Jump to content
PLC Forum


Convertitore A Larga Banda...


roberto1953
 Share

Recommended Posts


roberto1953
[...ricordiamoci che un filtro in entrata ci vuole, sia per non saturare lo stadio coi ronzii di casa che per non ricevere le bande o i rumori
a (24+27)Mhz
comunque per le mie prove non mi è servito]
Vorrei farvi capire che io dicevo di fare una antenna composta da più antenne risonanti,
vedi tipo quella che ho mostrato in altre discussioni
.. ad esempio del concetto guardate la prima nel confronto con la seconda del disegno
67a6cb02be13429b5175178e09a5a951.png
..per la terza fatta con due o più cavi risonanti
a frequenze diverse o altre assimilabili...(?)
Ricordiamoci sempre che io sono un dilettante "in pensione" e di prove ne voglio fare poche
Link to comment
Share on other sites

roberto1953
..l' ideale d' antenna a larga banda che volevo prospettarvi è una array fatta di più elementi
risonanti... ma ad alto Q
tale che abbia una impedenza d' uscita o molto molto bassa, tipo LC serie
e quindi facilmente moltiplicabile con i trasformatori...
o meglio una array, tipo LC parallelo,
con una impedenza di uscita molto molto alta,
da sfruttarne tutto il vantaggio se collegata direttamente sul gate del FET.
..ecco perché pensavo a realizzare una antenna con più cavi di differenti lunghezze, terminanti in corto circuito... tutto li !
Edited by roberto1953
Link to comment
Share on other sites

roberto1953
Senza colplicarmi oltre la vita ieri sera mi sono rinvenuto che bastava prendessi l' uscita dove l' impedenza
dell' antenna era la più alta!
( tipo dipolo a onda intera 1/2 + 1/2 d' onda con impedenza al centro z=circa 6000 ohm)
collegandoci direttamente il convertitore
Quindi un dipolo o una verticale a larga banda con uscita dove l' impedenza (e tensione) è più alta mi andrebbe più che bene
Per una prova veloce per gli 80 metri avendo uno spazio al terzo piano della casa, ho tirato un filo di circa 10 metri,
come in figura
4ac8532d0aae2404b07bee7f957e3ab0.png
tipo veticale rovesciata
pensando di ricavarci la maggiore impedenza e quindi tensione di uscita e una buona messa a terra,
e il risultato è ottimo (almeno a orecchio)
e senza bobine sul gate del FET, polarizzato come nel disegno.
Ci siamo ?!!
...mi ci manca ancora un filtrino d' ingresso...
ora invece vado a segare erba erba e erba
uffa!
Edited by roberto1953
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

L'ultimo disegnino è la mia configurazione attuale: Un filo lungo 30m che scende da 30m di altezza e si ferma a 4m da terra.....E' una "random wire antenna"

Un filo a caso a configurazione delta, dove il filo è l'ipotenusa del triangolo....

E' il modo più sicuro per "schioppare" il fet così come l'hai collegato e non solo....

A meno che tu non viva in un luogo isolato e lontano da qualsiasi sorgente rf che rientra nel bw del fet, è la strada giusta per studiare l'intermodulazione di 3° ordine ma anche di ordini superiori.

Il circuito ha una ft che dipende dalla capacità g-s del fet e dalla L del filo ed avrà anche una sua frequenza di risonanza....Il sistema è certamente sensibile al campo elettrico con la tendenza ad accumulare cariche elettrostatiche specialmente nelle giornate di vento.

Se la fisica non è un'opinione, è possibile, come ho fatto io, realizzare un trasformatore un-un e trasferire con perdita minima ad un cavo coassiale a 50 ohm, portarsi il cavo in stazione e poi collegarci quello che si vuole...il bello del trasformatore è che per sua natura, si comporta già come un filtro ed evita pure di portare elettricità statica al front-end della radio....e se lo si fa con criterio...si può pure trasmettere....incredibile eh? :smile:

Per realizzare dei pre a larga banda e con bassa IMD la configurazione circuitale è un pochino più complessa.....intermodulerebbe meno un NMOS di potenza, usato come pre,

e funzionerebbe anche meglio, che non un bf244....

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
No guardala bena la mia antenna da una parte è messa a terra con la palina!
L' idea è quella di collegare l' antenna nel punto dove la TENSIONE e l' impedenza sono massime
in modo da utilizzare al meglio l' alta impedenza del FET
Quella che ho disegnato è come se fosse una verticale alimentata in punta
e circuitata alla base sulla bassa resistenza della palina
(la volevo lunga 20 metri ma non avevo il filo!)
L' ho fatto pensando al punto di maggiore impedenza e tensione dell' antenna,
avendo un ingresso del FET a molto alta impedenza
e per scaricare a terra ogni carica elettrostatica e non solo!
Mettilo sotto prova il circuitino per giudicarlo!!!
Se non ti va pensa ad un dipolo ad onda intera con 6000 ohm di uscita che bella tesione metteresti sul FET!
rispetto ai 50 ohm avresti una tensione [V'=sqrt(6000/50)*V= 10.9*V] quasi 11 volte maggiore senza nessun
preamplificatore ne trasformatore!
e probabilmente sarebbe anche maggiore avendo un tale dipolo anche una
maggiore resistenza di radiazione rispetto al mezz' onda
..guarda il disegno e vedi i punti di maggiore impedenza e quindi tensione http://www.i5-4666fi.it/antenne/teoriaant.html
Edited by roberto1953
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Non dico di aver provato tutto, ma una numerosa serie di prove le ho fatte negli ultimi 35 anni...soprattutto negli ultimi 15 avendo problemi di spazio, sono approdato all'attuale slooping antenna.

L'articolo di cq che hai citato.......sono stato abbonato dal 1981 a quando ha chiuso....e conservo ancora tutti i numeri.

In ogni caso, quello che hai disegnato è una specie di slooping.

Ma non si trova nemmeno nella Bibbia, cioè l' ARRL, cenno in merito al cortocircuito, anzi....anche nell'articolo che citi sono ben evidenziati gli isolatori.

C'è una versione di cui adesso non ricordo il nome, che poi è il nominativo dell'ideatore, che prevede almeno una resistenza antiinduttiva dove tu l'hai palata a massa,

(KA9AY se non sbaglio)

senza considerare l'infinità di applicazioni militari ecc ecc ecc.

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
(..riscusami ma che impedenza vedi all' ingresso di un cavo lungo 1/4 d' onda cortocircuitato in fondo...
non ho mica scoperto l' acqua calda..
tantomeno per pensare che in cima ad un filo lungo 1/4 d' onda (che non avevo),
messo a terra in basso,
ci sarà la tensione più alta che in tutti gli altri punti di una tale antenna...
e quello vado a sfruttare!)
A nessuno piace provare ad uscire dalla cima di una antenna invece che di fondo :lol:
Comunque riascoltami pensa ad un dipolo a onda intera se questa non ti va, che lo trovi qui disegnato scorrendo
le pagine
6000 ohm d' impedenza non vanno bene per il cavo a 50 ohm ma se li ci colleghi direttamente il FET convertitore
(dal cui puoi si proseguire con un cavo a 50 ohm!) alla fine ti ritroverai
con una tensione ben più alta che rispetto ad un dipolo con 75 ohm d' impedenza collegato direttamente
al FET
...sei d' accordo SI o NO?
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Dal tuo disegno si evince una "palina di terra" e non c'è schematizzato nessun isolatore. Deduco che il filo sia collegato a terra.

Che tensione ci sia non è rilevante.

Fra tensione o corrente, in mezzo c'è la legge di Ohm e quindi, l'una vale l'altra.

Siamo d'accordo che il fet, all'interno della sua frequenza di taglio, può essere usato come adattatore di impedenza....ne più ne meno di un trasformatore un-un, solo che quest'ultimo difficilmente si brucia a causa delle scariche elettrostatiche e ancor più difficilmente intermodula, aspetto che continui ad ignorare.

Purtroppo il tutto non si può ridurre a [V'=sqrt(6000/50)*V= 10.9*V]

In ultimo, io ti cito ARRL...tu mi rispondi con un pdf contenete immagini scopiazzate da vecchie edizioni di "costruire diverte".

La tua fonte....I'm sorry....è priva di autorevolezza.

Link to comment
Share on other sites

roberto1953
...in quell' ARRL... non ci trovi di certo un FET miscelatore come l' ho polarizzato io sul source :smile:
..ma visto che hai tanti strumenti e una antenna simile che puoi facilmente mettere a terra,
intendo con una buona terra di pochi ohm
..perché non ci misuri l' impedenza sulla punta al variare della frequenza, con un grafico ?
Intanto che io studio e ristudio senza studio un filtrino d' ingresso
Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

Purtroppo non posso metterla a terra perché finisce su di un tirante isolato e poi su un palo di 3m e passa....onde evitare che i vicini me la tagliassero per la 34a volta.

Andrà a finire che...mi abbatteranno il palo. :angry:

Link to comment
Share on other sites

roberto1953

5d8aee20d3c6bcfeaeb1d179dd4d33b9.JPG

io ho simulato un filtro d' ingresso, questo, ma da li a farlo funzionare con una antenna vera...nemmeno mi ci metto.. .

Link to comment
Share on other sites

dott.cicala

certo che è veramente bello strano come filtro eh.....che bel simulatore usi che mi è sfuggito?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...