Jump to content
PLC Forum


Azzeramento Al Volo


step-80
 Share

Recommended Posts

Buonasera ragazzi, vorrei usare un s7 1200 per comandare a treno di impulsi un azionamento brushless lexium 32.

Detto motore deve muovere un nastro trasportatore che peró non muoverà in continuo, bensì si posizionerà di volta in volta sotto le varie stazioni di lavoro( 28 equamente divise per lo sviluppo del nastro).

In pratica il brushless dovrà da un comando di start eseguire un posizionamento , attendere la lavorazione del pezzo( circa sei - sette sec) e poi riposizionarsi, e cosi via. Molto semplice quindi.

I miei dubbi stanno nel fatto che mentre una tavola ha un numero impulsi encoder ben definito, un nastro trasportatore potrebbe( quasi certamente) non avere nel suo sviluppo un numero di impulsi esattamente divisibile per28(nel mio caso).

Escludendo la possibilità di effettuare un homing completo ogni tot cicli ( per il particolare uso della macchina non posso fermarla a mio piacimento)

pensavo di usare un induttivo ed effettuare ad ogni giro completo di nastro un azzeramento al volo, cioè per chi è pratico di motion nel 1200 alzare il bit di esecuzione del blocco "mc home" nella modalità 3, cioè la modalità che carica 0 nel contatore veloce ovunque si trovi l'asse.

Secondo voi questo azzeramento è eseguito ad interrupt?

Il nastro è abbastanza veloce ( circa 600 mm/ sec) e se lo zero fosse fatto risentendo del tempo di ciclo credo avrei errori grossolani.

C è un modo piu facile per eseguire tutto ció?

Premetto che una volta assegnato il contatore veloce alla configurazione dell asse esso non è piu usabile come un contatore standard;non si puó ad esempio visualizzare o caricare valori se non con blocchi motion.

Grazie

Matteo

Link to comment
Share on other sites


Ciao Step-80,

la prima cosa che mi viene in mente è di fare il tuo azzeramento durante la lavorazione della prima stazione.

la prima stazione sarà il tuo "homing di avvio" ... ogni volta che concludi il tuo giro completo la riesegui durante la lavorazione del pezzo, sei/sette secondi dovrebbero essere sufficienti perchè l'eventuale scostamento non dovrebbe essere abbissale ...

tutto questo se durante le lavorazioni il nastro si può muovere!

Link to comment
Share on other sites

tutto questo se durante le lavorazioni il nastro si può muovere!

Eh magari! Se era cosi era già risolto...

Il nastro non si puó muovere durante la lavorazione.

D' accordo per la prima stazione, ma devo fare un azzeramento mentre va...anzi nemmeno, perchè non posso certo azzerare mentre sta ancora contando, altrimenti il posizionamento va a farsi benedire.

Vi dico la mia idea: metto un induttivo sul passaggio di una stazione e l' induttivo lo collego ad un dato ingresso . Configuro tale ingresso in modo che sul fronte di salita richiami un interrupt nel quale setto un temporizzatore TON allo scadere del quale( quando sono sicuro che il nastro si è fermato) eseguo l' azzeramento.

In questo modo l' azzeramento dovrebbe avvenire a motore fermo ma comunque in dipendenza di un evento successo in movimento... Sbaglio???

Link to comment
Share on other sites

Giuseppe Signorella

Non ho ben compreso cosa tu voglia fare, forse perchè non ho presente il tuo centro di lavorazione su cui devi intervenire, ma vorrei farti due osservazioni.

1) Credo che un sensore induttivo, non sia proprio il massimo per fare un azzeramento a 60 cm/s. E' una velocità abbastanza alta, "e con una certa inerzia".

2) Che senso ha richiamare un interrupt e poi ritardarlo con un temporizzatore?

Personalmente opterei per fare l'azzeramento userei un sensore laser.

Altra soluzione, se vuoi una precisione assoluta senza encoder, metterei dei sensori in questo caso anche induttivi, una per ogni stazione, eventualmente connesse ad un unico ingresso analogico, "in tal modo con un piccolo accorgimento, potrai discriminare la stazione di lavorazione in cui ti trovi", e fare il rallentamento in funzione degli impulsi necessari per raggiungere la successiva stazione di lavorazione, in tal modo inizi a rallentare prima di raggiungere il sensore induttivo, e con esso ti fermi. (Usi il numero di impulsi che servono per raggiungere la stazione successiva per muoverti verso la stazione successiva, per fare l' accellerazione ed il rallentamento, e il sensore induttivo fa la fermata a bassa velocità).

Non so se ho reso l'idea.

Edited by Giuseppe Signorella
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...