Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
esa102108

Programmare Con Cd3 Di Microchip

Recommended Posts

esa102108

Buon giorno a tutto lo staff

Vorrei iniziare la mia discussione cercando di capire quale sia il migliore investimento attuale per realizzare un dispositivo mediante microprocessori PIC.

Ho visto in commercio questo modello che mi sembra onestamente molto conveniente perche permette di effttuare la programmazione dei vari modelli PIC della Microchip senza che siano materialmente acquistati.

E' possibile emulare il comportamento di questi componenti solo effettuanto il download del firmware di ogni singolo componente ora mi chiedo e Vi chiedo se il compilatore che mette a disposizione la microchip e una versione demo o se è idoneo per effettuare tutti i possibili esperimenti del caso e in secondo luogo quale sia il nesso che mi spinge ad utilizzare un modello a 16 o 32 bit oltre al fatto che il 32 bit sia in grado di indirizzare piu memoria.

Secondo un vostro parere faccio un investimento giusto ?

Se voglio realizzare un dispositivo in grado di pilotare un display mediante una consol wireless e allo stesso modo un dispositivo che sia in grado di interfacciarsi con il mondo GSM quale PIC devo utilizzare secondo voi ?

So che esistono dei moduli da collegare eventualmente a una demo board per effettuare questi esperimenti ma quello che mi interessa sapere è se esistono anche delle librerie in grado di poter programmare i micro per questo tipo di applicazioni e se si quali sono ?

Qualcuno di voi ha gia provato ad utilizzare questo Tools Developer della Microchip e come si trova ?

Quali i vantaggi e gli svantaggi ?

Grazie !

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nikiki

Ti riferisci forse a ICD3? (non Cd3)

permette di effttuare la programmazione dei vari modelli PIC della Microchip senza che siano materialmente acquistati.

E' possibile emulare il comportamento di questi componenti solo effettuanto il download del firmware di ogni singolo componente

Cosa intendi per emulazione? a livello software puoi emulare direttamente con MPLAB, non hai bisogno di hardware esterno (molto masochista come scelta), se vuoi emulare sulla scheda target questa deve avere il micro montato, il programmatore (in questo caso ICD3) si interfaccia con il PIC permettendo il debug "in-circuit".

Vi chiedo se il compilatore che mette a disposizione la microchip e una versione demo o se è idoneo per effettuare tutti i possibili esperimenti del caso

Se intendi il compilatore C della Hi-Tech più che un demo è una versione light, lo puoi utilizzare senza limitazioni ma è molto meno efficiente nella produzione del codice di quanto non lo sia la versione pro. Tanto per fare un esempio la verione pro produce un firmware che è praticamente la metà di quello prodotto dalla versione light, quindi in alcune situazioni ti costringe ad utilizzare un micro con una flash più grande.

Inoltre credo (per sentito dire) che ci siano differenze anche nei tempi di esecuzione, per cui se necessiti di esecuzioni molto veloci è conveniente la versione pro. Ci sono anche altri compilatori C, e altri compilatori con altri linguaggi.

in secondo luogo quale sia il nesso che mi spinge ad utilizzare un modello a 16 o 32 bit oltre al fatto che il 32 bit sia in grado di indirizzare piu memoria.

Non c'è un nesso, dipende da molti fattori che il progettista deve considerare in fase di sviluppo. Spesso la scelta di un micro non dipende dal numero di bit, ma dalla dimensione della flash e dalle periferiche che include al suo interno.

Se voglio realizzare un dispositivo in grado di pilotare un display mediante una consol wireless e allo stesso modo un dispositivo che sia in grado di interfacciarsi con il mondo GSM quale PIC devo utilizzare secondo voi ?

Pilotare un display o dialogare con un GSM non richiedono caratteristiche hardware particolari, lo potresti fare anche con un piccolissimo 8 bit.

Quello che cambia è la tua applicazione, se con il GSM devi solo inviare o ricevere SMS hai da scrivere poco codice, se invece ad esempio devi comunicare tramite una connessione internet la cosa si complica un pochino e dovrai scrivere un po' di più, specie se è un GSM nudo e crudo.

Nella produzione microchip esistono anche micro dedicati per applicazioni wireless, quindi se dovessi sviluppare te la parte wireless probabilmente ti converrebbe orientarti su questi, indipendentemente dai bit.

So che esistono dei moduli da collegare eventualmente a una demo board per effettuare questi esperimenti ma quello che mi interessa sapere è se esistono anche delle librerie in grado di poter programmare i micro per questo tipo di applicazioni e se si quali sono ?

Se usi il C trovi migliaia di librerie già pronte, ma ti serviranno a poco se non hai idea di come funzioni il tutto. Ad esempio se vuoi comunicare in rete potrai trovare la libreria con lo stack TCP/IP ma non puoi pretendere di realizzare un prodotto del genere senza avere la minima idea di cosa stia succedendo... non è così che funziona.

Qualcuno di voi ha gia provato ad utilizzare questo Tools Developer della Microchip e come si trova ?

Quali i vantaggi e gli svantaggi ?

Io ho l'ICD2 (la versione precedente) e mi sono sempre trovato bene, anche perchè dopo quello si passa al "Real Ice" che costa più del doppio.

Per i vantaggi/svantaggi, o semplicemente "differenze", ti rimando alla pagina microchip: http://www.microchip...ulatorDebuggers

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...