto che nei dati del consumo si debba dichiarare TUTTO quello che l'apparato assorbe, anche per trasparenza!! Siamo in balia di un informazione commerciale ingannevole ,..oppure ci prendono tutti per deficienti??

Comunque resta curioso anche il fatto che le risposte siano estemporanee e diversificate a seconda da chi le scrive.....potenza

Giapponese!!! <_<

Link to comment
Share on other sites

la potenza reattiva tipicamente l'utenza domestica non l'ha mai pagata..i nuovi contatori però la misurano (a differenza dei vecchi) e sono i lampeggi della lucetta di sotto

il preriscaldo lo mettono perchè specie nei multisplit c'è molto refrigerante e se migra nel compressore poi non va bene quando il compressore parte

Comunque tornoa ripetere..se lo usate a pompa di calore...essendo il compressore in moto non preriscalda +

Se non lo usate gli togliete la tensione..e se serve la riattaccate 24 ore prima (per stare larghi)

Link to comment
Share on other sites

Erikle , quindi l'assorbimento in standBy non viene conteggiato da ENEL??

Non mi riferisco al preriscaldamento ,..quella è chiaro che è una funzione corretta e meglio se attiva!!

Link to comment
Share on other sites

la potenza attiva che consuma in stand by si paga..loro per completezza hanno detto che sempre da spento assorbe anche una componente reattiva legata all'elettronica della macchina

Ma le utenze domestiche non pagano la potenza reattiva (che è mica solo il clima a assorbirla)

Link to comment
Share on other sites

Quindi nella lettera di risposta che abbiamo letto poco sopra , Mitsubishi (l'operatore), dichiara un assorbimento sui 50W dell'apparato di preriscaldamento , ma non cita quello dello Stand-By in condizioni "normali"!!

Ho sbagliato io a capire , oppure è così??

A me l'operatore che mi aveva risposto parlava di 5Watt/h ...in stand-By , e di 70Watt/h in preriscaldamento!!

E' veramente difficile farli parlare chiaramente......ci vuole il Pentotal e un interrogatorio da questura! :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...