Vai al contenuto

Jago

Eagle footprint condensatore da modificare

Recommended Posts

Jago

Ciao a tutti, sto diventando matto perché non trovo il Package di un banalissimo condensatore elettrolitico della ELNA che ha un diametro di 25 mm e uno spazio fra i pin di 12,5 mm.La libreria standard non lo contiene... (murhpy docet). Ho trovato una libreria nel sito ELEMENT14 (c-j.lib) che ne contiene uno con quelle misure, peccato che ha i fori per i reofori PICCOLISSIMI!!! e non utilizzabili. Ma la cosa che mi sconvolge di più è che nel disegnare lo schema con questi componenti, neppure i wire riescono ad attaccarsi al simbolo, non c'è niente da fare non ne vuogliono sapere.

Ora mi trovo in un "cul de sac"... Qualcuno ha qualche idea?

E' evidente che non sono un fulmine di guerra con Eagle, ma con le librerie standard non ho mai avuto problemi per le mie semplici necessità.

Grazie 1000

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Vicus

Piazzi il condensatore che più si avvicina a quello che ti serve. Sopra al componente tasto destro e modifica package. Salvi le modifiche e poi dai update dal menu librerie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Augusto1

Modificare un package o farne uno nuovo è semplice ed è spiegato come si fa sul manuale PDF che trovi insieme al programma.

Ci sono dei tutorials che lo spiegano e sono ben fatti anche sul sito ufficiale auto-desk.

Se non riesci a farlo, dammi il datasheet e te lo faccio.

Oppure vai su SnapEda e te lo fanno loro.

Molte librerie le trovi già pronte sul sito ufficiale auto-desk (che ha comprato eagle qualche anno fa). Ci sono di ogni produttore, guarda bene troverai anche quello che cerchi.

 

In tanti anni non ho mai visto una libreria "perfetta", in nessun cad.

Le librerie fornite in genere sono di spunto, poi sta a chi lo usa adattarle alle proprie esigenze.

Il consiglio che posso dare in generale è quello di farsi una propria libreria.

Occorre molto tempo, tuttavia se si inizia da ciò che serve per il primo progetto, poi si aggiunge quanto serve per il secondo e così via, alla fin fine si aggiunge sempre meno perché la maggior parte della componentistica è sempre la stessa, in particolare per i passivi come i condensatori, resistenze, diodi, transistor, fet, etc.

Bisogna farsi la propria perché sono molti i dettagli spesso ignorati nelle librerie di altri.

Inoltre alcune contengono errori di cui spesso ci si accorge tardivamente. Un viewer gerber prima di spedire i files in produzione è più che obbligatorio.

Personalmente preferisco uniformare ad esempio le grandezze dei nomi, rivedere i diametri dei fori se utilizzo componenti tht vecchio stampo, rivedere le dimensioni delle piazzole per gli smd in base al datasheet, rendere visibili le alimentazioni degli IC per non ritrovarmele connesse diversamente dal voluto, etc.

Per non parlare del fatto che è per forza da farne una propria nei casi in cui per esempio ti serve aggiungere la dissipazione con il rame dei layers 1 e 16 con una serie di via sotto il componente, cosa che si fa spesso con gli smd.

 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso


×