Vai al contenuto

Enzo 1

Ronzio del trasformatore di alimentazione amplificatore audio

Recommended Posts

Enzo 1

Salve

Mi sono appena registrato in questo forum spero di essere nella giusta sezione.

Vengo subito al punto:

Ho riavvolto il secondario di un trasformatore toroidale originariamente adibito per alimentare lampade alogene.

Trasformatore da 300VA

Servivano 2 secondari da 30 volt per alimentare un amplificatore stereo a MOSFET.

Le tensioni al secondario sono esattamente di 30 volt x2

Il trasformatore funziona l' unico problema è che vibra e le vibrazioni meccaniche si ripercuotono (di riperquotano) in modo udibile sugli altoparlanti.

Come alimentatore uso un ponte di Greaz da 8 A 2 condensatori elettrolitici da 10000 mF 50V con in parallelo 2 condensatori da 100 nF 63 V 

La domanda. è : come possibile eliminare questo ronzio ?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Devi bloccare gli avvolgimenti, una buona resina epossidica può andare bene .

Non hai mantenuto la giusta tensione nel filo quando hai avvolto. 

Questo per la meccanica. Per l'audio, vediamo dopo. 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

 

Si non era del tutto semplice avvolgere 18 m x 2 di filo di rame smaltato  .

Provare con la resina certo..ci avevo pensato..ho pensato anche che potrebbe essere il ponte raddrizzatore che introduce disturbo..per questo pensavo di mettere dei condensatori da 330 nF in parallelo ai diodi del ponte.Il loop di massa mi sembra corretto con collegamento in unico punto a terra.

Con gli altri finali a transistor e l'altro trasformatore sempre toroidale da 21x2 del secondario era tutto molto silenzioso.

Che ne dite..? Potrebbe essere il ponte ?

Per questo amplificatore a MOSFET ho realizzato un nuovo alimentatore quindi nuovo anche il ponte.prima invece il raddrizzatore era realizzato con 4 diodi da 6 A.

Grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

L'amplificatore è stereo? Se lasci solo un canale funziona meglio?

Ricordo un problema simile che ho risolto facendo l'alimentatore diviso per i due canali utilizzando però lo stesso trasformatore con due coppie di secondari. Purtroppo mi si formava un loop di gnd tra mixer e ampli. 

Poi lo 0 di alimentazione è collegato con il Pe diretto, tramite resistenza e condensatore o isolato.?

L'ingresso è bilanciato o sbilanciato? 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini

Direi di separare in 2 i problemi: meccanico ed elettrico.

Togli le vibrazioni meccaniche prima po, come suggerito da Gabri, si affronta il problema elettrico.

8 ore fa, Enzo 1 scrisse:

.per questo pensavo di mettere dei condensatori da 330 nF in parallelo ai diodi del ponte

 

Questi riducono i rumori di commutazione dei diodi e qualche cosa fanno.

Però se c'è del rumore 50Hz in un canale non dipende da questo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Si non era del tutto semplice avvolgere 18 m x 2 di filo di rame smaltato  .

Provare con la resina certo..ci avevo pensato..ho pensato anche che potrebbe essere il ponte raddrizzatore che introduce disturbo..per questo pensavo di mettere dei condensatori da 330 nF in parallelo ai diodi del ponte.Il loop di massa mi sembra corretto con collegamento in unico punto a terra.

Con gli altri finali a transistor e l'altro trasformatore sempre toroidale da 21x2 del secondario era tutto molto silenzioso.

Che ne dite..? Potrebbe essere il ponte ?

Per questo amplificatore a MOSFET ho realizzato un nuovo alimentatore quindi nuovo anche il ponte.prima invece il raddrizzatore era realizzato con 4 diodi da 6 A.

Grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

 

Buongiorno a tutti e grazie per le vostre risposte e consigli.

Si l'amplificatore e' stereo.il ronzio è in ambedue i i canali con o senza preamplificatore collegato.anche se funziona solo 1 dei due amplificatori non cambia nulla il ronzio permane.

Lo zero centrale era collegato a massa con una resistenza da 100 ohm poi ho notato che collegato direttamente andava meglio.quindi ho lasciato collegato direttamente al  punto zero di massa e alla terra. Ok procedo con la colata di polimeri sul trasformatore poi vediamo.

Grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Schermatura del contenitore ok?  Se metti ingresso in c.to o volume a zero il problema persiste?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

 

Cortocircuitare l'ingresso del finale non ho provato ...ma in assenza di segnale in ingresso con o senza preamplificatore il problema persiste... normale che con il pre collegato c'è un po' di rumore in più..non molto appena percettibile.. però più alzi il volume più il rumore aumenta ma non eccessivamente.

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Il contenitore è collegato a terra in un unico punto punto in cui sono collegate anche tutte le altre masse.le masse sono collegate solo nel medesimo punto.

Ho realizzato questo amplificatore causa guasto dei precedenti finali a transistor..con i precedenti finali era tutto ok perfetto.Con questi finali a MOSFET invece...ci sono questi ronzii molto fastidiosi. Come dicevo per questi finali a MOSFET ho.  Realizzato un nuovo alimentatore con il relativo trasformatore che ho riavvolto.Da qui il Ronzio.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Quanto assorbe senza segnale è quanto dovrebbe assorbire  ?

Ti costa tanto metterci lo schema completo  , tanto da poter ragionare un po'  ? 

C

Già la 100 Ohm è poco comprensibile...

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Buongiorno a tutti e grazie per le vostre risposte e consigli.

Si l'amplificatore e' stereo.il ronzio è in ambedue i i canali con o senza preamplificatore collegato.anche se funziona solo 1 dei due amplificatori non cambia nulla il ronzio permane.

Lo zero centrale era collegato a massa con una resistenza da 100 ohm poi ho notato che collegato direttamente andava meglio.quindi ho lasciato collegato direttamente al  punto zero di massa e alla terra. Ok procedo con la colata di polimeri sul trasformatore poi vediamo.

Grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Scusatemi...la mia intenzione era di postare subito lo schema dell'amplificatore..ma ho tutto in formato PDF.. appena ho tempo converto il file in modo compatibile per inviarlo qui.

Comunque l'amplificatore funziona bene assorbimento a riposo 60 mA

Dovrebbe assorbire dai 60 ai 120 mA

Praticamente ho regolato il Bias al minimo l'Amplificatore e' in classe A B 

In generale per ottimizzare l'incrocio Delle 2 semionde per la minima distorsione il Bias può essere regolato dai 30mA in su fino ad un massimo di 120mA.direi dunque che come assorbimento a riposo ci siamo.Non distorce.Con il volume a manetta e un carico da 8 ohm si superano i 2A di assorbimento (per canale).eroga una potenza di circa 75 W x 2 con una tensione di alimentazione di 43 volt..la tensione nominale sarebbe dai 38 ai 45 volt max.per mantenere stabili i punti di lavoro dei semiconduttori.Appena possibile invio lo schema . però penso che il ronzio non sia dovuto proprio all'amplificatore ma all'alimentazione.o qualche giro di massa strano...non capisco le sto provando tutte. grazie.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Potrebbe anche essere che i 2 avvolgimenti del secondario del trasformatore siano in controfase (ora che mi viene in mente ) appena asciuga la resina sul trasformatore provo ad invertire i capi degli avvolgimenti.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Schema , schema .:thumb_yello:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Buongiorno ecco lo schema.

0001.jpg

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Il classico amplificatore a MOSFET, ingresso differenziale in più ha un led??? Se non hai ripple su alimentazione, (devi fare una misura), bisogna vedere se il circuito stampato non abbia qualcosa che capti. Il ronzio è va 50hz ? Hai verificato che all'ingresso del ponte di alimentazione hai 60V in ca.? Questo è quello che intendeva Enzo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Buongiorno ecco lo schema.

Le tensioni di alimentazione sono corrette.il led serve per dare più stabilità al circuito .

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

L'oscilloscopio non ce l'ho più purtroppo.comunque con 2 condensatori da 10000mF 50V in teoria il ripple dovrebbe essere accettabile.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
max.bocca

Pensa che casse amplificate di noto costruttore italiano utilizzato più o meno quello schema alimentato a -/+42V con 2x2200✓F e non ha ronzio, mente terra!! La terra di alimentazione finisce solo sulla carcassa del trasformatore (ma che toroidale) .

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

 

Beh! Il toroide ha un rendimento maggiore rispetto ad un trasformatore lamellare.comunque sia io in casa avevo questo tiroide recuperato dalle lampade alogene.inoltre con il toroide precedente non faceva alcun difetto con i finali a transistor.Anche io ho collegato la terra con un capicorda sul bullone di fissaggio del trasformatore.eppure fa ronzio e non capisco perché.. inoltre ho provato anche a collegare il vecchio trasformatore toroidale 21x2 e il ronzio sussiste anche se di intensità minore.

Quindi non è ripple ...da dove diavolo capta i 50 hz?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
gabri-z

Ma non è che questo toroidale abbia qualche spira del primario in corto ?

 

Non fidatevi , ho la febre da cavalo e la testa che mi scoppia ....:wallbash:

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Enzo 1

Ok va bene ..se è proprio il trasformatore la causa.. allora se qualcuno di voi conosce qualche costruttore di trasformatori ..buono .. potrebbe dare qualche consiglio in merito magari qualche link per ottimizzare trasformatori a buon mercato.a questo punto prenderne uno di nuovo.. anche lamellare.. purché non ronzii...magri come uno del tipo Delle casse attive.

Grazie

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Livio Orsini
15 ore fa, Enzo 1 scrisse:

L'oscilloscopio non ce l'ho più purtroppo.comunque con 2 condensatori da 10000mF 50V in teoria il ripple dovrebbe essere accettabile.

 

Presumo che tu intenda 10000µF:smile:

Però ce ne sarà sempre di ripple.

Visto che hai 2 condensatori in parallelo, apri il parallelo ed inserisci tra i due un'induttanza di filtro; il ripple migliora di molto.

9 ore fa, Enzo 1 scrisse:

Ok va bene ..se è proprio il trasformatore la causa..

 

Hai scritto che hai provato a sostituirlo ed il fenomeno persiste seppure attenuato, quindi non è causato dal trasformatore.

Può benissimo dipendere sia dalla posizione del trasfo rispetto al circuito ed al percorso dei fili di alimentazione primaria rispetto al trasformatore.

Il pregio principale del trasformatore toroidale è la minimizzazione del flusso disperso, però qualche cosa c'è sempre in aria.;)

Basta poco perchè il 50 Hz si infili nel circuito.

Poi nell'alimentazione tra Q7 e Q8, in corrispondenza di C7 e C8, raddoppia il gruppo dei condensatori ed inserisci un'induttanza di circa 330 µHy, ripeti l'operazione anche per l'alimentazione negativa. Questo filtro ha il duplice scopo di separare l'alimentazione dell'amplificazione di segnale da quella di potenza; inoltre ha una benefica influenza sull'eventuale ripple presente.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×