Jump to content
PLC Forum

Guest lillo007

Che cos'è la Visione Artificiale

Recommended Posts

Guest lillo007

Come richiesto da Ivan Castellaro, vado ad illustrarvi che cos'è la Visione Artificiale (sistemi di analisi basasti sull'elaborazione di immagini acquisite dalle telecamere) :

Che cos'è:

La richiesta sempre crescente di qualità, la tendenza verso la produzione a zero difetti, la competizione sempre più serrata e la necessità di contenere i costi, costringono le aziende ad affrontare un nuovo modo di pensare: oggi è richiesto un controllo di qualità affidabile ed accurato di ogni singolo pezzo.

Il campionamento statistico non può garantire la qualità richiesta, mentre la riduzione delle dimensioni dei componenti ed il ricorso a metodologie produttive sempre più automatizzate e flessibili, rendono il controllo manuale assolutamente inapplicabile, dal momento che non è in grado di fornire garanzie di ripetibilità e stabilità ed è reso proibitivo dal costo del lavoro.

I sistemi di elaborazione digitale delle immagini si integrano perfettamente in questo ambiente poiché sono in grado di fornire dati oggettivi sulla qualità dei prodotti in maniera ripetitiva ed automatica. Accuratezza degli assemblaggi, qualità delle superfici, misure, profili, forme, colori, posizionamento, possono essere controllati in poche frazioni di secondo in maniera precisa e documentabile.

L’industria automobilistica, cosmetica, meccanica, farmaceutica, alimentare, del confezionamento e dell’assemblaggio si affidano sempre più ai sistemi di visione artificiale per automatizzare compiti di controllo del prodotto.

Tipiche applicazioni dei sistemi di visione artificiale sono infatti: la verifica delle dimensioni e del contorno di oggetti con precisioni che possono arrivare in alcuni casi al micron; la lettura e la decodifica di caratteri, di codici a barre e di “data matrix code”; il controllo della qualità di stampa; la verifica della presenza dei vari componenti che costituiscono un pezzo e del corretto assemblaggio degli stessi; il controllo della qualità e della lavorazione delle superfici; la verifica e l’identificazione dei colori.

Ma l’elaborazione digitale delle immagini non si applica solo a problematiche relative alla qualità della produzione, essa costituisce un valido e sempre più insostituibile strumento anche per acquisire ed analizzare dettagliatamente le informazioni di quanto prodotto, sia al fine di tracciare automaticamente la produzione (rilevando ad esempio dati quali codici di lotto, numeri di serie, ecc.), sia per acquisire informazioni utili a retroazionare il processo produttivo (misure senza contatto o rilievi in ambienti ostili), che infine per riconoscere le caratteristiche degli oggetti analizzati e settare la linea di produzione di conseguenza (sorting).

Tipici settori applicativi dei sistemi di visione artificiale sono:

La misura: è possibile verificare le tolleranze geometriche e dimensionali dei prodotti. L’uso di algoritmi di subpixeling consente di ottenere una ripetibilità dei risultati di misura fino al 1/20 di pixel.

Verifica presenza: i componenti di un pezzo possono essere analizzati individualmente; ne può essere controllata la corretta posizione, possono essere ordinati e contati. Forme complesse possono essere riconosciute indipendentemente dal loro eventuale spostamento o dalla rotazione.

Identificazione: simboli e caratteri possono essere riconosciuti e verificati sfruttando algoritmi di classificazione neurale. L’addestramento effettuato con simboli campione e la possibilità di procedere con affinamenti progressivi consente di ottenere elevate precisioni di riconoscimento.

Bar code e Data Matrix code vengono decodificati indipendentemente dalla direzione e dall’orientamento.

Verifica posizione ed orientamento: la posizione e l’orientamento di un pezzo possono essere rilevati e trasferiti ad un robot o al controllore di processo per gestirne la manipolazione o per realizzare sistemi di posizionamento a loop chiuso.

Controllo stampa: è possibile verificare contorni ed omogeneità di quanto stampato, analizzando contemporaneamente anche la presenza di eventuali difetti dello sfondo.

Ispezione di superfici: è possibile rilevare graffi, rigature, imperfezioni estetiche o ammaccature. Ciascun difetto può essere classificato in diverse categorie basandosi su caratteristiche quali la dimensione, la lunghezza, il fattore di forma, la direzione, ecc.

Il processo di sviluppo di una soluzione di "machine vision" è composto fondamentalmente di 5 passi:

Verifica dei campioni in laboratorio:

Dopo un primo contatto per la comprensione del problema il cliente fornisce alcuni campioni significativi dei pezzi da controllare. In laboratorio i campioni vengono analizzati e viene stimata una prima fattiblità dell'applicazione, iniziando ad individuare anche gli strumenti più idonei in funzione delle esigenze del cliente.

Analisi:

determinata la realizzabilità della soluzione vengono analizzati in dettaglio, assieme al cliente, tutti gli aspetti dell'applicazione, con particolare riguardo all'ingegnerizzazione ed all’integrazione del sistema nel processo produttivo e nell’organizzazione tipici del cliente. Una volta fatto ciò vengono scelti i componenti più adatti e viene formulata un'offerta.

Realizzazione:

nei laboratori viene realizzata l'applicazione, simulando quanto più possibile il funzionamento della macchina e collaudando a fondo i componenti utilizzati.

Messa in funzione:

è una delle componenti più importanti. A differenza di molti altri sistemi, quelli di visione artificiale sono estremamente sensibili alle condizioni al contorno. Il posizionamento a bordo macchina, il collocamento della macchina nello stabilimento in relazione alle fonti di illuminazione, possono influire sulla qualità di quanto realizzato. Per questo i tecnici intervengono per effettuare la messa in servizio e la calibrazione dell'apparecchiatura, modificando in condizioni reali di produzione tutti quei parametri che possono consentire di ottenere la massima ripetibilità ed affidabilità delle funzioni svolte dall'apparecchiatura.

Assistenza:

Per ogni problema, esigenza, informazione i tecnici devono essere disponibili e pronti ad intervenire. Perché un sistema di visione artificiale diventa un componente fondamentale del sistema azienda ed il cliente deve poter sempre contare sul massimo supporto.

Come funziona un sistema di visione artificiale:

Bhè in poche parole si può riassumere nei seguenti passi:

-acquisizione dell'immagine da parte delle telecamere

-analisi dell'immagine acquisita da parte del software di visione artificiale

-trasferimento dei dati e/o comando di movimentazioni e/o plc in base ai risultati ottenuti dall'analisi precedente.

Le Problematiche:

- Uno dei maggiori problemi per sviluppare un sitema di visione artificiale è sicuramente l'illuminazione da questa dipende tutto ma soprattutto dipende la precisione del sistema.

- Altro problema è sicuramente la qualità della telecamera la quale a seconda del numero di pixel può influire in modo notevole sulla qualità delle rilevazioni fatte

- Inoltre diffidate da quelle aziende che vi impongono un software "proprietario" il quale serve sono a rendere schiava l'azienda, dovete puntare su un software standard che vi lasci la possibilità di effettuare modifiche in futuro e che sia di semplice utilizzo in modo tale da non dipendere da una unica azienda e/o persona.

- Ultima cosa diffidate di chi vi garantisce tutto e soprattutto una precisione oltre il centesimo...con magari prezzi bassissimi.

Le maggiori aziende che offrono questi servizi:

(in ordine alfabetico)

- AUTOWARE (http://vision.autoware.it)

- BAUMER (http://www.baumerelectric.com)

- COGNEX (http://www.cognex.it)

- DELTA VISIONE (http://www.deltavisione.com)

- FALCON (http://www.falconinstruments.it)

- LOGO SYSTEM (http://www.logosystem.com)

- KEYENCE (www.Keyence.com)

- MATSUSHITA (http://www.matsushita.it)

- NATIONAL ISTRUMENTS (http://digital.ni.com/worldwide/italy.nsf/main?readform)

- NEUROCHECK (http://www.neurocheck.it)

- OMRON (http://www.omron.it)

- SIEMENS (http://www.siemens.it)

- SPECIAL VIDEO (http://www.specialvideo-eng.com)

- TATTILE (http://www.tattile.com)

- VEA (http://www.vea.it)

- VISION DEVICE (www.visiondevice.com)

- VISUAL INSPECTIONS (http://www.visualinspections.it)

queste sono le più famose ne trovate altre...di più "piccole"(:D) cercando visione artificiale nei principali motori di ricerca (es. google)

Ciao a tutti!

Sempre a vostra disposizione per maggiori informazioni

:)

Link to post
Share on other sites

Ivan Castellaro

La telecamera è una normale telecamera che puoi trtovare in commercio?

Che cosa da fuori e in che formato?

I software utilizzati per eleborare l' mmagine hanno biosogno di essere scritti in linguaggio di basso livello (assembler, c, ecc..) o potrebbero essere scritti anche in linguaggi di alto livello (java, visual basic, ecc..)

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007
Ivan Castellaro+Jan 28 2003, 12:10 PM-->
CITAZIONE(Ivan Castellaro @ Jan 28 2003, 12:10 PM)

Allora le telecamere possono essere anche delle normali telecamere che si trovano in commercio ma uso il possono perchè tutto è vincolato al software che si utilizza e quindi per scegliere la telecamera di solito si guarda la compatibilità con il software...comunque di solito si usano telecamere per l'industria che sono logicamente più resistenti e più precise infatti il prezzo è proporzionale alla qualità della telecamera anche se non dovete pensare che i costi siano così stratosferici.

Le marche più utilizzate sono:

PULNIX

HITACHI

SONY

JAI

(poi c'è chi si produce tutto ad esempio Tattile e Cognex... anche se personalmente non credo che un ottimo imbianchino sia un ottimo elettricista non so se ho reso l'idea...:P )

ma ora stanno avendo una fortissima diffusione le telecamere

BASLER perchè supportano il FireWire e quindi basta una qualsiasi scheda di acquisizione firewire per collegare la telecamera al pc (e sono digitali) a differenza delle altre (che sono analogiche) che necessitano di una scheda frame grabber.

Le telecamere come tutte le telecamere danno in uscita un segnale video che poi viene catturato dalle relative schede di acquisizione e i software eleborano come bitmap.Una cosa interessante invece sono le telecamere compatte le quali integrano a bordo il software di analisi le uscite digitali l'usicita per un monitor e per mouse e tastiera una serale e/o usb. Praticamente è un sistema di visione completo che riesce a comunicare con un plc oppure con rete.

Il discorso software è un po' una giungla... ci sono varie correnti di pensiero c'è gente che scrive il software in liguaggio a basso livello oppure persone che fanno programmi ad hoc in liguaggi ad alto livello... io personalmente preferisco una piattaforma software di sviluppo completa che si basi su funzioni standard, testata, facile da usare ma soprattutto intuitiva. (io utilizzo NeuroCheck che è di una ditta tedesca ma come questo ne esistono altri...ne ho visti molti a VISION2002 a Stoccarda)

Perchè dico questo? perchè poi i programmi scritti ad hoc vincolano l'azienda a chi l'ha scritto invece con un ambiente di sviluppo semplice basato ad esempio su un sistema drag & drop, chiunque può studiano un manuale riuscire a capire il programma ma soprattutto in futuro se il cliente necessita di nuovi controlli non è costretto ad acquistare un nuovo software basta semplicemente aprire il programma e aggiungere le funzioni di cui una persona necessita. Inoltre questi software di solito dispongono di una sezione plug-in da scrivere in visual c++ o altro... per permettere all'utilizzatore esperto di aggiungere funzionalità avanzate

Inoltre essendo software standard ad ogni istallazione "matura" ed eventuali bachi vengono corretti garantendo livelli di sicurezza notevoli.

Ciao

Sempre disponibile per informazioni

:ph34r:

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Mi è stata posta la seguente domanda:

'Ciao Lillo007,

da estremo neofita, mi piacerebbe una opinione da chi è nel settore, su come viene visto il sistema di visione artificiale via Profibus proposto da Siemens VS710 (se non erro dovrebbe esserne uscito un successore), e come funziona, essendo la larghezza di banda di Profibus non esagerata, neanche andando a 12Mb/s come si riescono a incapsulare le immagini?'

Risposta:

'La telecamera Siemens VS710, di cui verrà resa disponibile una serie di successori a partire da metà febbraio (serie 72x – derivata dalla serie DVT 500 attraverso una complessa operazione di rimarchiatura), opera come slave profibus. Le immagini non vengono incapsulate nei telegrammi profibus, anche se in origine era prevista una modifica del protocollo per rendere disponibile anche questa funzionalità. La comunicazione si limita a livello di comandi (job di start, stop, cambio programma, run once, ecc.) e di trasmissione di dati, che possono essere dalla telecamera al master profibus (risultati di analisi) o dal master alla telecamera (variabili utilizzabili all’interno del programma di visione).'

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Segnalo alcune delle principali fiere sulla Visione Artificiale:

(in rigoroso ordine cronologico)

Oct. 21 - 23, 2003

Vision 2003

International Trade Fair for

Industrial Image Processing

Exhibition Centre Stuttgart,

Germany

Sempre a disposizione

(chi ne conosce altre me le segnali)

Link to post
Share on other sites
Dario Valeri

ciao

con che ordine sono state immesse le case nominate?(di importanza , di vicinanza , di fatturato, di mercato?)

noto baumer prima di keyence o national dopo di logosystem ,tattile quasi ultima e altre mai sentite ai primi posti ....boh?

dario

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Ciao!

bhè....basta leggere meglio il post <_<

c'è scritto esattamente :

Le maggiori aziende che offrono questi servizi:

(in ordine alfabetico)

Quindi...l'ordine è quello alfabetico così non si fa torto a nessuno... B)

Sempre a disposiazione per informazioni

Link to post
Share on other sites
Lucam

Nell'elenco delle aziende non ho visto OMRON e NAIS (MATSUSHITA) che mi sembrano due fra i principali attori nell'applicazione della visione artificiale a livello industriale.

Forse nelle descrizioni generali sarebbe meglio non mettere nessuna azienda, così non si fa torto a nessuno

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007
Lucam+Feb 5 2003, 11:16 AM-->
CITAZIONE(Lucam @ Feb 5 2003, 11:16 AM)

Ciao Lucam!

Grazie per la segnalazione ho già provveduto ha segnalare le aziende ai moderatori in modo tale da inserirle nella lista...

Il discorso di eliminare la lista delle aziende posso condividerlo ma... in un ottica di didattica trovo giusto dare un quadro completo del pianeta visione artificiale.(Sarebbe come parlare di plc e non citare Siemens o Allen Bradley)

Grazie ancora

:ph34r:

ps. X TUTTI ... non fossilizzatevi sulla lista delle aziende ecc ecc :(

... la cosa importante di questo post è la visione artificiale. A parte Ivan e un'altra persona nessun altro ha posto domande sulla visione artificiale! Utilizzate questo post per accrescere le vostre conoscenze e chiarire i vostri dubbi!

Chiedete...postate articoli insomma fate cresere questo post in modo che diventi una risorsa per tutti! :)

Link to post
Share on other sites
Federico Milan

Una risorsa di visione artificiale opensource la si può trovare anche qui

http://sourceforge.net/projects/opencvlibrary/

ovviamente è una serie librerie per facilitare i compiti di interfacciamento e trattamento immagini, l'ho solo guardata e credo che ne valga la pena per chi avesse tempo e tanta voglia :) di fare ... non è per tutti ... forse è un po OT nell'ambito industriale essendo secondo me più ber un e-busines che industria :blink:

Lilo007 oltre ai libri, per caso hai qualche altro link più teorico? cioè meno pratico e più sul formulistico ?!? :) ... vorrei provare a approffondire la tecnica di trattamento piuttosto che la piattaforma ...

ciao

Link to post
Share on other sites
Gabriele Corrieri

Ciao Lillo,

... la cosa importante di questo post è la visione artificiale. A parte Ivan e un'altra persona nessun altro ha posto domande sulla visione artificiale! Utilizzate questo post per accrescere le vostre conoscenze e chiarire i vostri dubbi!

Ti pongo un caso concreto, seppur di "terza mano" ossia sono storie raccontate due volte, e ci possono essere dei "ricami" sopra.

Un nostro concorrente ha fatto delle prove per aggiustare una procedura "spira-spira" nell'avvolgimento delle bobine di cavo (sia nudo che ricoperto, sia cordato che unipolare), in pratica facendo una procedura PID sul passo di avvolgimento, controllata da una telecamera ... (non sono balzane ... Livio conosce sia il cliente finale che chi l'ha fatta) i risultati (di una decina d'anni fa) sono da cestino ( o da cassone ... fate voi le proporzioni) dei rifiuti ... il passo era un'impresa tenerlo costante in quanto la telecamera (e il relativo software di acquisizione / elaborazione immagini) aveva grandi problemi nella soppressione dello sfondo (una bobina con avvolto cavo del medesimo colore, con possibilità di riflessi dovuti alla corda nuda di rame o a guaine lucide) ... risultato tutto nel cassone dei rifiuti, soldi buttati al vento.

Io circa 5 anni fa su una macchina con poche pretese ho avanzato l'idea di poter fare esperimenti sui generis e mi sono state "segate le gambe" al volo per il motivo di cui sopra ... se ci può essere una soluzione posso anche farti avere una serie di foto di bobine avvolte (solo la bobina e l'ultima carrucola che vi guida il cavo, il resto non è possibile) per una possibile analisi, dimmi eventualmente la risoluzione che desideri più opportuna (le foto saranno fatte con una videocamera digitale SONY con ottica ZEISS, quindi abbastanza precise), in pratica a me basta avere in uscita a tempi di circa 10 / 20 ms massimo un segnale da -32768 a +32767 (quando sono a 0 il cavo è perfettamente centrato), il "passo master" lo calcolo io da software, il parametro che il sistema di visione mi passa è la correzione, o la differenza dal centro della spira.

Il sistema non deve richiedere grandi personalizzazioni ... siccome il cliente spesso non è un genio non posso nè fare un corso sull'auto-apprendimento del sistema di visione al cliente finale, nè tantomeno sentire squillare il telefono ogni volta che il cliente cambia il colore o la sezione del cavo ... se mancano altre informazioni puoi chiedermele sia qui sul forum che in privato.

Grazie, ciao

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007
Federico Milan+Feb 5 2003, 04:39 PM-->
CITAZIONE(Federico Milan @ Feb 5 2003, 04:39 PM)

Ciao Federico!

non ne cosnosco molti...tutti si tengono le loro conoscenze strette strette (è anche per questo che vorrei far crecere questo post)

so dell'esistenza di http://www.machinevisiononline.org

Per adesso segnalo questo...

(ma continuerò a cercare... :P )

Ciao

Link to post
Share on other sites
ldeberna
lillo007+Feb 6 2003, 09:34 AM-->
CITAZIONE(lillo007 @ Feb 6 2003, 09:34 AM)

Un altro paio di siti interessanti sono:

Vision System Design

CVOnline: The Evolving, Distributed,Non-Proprietary, On-Line COmpendium of Computer Vision

Image Processing Fundamentals

Ce ne sono poi molti altri, alcuni fra l'altro linkati proprio in CVOnline, e molti di aziende commerciali che vale comunque la pena di visitare per ricavare informazioni anche di carattere generale.

Bye

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

NEWS NEWS NEWS:

-Su Automazione Industrale n°103 è uscito un articolo sulla tavola rotonda tenutasi tra i maggiori produttori di sistemi di visione artificiale.(e sul n°104 è uscito un altro articolo sui sistemi di visione)

-Automazione Oggi di Febbraio è uscita con un "super" inserto intitolato "Vetrina Sistemi di Visione"

Ciao!

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Ciao a tutti!

Sono appena tornato dal PatnerMeeting di Siemens a Norimberga...

Bhè hanno presentato le nuove telecamere che da adesso Siemens commercializzerà al posto della VS710 (anche se quest'ultima continuerà ad esistere ma il Provision non verrà ulteriormente migliorato)

Bhè che dire...queste nuove telecamere altro non sono che le telecamere della DVT già perchè ora Siemens e DVT hanno raggiunto un accordo di collaborazione.

Per adesso se volete ulteriori informazioni dovete fare riferimento al sito della DVT:DVT home page comunque. fra poche decine di giorni dovrebbero uscire quelle marchiate siemens...(non cambia nulla dalle DVT solo il marchio sulla scatoletta...)

comunque. Le telecamere sono buone il software è ottimo!(ho seguito il corso che la DVT ha fatto e devo dire che tutto per adesso mi sembra ottimo!...comunque adesso faccio dei test poi vi farò avere notizie ;) )

Sempre disponibile per info.

:ph34r:

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Ciao a tutti!

ho tre di news nuove nuove :D :

1) Finalmente sembra che il mercato della visione artificiale in italia si stia sbloccando...saranno gli investimenti economici da parte di tutte le aziende del settore...sarà che finalmente le aziende hanno capito che una spesa iniziale per garantire la qualità alla fine ripaga...saranno molte cose....resta il fatto che il mercato "eppur si muove..." :lol:

2) Siemens-DVT ...come detto nei precedenti post...l'accordo c'è... l'unica cosa che mancano sono le telecamere DVT marchiate Siemens... sembra che in italia ne sia arrivata una!...quindi per adesso le mie prove effettuate con dvt si sono limitate al solo software....che comunque. consente di simulare la telecamera e quindi di fare qualche interessante prova

3)Sembra che il FireWire stia affermandosi... infatti ora oltre alla Basler anche la Baumer ha rilasciato delle nuove telecamere FireWire

Sempre a disposizione per Info...

:ph34r:

Link to post
Share on other sites
Guest lillo007

Ciao a tutti!

segnalo un'altra news:

sono disponibili delle telecamere in grado di restituire l'immagine 3d del pezzo inquadrato...

si basano su due sensori utilizzati in contemporanea uno matriciale e uno lineare... (poi c'è un terzo sensore lineare per necessità di avere una lineare pura)

Il risultato è molto buono...

Ciao

:ph34r:

Link to post
Share on other sites
newreds

ciao a tutti

sono circa 13/14 anni che mi occupo di Visione Artificiale o meglio, visto che questo termine è andato in obsoloscenza, di Visione Industriale.

Mi spiace rilevare molte inesattezze dagli interventi di lillo007 su questa materia tra cui :

- l'elenco dei principali "attori" sul mercato è assolutamente inesatto, hai infatti mescolato produttori e integratori, distributori e costruttori di sistemi verticali

- hai dimenticato molti nomi di chi ha fatto la storia dell'evoluzione dei Sistemi di Visione soprattutto degli ultimi anni

- il sistema di ricostruzione immagini 3D si basa su di un sensore a matrice ad alta risoluzione che rileva lo scostamento e posizione di una lama di luce laser quando incontra l'oggetto. Il sensore ha integrato anche una porzione lineare che può essere utilizzata per "visionare" l'oggetto oltre che a ricostruirlo tridimensionalmente.

Il sistema in questione è della IVP svedese che ora è al 100% proprietà della SICK.

- l'accordo di rimarchiatura di Siemens delle smartcamera DVT è vecchio di un anno, è la Siemens che non spingeva tanto il prodotto perchè probabilmente doveva capire meglio il prodotto che aveva in mano o altre ragioni politiche rguardanti il modello da mandare in pensione....

- DVT è sul mercato della visione dal 1998/99, i prodotti Siemens e DVT sono dissimili solo nella parte sw ma molto leggermente, sono diversi i prezzi !!

- Omron, Keyence & c. non sono dei grossi attori di questo mercato, i loro sistemi non brillano infatti per tecnologia ma per facilità di utilizzo, infatti l'approccio è quello di produttori di sensori che hanno fatto evolvere "parzialmente" i loro semplici sistemi

- firewire non è un sistema di visione ma esclusivamente una modalità di comunicazione che effettivamente sta cominciando ad avere dei proseliti, permette infatti di evitare l'utilizzo della scheda framegrabber nel PC per acquisire l'immagine, ma non senza alcuni problemi di realtime e controllo efficiente sull'acquisizione, la Sony, molto prima di Basler, ha sul mercato telecamere industriali IEEE1394

Sono a disposizione per qualsiasi consiglio di impiego di sistemi di visione.

;) ciao

Link to post
Share on other sites
walterword

ciao a tutti

interessante la cosa .

Nell'azienda dove lavoro avevano fatto delle analisi riguardo la tecnologia di cui lillo espone .

Personalmente non mi dispiacerebbe capire qualcosa in merito

Attualmente rilevo dimensioni di bobine di carta, per esempio , con encoder , fotocellule e laser .Il peso con le celle di carico

Nella movimentazione delle bobine prima di arrivare alle wrapper machine , bar code , etichettatrici e robot vari

ci sono nastri , ribaltatori , piattaforme , trasportatori e navette

Per automatizzare tutto cio uso le classiche tecniche basate su fotocellule e microswitch

Talvolta capita che ci sia anche un pc con la visione artificiale che interscambia col plc dati semplici , cioe start controllo , controllo ok , controllo nok ect

Altre apparecchiature sono in profibus , altre in rs232 , altre in ethernet e la cosa sta "degenerando" perche poi i dati devono essere acquisiti dal livello 2 , 3 , plc ect e viene fuori un giro lungo

A tempo perso stiamo analizzando la possibilita di poter concentrare in un'applicazione pc quasi tutte le funzionalita del sistema

offrire un pacchetto sw ai clienti che faccia da manager dei nostri impianti ma anche con l'esterno

La mia domanda sarebbe :

1-E' possibile utilizzare un sistema di visione per analizzare , processare e decidere cosa fare per la movimentazione , ossia al posto delle fotocellule o micro switch usare una telecamera ?

Fermare , caricare , scaricare , comporre packets di bobine , coontrollarne la fasciatura l posizione dello slide film ect.

2-E' possibile acquisire dimensioni tipo lunghezza , diametro ? (cred proprio di si )

3-E' possibile acquisire e calcolare il peso ?, se per esempio conosciamo il peso specifico , in base al volume della bobina si puo anche sapere il peso , almeno in forma indicativa .

3-E' possibile integrare la telecamera all'interno di un sistema tipo visual studio .net tramite assmbly? (ivan non capisco perche dici che il C e' un linguaggio di basso livello , insieme all'assembly...)

4-Come funziona il software che acquisisce le telecamere ? prende immagini bitmap e per definire un oggetto controlla pixel per pixel l'immagine ?

5-La velocita' di acquisizione , se fosse un sistema integrato in un pc con plc integrato , e' valida , quali sono i limiti di precisione ?

Grazie per le risposte

p.s. gradirei che le risposte siano sensate e senza troppe opinioni personali , ho gia notato che come sempre si parte bene e poi diventa tutto una chiacchera della quale non se ne fa niente

Da astenersi per favore i critici d'arte , gradirei risposte chaire e mirate , questo e' un discorso serio

ciao

walter

Link to post
Share on other sites
Savino
3-E' possibile integrare la telecamera all'interno di un sistema tipo visual studio .net tramite assmbly? (ivan non capisco perche dici che il C e' un linguaggio di basso livello , insieme all'assembly...)
Dalla mia esperienza in merito, ti posso suggerire la "Matrox Imagigng Library(MIL)", in completa armonia con le comuni C API e anche si integra benissimo in ambiente Visual Studio, .NET ,WinCE .. con ActiveMil (ActiveX controls collection). Link Edited by Savino
Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...