Jump to content
PLC Forum


Sonda Ntc


franco67
 Share

Recommended Posts

Avrei bisogno di capire il funzionamento di una sonda ntc, qualcuno mi sà dire come posso fare per capire se funziona o meno???????? ed ancora con il tester, è possibile interpretare il giusto funzionamento di una sonda ntc????? l'altro giorno assistevo ad una discussione tra amici, e qualcuno insisteva dicendo che le sonde delle caldaie si possono testare a bordo caldaia.... vi risulta??????? è vero??????? Da cosa dipendono gli sbalzi di temperatura in una caldaia?????? è vero che la maggior parte delle volte può essere determinato dal cattivo funzionamento delle ntc?????? sarei veramente grato a chi contribuisse a darmi nidicazioi di massima.... cosa significa ntc, e ptc?????? sulle vaillant ci sono 2 sonde ntc che compito hanno??????? grazie ancora per il vostro prezioso contributo....

Link to comment
Share on other sites


le sonde ntc hanno in compito di inviare i valori di temperatura alla schede, si puo testare a bordo caldaia con il tester,gli sbalzi di temperatura non sempre sono da attribuire alla ntc i problemi di tali sbalzi sono da imputare a vari fattori

sulle vaillant ci sono 2 sonde ntc che compito hanno

le sonde ntc hanno in compito di inviare i valori di temperatura alla schede,le sonde sono due(nella tua caldaia) ma ce ne possono essere anche di piu, una posizionata all'ingresso dello scambiatore primario e una all'uscita

Edited by lellogag
Link to comment
Share on other sites

Grazie Lello apprezzo molto la tua risposta, e prendo atto anche della tua preparazione teorico/pratica, ma io mi riferisco al fatto su come fare o megio come compartarsi di fronte alle sonde ntc, alcuni colleghi sostengono nel dire, che al variare della tempratura dovrebbe variare la resistenza misurata in ohm, che col tester non sarebbe così difficile da decifrare, ma il dubbio maggiore mi viene sul fatto e su come fare per capire, alla minima temperatua che resitenza, e quinidi che valore si ha sul tester, e poi sulla massima temperatura chiaramente il valore di resistenza cambia, ,,,,,, ecco sarebbero questi i valori di riferimento, però bisognerebbe sapere il campo di lavoro cioè il range da un minimo ad un massimo, considerando che al variare della temperatura dovrebbe variare la resistenza.......comunque grazie infinitamente, se posso ritornarti d'aiuto ben lieto poterlo fare, sono un istallatore, opero prevalentemente sulle vaillant, per lo più vcw, vmw pro e plus....

Link to comment
Share on other sites

Le sonde NTC, dette anche termistori, sono componenti la cui resistenza elettrica varia a seconda della temperatura percepita. A seconda della resistenza la scheda "sa" che temperatura c'è in caldaia. Maggiore è la resistenza, minore è la temperatura (Negative Temperature Coefficient). Le sonde PTC (Positive Temperature Coefficient) funzionano invece in modo inverso, maggiore è la temperatura, maggiore è la resistenza. Sulle caldaie ho sempre visto sensori NTC. Per testarne il funzionamento bisogna avere una tabella che ci indichi quale resistenza in ohm corrisponde ad una certa temperatura, generalmente la si trova sul manuale della caldaia. Le sonde spesso e volentieri sono perfettamente identiche anche per modelli differenti di caldaie, però non è detto dunque è sempre bene avere sotto mano la tabella della caldaia nello specifico piuttosto che una tabella generica. Una volta che si ha la tabella sotto gli occhi si poggiano i due poli del tester sulla sonda e si controlla che il valore restituito sia uguale (o quantomeno simile) a quello riportato in tabella alla temperatura corrispondente. Se il test avviene con la sonda in mano la temperatura di riferimento sarà quella ambiente, se avviene a bordo caldaia con la sonda immersa nell'acqua si guarda la temperatura sul termometro a bordo caldaia. Per facilitarmi il lavoro con questo tipo di sonde http://www.ricambipercaldaie.it/images/articoli/sonde/DSCI0016l.JPG mi sono procurato il cablaggio di una vecchia caldaia da inserire nello spinotto della sonda e sull'altro capo dei cavetti ho pressato dei capicorda di giuzione come questi http://www.chipplanet.net/it/components/com_virtuemart/shop_image/product/resized/CAPICORDA_FEMM.__4d9ebb6b0d9d3_200x200.jpg in modo da poterci infilare i due spinotti del tester senza tribolare.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

Generalmente le sonde delle caldaie degli ultimi anni sono tute di tipo NTC ed hanno un valore di 10Kohm a 25 gradi centigradi tranne nelle caldaie chaffoteaux(Nectra,MC,Elexia comfort) in cui il valore è di 5Kohm a 25 gradi centigradi,ma sono sempre di tipo ntc.Sulle nuove chaffoteaux(Alixia,Pigma,Talia,etc)trovi le 10.000ohm

Le PTC le puoi trovare sulle vecchie ferroli ed hanno un valore di 1Kohm a 25 gradi,sulle nuove da dieci anni a questa parte sono anche loro di tipo ntc(10.000ohm)

Su quelle a contatto(gruppo MTS) è sconsigliato usare la pasta termica in quanto altererebbero il valore letto dalla scheda in quanto sono di tipo rapido e molto sensibili

Per testarle io le collego al tester(20 Kohm fondo scala)le riscaldo con l'asciugacapelli.se guaste non seguono un andamento lineare fino a darmi un valore resistivo infinito (termistore aperto-tester digitale da valore 1)

Presta solo attenzione a quelle della serie ariston(,class,genus)che se guaste non sempre vengono diagnosticate dall elettronica della caldaia in quanto tali termistori non vanno sempre fuori valore(valori di corto circuito o di circuito aperto),ma partono da valori già alti a temperatura ambiente(per esempio ad una temperatura di 25 gradi ti danno un valore resistivo di 4Kohm).Capirai le conseguenze.........

Dove la caldaia ti segnala la temperatura A.C.S. oppure riscaldamento in tempo reale(vedi display o barra dei led)ti puoi rendere conto se il semiconduttore sta lavorando bene o è guasto.

Link to comment
Share on other sites

sulle vaillant ci sono 2 sonde ntc che compito hanno??????? grazie ancora per il vostro prezioso contributo....

Si sulle Vaillant ci sono 2 termistori ad immersione nel circuito primario e servono a leggere la differenza di temperatura tra mandata e ritorno dello scambiatore.

Inoltre sulle camera aperta ci sono altri due termistori nella cappa fumi( svolgono la funzione di sonda fumi),quello piu' esterno misura la temperatura ambiente,l'altro rileva la temperatura dei fumi,quest ultimo puo capitare di avere uno dei reofori spezzati a causa della ossidazione dovuta dai fumi,in tal caso o sostituisci il kit fumi,oppure in un negozio di elettronica sostituisci solo il termistore,se non sbaglio dovrebbe avere un valore di 1 Kilo a 25 gradi

Link to comment
Share on other sites

  • 2 years later...
Ivan Marchionni

I termistori si possono classificare in:

  • NTC (Negative Temperature Coefficient) (resistenza che decresce con l'aumentare della temperatura);detta anche inversamente proporzionale
  • PTC (Positive Temperature Coefficient) (resistenza che cresce con l'aumentare della temperatura).detta anche direttamente proporzionale , la sonda si trova per metà a contatto con l'acqua , e per metà si trovano fili estremi con due contatti , scollegando il cavo e facendo avviare la caldaia si mette il tester con il sellettore su ohm e si misura il valore della resistenza che varia all'aumentare della temperatura il valore dev'esser compreso tra i 10 Kohm a 25 gradi centigradi tranne nelle caldaie Chaffoteaux il cui valore è di 5 Kohm a 25 gradi le PTC si possono trovare nelle vecchie ferrolì ed hanno il valore di un Kohm sulle nuove da 10 anni a questa parte anche loro sono di tipo NTC 10000 Ohm Gli sbalzi di temperatura dell'acqua non dipendono sempre da un fattore ; come il mal funzionamento della sonda NTC ma per la maggior parte dei casi nelle zone dove l'acqua sanitaria presenta molta durezza ossia un quantitativo elevato di calcare , che si deposita sulle pareti dello scambiatore sanitario per la risoluzione prevedono la sostituzione dello scambiatore stesso (sanitario) o il lavaggio chimico del circuito .
Link to comment
Share on other sites

Salve, anche io sono alle prese con la sonda fumi, della mia caldaia a pellet . Per provare il funzionamento, ho collegato il mio tester che misura in modo penoso dai kohm in su, e scaldato la sonda con un phon. Partendo da un valore di 0,05 kohm ( che gia' dovrebbe essere anomalo credo perche' troppo basso ), in teoria mi sarei aspettato un calo verso lo zero, e invece il valore e' cresciuto 0,06 , 0,07, 0,08 e cosi via. Mi pongo a questo punto la domanda, se sia guasta la sonda o la scheda della caldaia. Sarebbe giusto, a parte la resistenza troppo bassa, se la sonda fosse di tipo ptc ma in teoria dovrebbe essere ntc ( visto i soli 6 anni della mia caldaia ). Come faccio, a capire se la sonda e' ptc ?. Dovrebbe essere il kit scheda micronova i023. Un super grazie per la risposta, visto che, siamo al freddo da due giorni e che il tecnico potra' arrivare solo dal 12 gennaio. Buon anno

Link to comment
Share on other sites

  • 6 years later...
  • 4 months later...
fedeiscrizioni

Salve, scusate la domanda probabilmente "elementare": in una Beretta Idrabagno 13 esi -che monta sonda NTC- la prova del 9 della sonda da cambiare può esser fatta staccando il connettore dalla sonda (di fatto resistenza infinita = acqua fredda)?

 

Grazie in anticipo,

/F

Link to comment
Share on other sites

Alessio Menditto

Fede devi aprire una tua discussione e vedrai avrai risposte, grazie.

Link to comment
Share on other sites

  • Alessio Menditto locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...