Jump to content
PLC Forum


Chris41

ICD3 programmazione fallita

Recommended Posts

Chris41

Buongiorno a tutti

Come da titolo sto cercando di programmare un pic con il programmatore ICD3 della Microchip , il pic è il 16F628A ed il file che voglio caricare l'ho preso da questo sito : http://jap.hu/electronic/combination_lock.html per la precisione il cl2_025.zip .

Con Mplab X IDE ottengo il mio file in formato HEX senza nessun problema , ma quando cerco ti programmare il pic il risultato finale è questo messaggio:

Programming.......

program memory

Address: 0 Expected Value :292d Received Value: 3fff

Failed to programm device

Questo provando più volte il risultato è sempre lo stesso , come se il programmatore non vedesse collegato il pic e non lo programma .

Qualcuno sa aiutarmi ?

Un altro indizio che posso darvi è che a volte quando faccio partire la programmazione mi esce questo errore

Target Device ID (0x3fe0) is an Invalid Device ID. Please check yuor connections to the Target Device

Nelle impostazioni di Power ho:

 

VDD 5 V

VPP 13.0 V

VDD nom 5 V

VDD app 5 V

 

Ed  ho spuntato la funzione  power target circuit froom tool

 

Un altra cosa che posso dire è che anni fa ho già usato questo progetto per aprire la porta del mio garage e con lo stesso programmatore tutto era andato a buon fine , l'unica cosa che è cambiato è il pc che uso a programmare .

Grazi a tutti

 

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Dallerrore segnalato sembra che sia arrivato un valore errato, potrebbe trattarsi di un errore di comunicazione tra PC e ICD.

 

Non ti posso dire di più perchè non uso ICD3, son fermo al vecchio ICD2 con MPLAB

 

Per l'errore che riporti di seguito, potrebbe trattarsi di un'errata impostazione degli switches software del programmatore.

Link to comment
Share on other sites

Chris41

Ciao Livio

Grazie per la tua risposta ,credo che tu abbia ragione purtroppo ho già provato ad impostare gli switches come viene descritto in una guida in inglese trovata online ma nulla da fare il risultato non cambia sembra che il mio programmatore che un tempo funzionava correttamente , oggi non funzioni più la cosa assurda è che se provo a cancellare il pic o a leggerlo tutto funziona regolarmente ed anche la verifica è regolare ovviamente senza nessun file hex caricato , se tento di programmare invece l'errore è sempre quello è davvero snervante perché anch'io prima di passare ad icd3 avevo un icd2 che funzionava perfettamente .

Link to comment
Share on other sites

walterword

sono i soliti problemi assurdi di casa microchip , era cosi anche 10 anni fa mi ricordo che anche con ICD2 c'era sempre da impazzire 

Infatti ho eliminato definitivamente microchip

Link to comment
Share on other sites

Chris41

Rieccomi dopo una giornata passata a capire il problema grazie anche al vostro aiuto credo di aver trovato finalmente il problema come diceva Livio era un problema di switches cecando di capire ho trovato un manuale sul sito della michrochip su come settare i vari switcers ed il problema era legato alla spunta della voce Allow import Hex file .

Nel mio caso non era spuntata quindi non consentivo al programma di importare un file hex , anche se per assurdo il programma mi diceva che il file era caricato con successo .

Diciamo che probabilmente resterà un mistero per me di questa cosa , ora sembra che tutto funzioni regolarmente .

Ciao walterword si è vero microchip non è facile da gestire come arduino che è meno ostico , però con i pic ho fatto dei bei lavoretti e sono "afezzionato" a loro fin dai tempi della scuola .

grazie ancora a tutti

IPE_production_mode_settings.png

Link to comment
Share on other sites

Chris41

Ritiro quello che ho detto prima , il problema è ancora presente , inserendo il pic sulla scheda non funzionava nulla ho provato a leggere il pic ed il risultato è che non era programmato mentre il programmatore mi diceva di si , controllando ancora le impostazioni mi sono accorto che in Memory settings

non avevo più spuntato le funzioni :

Program memory , quindi non veniva programmata la memoria

EEPROM , quindi nemmeno la eeprom veniva programmata

User IDs ,come sopra

Configuartion memory

Se spunto una sola di queste voci e dovrebbero essere tutte spuntate , ritorno con il mio problema , programmazione fallita ???????

Link to comment
Share on other sites

walterword

io l'ho mollato quando ho capito che avevo solo problemi e perdite di tempo inutili ed assurde .Tra l'altro il nuovo ICD3 costava troppo ed aveo riscontrato problemi con i driver usb di winzoz , per cui dopo giornate perse l'ho buttato .Pensa che nel 2005 avevamo anche sviluppato il pizzamicro , una serie di schedine e scheda madre per programmare diversi tipi di chip , anche il dspic .

 i bei progettini li puoi fare anche con arduino , anzi direi che potresti farli tutti.Se hai gia dimestichezza con i micro e sai cosa significa lavorare con i timer di sistema , cosa che fa arduino , entrare nei file headers e librerie sei a posto per poter sviluppare anche cose complesse.Ci fanno di tutto oramai con arduino , cnc , parser G.code etc .

Oltretutto hai gia una schedina pronta all'uso cosi evita anche di star li a saldarti tutta la roba e a scottarti ;)

Link to comment
Share on other sites

Chris41

Eccomi nuovamente oggi ho passato la giornata a cercare di risolvere il mio problema ,legato ad un messaggio di programmazione fallita del mio ICD3

e finalmente dopo ore di controlli e ricontrolli , per non dire quasi tentativi disperati sono arrivato alla conclusione ed alla soluzione del mio problema adesso funziona tutto correttamente quando inserisco il pic nello zoccolo di programmazione e collego ICD3 al pc finalmente mi riconosce il target cosa che prima non faceva e mi dava l'errore :

Target Device ID (0x3fe0) is an Invalid Device ID. Please check yuor connections to the Target Device

Questo era fondamentalmente il problema principale ed unico il programmatore non riconosceva il bersaglio su cui poi scrivere il file , e di conseguenza tutto il resto non funzionava non erano gli switches software ,ma una cosa più banale leggendo nei vari forum ho scoperto che questo errore è causato fondamentalmente dalla mancanza di alimentazione del pic , o da un errata scelta del Device , nel mio caso il device era corretto ed anche l'alimentazione lo era o meglio i ponticelli sulla scheda modulo di programmazione era corretti controllato più volte dal Data Sheets della casa , quindi ho provato a controllare con un tester la tensione tra GND e VDD il risultato è che la tensione non era proprio 5 V ma circa 1,23 .

Ho pensato che ICD3 si fosse guastato , ma poi controllando con il tester con un po' di attenzione sui pin della spina  RJ11 ho visto che li i 5 V erano presenti . guardando la presa ho visto cosa era successo un paio di contatti che vanno poi a toccare la spina sembrava che si fossero ossidati erano ricoperti da una patina di color marrone scuro , li ho puliti con un po' di carta verto fine ed ecco che tutto ritorna a funzionare il programmatore riconosce il target quando è collegato e viene programmato senza nessun problema al primo tentativo.

 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
Quote

e scheda madre per programmare diversi tipi di chip , anche il dspic .

 

Walter io la uso ancora con un ICD2 e non ho mai avuto problemi, almeno sino a PC con Win7.:smile:

Ovvimante ogni tanto dimentico di controlalre la configurazione quando cambio micro ed allora mi dice che non riconosce il micro.;)

 

Quote

li ho puliti con un po' di carta verto fine ed ecco che tutto ritorna a funzionare il programmatore riconosce il target

 

Era meglio usare una gomma da cancellare, così non avresti asportato niente della doratura dei contatti.

 

Comunque è una conferma. Io sospettavo in un'errata configurazione dello ICD per mie esperienze personali, come scrivo sopra. Però l'effetto è simile.

Io non sono così negativo come Walter. Però non acquisterò l'ICD3, preferisco quei nuovi oggettini di microchip che costa poco, programmi tutti i loro micro e unendo una loro scheda target low cost hai un sistema di sviluppo per il software ottimo ed acosto contenuto.

Link to comment
Share on other sites

Chris41

Ciao Livio

In effetti sarebbe stato meglio una gomma , diciamo che ho usato la prima cosa che ho avuto sotto mano per pulire i contatti .

Io ICD3 l'ho avuto quasi gratis da un baratto da un cliente che lo aveva accantonato per le varie difficoltà che aveva incontrato nel usarlo ed era passato ad un altra tipo di scheda programmazione a suo dire molto più semplice e funzionale da usare , se non ricordo male qualcosa della mikroelettronica .Il mio grosso errore è stato "abbandonare" ICD2 che ora non è più in mio possesso .

Quote

Però non acquisterò l'ICD3, preferisco quei nuovi oggettini di microchip che costa poco, programmi tutti i loro micro e unendo una loro scheda target low cost hai un sistema di sviluppo per il software ottimo ed acosto contenuto.

Che tipo di nuovi oggetti intendi Livio ?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Se vai sul sito Microchip, alla sezione relativa ai tools di sviluppo, trovi la panoramica di tutti gli "attrezzi": da costissimi e sosfisticati ICE sino alle schede da poche decine di euro.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.



×
×
  • Create New...