Jump to content
PLC Forum


Motogp 2013


vinlo
 Share

Recommended Posts

Domenica si è corso la prima gara della stagione del Motomondiale.

Lorenzo primo, Rossi secondo e lo spagnolo Marquez terzo.

Fianlmente Rossi, dopo 2 anni non proprio esaltanti, è stato autore di una buona gara facedno dei bei duelli sul finale col giovane Marquez.

E' stato bello vedere che non ha perso il polso.

Gara in solitaria per Lorenzo.

Per la lotta al titolo, oltre a Lorenzo, Pedrosa, Rossi, da non sottovalutare l'astro nascente di Marquez, che non si tira certo indietro se c'è da duellare.

Speriamo sia un campionanto pimpante.

Link to comment
Share on other sites


Mauro Dalseno

Adesso con Valentino e Lorenzo, tutti e due con la moto migliore ne vedremo delle belle, andrà a finire che si buttano fuori a vicenda :lol:

Link to comment
Share on other sites

Stai sicuro che Lorenzo ci tiene a dimostrare che riesce a vincere facilmente con Rossi che ha la stessa moto e, allo stesso tempo, Valentino vuol tornare ad assaporare quei brividi da primo posto e di duelli mozzafiato.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...
Mauro Dalseno

infatti è stato solo lui a dare un po di spettacolo con il suo grande sorpasso su Pedrosa, è stato veramente bravo. Per il resto è stata una corsa monotona, sembrava la formula 1

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Anche oggi il giovane Marquez è stato il solo a dare spettacolo, poi all' ultima curva dell' ultimo giro, ha dato una bella botta a Lorenzo che se la ricorderà per un bel pò, no per il male fisico....... :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Mauro Dalseno

e' vero Marquez stà diventando il nuovo riferimento per dare spettacolo in MotoGP, la sua giovane età lo spinge a rischiare il massimo, non perde tempo a pensare...

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
Livio Orsini

E' stato bellissimo questo GP.

Quello che mi ha colpito di più è stato il commento di Jorge Lorenzo. Al cronista che lo intervistava e lo definiva un eroe per aver corso in quelle condizioni, lui rispondeva semplicemnete:

"No! Gli eroi son quelli che arrivano a fine mese facendo fatica anche a mangiare. Io son pagato per questo e anche bene."

E' un giovane campione non solo di motociclismo ma, e soprattuto, anche di vita. Molto più serio e maturo di tanti anziani "professori". :clap:

Poi il ritorno alla vittoria di un campione che molti, troppi, davano per finito è stato troppo bello. Nonostante i regolamenti assurdi il motociclismo è vivo ed interessante solo grazie ai veri protagonisti: i piloti. Son forse le uniche persone serie del circo.

Link to comment
Share on other sites

Mauro Dalseno

1037661-16692152-640-360.jpg

Valentino, ha la faccia ancora da ragazzino, ma è super maturo, ho piacere per tutti quelli che gli hanno tirato nella schiena negli ultimi 2 anni, ha dimostrato a tutti che se la moto va, lui va ancora di più... A parità di mezzi

è ancora un avversario temibile.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

Valentino in ogni caso, stà tenendo alto l' onore degli italiani con un buon 4° posto in classifica mondiale con 156 punti, Dovizioso per il momento è 8° con 96 punti

Speriamo che oggi riesca a salire suo podio :thumb_yello:

1092091-17354529-640-360.jpg

Edited by Mauro Dalseno
Link to comment
Share on other sites

ho piacere per tutti quelli che gli hanno tirato nella schiena negli ultimi 2 anni, ha dimostrato a tutti che se la moto va, lui va ancora di più... A parità di mezzi

è ancora un avversario temibile.

Non è questione di "tirargli nella schiena", ma di essere obiettivi.

Ora, come tu stesso affermi, a parità di mezzi è ancora un avversario temibile.

Prima era insuperabile, ora è temibile. Differenza non da poco, direi.

Io mi auguro che torni a fare i numeri "alla Valentino", ma non ci credo molto.

È stato per molti anni il migliore in assoluto, ora è "solo" un ottimo pilota.

E aggiungo che, moralmente, per me ha perso molti punti con la storia delle tasse, che non gli perdonerò mai.

Io proprio non riesco a capire come uno che guadagna parecchi milioni di euro all'anno trovi il coraggio di rubare.

Perché, non dimentichiamolo, non pagare le tasse equivale a rubare dal portafogli di chi le tasse le paga.

Da ammirare invece il commento di Lorenzo (cito dal post #10 di Livio):

"No! Gli eroi son quelli che arrivano a fine mese facendo fatica anche a mangiare. Io son pagato per questo e anche bene."

Non è tra i piloti che mi sono più simpatici, ma una dichiarazione simile non l'ho mai sentita fare da nessuno.

Veramente da ammirare, specialmente se alle parole seguono anche i fatti (magari con opere di beneficenza).

Link to comment
Share on other sites

Cambiando discorso, a quando invece una rivolta contro SKY?

Personalmente seguo più la F1 della Moto GP (e al calcio sono quasi allergico), ma il discorso è uguale.

Io ho sempre avuto una grande avversione per SKY (unico fattore positivo è che è concorrente di Mediaset), sin dai tempi in cui ricevevo regolarmente due-tre telefonate a settimana, da operatori spesso maleducati ed insistenti che volevano che mi abbonassi.

Ora, a "soli" 29 euro al mese (per i primi 12 mesi, poi, chissà), si può vedere tutta la F1 e, prossimamente, tutta la Moto GP.

Ma qualcuno li ha fatti i conti? Quei "soli" 29 euro al mese significano 348 euro all'anno.

Ma vogliamo scherzare? E io dovrei spendere 348 euro per guardare 20 gare di F1? Sono 17,40 euro a gara!!!

Quand'è che impareremo a ribellarci ai soprusi di quel vecchiaccio malefico di B.E. e delle emittenti come SKY?

Invece no, tutti a lamentarci che non arriviamo a fine mese, ma pronti a spendere 348 euro (solo per cominciare) per guardare un po' di sport.

Link to comment
Share on other sites

Cambiando discorso, a quando invece una rivolta contro SKY?

Non c'è bisogno di rivolte, basta fare come faccio io: evitare di abbonarsi.

Io pago un solo "abbonamento" perchè me lo hanno imposto senza nemmeno avere il coraggio di usare il termine corretto: Tassa!

Tra l'altro questo carozzone partitocratico che è la RAI raccoglie più pubblicità di Mediaset, percepisce i danari di quell'imposta che si ostinano a chiamare abbonamento e non fa quello che dovrebbe fare: servizio pubblico.

Buona parte dei GP automobilistici li trasmette in differita, anche i pochi trasmessi in diretta li interrompe continuamente con pubblicità. :(

Le corse motociclistiche proprio non le trasmette.

Altri sport, se escludiamo le stucchevoli maratone calcistiche non ne trasmette.

Io ricevo RSI e mi posso vedere tutti i GP automilistici in diretta senza interruzioni, così come i le corse e le prove delle corse GP motociclistiche. In alternativa posso vedere GP moto ciclisticie superbike si Italia 1 con interruzioni, ma loro non michiedono soldi per abbonamenti.

Lasciamo poi stare tutto quello che dovrebbe fare un vero servizio pubblico, passi per lo sport ma l'informazione è una cosa penosa.

per me ha perso molti punti con la storia delle tasse,

A onor del vero bisogna riconoscergli l'attenuante che fu mal consigliato dai suoi esperti fiscali.

Nessuno è felice di pagar le tasse, nonostante quello che sosteneva un ministro! (secondo il qaule pagar le tasse è bello :wacko: ) Se legalmente è possibile pagarne di meno, non c'è niente di male farlo.

Appena gli venne contestato il fatto, e si rese conto dell'errore, concordò il pagamento del dovuto. Avrebbe potuto, tra ricorsi vari e processi, portare avanti il contenzioso quasi sine die come fanno molti altri. C'è un famoso calciatore che ha un debito con il fisco di svariati milioni, va e viene dall'Italia tranquillamente e si rifiuta, non solo di pagare, ma di prendere in considerazione l'ipotesi di pagare qualche cosa. Oramai son più di vent'anni che la storia va avanti.

Link to comment
Share on other sites

Non c'è bisogno di rivolte, basta fare come faccio io: evitare di abbonarsi.

Questo è proprio quello che intendo per "rivolta". E anch'io non sono abbonato e mai mi abbonerò a SKY.

la RAI raccoglie più pubblicità di Mediaset

No, questo non è proprio vero.

Anzi, c'è da dire che già per legge Mediaset può trasmettere molta più pubblicità della RAI (e trovo anche che sia giusto, salvo stabilire il giusto rapporto che, per pura coincidenza, negli anni di governo di B. è molto aumentato a favore, ovviamente, di Mediaset), ma questo non basta: le reti Mediaset (soprattutto Rete 4) sforano sistematicamente.

Data la quantità irragionevole di pubblicità sui canali Mediaset, se c'è un film che mi interessa non lo guardo mai in diretta (esperienza resa nauseante dalle continue e lunghissime interruzioni), ma lo registro.

E non si può non ammettere che comunque, per quanto si possa criticare, la RAI è l'unica a trasmettere TG "differenziati", ed è quasi l'unica a fare servizio pubblico.

Io di vera informazione e di vero servizio pubblico sulle reti Mediaset non ne vedo nemmeno l'ombra.

Sulla perdita della F1 e della Moto GP da parte della RAI poi, si deve considerare che non è colpa della RAI, ma delle cifre assurde richieste da Bernie per la F1 e non so da chi per la Moto GP.

Se la RAI avesse sborsato le cifre richieste sono sicuro che le critiche per sperpero di danaro pubblico sarebbero fioccate a valanga.

Penso però che non sia questo l'argomento della discussione, e non era mia intenzione deviare in tale direzione.

A onor del vero bisogna riconoscergli l'attenuante che fu mal consigliato dai suoi esperti fiscali.

Non so fino a che punto questa storia possa reggere.

Per prima cosa, se sono italiano e vivo in Italia (come Valentino), trovo come minimo eticamente scorretto pagare le tasse in un paese straniero per pagarne meno.

Poi, se non ricordo male, sembra che i suoi consulenti avessero trovato il modo non tanto per pagare meno tasse, ma praticamente per pagare poco o nulla.

Ora, ammesso che si possa credere che sia legale guadagnare milioni di euro senza pagare tasse (ma, si sa, siamo in un paese dove capita pure che a un tizio paghino la casa... a sua insaputa, mentre un altro credeva che Ruby fosse la nipote di Mubarak), il discorso potrebbe stare eticamente in piedi se i soldi risparmiati di tasse fossero stadi devoluti.

Invece questi soldi finivano nelle sue tasche. Punto.

Poi, una volta beccato, ha pagato. Non dimentichiamo però che il pagamento concordato era di gran lunga inferiore a quello che avrebbe sborsato pagando regolarmente le tasse.

Insomma, io non credo alla buona fede di Valentino. Trovo molto più realistica l'ipotesi che il ragionamento di base fosse: se non ti beccano, bene; se ti beccano, pagherai comunque di meno.

Il confronto poi con con quel calciatore, non mi passa neppure per la mente. Valentino, per quanto abbia commesso un gravissimo errore è e rimane un personaggio positivo. Quell'altro invece (non me ne vogliano i napoletani) è stato un grande campione sul campo, ma come persona zero assoluto. E trovo scorretto da parte dei media continuare ad idolatrare questo personaggio. Un po' è quello che sta accadendo con un certo Mario. Io trovo profondamente sbagliato il messaggio che viene passato soprattutto ai più giovani: se sei bravo, non importa quanto tu sia str... Potrai comunque fare tutto quello che vuoi, fregandotene delle regole e dell'etica.

Edited by batta
Link to comment
Share on other sites

Questo è proprio quello che intendo per "rivolta".

Certamente. Non ti abboni e se gli abbonamenti calano drasticamente chi fornisce il servizio è costretto a prenderne atto ad a considerare le opzioni per recuperare, opure abbandona il servizio

No, questo non è proprio vero.

Il problema non è la pubblicità nelle 24 ore ma la pubblicità che fai in determinate trasmissioni. Se mi fermi 10 volte un film per trasmettere pubblicità è fastidioso ma non hai perdita d'informazione, Se sospendi un avvenimento in diretta per trasmettere un minuto di pubblicità hai veramente un danno.

ma delle cifre assurde richieste da Bernie per la F1 e non so da chi per la Moto GP.

La RTS, con un bacino di utenza potenziale e pagante simile alla sola Lombardia, con una raccolta pubblicitaria infima rispetto alla RAi, ha comprato i diritti di ripresa e trasmissione in diretta.

Io non credo che lo sperpero siano i diritti, che dipendono dalle leggi di emrcato, ma dal carrozzone di contorno. Basti vedere la fauna di opiniosti, commentatori, opsiti-non-si-sa-bene-a-che-titolo-ma-ben-retribuiti che ad ogni trasmissione affollano il pre, il durtante ed il dopo gara della RAi. Sulla RTS c'è un cronista affiancato da un ex pilota; di queste coppie ce ne sono 3 perchè la RTS deve trasmettere almeno i 3 lingue (però ci sono i sottotitoli per il ladino quando possibile).

E' questa l'impostazione che differenzia i costi. Anche mediaset che è sensibile ai costi e ricavi limita ad una coppia di commentatori, di cui uno tecnico, le sue trasmissioni delle gare motociclistiche.

Gli sprechi la RAI li fa con la pletora di dirigenti, funzionari, impiegati e operai lottizzati e poco facenti. Io lo scoprii 50 anni fa, durante una visita alla RAI di corso Sempione, accompagnato da un professore dirigente tecnico RAi. A sentire lui quella sede era un paradigma di impegno e prodottività se confrontata con altre sedi.

Poi, una volta beccato, ha pagato. Non dimentichiamo però che il pagamento concordato era di gran lunga inferiore a quello che avrebbe sborsato pagando regolarmente le tasse.

No ha pagato meno di quanto richiesto inizialmente, ma ha pagato di più di quello che avrebbe pagato se non avesse tentato l'elusione. Nel conteggio della richiesta iniziale ci sono le tasse evase, gli interessi maturati e le sanzioni. Istaurare un contenzioso sfruttando i vari gradi di giudizio è comunque costoso anche per la parte vincente, oltre ad ottenere il dovuto con molti anni di ritardo. E' ovvio e giusto che renunciando al contenzioso da parte del contribuente lo stato acconsenta ad una riduzione delle pretese, rinunciando ad una parte delle sanzioni. Le sanzioni sono all'incirca la medesima entità delle somme evase.

Comunque rimane il fatto che chi ne ha la possiiblità cerca di evadere qaundo il gioco vale la condela, confidando anche nella non .....ricerca.

Un capomafia storico, Badalamenti, dichiarò durante un processo che lui non era stato latitante perchè: ". i latitanti sono ricercati e a mia nessuno mai mi ricercò". A parte il deprecabile fatto che non venne contraddetto, quella definizione si può applicare anche agli evasori, nessuno li ricerca seriamente. Ogni tanto si fa un bel blitz che più che recuperare evasione fa perdere introiti, oppure si "becca" un personaggio famoso (purchè non abbia gli amici giusti), così si può dire che si fa la lotta all'evasione.

ma qui il discorso si fa lungo e sono già andato troppo OT.

Link to comment
Share on other sites

Anche mediaset che è sensibile ai costi e ricavi limita ad una coppia di commentatori, di cui uno tecnico, le sue trasmissioni delle gare motociclistiche.

Nonostante questo, si è lasciata sfuggire la Moto GP, che nel 2014 sarà esclusiva di Sky.

Per quanto riguarda la RTS, bisogna vedere quanto ha chiesto sempre il solito malefico B.E., che con le sue trovate sta rovinando la F1.

Alla RAI, per la F1, aveva chiesto 50 milioni di euro all'anno.

Ma tornano in tema, abbiamo visto che con la Ducati Stoner andava e Valentino no.

Ora Valentino, lottando ad armi pari, è quasi sempre dietro a Lorenzo.

Come potete sostenere che è sempre il Valentino di una volta?

Anche lui segue la sua parabola. Ora è in fase discendente.

Io, come molti, credo che il Valentino dei prossimi anni si chiami Marc Marquez.

Vedremo se sarà un fuoco di paglia o un vero campione.

Link to comment
Share on other sites

Ora Valentino, lottando ad armi pari, è quasi sempre dietro a Lorenzo.

Come potete sostenere che è sempre il Valentino di una volta?

Probabilmente hai ragione, ma almeno rispetto a due anni fa e all' anno scorso va decisamente di più, forse i punti che sta raccogliendo sono il massimo che può fare e come dici tu è in fase discendente. Arrivare quarto tutto sommato non è poi così male... Peccato! probabilmente Valentino deve andare in pensione.

Link to comment
Share on other sites

Io, come molti, credo che il Valentino dei prossimi anni si chiami Marc Marquez.

Vedremo se sarà un fuoco di paglia o un vero campione.

Sono daccordo con te.

Poi sarà quel che sarà, ma attualmente, quando guida, è spettacolo allo stato puro.

Si diverte lui a guidare in quel modo e fa divertire la gente con tutte quelle derapate.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...
Mauro Dalseno

1067835069.jpg

Con un pizzico di fortuna questa volta è salito sul podio, penso che Valentino sia arrivato al suo massimo, per un pensionato della MotoGp è un buon risultato

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...