Vai al contenuto

scaragiusep

savio si blocca in acs

Recommended Posts

scaragiusep

Premesso che l'ho provata velocemente, un amico mi ha dato una caldaia savio di moderna concezione da provare dicendo che aveva problemi. Io ho constatato che in modalità riscaldamento va bene mentre in modalità acs parte ma dopo un certo tempo (non subito) si blocca e muore. Inoltre mi sembra che, pur impostando la temperatura acs al massimo ruotando l'apposita manopola, l'acqua è si calda ma non brucia (a differenza delle altre caldaie). Le spie di segnalazione luminosa indicano un problema alla sonda dell'acqua calda . Questo mio amico mi ha detto che in passato l'aveva cambiata con una nuova senza risultati. Un caldaista esperto mi ha detto al volo (le loro parole sono col contagocce) che potrebbe essere lo scambiatore sanitario....che dite?

Domani comunque la riprovo meglio.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

La caldaia è Savio A-Light. 

Ho fatto una ****. Ad alimentazione elettrica scollegata e a impianto svuotato, togliendo la sonda sanitario è schizzata parecchia acqua sulla scheda. Ho provveduto subito ad asciugare con un phon e pare che funziona tutto come sempre. Che dite mi sono salvato o ci potranno essere problemi?

 

Inoltre volevo sapere se questo comportamento era normale. In fase di riempimento dell'impianto, si accendono automaticamente il circolatore e la fiamma (va in modalità riscaldamento), raggiunta una certa pressione si spengono prima la fiamma e poi il circolatore. Questo comportamento, pensandoci, è molto utile per facilitare il riempimento e lo spurgo, infatti su una vecchia caldaia meccanica quando riempio il circuito andavo ad azionare l'interruttore nella valvola a tre vie per far partire il circolatore.....ma mi chiedo: perchè parte pure la fiamma?

 

Oggi comunque la caldaia non è mai andata in blocco, sembrava funzionare bene ma l'anomalia della sonda sanitario resta. Ho smontato sia la sonda sanitario che quella riscaldamento e verificando col tester la resistenza ho misurato un valore a temperatura ambiente di circa 8 (non ricordo se ohm o kohm) e, riscaldando la sonda la resistenza scendeva in accordo col comportamento delle resistenze ntc.

 

Anche alla massima potenza in sanitario la temperatura segnata sull'indicatore fatica a superare i 50. Su una vecchia caldaia che non ha la manopola di regolazione acs si stabilizzava su un valore di 70.

 

Considerando inoltre che la sonda era già stata sostituita con una nuova, deduco che l'indicazione di anomalia sonda acs data dal lampeggiamento delle spie è fuorviante. 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bl4st3r

è normale che la caldaia parte quando carichi.
se ti da anomalia sonda la devi cambiare, e controlla il cablaggio

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

La sonda è già stata cambiata. 

Col tester ho verificato che la sonda acs è alimentata da un voltaggio di 4,3 V, mentre la sonda riscaldamento che è uguale è alimentata a 4,9 V, misurazioni fatte a caldaia accesa ma non funzionante. E' normale questa differenza essendo le sonde uguali?

Poi ho notato che fino a un certo valore di flusso d'acqua calda al rubinetto la caldaia non parte. Sulle altre la caldaia parte anche con un filo d'acqua. 

Ho smontato lo scambiatore sanitario e ho visto che non è otturato. Per smontarlo ho dovuto togliere la scheda staccando tutti i connettori. Dopo che ho rimesso la scheda la caldaia funziona ugualmente ma sento in una zona della scheda un rumore tipo leggero sfrigolio che prima di toglierla non c'era. Questo rumore mi sembra provenire da un componente metallico a forma di cubo che dovrebbe essere il trasformatore. Che può essere successo? Dopo che ieri ci era caduta l'acqua a alimentazione staccata, al successivo avvio non faceva questo rumore, e neanche stamattina prima di staccarla lo faceva. Di solito i trasformatori "friggono" leggermente, forse c'è sempre stato ma me ne sono accorto dopo.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

C'era un morsetto che doveva andare a massa sul telaio metallico scollegato, in tali condizioni la caldaia funzionava abbastanza bene ma rimaneva la segnalazione di avaria sonda sanitario. 

Ricollegando questo morsetto come da manuale, la segnalazione di avaria sonda rimane e la caldaia si blocca all'istante sia in riscaldamento che in sanitario. 

Quindi in sostanza ripristinando il collegamento mancante anzichè un miglioramento si è avuto un peggioramento. 

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

Ora che ci penso sto provando la caldaia, a camera stagna, senza aver installato il tubo coassiale per l'aspirazione aria/espulsione fumi. Potrebbe entrarci qualcosa con l'anomalia sonda acs?

 

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bl4st3r

scusami ma il forum è fatto per aiutare chi ha problemi da casa sulla propria caldaia, o al massimo qualche collega con problemi anomali.....non posso incentivare una persona che fa riparazioni a caso su diverse caldaie , quindi come lavoro in nero non specializzato....mi spiace!
devi trovare lavoro da qualche professionista del settore

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

non lavoro in nero.......te l'ho già detto che metto mani su caldaie mie personali e su quelle di altri per imparare

 

a dimostrazione di ciò c'è che non faccio solo domande ma rispondo pure, e inoltre carico anche foto su procedimenti di smontaggio che potrebbero essere in futuro utili a qualcuno. In altre parole non sono un puro egoista, ma contribuisco al forum, chiedendo e dando. Inoltre ti ricordo che ho 8 caldaie tutte mie da gestire installate nei vari appartamenti ok? Se tu ti senti sfruttato a fornire risposte devi mettere pace in te stesso, e capire che lo scopo dei forum è la condivisione gratuita di informazioni. 

E poi anche solo aiutare una persona che chiede aiuto per la propria caldaia significa alimentare l'illegalità perchè secondo la legge chi non ha i titoli non può toccare nemmeno una vite, anche se è roba di casa sua, e inoltre aiutando l'utente a risolvere il problema da sè faresti un danno ai tecnici abilitati della zona in cui l'utente risiede, quindi in teoria non dovresti rispondere a nessuno e il forum non dovrebbe esistere. Ma, visto che esiste e visto che tu ne fai parte, hai inconsciamente accettato di alimentare in un certo senso l'illegalità (che, ti ripeto, nel mio caso riguarda solo il toccare cose senza qualifiche e non il farsi pagare in nero) per soddisfare il tuo bisogno di condivisione, e quindi non si capisce perchè vieni a fare storie solo qui.

Infine, se ti dicessi che grazie all'aiuto che il forum mi dà io quando capita faccio il nome di PLC Forum a certe persone facendo pubblicità gratuita, saresti ancora cosi rancoroso?

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
bl4st3r

non è un fatto di rancore, se vedi il numero dei miei post puoi capire bene che ho aiutato parecchia gente!
non mi interessa minimamente che fai il nome di PLC Forum!
su questo forum ( almeno io ) cerco di dare una mano a chi vuole risparmiare qualche soldino visto che siamo in una situazione perenne di crisi, ma senza esagerare, infatti non intervengo mai quando si parla di  mettere mano al gas!
secondo il mio personale parere con te si sta esagerando, hai un sacco di domande su caldaie diverse e la cosa non mi piace.......io qui non insegno il mestiere, e ripeto IO! gli altri fanno quello che vogliono!
quindi il mio contributo per te finisce qui, ma sono sicuro che ci saranno altri ad aiutarti, buona fortuna!

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
scaragiusep

te lo ripeto, a casa mia ho 8 caldaie 5 delle quali vecchie chaffoteaux, in più ho caldaie dichiarate guaste che racimolo in giro. Perché lo faccio? Per imparare il mestiere aiutandomi con PLC Forum.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti
Alessio Menditto

Se leggete il regolamento, questo è un forum tecnico “aperto”, sia ai tecnici sia agli utenti, e questo crea a volte qualche conflitto.

La figura del moderatore cerca di risolvere questi conflitti, Bl4 fa notare giustamente che è compito dei tecnici qualificati mettere mano al gas, e sono pienamente d’accordo con lui, ma d’altra parte la responsabilità civile è personale, questo vuol dire che se uno compra dell acido al supermercato e lo tira addosso al vicino di casa, la colpa non sarà del supermercato.

 

Quindi in questa particolare situazione bisogna per forza giungere a dei compromessi, ai quali i moderatori provvedono, personalmente ho chiuso alcune discussioni perché pensavo ci fosse un limite al fai da te (che uno farebbe comunque, specie in climatizzazione dove addirittura la legge VIETA anche interventi elettrici sui clima, dove apparentemente il gas non centrerebbe nulla).

Avete quindi chiarito le posizioni, che non si troveranno mai.

Condividi questa discussione


Link discussione
Condividi su altri siti

Registrati o accedi per inserire messaggi

Devi essere un utente registrato per lasciare un messaggio. La registrazione è GRATUITA.

Crea un account

Iscriviti alla nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Connettiti

Hai già un account? Connettiti qui

Connettiti adesso

×