antonio82ba

Consigli quadro elettrico abitazione privata.

33 messaggi in questa discussione

antonio82ba   
antonio82ba

Buon pomeriggio, esperti e appassionati nonchè docenti. :)

Sono un ex installatore di impianti elettrici e attualmente sono alle prese (passatemi il termine) con la progettazione dell'impianto elettrico della mia nuova abitazione.

Ho incassato due quadri elettrici, uno da 36 moduli e uno da 12. In quest'ultimo pensavo di montare tanti magnetotermici quanti sono gli elettrodomestici, tutti comandati da un differenziale magnetotermico restart.

 

Nel quadro da 36 moduli invece, pensavo di fare in questo modo:

 

Generale: MAGNETOTERMICO 25A

Linea luci: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 10A

Linea prese: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

Linea prese elettrodomestici: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO RESTART 16A

Linea bagni: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A 0,01

Linea studio: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A in curva A

Linea tapparelle: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A: a valle di quest'ultimo vorrei montare le linee seguenti (così per non montare altri 4 differenziali): 

Linea climatizzatore: MAGNETOTERMICO DA 16A

Linea antifurto: MAGNETOERMICO DA 6A

Linea cantina: MAGNETOERMICO DA 16A 

Linea caldaia MAGNETOTERMICO DA 10A.

 

Inoltre vorrei montare la spia di presenza rete e il Wattmetro: presumo che entrambi dovranno essere protette da fusibile.

Scaricatori di tensione 

Contatti ausiliari per sapere lo stato di uno differenziale. 

 

Il quesito principale è se sto procedendo sulla retta via oppure avete consigli da darmi.

Avendo parecchi componenti elettronici, compreso centrale di allarme e imac da 27", vorrei proteggere con scaricatori di tensione e pensavo, solo per la linea dello studio, il magneto in curva A, che ne pensate?

In merito agli scaricatori non li ho mai usati ne montati, quali e quanti mi consigliate?

Pensavo di montare anche contatti ausiliari per verificare almeno lo stato di ogni differenziale (direi superfluo conoscere anche lo stato di ogni magnetotermico).

Per quanto concerne il bagno, vorrei montare un differenziale più sensibile visto il probabile contatto con acqua (16A 0,01) ma non so se collegare anche le luci bagno.

 

Cosa ve ne pare? Quali modifiche apporteresti?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Daniele Orisio   
Daniele Orisio

Io avrei qualche consiglio...

Come generale utilizzerei un magnetotermico da 32A (montante permettendo) per permettere aumenti di potenza, le prese le dividerei sotto due linee (una per le prese 16A e una per le prese 10A). Secondo me alcune linee (es. bagni o studio) sono superflue. Per quanto riguarda il condizionatore io installerei un magnetotermico differenziale da 16A in classe A e per gli elettrodomestici lascerei il restart solo ai frigoriferi dividendo gli altri sotto altri due salvavita.

 

Secondo me i magnetotermici in curva C vanno più che bene (quelli in curva A secondo me costerebbero parecchio). Per gli SPD ce ne vorrebbe uno di tipo 1 sotto al contatore, uno di tipo 2 nel quadro e uno di tipo 3 per ogni presa che alimenta carichi delicati. Sconsiglio l'utilizzo di contatti ausiliari per i salvavita poiché i primi spesso sono accoppiabili soltanto a componenti industriali che costano di più e perché mi sembra una funzione non molto utile. Per quanto riguarda il bagno ritengo superfluo un differenziale 10mA (a meno che uno non possieda una vasca a idromassaggio) e in ogni caso non utilizzerei questo interruttore per proteggere anche la luce del locale.

 

Nota: questi sono solo consigli, non mi assumo responsabilità.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
ilsolitario   
ilsolitario

Buonasera..  Direi che il dividere l'impianto su più linee sia un bel vantaggio in termini di continuità e ricerca guasti..  Partiamo dal montante, ma se non ci sono masse, e la tratta è in doppio isolamento basta un magnetotermico a protezione, altrimenti serve un MTD selettivo.. questo però  possiamo solo ipotizzarlo.. direi anche di adeguare se  puoi  la sezione almeno al 6mmq se invece è già presente un lavoro in meno..  Per  gli SPD  andrei su i soliti marchi come dehn o zotup... prestando attenzione al cablaggio altrimenti è come non averli nemmeno...  nel quadro è presente la barra equipotenziale??   In casa siemens se ti può interessare sono disponibili gli AFDD da abbinare sia a magnetotermici  che a blocchi differenziali + magnetotermico con l'unico limite  di avere una In<16A . il tutto accoppiabile a contatti ausiliari senza problemi...  Forse nel post ti riferivi a differenziali in classe A, per la cucina noi ultimamente preferiamo la strada del quadro secondario con un sezionatore come generale ma deve piacere ( esteticamente) sono belli i quadri della schninder  ( sicuramente l'ho scritto male)non ricordo il nome con sportello di vari colore e opzione luce di emergenza alimentata da un condensatore...per la caldaia meglio un MTD la pompa spesso è fonte di problemi.. direi di fermarci qui per il momento ma non ho capito se modificherai solo sul quadro o anche opere murarie e nuove linee.. in quel caso ma lo saprai già non lesinare su la dimensione delle scatole di derivazione e le condutture

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Giulio Ohm   
Giulio Ohm

Ciao Antonio, hai già letto una guida illustrata alla 64-8 ? Ce ne sono diverse dei maggiori produttori abb bticino ..

se non lo hai fatto scarica il pdf .

Per l'impianto occorre patire dalla linea che collega il contatote al quadro. Quanto è  lunga e dove è  posata ? E quanti mq è  la casa ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Intanto grazie le di vostri consigli.

Ho dimenticato di scrivere che il contatotore si trova in casa adiacente al quadro elettrico, la casa è in fase di completa ristrutturazione, sono già stati posati tubi e cassette di derivazioni è proprio per quest'ultime ho abbondato.

Comincio subito col dire che visto che non ci sarà nessuna vasca idromassaggio non monterò un differenziale sono per i bagni.

Per la linea studio invece quello che mi interessa non è tanto una linea dedicata ma uno scaricatore di tensione che mi protegga il Mac da 27" e altri accessori vari.

Ottima l'idea di usare solo un differenziale per il frigo e gli altri elettrodomestici sotto un secondo differenziale. 

@ilsolitario come mi accorgo se la tratta è in doppio isolamento? Non conosco il significato purtroppo. Poi in cosa differisce un differenziale magnetotermico selettivo da uno non selettivo?

Ottima anche l'idea del differenziale in curva A per i climatizzatori. 

@Daniele Orisio mi daresti qualche informazione in più sugli scaricatori di tensione? Perché tre modelli diversi? Potrei montare solo uno accanto alle prese omettendo gli altri due oppure per un lavoro a regola d'arte si devono mettere tutti e tre?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Daniele Orisio   
Daniele Orisio

Per realizzare una protezione completa dalle sovratensioni non basta installare uno scaricatore nel quadro, ma si devono installare in punti diversi in base al rischio di fulminazione. In genere se ne mette uno di tipo 1 sotto al contatore come protezione di tutto l'impianto, uno di tipo 2 nel centralino e uno di tipo 3 per ogni elettrodomestico. Quelli di tipo 1 e 2 dovrebbero essere a montaggio su barra DIN, mentre quello di tipo 3 resta all'interno nella scatoletta che ospita la presa.

 

Qui trovi qualche informazione in più (ho cercato su google e questo mi sembra che spieghi bene, non intendo fare pubblicità a nessuno):

https://www.schneider-electric.it/documents/news/Guida-alla-scelta-catalogo-SPD.pdf

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Buon pomeriggio e grazie a chi ha contribuito finora al mio quesito.

 

Riepilogo quello che vorrei mettere in atto con gli annessi dubbi.

Ricordo che si tratta di un abitazione di 83 mq completamente ristrutturata con contatore enel da 3 km posto all'interno dell'abitazione, accanto c'è il quadro elettrico da 36 moduli mentre nella zona cucinino c'è uno da 12 moduli. La tratta dal contatore al quadro elettrico principale sarà fatta con i cavi da 6mm; nel quadro non ci sono terre ne barra equipotenziale.

Ecco come vorrei suddividere i due quadri:

 

QUADRO ELETTRICO PRINCIPALE:

SPD

FUSIBILE

SPIA PRESENZA RETE

WATTMETRO o meglio ancora bticino f80gc o similare 

Generale: MAGNETOTERMICO 25A

Linea luci: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 10A

Linea prese: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

Linea prese elettrodomestici: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

Linea frigo e congelatore: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO RESTART 16A

Linea caldaia: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 10A

Linea climatizzatori: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A classe A

Linea tapparelle: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

Linea studio: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A in classe A

Linea cantina: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A

Linee varie: DIFFERENZIALE MAGNETOTERMICO 16A, a valle di questo:

allarme: MAGNETOTERMICO 6A

prese esterne: MAGNETOTERMICO 16A

 

 

QUADRO ELETTRICO CUCINA:

forno: MAGNETOTERMICO 16A

piano cottura: MAGNETOTERMICO 16A

lavastoviglie: MAGNETOTERMICO 16A

kappa e prese di servizio: MAGNETOTERMICO 16A

 

Accanto ad ogni differenziale e al magnetotermico generale vorrei montare un contatto ausiliario in modo da sapere quando uno di questi interviene;

Sono indeciso se montare solo un SPD oppure tre come mi è stato consigliato (vorrei sentire altri pareri in merito).

 

Che ve ne pare ora?

 

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc   
Elettroplc

Di cose ce ne sono, io ti correggo solo una parte per ora, anzi due:

Quote

Generale: MAGNETOTERMICO 25A

Potrewsti posare il C25A - meglio se un C32A - alla protezione montante, ed un sezionatore puro 2P da 63A nel centralino. Se non hai la protezione montante perché hai la tratta sui 3 metri, adotta  il C32A come generale del quadro.

Nel quadro di zona cucina, posa un sezionatore generale come il citato 63A e dei MT+Differenziali per le utenza singole.

occhio al "Wattmentro" come dici tu, meglio un multimentro da quadro con TA separato, ma dato che non hai dimistichezza con gli impianti, per il momento lascialo da parte.

Ricorda che, i dispositivi utuilizzatori da incasso devono avere l'alimentazione sezionabile, così come la caldaia e i condizionatori.

Le tapparelle con C6A se la cavano.

 

Prima correggi un po....poi ne riparliamo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Buongiorno e innanzitutto grazie per i consigli. 

Il contatore è in casa accanto al quadro elettrico, la linea non arriva a 2mt per cui il C32A come da te suggerito va bene. Perchè non andrebbe bene il C25? 

 

Che senso  ha un magnetotermico da 63 in cucina? Dico come mai un valore così alto? 

 

Perchè scrivi occhio al wattmetro? 

Cos'è il TA separato? 

 

Questi quesiti solo per togliermi un po' di dubbi e imparare, niente contro ci mancherebbe. 

 

 

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc   
Elettroplc

Non e semplice per tutti  progettare e cablare multimetri da quadro con TA esterni. Altrimenti, se eri un esperto - non chiedevi su questo forum. Bene per il C32A come generale. Nel quadro per la cucina posa un C25A come generale, poi...magnetotermici/differenziali per ogni utenza singola. Parti cosi, poi miglioriamo. Consiglio a te il contrel micro 3 o il lovato come multimetri daquadro: con questi ha tutti i parametri rete, corrente,tensione, potenza attiva,reattiva, cosfi. Nel quadro, predisponi una morsettiera a guida din multipolare, da cui farai le ripartizioni.ricorda che nel quadro principale  devi posare una barra Equipotenziale per il nodo di terra dell'impianto. Di cose ve ne sono tante da dire, andiamo con ordine.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Quindi nel quadro cucina non più il sezionatore ma c25.  

Per normativa nel quadro principale è obbligatoria la barra equipotenziale? Non ho spazio se prende l'intera fascia dei 12 moduli; il quadro è da 36. Pensavo di portare la terra direttamente in derivazione sotto al quadro, sbaglio? 

Mentre per la morsettiera dici che è indispensabile? Pensavo di fare i ponticelli oppure di usare dove posso i morsetti a pettine. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc   
Elettroplc

Fai pure anche i ponticelli. Ci sobo varre eqp din da 6 moduli come ingombro. Se fai 7n pi di razio con i moduli ci stai. Elimina qualcosa.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Rieccomi. Ricapitolando:

 

QUADRO ELETTRICO PRINCIPALE

 

Generale: MAGNETOTERMICO 32A

Linea allarme: DIFF. MAGNETOTERMICO 10A

Linea caldaia: DIFF. MAGNETOTERMICO 10A

Linea cantina: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

Linea clima: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A curva A (?)

Linea luci: DIFF. MAGNETOTERMICO 10A

Linea prese: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

Linea prese esterne: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

Linea studio: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A curva A

Linea tapparelle: DIFF. MAGNETOTERMICO 10A (?)

 

 

QUADRO ELETTRICO CUCINA 

Generale: MAGNETOTERMICO 25A

Linea frigo e congelatore: DIFF. MAGNETOTERMICO RESTART 16A

Linea forno: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

Linea lavastoviglie: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

Linea piano cottura e kappa: DIFF. MAGNETOTERMICO 10A

Linea prese servizio: DIFF. MAGNETOTERMICO 16A

 

Vorrei conferma dei due magnetotermici in classe A, sono veramente utili per la linea dei clima e dello studio? Intendo dire se fanno a mio caso in base alle apparecchiature elettriche che avrò. Ciò che mi preme di più è lo studio da proteggere imac 27" e altro di elettronica.

Altro dubbio, trovo inutile il magnetotermico differenziale per la centrale di allarme, ho sempre montato un semplice magneto. Ma con questa configurazione a monte non ci sarebbe nessuna protezione differenziale Sbagli? Salterebbe direttamente il contatore anche se trattasi anch'esso di un semplice magneto?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc   
Elettroplc

Per allarme solo MT. Il diff tipo A e idoneo per il climae le apparecchiature hardware con alimentatore switching. Per allarme e caldaia un C6A e sufficiente. L'allarme e a II isolamento non serve il differenziale bastano anche due fusibili.saluti

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

OK, allora aggiorno subito la lista della spesa. :)

Vogliamo vedere gli spd? 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Giulio Ohm   
Giulio Ohm

Aggiungerei di dividere la linea luci in due. E proteggere i comunque con il differenziale anche la linea antifurto. E adotterei del differenziali puri in modo da raggruppare più mt sotto lo stesso differenziale.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Grazie. A questo punto aggiungo un differenziale pure e a valle di questo più magnetotermici per: allarme, prese esterne, cantina e motori tapparelle. Che dici??

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Giulio Ohm   
Giulio Ohm

L'allarme lo lascerei da solo. E scusami usa comunque dei differenziali mt di portata adeguata a monte degli n mt. E poi e questa davvero è una cosa del tutto personale, a me non piace il secondo quadro in cucina prefeisco una barra dedicata nel q e principale a meno che non si stia parlando di casa su più  piani.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
hulio75   
hulio75

Curiosità, ma ad oggi che senso ha dividere le prese in 10A e 16A? Una volta si faceva questa differenza per le prese bagno e cucina, ma oggi ha ancora senso? Non basta metterle tutte a 16A?  Lo si fa solo per comodità e costi oggi?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
reka   
reka

comodità, eviti di tirare due linee dove non servono..

 

io anche nelle camere da letto zona comodini evito di tirare il 2,5 se non serve.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Ho posizionato il secondo quadro in cucina poichè il 36 moduli principale sarà già bello pieno.

Per le prese secondo me è inutile portare i cavi da 2,5mm ai comodini e altre prese simili pertanto anche io dove posso infilo il cavi da 1,5mm. Non vedo però che perché separare le due linea con due differenziali differenti, non mi garba molto l'idea. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Elettroplc   
Elettroplc

Per le prese delle camere da Letto puoi usare anche un MTD 10A, con le rpese passo 10A, oppure anche le universali.

Il Quadro in cucina lo preferisco anche io, che tra le altre cose ho.

Per le prese con FM  sopra i 1000W - MTD 16A e prese shuko.

Potere sezionare un elettrodomestico ad incasso in caso di guasto è il fine che si prefigge la norma quando consiglia di farlo. Così, si evita di dovere estrarre per caso un forno dalla cucina per distaccare la presa. Così, come è non-consigliato porrre prese FM per elettrodomestici non più estraibili poiché dietro le modanature dei mobili.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Ben trovati. Per curiosità, ecco la soluzione definitiva:

 

Quadro elettrico principale:

SPD Classe 2 con portafusibile

Controllo carichi con portafusibile

Generale: Magnetotermico 25A con contatto ausiliario per verificare il suo stato

Linea luci: Differenziale magnetotermico 10A

Linea prese: Differenziale magnetotermico 16A

Linea lavatrice e asciugatrice: Differenziale magnetotermico 16A

Linea allarme: Differenziale magnetotermico 6A curva A

Linea climatizzatori: Differenziale magnetotermico 16A curva A

Linea prese studio: Differenziale magnetotermico 16A curva A

Linea caldaia: Differenziale magnetotermico 6A

Linea tapparelle: Differenziale magnetotermico 10A

Linea prese esterne: Differenziale magnetotermico 16A

Linea cantina: Differenziale magnetotermico 16A  

 

Quadro elettrico cucina:

Generale Magnetotermico 20A con contatto ausiliario per verificare il suo stato

Linea frigo e congelatore: Differenziale puro 25A a riarmo automatico

Linea lavastoviglie: Differenziale magnetotermico 16A

Linea forno: Differenziale magnetotermico 16A

Linea piano cottura, kappa e prese di servizio: Differenziale magnetotermico 16A.

 

n.b. Monterò appena entro in casa UPS per linea luci e tapparelle.

 

Che ve ne pare?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Giulio Ohm   
Giulio Ohm

Vedo una sola linea luci

Ed il generale  mt da 25A lo sostituire i con un sezionatore da 32A

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
antonio82ba   
antonio82ba

Si solo una linea luce. A che serve da 32A se il contatore eroga massimo 3kwh? Solo curiosità, sono tutto orecchio. 

Poi non è meglio un magnetotermico che un sezionatore, per due euro in più? 

Dimenticavo, per l'ups dici di montare un differenziale magnetotermico?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso