Jump to content
PLC Forum


Mario Cappuccio

Dimensionamento Interruttori

Recommended Posts

Mario Cappuccio

Salve,

sono nuovo del forum.

Sono un elettricistya industriale e per mia fortuna mi è stata data la possibilità di passare nell' ufficio tecnico.

Avevo due domande da porvi:

Ho un quadro elettrico alimentato a 400V senza neutro, devo alimentare l' illuminazione e la presa di servizio del quadro a 220V, come dimensiono l' interruttore a monte del trasformatore 400V/220V?

Come dimensiono invece gli interruttori a 24Vc per la logica PLC?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


Elettroplc

Salve,

sono nuovo del forum.

Sono un elettricistya industriale e per mia fortuna mi è stata data la possibilità di passare nell' ufficio tecnico.

Avevo due domande da porvi:

Ho un quadro elettrico alimentato a 400V senza neutro, devo alimentare l' illuminazione e la presa di servizio del quadro a 220V, come dimensiono l' interruttore a monte del trasformatore 400V/220V?

Ti sei risposto da solo, con un miracolo o con una conduttra nuova o col neutro distribuito.

<< una volta, in un laboratorio, ho visto prelevare maldestramente la 220VAC dai cablaggi centro-stella dei motori asincrono trifase, per estrarre la 220VAC che doveva servire gli usiliari, dato che la linea con le blindo era trifase senza neutro...no comment!!!>>

Io porterei una conduttura ausiliaria 230VAC. ed aggiungerei un quadretto....gli ausiliari di servizio, meglio averli a parte.

Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

Oppure ..un trafo dedicato 400VAC / 230VAC ....che ti costerà quasi quanto una linea dedicvata, più un quadro servizi ed alimentazione, il trafo avrà in uscita una tensione 230VAC bifase, gli interruttori dovranno avere i poli ambedue protetti, e puoi omettere il differenziale se il trafo è a II isolamento.

Per l'interruttore, devi dettare l'assorbimento dei carichi, in contemporaneità.

Poi, se vuoi, una protezione curva B per questo componente.

Io per i servizi, opterei sempre per la linea dedicata, in caso di guasto quadro bordo amcchina, gli ausiliari sono funzionanti.

Link to comment
Share on other sites

bypass

come dimensiono l' interruttore a monte del trasformatore 400V/220V

in base ai dati di targa del primario del trasformatore ,di conseguenza scegli anche la sezione di linea.

Come dimensiono invece gli interruttori a 24Vc

in base ai dati di targa del secondario del trasformatore , di conseguenza scegli anche la sezione di linea

Link to comment
Share on other sites

Mario Cappuccio

Quindi per il primario faccio riferimento ai dati di targa del trasformatore, es 2500VA possiamo usare un interruttore intoro ai 12A. Idem per quelli a valle, quindi la presa un differenziale da 3A e le lampade un interruttore per ognuno a seconda della potenza della lampada.

Per gli interruttori per la 24Vcc dovendo alimentare una 20a tra FC e FTC cosa metto un 20A?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites

bypass

Quindi per il primario faccio riferimento ai dati di targa del trasformatore, es 2500VA possiamo usare un interruttore intoro ai 12A.

Senti ...

la linea sul primario di un trasformatore lo devi proteggere , ma come sceglieresti questa linea ..??

non si mette un trasformatore da 2.5KVA sotto un .magneto-termico da 630 A con corde di sezione adeguata per 630 A ,è insensato, ovviamente ti devi adeguare facendo riferimento alla potenza del trasformatore .

Idem per quelli a valle, quindi la presa un differenziale da 3A

se il tuo trasformatore sul secondario eroga massimo 3 A , lo limiti a questa corrente , punto . Non puoi mettere una presa da 10A o 16A con MT 10 o 16 A quando il secondario eroga massimo 3A.

Per gli interruttori per la 24Vcc dovendo alimentare una 20a tra FC e FTC cosa metto un 20A?

limiti la corrente che eroga il secondario 24VAc a una corrente non superiore di quella massima erogabile dal secondario 24Vac.

da qui l'affermazione:

in base ai dati di targa

Edited by bypass
Link to comment
Share on other sites

siman

Mario, trattandosi di 24DC dovrai utilizzare un' alimentatore 400AC/24DC (non un trasformatore), e dovrai sceglierlo in base all'assorbimento delle utenze, compreso il PLC se anche questo a 24VDC. Se posti più dati possiamo chiarirti meglio le idee. Comunque ti premetto che qualunque sia l'assorbimento totale, oltre al generale della 24DC, specie se quest'ultimo è di taglia superiore ai 4A, è bene usare protezioni più piccole, magari magnetotermici da 2A da inserire creando varie linee (ad esempio linea 1 - ausiliari 24V quadro elettrico, linea 2 - sensori bordo macchina, linea 3 - primo byte uscite PLC, linea 4 - secondo byte uscite PLC e così via). Questo renderà più facile individuare un eventuale guasto per corto circuito e soprattutto ti permetterà un' adeguata protezione anche dei sottili cavetti (0,5mmq) delle fotocellule. Puoi economizzare il tutto senza perdere efficacia (anzi...) usando semplici fusibili.

Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

Quoto Siman...e si possono usare anche i fusibili, spesso..surclassati dai MT.

Per la protezione del primario, si prende in esame la tensione di esercizio a 400VAC e la correnrte nominale del 100%, quella di targa, per il secondario, si devono fare delle valutazioni in merito all'assorbimento degli utilizzaotri.

Link to comment
Share on other sites

Mario Cappuccio

Salve,

grazie per le risposte. Scusate per le domande erano incomplete e volevo intenderle separate. Una era sulla 220V, una è sulla 24.

Un altro dubbio sulla 220 è: sapendo di alimentare una lampada a 21W per l' illuminazione del quadro, una presa di corrente per alimentare un eventuale portatile e qualche altra utenza, e non ho un riferimento di quanto possano assorbire le varie utenze, come risalgo al trasformatore e poi al MT sul primario, vado a sensazione? certo non posso prevedere una cabina di trasformazione.

Per la 24Vcc, ho un alimentatore un MT sul Primario, un MT unipolare generale sul secondario, e poi seziono per utenza: PLC, Ingressi, Uscite, HMI, EV. Il mio dubbio è: con la 24V degli input alimento sia le schede PLC che FC e FTC varie, come scelgo l' MT se non conosco gli assorbimenti di ognuno di essi?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites

Elettroplc

Se poni una lampada da 21W ed una presa da 16A, devi condiderare ipoteticamente un C16A per la presa FM ed un C6A per la lampda.ia

In questo modo, devi scegliere un trafo di taglia elevata 3000VA, e per questo motivo, se è possibile, adotterei questa soluzione:

1- Presa universale shuko da 16A - limitata in prelievo con serigrafia che lo specifica - a 6A con MT 6A ed una coppia di fusibili da 1A per la lampada da 21W.

In questo modo - limiti la taglia del trafo a quello che utilizzi e non ai dati teorici.

Per il resto, scheda e plc, non so quanto assorbono lo devi prevedere tu.

Tieni presente che, di fatto un trafo deve lavorare ipoteticamente all'80% della sua potenza nominale.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...