Jump to content
PLC Forum


fraandco

Lampadine Led Per Applique Scala

Recommended Posts

fraandco

quest'anno ho fatto i conti e ho fatto 2 giri di sostituzione lampadine per le luci delle 2 rampe di scale....

ogni applique ha 2 lampadine da 28W vite piccola alogene cl. C quindi nell'ultimo anno solare ne sono partite circa 8 !!!

questo per vari motivi tra cui:

  • scarsa qualità delle lampadine (ps: EVITATE le maurer o in generale tutte quelle che finiscono in "ER" sono dei pacchi totali... una volta una mi è durata 48 ore tra on e off per circa 10 accensioni...)
  • elevata sollecitazione termica (applique piccola a mezzaluna verso il basso e chiusa in alto causa montagna di polvere di accumulo dentro che causerebbe fritture di polvere...)
  • elevato numero di transizioni di accensione giornaliere (i deviatori bticino che le comandano infatti furono i primi a cedere...)

i portalampada li ho cambiati un anno fa circa perchè i vecchi erano cotti e con le giunture fatte con lo scotch cotte pure loro quindi la connessione elettrica adesso va bene

con quali lampadine led equivalenti (luce calda, potenza ex 40w delle incandescenza) potrei sostituirle per poter finalmente dire basta alle sostituzioni per un po' ?

quali marche sono da evitare ? quali da preferire ?

Link to comment
Share on other sites


Darlington

Che alogene hai provato?

Perché io uso alogene in cucina, in bagno, per le scale. Tutte da 42W, posso dirti che le Osram durano alcuni anni mentre le peggiori che ho provato sono state le Philips, entrambe le lampade del blister mi sono durate meno di un anno (non un anno ciascuna, un anno in due!)

Per i led ti conviene guardare il numero di Lumen dichiarati, e confrontarli con quelli dichiarati delle lampade in tuo possesso.

Almeno hai un'equivalenza più precisa perché con i watt sparano numeri a caso, qualche produttore dice che i suoi 10W di led equivalgono a 60W di lampada ad incandescenza, e forse questo è un dato ragionevolmente veritiero... qualche altro produttore dice che i 60W di incandescenza li raggiungi con appena 6W di lampada sua!

Ovvio poi i led non sono tutti uguali, ci sono quelli che hanno alta e bassa efficienza, eccetera... ma mi sembra che, vista la "spannometria" dell'equivalenza dei Watt, ognuno tiri acqua al suo mulino!

Edited by Darlington
Link to comment
Share on other sites

fraandco

Che alogene hai provato?

Perché io uso alogene in cucina, in bagno, per le scale. Tutte da 42W, posso dirti che le Osram durano alcuni anni mentre le peggiori che ho provato sono state le Philips, entrambe le lampade del blister mi sono durate meno di un anno (non un anno ciascuna, un anno in due!)

alogene marche parecchie ma le ultime (quelle famose maurer ma anche altre similari li attorno...) non sono durate un anno facendo la staffetta tra di loro !!

è un problema di qualità ma anche di resistenza: devono lavorare in condizioni pessime di temperatura e facendo molte transizioni, per questo optavo sul led come ultima spiaggia....

sui lumen sono sempre andato a spanne ma siamo circa a 300 lumen per lampadina (stando a sta tabella: http://www.maurer.ferritalia.it/personal/foto/depliant/lampadine.pdf )

quindi ogni applique mi eroghi circa almeno 600 lumen...

tra le marche migliori per le gas inject ho trovato le sylvania più rapide ed efficienti anche negli startup

Edited by fraandco
Link to comment
Share on other sites

Darlington

Se parli di fluorescenti lasciale proprio perdere per quell'applicazione. O resta sulle alogene, o prova con quelle a led.

Al limite comprane intanto una o due a led, provale per un pò, poi vedi se ti soddisfano e se durano.

Link to comment
Share on other sites

fraandco

eh ma mi servivano alcune indicazioni su quali orientarmi come tipologia

Link to comment
Share on other sites

Darlington

Le fluorescenti di qualunque tipo sono le meno indicate se parliamo di frequenti cicli accendi-spegni, mentre quelle a filamento in generale, e quelle a led, non dovrebbero dare problemi.

Link to comment
Share on other sites

fraandco

infatti prendero' le led domani vado al reparto illuminotecnica e cosi' le provo sul banco prima per vedere che luce fanno in cfr alle alogene onde evitare "lagne"

Link to comment
Share on other sites

fraandco

ho trovato delle beghelli 3000K 5W ne ho prese 6 e fanno una bella luce

avrei preferito le 2700K ma non so nemmeno se si trovano di quel tipo led

dopo ore di funzionamento le applique restano tiepide il che evita annerimenti delle plastiche e del muro

a esaurimento passero' a sostituire a macchia di leopardo tutte le lampadine con quelle di questo tipo (mi dispiace solo per la specchiera nuova che ha le alogene 230 avessi avuto più coraggio sarei partito direttamente con i led ma temevo l'effetto luce a riflesso verdastro)

Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti
Considerazione nonchè strategia personale, volta all'annullamento delle spese di manutenzione ed agli interventi.
Rampa scale del condomnio dove abito :
N° 8 plafoniere a soffitto sui pianerottoli ognuna con lampada ad incandescenza attacco E27 da 60 Watt
Anch'esse in pessime condizioni lavorative, poichè chiuse a sarcofago dentro la plafoniera, quindi impossibilitate al massimo a smaltire il calore prodotto.
Mano a mano che si bruciavano, le sostituivo con alogene sempre E27 da 116 Watt effettvi, 150 Watt di resa (secondo il costruttore)
Poi.....prima di installarle ho messo in serie al portalampada un diodo, che tagliando una delle 2 semionde, dimezza la potenza termica prodotta.
Risultato ?
La lampada alogena con filamento dato a 2000 ore e progettato per reggere 116 Watt, si trova a doverne smaltire solo 58, regalandomi la stessa luce di prima, ma......diventando ETERNA.
Basta con le sostituzioni e basta con gli acquisti di lampadine nuove, queste con siffatto trattamento diventano robuste ed inestinguibili, alla faccia dell'obsolescenza programmata !!!!
(il filamento....va a spasso ed il tungsteno ringrazia)
Dove abito, non cambio più da anni lampadine, e quando capita.....(se capita) beh......succede così di rado che manco te lo ricordi.
Avvertenze : onde non scandalizzare i puristi dei differenziali, il consiglio è quello di montare il diodo sempre sul filo di fase che arriva alla lampadina, e poi avendo cura di montarlo una volta girato per un verso, e la volta successiva (cioè nella prossima lampadina che si sostituirà) girato nel verso opposto.
Questo per far sì che la corrente che circola nell'impianto luce scale, si mantenga comunque alternata, onde evitare che si debbano avere contestazioni per fenomeni di saturazione dei differenziali di tipo AC i quali potrebbero avere problemi con residui di correnti continue, o comunque a valore medio NON nullo.
Per quello che riguarda il cosidetto "tremolìo" che qualcuno in passato ha brandito come argomento antagonista al rimedio appena esposto, dirò che è un fenomeno che si nota con lampade a basso wattaggio (15-:-25 Watt) e che con quelle da 116 truccate a 58, se non lo si sa, manco ce se ne accorge.
L'altrnativa, potrebbe essere quella di montare un solo condensatore generale in serie a monte di tutto l'impianto luce-scale, subito in uscita al relè a tempo; risulterebbe di certo abbastanza ingombrante, ma si fa di sicuro prima.
Certo è, che in quel caso le lampadine vanno prima sostituite tutte in una volta con quelle di wattaggio doppio, e poi va montato il condensatore che dimezzerà globalmente ai capi di tutte le lampadine la potenza richiesta.
Invece il diodo permette la sostituzione di volta in volta mano a mano che si bruciano.
Saluti
Mirko
Link to comment
Share on other sites

patatino59

All'epoca della 125 V in casa, era possibile trovare da qualche elettricista lampadine a 160 V, oggi e' impossibile trovare lampadine a 400 V, ma sarebbe stato molto utile.

Con una plafoniera a due portalampada sarebbe sufficiente collegarli in serie e metterci due lampadine uguali.

Edited by patatino666
Link to comment
Share on other sites

Darlington

Beh, se si mettono due lampadine uguali e si collegano in serie, riceveranno metà della tensione, quindi prendendo due lampadine da 100W ad esempio e mettendole in serie... si otterranno praticamente due lampadine da 50W!

Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti
quindi prendendo due lampadine da 100W ad esempio e mettendole in serie... si otterranno praticamente due lampadine da 50W!

Si ottengono 2 lampadine da 25 Watt l'una, che accese assieme faranno luce come una lampadina da 50 Watt

Saluti

Mirko

Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti

All'epoca della 125 V in casa, era possibile trovare da qualche elettricista lampadine a 160 V, oggi e' impossibile trovare lampadine a 400 V, ma sarebbe stato molto utile.

Capperi è veroooo...... :smile:

Me lo ero dimenticato, e dire che in un appartamento con 2 alimentazioni (125 V luce e 220 V motrice) ci ho abitato per 25 anni.

Comunque la soluzione di mettere in serie due lampadine uguali qual'ora sia possibile, proprio come nello specifico caso di Fraandco, è senz'altro ottima, così eviti tutte le varie precauzioni da prendere con l'uso di altri metodi. ;)

Saluti

Mirko

Link to comment
Share on other sites

Darlington

Si ottengono 2 lampadine da 25 Watt l'una, che accese assieme faranno luce come una lampadina da 50 Watt

Ma assumendo resistenza uguale per entrambe le lampade, non dovrebbero funzionare come un partitore, dove al centro c'è esattamente (quasi) la metà della tensione di alimentazione?

Cioé verrebbero alimentate con 115V ciascuna... come mai la potenza verrebbe declassata non di metà ma di un quarto della nominale? :blink:

Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti
dove al centro c'è esattamente (quasi) la metà della tensione di alimentazione?

Appunto :smile:

E quindi se su una resistenza Tu gli dimezzi la tensione, assumerai anche che gli hai dimezzato la corrente.....giusto ?

E la potenza non è forse il prodotto di V x I ?

E se Tu mi dimezzi tensione e corrente, il loro prodotto alla fine risulta di un quarto ;)

E quindi dai 100 Watt originali, ne avrai 25

(che moltiplicati per 2 faranno 50)

E' come se in un foglio A2, mi dimezzi un lato ed anche l'altro.

Non ottieni un A3, ma.....un A4

Saluti

Mirko

Link to comment
Share on other sites

Darlington

Ok grazie :) ero certo di aver sbagliato i conti... ma volevo capire dove :)

Link to comment
Share on other sites

fraandco

Comunque la soluzione di mettere in serie due lampadine uguali qual'ora sia possibile, proprio come nello specifico caso di Fraandco, è senz'altro ottima, così eviti tutte le varie precauzioni da prendere con l'uso di altri metodi.

si ma a quel punto avrei anche metà luce...

ps: si è vero che raddoppi la potenza delle lampadine mettendone di doppiamente potenti ma trovamele tu 2 lampadine da 80W E14 che stiano dentro un volume di pochi cm3 portalampada e mammuth compresi...

la soluzione del diodo potrebbe anche non essere malvagia, ma va usata in numero pari e su differenziali vecchi rischi di avere rogne e poi ci vuole il posto

sono esperimenti che non puoi fare altrove che in casa tua perchè è troppo facile che il gioco non valga la candela...

Edited by fraandco
Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti
ma va usata in numero pari e su differenziali vecchi rischi di avere rogne

Assolutamente no !

Se hai 9 lampadine (per dire) non penserai che il differenziale discrimini l'impercettibile differenza in termini di valore efficace in una delle 2 semionde (positiva o negativa non importa)

sono esperimenti che non puoi fare altrove che in casa tua...

Accidenti....allora qui a Faenza dove già da anni ho infettato un tot di condomìni, dici che è meglio che vado a smontare tutto ??? :superlol:

Vai tranquillo....è un sistema stracollaudato :thumb_yello: :thumb_yello: :thumb_yello:

(che mi ha attirato le ire di quelli che ci marciavano col cambio delle lampadine)

Saluti

Mirko

Link to comment
Share on other sites

fraandco

e che tipo di diodi andrebbero messi ?

in alternata sicuro ma quali ?

e poi si trovano di quelli con morsetti decenti ?

Edited by fraandco
Link to comment
Share on other sites

Darlington

ma trovamele tu 2 lampadine da 80W E14 che stiano dentro un volume di pochi cm3 portalampada e mammuth compresi...

Alogene con attacco G9! :smile:

Se decidi per i diodi, bastano i classici 1N4007: 1A, 1000V.

Edited by Darlington
Link to comment
Share on other sites

fraandco

ma non ci stanno... dove li fisso poi ?

poi sono unidirezionali, mi direzionerebbero la luce solo in basso su un angolo ristretto

Link to comment
Share on other sites

Mirko Ceronti
in alternata sicuro ma quali ?

Echessignifica in alternata ? :huh:

Un diodo è un diodo, in corrente continua esplica ad una funzione, in corrente alternata ne fa un'altra, ma è sempre un diodo.

Io uso sempre il BY253P

E' un 600 Volt 3 Ampere ;)

Saluti

Mirkoi

Link to comment
Share on other sites

Darlington

poi sono unidirezionali, mi direzionerebbero la luce solo in basso su un angolo ristretto

No. Le lampade G9 sono omnidirezionali, sono esattamente come quelle con l'attacco E14, cambia solo che non hanno il doppio vetro.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.




×
×
  • Create New...