Jump to content
PLC Forum


Clima Trial Mitsubishi Consumo Standby


elenoci
 Share

Recommended Posts

sinceramente la risposta fornita da mitsu mi pare esauriente e tecnicamente ineccepibile. provate a fare la stessa domanda a qualche azienda concorrente penso se ne sentirebbero delle belle.

Link to comment
Share on other sites


ineccepibile che sia....vale sempre il discorso che non lo pubblicizzano, e con le leggi sull'etichette energetiche che ci sono oggi, dovrebbero esserne obbligati....o no?

Link to comment
Share on other sites

certo. ma se vogliamo parlare di caldaie da qualche parte stà scritto quanto ti consumano ad esempio le resistenze antigelo ? il mondo và così :o

Link to comment
Share on other sites

ma io non sto assolutamente dicendo che il marchio non si è comportato professionalmente, anzi...ti dico che a giugno quando acquistai il mio clima, era quello che volevo come marca, solo che non ho trovato una buona offerta...io i mitsu li ritengo addirittura superiori ai daikin....ma è una mia opinione...dico piuttosto che dovrebbero essere tutti obbligati a menzionare tutti i consumi energetici dei loro prodotti....scusate, ma per le tv lcd che ti consumano 1 watt in standby sono obbligati a scriverlo sui libretti....e un consumo di 70 w no???? lo trovo assurdo...

Link to comment
Share on other sites

anche i costruttori di clima e caldaie residenziali devono stare sotto i 3 watt in stanby al netto di cicli antigrippaggio, antigelo ecc ecc.

Edited by THE CAT
Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Avete ragione tutti, la mia era una battuta provocatoria data la mia esagerata diffidenza sul considerare una pompa di calore come unica fonte di riscaldamento, non fosse altro che il sistema richiede un'elettronica molto più complicata (penso) di una semplice caldaia, e non potrebbe essere altrimenti.

Nei vostri discori comunque qualcosa non mi torna, tipo la questione della resistenza che scalderebbe l'olio (ma se la pompa di calore in questi giorni va praticamente sempre, l'olio non dovrebbe essere sempre caldo?), e se non la usate, perchè non la spegnete con l'interruttore generale?

E ancora, cosa dovrebbe gelare per la funzione antigelo? antigelo per l'ambiente o per la macchina?

Link to comment
Share on other sites

è la famosa resistenza del carter del compressore..stesso principio e stesso motivo..è solo realizzata in modo doverso ossia non mettono fisicamente la resistenza ma ottengono lo stesso scopo facendo girare una piccola corrente negli avvolgimenti del compressore

serve per quando è a riposo per evitare la migrazione del refrigerante nell'olio..certi climatizzatori hanno una carica considerevole di refrigerante e l'olio verrebbe diluito troppo ..nei singoli split e di poetnza contenuta il quantitativo di refrigerante è minore e quindi non ci mettno quella funzione

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Ho capito ma il mio dubbio è come mai questa resistenza debba scaldare se la pompa di calore supponga vada spesso (si accende in ogni pausa tra un avvio e l'altro?), nel senso che il compressore quando si spegne rimane caldo per un po' si spera.

Capisco l'utilità, anzi andrebbero montati su tutti i compressori, ma non è che si esagera un po'?

Piuttosto quando si pensa di accendere la pompa di calore, si calcola una resistenza che in mezz'ora per esempio scalda l'olio, e si avvisa che ci vuole mezz'ora perchè parta.

Continuo a non capire bene quando è accesa.

Link to comment
Share on other sites

è accesa in base alla temperatura esterna e ovviamente quando il macchinario è in stand by..certo la cosa è subdola perchè c'è chi magari non lo accende mai a pompa di calore ma nessuno lo ha avvisato e lascia il clima sotto tensione

Se uso la tiene in funzione a pompa di calore quel riscaldamento non c'è e comunque anche se ci fosse sarebbe trascurabile rispetto al consumo della macchina

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Ah ecco così è chiaro.

E' meno chiara la frase

quel riscaldamento non c'è e comunque anche se ci fosse sarebbe trascurabile rispetto al consumo della macchina
, certo sicuramente quando il compressore pompa, ciuccia parecchi watt che confrontati a quelli assorbiti dalla resistenza li fanno apparire un inezia, però ci sono, quindi o ci sono o non ci sono, non è che ci accorgiamo dello stand by solo quando il grosso della macchina è fermo, perchè allora dovremmo ritenere ininfluente questo assorbimento.

Link to comment
Share on other sites

se il riscaldamento del carter avviene facendo circolare una bassa corrente negli avvolgimenti questa attività cessa sicuramente quando il compressore è in moto

anche le macchine con la vera resitenza nel fondo del compressore penso proprio che venga disattivata quando il compressore parte

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Si si Erikle, forse non mi sono spiegato bene, facciamo un esempio magari non reale, una lavatrice in standby, che assorbe pochi watt, mentre quando l'accendi e fai dei lavaggi la resistenza di 1000 watt scalda l'acqua per un tot di tempo.

E' ovvio che 1kw/ora fanno sembrare 2watt/ora dello standby una sciocchezza, ma tornando al nostro clima dobbiamo definire se questo consumo standby è da considerarsi "trascurabile" rispetto a quando funziona e consuma un sacco di Kw/ora, ossia se è da considerarsi un consumo globale per scaldarsi o solo una questione di puntiglio che fa esclamare al nostro amico "perchè non me l'hanno detto prima??".

Io personalmente, dato che niente ti scalda gratis, ritengo il consumo standby come necessario, e piuttosto ho riserve su tutto il resto, altri ci fanno più caso: dalla tua frase mi sembra che la pensi come me, ossia lo ritieni parte del gioco, correggimi se sbaglio.

Link to comment
Share on other sites

no non è trascurabile o meglio dipende da come uno usa il clima

Se lo usa solo a freddo in estate ma non viene staccato in inverno e il clima ha quel sistema di riscaldamento..sprecherà inutilmente energia in modo anche significativo..e spesso senza che il padrone lo sappia

Se invece chessò è il clima di un tabacchino che lo usa sempre per scaldarsi come unica fonte di riscaldamento è accettabile il consumo di tenuta al caldo del compressore

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Concordo pienamente.

Allora ci riduciamo ancora ad un problema di pubblicità, forse, che non comunica (o si?) che questo standby non è trascurabile.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi, mi hanno mandato anche il diagramma di funzionamento. Non funziona solo di inverno. Questa macchina in pratica sopra a 21c fa un ciclo di 15min ogni 45min mentre di inverno un ciclo di 30min ogni 60.La mia credo comunque abbia un problema.. Dal disegno si vede che quando spegni l'unità il ciclo riprende dopo 30min mentre nella mia è istantaneo! Spengo e dopo un minuto sono a 70W. Devo fare una prova ora mi mia moglie va via.. Spengo tutta casa e lascio il quadro solo su clima. Sono certo che dopo 30min sono sempre li a consumare. Accendo e spengo e certo stesso consumo.Allora li richiamo.

Link to comment
Share on other sites

Te l'avevo già chiesto:

Puoi postare la tabella e schede tecniche in modo di poterle scaricare o condividerle??

Mi riferisco alle tabelle che Mitsubishi ti ha mandato!! :rolleyes:

Non capisco cosa "scaldi" a 21° !! :senzasperanza:

Capisco a 7° , ma a 21° ... <_<

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena
Non capisco cosa "scaldi" a 21° !!

Capisco a 7° , ma a 21° ...

Invece è giusto, ed è per quello che andrebbe montato in tutti i compressori quesa resistenza, quando si parla di cicli frigoriferi bisogna distaccarsi dalle percezioni comuni, per cui "freddo" e "caldo" sono molto relative.

Anche d'estate posso avere migrazioni di refrigerante nel carter, per esempio se la temperatura di condensazione è di 50°C e la temperatura del carter è di 30°C, il refrigerante migra lo stesso, dato che il flusso è dal più caldo al più freddo.

Link to comment
Share on other sites

infatti non è un tenere al caldo perchè il compressore soffre il freddo..il problema è la migrazione del refrigerante che se ne torna a riposare nel punto + freddo per cui ad es di notte in casa hai 25 gradi e fuori ne hai 15 e quindi in refrigerante tende ad andare dove ci stanno 15 gradi

Non è una questione di caldo o freddo o di congelamento..tutti problemi che non esistono..la rogna è la migrazione del refrigerante nell'olio presente nel carter del compressore

C'è tipicamente nei multisplit perchè contengono molto gas refrigerante

Il refrigerante per altri motivi deve diluire l'olio del compressore per cui quando poi il compressore attacca l'olio non ha suff potere lubrificante e si forma una schiuma

Comunque ancora ieri ho tolto tensione al mio e stamatina l'ho riattaccato con un misuratore di energia e di consumo

L'assorbimento massimo che ho visto è stato di 32 watt ma c'è una continua oscillazione es 28 poi 18 poi ancora 28 poi altri momenti 18 e poi 8 watt e poi ancora anche solo 4 watt e sempre con basso fattore di potenza

Adesso lo lascio col contatorino attaccato fino a stasera e vedo il consumo totale

Link to comment
Share on other sites

Continuo a non capire , considerato che a me Mitsubishi ha risposto così: :senzasperanza:

"Per quanto riguarda il funzionamento del motore del compressore il funzionamento si inserisce per temperature al di sotto dei 7°C e la frequenza con cui si aziona è in riferimento allo scendere della temperatura aria esterna,per cui sia i tempi di funzionamento che gli intervalli tra un inserimento e l’altro dipendono da questo fattore ma mai più di due cicli di 15 minuti/h.

Durante l’attivazione vengono assorbiti circa 60Watt ."

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Quello dovrebbe essere riferito ad un fatto di densità dell'olio, per cui va tenuto fluido e sotto i 7°C è troppo denso e all'avvio rischia di non lubrificare adeguatamente i manovellismi.

L'altro discorso è quello della migrazione di refrigerante al carter che diluisce l'olio e all'avvio fa una schiuma che pure essa fatica a lubrificare il compressore.

Link to comment
Share on other sites

Frigorista modena

Direi proprio di sì, l'effetto di mal lubrificazione è lo stesso ma causa di due cose diverse che si risolvono però con lo stesso sistema, una resistenza di carter.

Link to comment
Share on other sites

Hanno ragione!! Acceso macchina in standby e consumo apparente di 70w per 30min per passare poi a 10w per altrettanti 30min. Accendo pompa di calore per 15min un solo split da 3.5kw termici con consumo di 2kw/h "mi sembra tanto". Spengo split e consumo di 10w come da schema....

Link to comment
Share on other sites

comunque il mio assorbe in pratica circa 0,8 ampèr ma a basso fattore di potenza mentre la potenza attiva oscirlla di continuo..non ho idea se è il clima o il mio contatorino dell'energia elettrica ho visto un minimo di 2 watt ma + frequentemente 16 o 17 o 18 watt altenati a 25 o 26 o 27 o 28 watt forse anche 32 o 36

Il picco segnato dal contatorino è di 44 watt ma credo che sia stato quando gli ho dato tensione

In circa 14 ore ha consumato 0,24kwh cioè circa 0,41 kwh al giorno

Link to comment
Share on other sites

Praticamente come un frigorifero, che spreco! :o

Dai miei lo stacchiamo sempre quando non è utilizzato, tant'è che quando è freddo freddo siamo intorno ai 7°C, quest'anno poi il termometro non è ancora mai andato sotto zero!

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...