Jump to content
PLC Forum


paologian

Dimensionamento impianto idraulico spaccalegna

Recommended Posts

paologian

Ciao a tutti, sto costruendo uno spaccalegna ho già tutti i pezzi dovrei calcolare quanti cavalli servono al trattore per far funzionare il tutto.

 

-alesaggio 160mm

-corsa 1554mm

-portata pompa 90L/min a 1200giri

-pressione di funzionamento 180bar

-moltiplicatore 1:4

-quindi giri della presa di forza 300

-leva di azionamento, tirando mi fa uscire il pistone rilasciando ritorna indietro

 

grazie in anticipo dell’aiuto

 

Link to post
Share on other sites

Semplice 1

Ciao paologian

 

Prendo per buoni i tuoi dati di partenza ma ti devo dire che ce ne sono alcuni mancanti che dovresti precisare (poi vediamo di che si tratta).

Tralascio anche di esprimere un giudizio sulla scelta dei componenti (le loro varie caratteristiche) dato che suppongo si tratti di roba raccolta solo perché disponibile a costo zero o quasi.

 

Se tu vuoi veramente usare la pompa come dici allora il cilindro fornirà una spinta notevole, avrà velocità notevole con una altrettanto notevole richiesta di Potenza al motore del trattore.

------------------------------------------------------------

 

I dati di funzionamento del "Sistema" sono quelli qui sotto elencati, calcolati e spiegati :

 

-- Area di spinta dello stantuffo cilindro : 16 cm x 16 cm x 0,785 = 201 cm2 .

-- Spinta cilindro : 201 cm2 x 180 kg/cm2(bar) = 36.172 kg (36,17 Ton) .

-- Velocità del cilindro in uscita stelo : ((90 lt/min x 1000) / 60 sec) / 201 cm2 = 7,46 cm/sec (75 mm/sec) >>>> 13,33 sec per fare 1 mt .

-- Potenza sviluppata (formula tipo 1) : (Forza kg x Velocità mt/sec) / 75 = (36172 kg x 0,075 mt/sec) / 75 = 36,172 Cv (Cavalli).

-- Potenza sviluppata (formula tipo 2) : (Portata pompa lt/min x pressione kg/cm2) / 450 = (90 lt/min x 180 kg/cm2) / 450 = 36,00 Cv .

(Come è ovvio il valore della Potenza deve sempre risultare uguale con qualsiasi formula di calcolo, a parte i decimali dovuti agli arrotondamenti. In questo caso sono sviluppati/richiesti 36 Cv per avere i quali il motore del trattore dovrà fornirne di più a causa delle varie perdite energetiche del Sistema).

 

-- Rendimenti assegnati ai vari componenti del Sistema :

----- Riduttore giri motore/presa di forza = 0,95

----- Moltiplicatore giri presa di forza/pompa = 0,95

----- Pompa e circuito olio = 0,85

----- Slitta di spinta dello spaccalegna = 0,9

-- Totale rendimento del Sistema : Rend. Tot. = 0,95 x 0,95 x 0,85 x 0,9 = 0,690

 

-- Al motore verrà richiesta la Potenza di : Potenza sviluppata/richiesta / Rend. Tot. = 36 Cv / 0,690 = 52,17 Cv (albero motore).

------------------------------------------------------------------

 

Ora è da vedere se il motore del trattore, ai suoi propri giri che dovrà fare per tenere la Presa di Forza ai 300 giri/min da te previsti, sarà in grado di erogare la potenza richiesta.

Dato che nulla di nulla hai detto delle caratteristiche del motore nessuno può dare una risposta in tale senso.

Comunque non hai neppure detto se la Presa di Forza è ai classici 540 giri/min e a quale regime di giri del motore corrisponde .......

-------------------------------------------------------------------

 

Per spaccalegna molto largamente dimensionati (per legno molto duro) vengono previsti al massimo 400 kg di forza cilindro per ogni cm di diametro tronco da spaccare.

Nel tuo caso con 36000 kg a disposizione potresti spaccare tronchi (legno molto duro) da 36000 / 400 = 90 cm di diametro........

 

Io penso che, all'atto pratico, allo Spaccalegna verranno richieste prestazioni parecchio inferiori.

Per esempio ceppi con D max 60 cm e forza unitaria max di 300 kg/cm D, con il che la Potenza già calcolata in 52 CV (52,17) diventerebbe :

 52 Cv x (60/90) x (300/400) = 26 Cv. 

 

Bisogna anche aggiungere l'avvertenza che la Slitta di Spinta dello Spaccalegna dovrà essere realizzata con una certa cura per evitare che sia soggetta ad impuntamenti che farebbero aumentare la richiesta di Potenza prevista per il motore.

-----------------------------------------------------------------

 

Non saprei dire se sono di più i problemi che ti ho creati o quelli che ti ho risolti.......................

 

 

 

Link to post
Share on other sites
paologian

Ciao semplice 1

Allora tutti i tuoi ragionamenti sono giusti peró i risultati a me vengono in parte diversi.

Innanzitutto non devo spaccare solo tronchi ma anche radici.

Per il dimensionamento di tutte le parti meccaniche ho preso spunto da altri spaccalegna( molto più grandi)...dopo mando foto di come procedo i lavori :)

Ho visto che mi hai messo molte formule...peró dato che io non sono molto afferrato su formule di oleodinamica ieri mi sono scaricato un app che calcola tutto basta mettere i dati.

I risultati peró non sono tutti uguali ai tuoi.

Io ho ricavato:

potenza necessaria a 1200giri 36,7cv che in teoria con moltiplicatore 1:4 a 300giri diventano 146,8cv.

La spinta alla massima potenza sarà 362q

È ovvio che se uso un trattore che sulla presa di forza a 300giri mi da 70cv la spinta sarà 180q.

I valori che ho ottenuto li ho ricavati mettendo nell’applicazione i rendimenti tutti al 100%

ti metto le foto dei valori che ho inserito nell’app

27E630C9-36D9-4136-B3C7-9007535322A2.png

29B88D67-BC52-4DFD-B552-3A1BEF62EB3B.png

253B68A9-83FE-47AB-A884-870DB9F17B62.png

Link to post
Share on other sites
paologian

Ciao mi sono riletto tutto con calma...tutto corretto. Quindi mi servono 52cv per avere la piena potenza.

I trattori hanno uno 120cv e l’altro 64.

La presa di forza e la classica 540giri.

Ma non ho capito una cosa, ( che puó essere anche banale).

Se uso un moltiplicatore 1:4 i giri da 1200  divisi per 4 diventano 300....per i cv è la stessa cosa? mi diventano 208cv?

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

7 ore fa, paologian scrisse:

Ciao mi sono riletto tutto con calma...tutto corretto. Quindi mi servono 52cv per avere la piena potenza.

I trattori hanno uno 120cv e l’altro 64.

La presa di forza e la classica 540giri.

Ma non ho capito una cosa, ( che puó essere anche banale).

Se uso un moltiplicatore 1:4 i giri da 1200  divisi per 4 diventano 300....per i cv è la stessa cosa? mi diventano 208cv?

 

Per fortuna i calcoli sono giusti..........

 

Certo che uno Spaccalegna della mole del tuo e con una struttura di banco degna di un tornio pesante non è che sia facile da immaginare !

Se magari tu avessi detto  "Devo costruire uno spaccalegna molto grosso per poter spaccare i ceppi di Sequoia che mi mandano gli americani dal loro Sequoia National Park"  forse ci sarei arrivato un po' più vicino.

 

Comunque il discorso limitato all'Oleodinamica chiaramente non cambia !

--------------------------------------------------------------------

 

La POTENZA (questa sconosciuta)

 

Sperando di semplificare il discorso.......

 

Immagina che 1 Cavallo (che è la quantità di energia sviluppata nel tempo di 1 secondo) sia paragonabile alla quantità di 1 kg di ferro.

Come ti è noto con 1 kg di ferro si possono fare piattine laminate di piccolissima sezione e molto lunghe  oppure anche un semplice cubo.

Dunque l'apparenza dimensionale di 1 kg di ferro può essere molto varia ma si tratta sempre di 1 kg di ferro.

 

Lo stesso vale per la Potenza (Energia sviluppata in un secondo) che può assumere varie forme apparenti ma che, una volta stabilita la quantità della quale si dispone, non può mai aumentare ma solo diminuire a causa delle perdite che si verificano (in qualsiasi tipo di macchina) ad ogni passaggio da un organo in movimento ad un altro che segue.

 

I riduttori (che se sono usati in verso opposto vengono definiti "moltiplicatori") non sono altro che trasformatori della forma della Potenza (Energia) e, nella operazione di trasformazione, se ne perde un certo quantitativo percentuale che si evidenzia con il riscaldamento del riduttore/moltiplicatore.

 

Nel nostro caso i 52 Cv si intendono forniti netti dal motore sul suo albero a gomiti.

I detti Cavalli (Energia) verranno trasferiti lungo la "catena cinematica" del Sistema perdendosi in parte durante i vari passaggi da un organo a quello successivo.

 

Nel caso del moltiplicatore 1:4 supponiamo che entrano  10 CV a 540 giri/min e, per semplificare l'esempio, supponiamo anche che non vi sia nessuna perdita di Energia nell'attraversamento.

All'uscita del moltiplicatore i giri saranno certamente 540 x 4 = 2160 giri/min e i Cavalli saranno sempre 10.

 

Quella che cambia, ma non è visibile con l'occhio, è la COPPIA !!!!

 

Nel caso dei 10 Cv  in entrata a 540 giri/min il valore della COPPIA risulta :

Coppia (kgxmt) = (Potenza (Cv) x 716 (numero fisso)) : Giri (giri/min) ; da cui : Coppia = (10 Cv x 716) / 540 n/min = 13,26 kgxmt (kilogrammi per metro).

 

All'uscita la COPPIA risulterà 1/4 di quella in entrata dato che i giri sono aumentati di 4 volte.

La coppia sarà 13,26 / 4 = 3,315 kgxmt ed i giri saranno 540 x 4 = 2160 n/1'. 

 

In pratica avremo in entrata (13,26 x 540 ) / 716 = 10 CV ; e così pure in uscita (3,315 x 2160) / 716 = 10 Cv 

 

I giri si vedono a occhio ma la Potenza e la Coppia no.

 

Con riferimento alla tua tabellina di calcolo "MOTOR" potrai vedere che c'è la voce  "TORQUE - 210 Nm" che vorrebbe dire, tradotto in kgxmt, 21,0 kgxmt.

 

Rifacendo il calcolo con i dati della tabellina si ha : Potenza = (21 x 1290) / 716 = 37,83 Cv che, commutati in kW, sono 37,8 /1,36 = 27,8 kw (più o meno i loro 27 kW sempre nella stessa tabellina).

-----------------------------------------------------

 

La Potenza dei Trattori e la Presa di Forza a 540 n/1'

 

In linea di massima tra motore e P.d.F. esiste uno specifico riduttore, con rapporto calcolato dal Costruttore, che permette di avere i 540 n/1' quando il motore viene portato ai 9/10 del suo regime massimo di rotazione previsto.

Sul contagiri del Trattore ci dovrebbe essere segnato un riferimento specifico (poi su trattori moderni vi sono vari altri sistemi di indicazione....),

Se per ipotesi il motore fosse dato per 2400 giri di max, allora il riferimento sul contagiri sarebbe a 2400 x 0,9 = 2160 n/1'.

 

Sarebbe molto utile avere il diagramma specifico dell "curve di prestazione" dei tuoi motori ma, se non si trovano, se ne può fare a meno affidandosi alle Potenze massime che tu indichi e che si riferiscono al numero massimo di giri dei motori.

 

Dato che tu dici : Trattore grande 120 Cv e Piccolo 64 Cv dovrebbe anche bastare quello piccolo.

 

Il Piccolo, dato per  64 Cv al max di regime, e se risulta in buone condizioni,  ai 9/10 darà sicuramente non meno di (64/10) x 9 = 57,6 Cv che dovrebbero bastare per far funzionare il tuo spaccalegna al massimo delle prestazioni previste e che dai miei calcoli richiedevano 52 Cv.

-----------------------------------------------------

 

Richiamo la tua attenzione sul fatto che, come vedrai anche dalle tue tabelline del programma di calcolo, i flussi d'olio ( 90 lt/1' in mandata cilindro e 111 lt/1' in scarico dal cilindro in rientro stelo) sono notevoli e questo comporta l'uso di valvola/e molto grandi e pure di tubi di diametro adeguato per i quali anche la pressione di 180 bar porta su componentistica che deve essere anche molto robusta.

 

Tieni anche presente che la quantità di Energia dissipata dall'impianto oleodinamico risulterà notevole (fai il conto di sicurezza che sarà almeno il 20% dei 52 Cv ossia 10,4 Cv equivalenti a 10,4 /1,36 = 7,64 kW) e avrai sicuramente bisogno di un bel Scambiatore ad aria per raffreddare l'olio decentemente e non fargli superare i 60 °C.

 

------------------------------------------------------

 

Vediamo come andrà a finire. Dacci poi qualche notizia (possibilmente buona) !

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Vedo che, per errore, ho citata la tabellina "MOTOR" invece di quella giusta "PUMP" che comunque sono identiche (lasciamo stare la spiegazione del perché sono identiche).

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Scusa ma con la baraonda di dati ho commesso un altro errore.........

 

Potrai usare il Trattore Piccolo solo se monterai un moltiplicatore adeguato che ti permetta di usare la P.d.F ai suoi 540 giri (non a meno) e quindi il motore del Trattore ai previsti 9/10 del regime massimo.

Se invece usi il moltiplicatore da 1:4 del quale avevi detto inizialmente allora il Trattore Piccolo sicuramente non può farcela nemmeno lontanamente.

 

Quello grande forse ma bisognerebbe vedere i suoi diagrammi di prestazione motore.

 

Il moltiplicatore richiesto (non volendo cambiare la pompa) sarebbe da 1:2,4 (e mi sembra il rapporto di moltiplicazione di uso standard per le Pompe Oleodinamiche trainate dalle P.d.F. a 540 n/1').

La pompa farebbe 540 x 2,4 = 1296 giri/1' e fornirebbe 90 x (1296 /1200) = 97,2 lt/1' (invece dei 90 teorici da te detti a 1200 n/1').

 

Altrimenti puoi mantenere il moltiplicatore (1:4) ma dovresti cambiare la pompa con una di minore cilindrata.

Devi anche tenere presente (guarda i dati del moltiplicatore) che a parità di dimensione della carcassa del Moltiplicatore le prestazioni di Potenza Trasmissibile calano drasticamente con l'aumento del rapporto di moltiplicazione................

 

La tua attuale pompa ha cilindrata di (90 x 1000) /1200 = 75 cm3/giro.

La cilindrata pompa richiesta sarebbe : 75 x (2,4 / 4) = 45 cm3/giro (che ti darebbe sempre portata 97,2 )

Per avere proprio i 90 lt inizialmente ipotizzati la cilindrata matematica dovrebbe essere (90 x1000) / (540 x 4) = 41,66 cm3/giro.

 

Ora bisogna vedere quello che si trova in commercio all'atto pratico.

------------------------------------------------------

 

Secondo me dovresti rivedere il progetto per fare in modo che lo spaccalegna sia utilizzabile anche da Trattori con motore piccolo utilizzandone tutta la Potenza motore disponibile.

 

Poi i Trattori con motore più potente non avranno certamente nessuna difficoltà.

-------------------------------------------------

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
paologian

@Semplice 1 sono andato un po in crisi con tutti questi numeri...cerco di mettere qualche paletto altrimenti non ne usciamo.

L’uscita dello stelo vorrei mantenerla a non meno di 20 secondi.

La spinta massima vorrei ottenerla con il trattore da 120cv a un regime di 300giri sulla p.d.f. ( dubito di trovare la curva di potenza del motore)

Poi se devo spaccare roba più piccola lo posso far funzionare anche con quello da 64cv

La pompa ce l’ho già quindi vorrei mantenere quella, l’unica cosa da decidere in questa fase secondo me è il rapporto del moltiplicatore.

Sono indeciso tra 1:3 o 1:4

Se il trattore da 120cv a 300giri sulla pdf riesce a fornirmi almeno 52cv ce la dovrei fare anche con un moltiplicatore 1:4

 

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Ho visto le tue precisazioni sui "punti fissi" del tuo progetto !

 

Per evitare di fare troppo lavoro generico, e come tale anche in parte inutile e confusionario, potresti precisarmi le cose dell'elenco sottostante :

 

-- 1) Il tuo cilindro ha veramente l'interno canna (stantuffo) da 160 mm e lo stelo da 70 mm ? Di solito i cilindri "normali" hanno il diametro stelo  che è la metà di quello dello stantuffo......... Non vorrei che lo stantuffo fosse da 140 mm !

-- 2) Mi pare di capire che attualmente tu non hai nessun moltiplicatore pronto in casa, ma che lo dovresti ordinare. E' così ?

-- 3) Sarebbe molto utile sapere la Marca ed il Tipo del Moltiplicatore che intendi adottare per poter sapere (da eventuali dati reperibili su Internet) con precisione la gamma dei Rapporti di Moltiplicazione realmente disponibili e anche le caratteristiche di robustezza del dispositivo.

-- 4) Sarebbe anche utilissimo saper qualcosa di più sui due diversi motori dei due Trattori.

Almeno la Marca dei motori e il loro Modello (magari anche la cilindrata e il loro numero di giri di massima Potenza).

Con qualche dato in più si potrebbe fare qualche ricerca (sempre su Internet)  per poter almeno ipotizzare delle curve (Potenza, Coppia, Consumi)  abbastanza vicine alla realtà.

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
paologian

ok cominciamo con i dati certi

1

stelo 70 mm

diametro esterno 170mm

la camicia dovrebbe essere 10mm teniamo buoni i 10mm perchè non voglio smontare il pistone quindi

diametro canna 150mm

2

si il moltiplicatore lo devo ancora comprare

3

la marca e il tipo di moltiplicatore non saprei, ho visto su internet che ce ne sono moltissimi tipi con rapporti che vanno da 1:1 a 1:4 con step anche di 0,2, quindi secondo me sarebbe da calcolare le caratteristiche di quello che effettivamente ci serve e poi trovarne uno che si avvicini il più possibile (quello posso vederlo anche con il tizio che mi fornisce i pezzi)

4

i dati dei motori li ho trovati comunque vorrei farlo lavorare al massimo della potenza con quello da 114cv (che non dovrebbe avere problemi) e a più o meno 3/4 della potenza con quello da 64cv mantenendo un regime di 350giri circa sulla p.d.f.

 

gli altri dati sono sempre uguali:

-corsa 1554mm

-portata pompa 90L/min a 1200giri

-pressione di funzionamento 180bar

massey ferguson 3090

EF97D0CD-4802-4928-8559-06B5B9AA92D6.jpeg

3CECD6A5-1112-4CD8-850C-54EF1D8DA921.jpeg

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Ho visto tutto.

Per i motori devo fare qualche elaborazione dati ma sembrerebbe di averne a sufficienza.

-------------------------------------

 

Il Cilindro :

 

Per il diametro dello stantuffo cilindro la mia domanda non era  superflua.

 

Infatti io pensavo che il diametro reale poteva  essere non più di 70 x 2 = 140 mm.

Con questi dati lo spessore della canna risulta di 15 mm e il diametro esterno, che solo ora hai precisato definitivamente, risulta 140 + 30 = 170 mm.

Tale spessore di canna (15 mm) risulterebbe adeguato perché il cilindro dovrà lavorare anche sino ai 180 bar di massima previsti.

 

Si suppone che tu non sappia di preciso quale possa essere la pressione di lavoro dichiarata per il cilindro a meno che tu non conosca i dati oleodinamici della macchina dalla quale è stato recuperato.......

Se il D fosse 150 mm e lo spessore canna 10 mm, allora ci sarebbe da dubitare che il cilindro , in origine, sia stato fatto per lavorare con una certa continuità ai 180 bar dei quali si parla.

 

Converrà verificare il diametro reale del cilindro, altrimenti a forza di andare per approssimazione su tutto si rischiano poi delle brutte sorprese finali.

 

Il controllo non è troppo difficile : Se il cilindro ha le camere piene d'olio sarebbe sufficiente spinger lo stelo a rientrare per 10 cm e raccoglier e misurare con una caraffa graduata quanto olio è uscito.

 

Da calcolo se il cilindro ha D =140 la quantità olio sarà 1538 cm3 ; se D=150 mm allora la quantità olio sarà 1766 cm3.

Qualche piccola differenza nelle quantità misurate (+/- 50 cm3) non sarà importante.

---------------------------------------------

 

Il Moltiplicatore :

 

Vale lo stesso discorso :  passando alla pratica non si può essere troppo approssimativi.

Bisognerebbe prima farsi anche una idea dei livelli di costo delle varie marche e dei margini di sicurezza che i vari moltiplicatori con diversi rapporti possono fornire. Bisogna iniziare a definire almeno il perimetro del campo di scelta.

 

Dammi almeno gli indirizzi Internet sui quali hai fatte le tue consultazioni

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
paologian

lo spessore è 10mm misurato con calibro dal buco di ingresso olio dalla parte dello stelo quindi diametro ext 170mm diametro  interno 150mm.

Per le marche avevo provato a vedere ravetti, cermag, contarini e poi altre che non mi ricordo

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Ho visto :  OK il cilindro è da D =150 e corsa 1554 mm e, come da te già ribadito in precedenza, vorresti avere il tempo di uscita stelo che non superi i 20 secondi.

 

Sto ultimando i diagrammi delle prestazioni dei due diversi motori e poi vedo di mettere tutto insieme il quadro della situazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Ti avevo chiesto riferimenti precisi sulla documentazione dei Moltiplicatori che avevi consultata e intendevo "precisi indirizzi Internet".

Citare solo nomi (ravetti, cermag, contarini) è tropo vago.

 

La assenza di indirizzi diretti costringe a lunghe ricerche che molte volte non danno esito alcuno oppure si trova la presentazione del prodotto in modo talmente sommario da essere inutile.

A parte questo i nomi da te citati sono solo rivenditori (per Ravetti e Cermag non sono nemmeno riuscito a trovare l'oggetto cercato) e Contarini non presenta informazioni tecnicamente utili e nemmeno dice che i "suoi" Moltiplicatori sono di marca BREVINI.

 

Comunque, data la dimensione praticamente standardizzata dei detti Moltiplicatori, si può dire che, una volta visto quello di una Marca si sono visti tutti.

 

Detto tutto quanto sopra si può andare a vedere agli indirizzi :

 

Catalogo Contarini (Moltiplicatori marca Brevini) dove non si dice nulla di più del rapporto di moltiplicazione

http://www.contarini.net/dms/Sito Contarini/PDF schede/Schede cat B (iet)/gbml52_pdf.pdf

 

Per il Catalogo del costruttore Brevini (effettivamente completo di parecchi dati utili) :

http://www.brevinifluidpower.com/documents/GearBoxes-I_DOC00070.pdf

-------------------------------------------------

 

Ci sarebbe anche BORELLI, un altro Costruttore piuttosto noto, ma per i moltiplicatori non vi è accesso.

Il loro Sito non risponde dopo la prima pagina, comunque l'indirizzo è :

https://www.oleodinamicaborelli.it/prodotti/

---------------------------------------------------

 

Qui a seguire la documentazione che ho predisposta e  che inquadra il tuo caso.

Vedrai (vedi il foglietto con lo schema ed i calcoli) che puoi azionare lo Spaccalegna con entrambi i trattori e con le stesse prestazioni.

 

Il punto debole del Sistema risulta il moltiplicatore e forse anche l'albero cardanico che non ho esaminato.

 

Dato che tu hai messo come punto fermo l'impiego  della tua attuale pompa (che risulta essere da 75 cm3/giro) non si può fare nulla di diverso da quanto previsto nei calcoli

 

Ti segnalo anche che i calcoli ora eseguiti tengono presente non tanto la potenza quanto il MOMENTO TORCENTE (la Coppia) della quale necessita la Pompa.

La Coppia si ricava dalla formula : Mt (kg x mt) = ( Cilindrata Pompa (cm3) / 628 numero fisso (cm) ) x  Pressione olio(kg/cm2)

che nel tuo caso risulta : (75 (cm3) / 628 ) x 180  (kg/cm2) = 21,49 ........ 21,5  kg x mt

 

Il detto valore di COPPIA è sempre uguale a qualsiasi regime di rotazione della Pompa e qualsiasi motore che la traina dovrà essere sempre in grado di fornirla (sull'albero della pompa).

 

Alla fine risulta che anche il motore del trattore piccolo  può fornire la coppia richiesta con un sufficiente margine di sovrappiù che farà fronte a tutte le perdite di energia del Sistema.

-------------------------------------------------------

 

Ti invio i primi 3 fogli della  documentazione ora e gli altri 3 subito a seguire (ci sono problemi di mega bit disponibili per ogni invio).

 

SPACCALEGNA_oleodinamico_per_due_Trattori_-_1.thumb.jpg.29540cfc2756731a3b139da07bf08cd0.jpg

 

SPACCALEGNA_oleodinamico_per_due_Trattori_-_2.thumb.jpg.546f2fe4fac4fb32776d9f80ead09edd.jpg

 

1733287760_SPACCALEGNAoleodinamicoperdueTrattori-3.thumb.jpg.d5ff7df670c1481c2604eb7f37d4983a.jpg

 

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

 Ciao paologian

 

Sembra che il Sistema di controllo del Sito non accetti gli ulteriori 3 fogli per superamento globale dei megabit  che mi sono concessi....... Ho sicuramente pubblicate troppe tabelle già in molte altre discussioni precedenti !

 

Sui trattava di fogli con le caratteristiche tecniche del Moltiplicatore marca  BORELLI - tipo 7000 ,che avevo ricavato da un mio vecchio catalogo cartaceo. Avevo aggiunte mie note esplicative.

Avevo scelto per te la versione disponibile con moltiplica 2,3 :1.

 

Ora per BORELLI,  ricercando ulteriormente su Internet, ho trovato un indirizzo che "risponde" :

https://www.movicontrol.pt/upload/pdf/pdf_1433173035.pdf

 

Il Catalogo è stato aggiornato e ora vedo che, per il tuo caso, sono disponibili i tipi "70.000" e "71.000", tra i quali scegliere secondo le tue esigenze di montaggio meccanico.

 

Nelle attuali 2  Nuove Serie il rapporto 2,3 non risulta più disponibile per nessun tipo.

Per il tipo 70.000 risultano disponibili solo i rapporti 2:1 e 2,5:1 - ........altri maggiori

Per il tipo 71.000 risultano disponibili i rapporti 2:1 - 2,3:1 - 2,5:1 - .......altri maggiori

 

Vedrai di arrangiarti secondo i tuoi personali criteri magari dando una occhiata ai miei calcoli.............

 

Tieni presente che, senza stare a guardare per il sottile, i "da Nm" delle tabelle equivalgono ai "kg x mt" (es : 31 da Nm = 31 kg x mt).

 

Tieni anche presente che i 20 kW delle tabelle equivalgono a 27,2 Cv ( il rapporto tra i due valori è 1,36).

La Potenza indicata (20 kW - 27 Cv) non può essere superata continuativamente perché il riduttore si surriscalderebbe oltre al limite consentito.

-----------------------------------------------------

 

Se ti chiedi perché  non ho considerata la tua idea di moltiplicatore con rapporto 3:1 - 3,8 :1 la risposta è :

 

Hai una pompa (Gr. 3) molto grossa di cilindrata (75 cm3/giro) che deve sempre girare ai circa 1200 n/1' previsti per poter dare i 90 lt/1 che ti servono per eseguire la corsa del cilindro nei 20 sec desiderati.

 

La Pompa, indipendentemente dal suo regime di giri, quando genera la pressione di 180 bar (kg/cm2), richiede sempre una Coppia di 21,5 kg x mt (come è già stata calcolata) .

 

Se si adottasse un moltiplicatore con rapporto 3 :1 allora il Motore piccolo  dovrebbe girare a  1200 /3 x 3,643 = 1457 n/1' e la Coppia richiesta al Motore risulterebbe 21,5 x 3 / 3,643 = 17,70 kg x mt.

 

Dalla Curva di Coppia del Diagramma Motore si rileva che il valore di Coppia disponibile ai 1457 n/1' risulta circa 19,8 kg x mt.

 

All'atto pratico il margine di Coppia Motore/Pompa risulta : (100 /17,70) x 19,8 = 111,86 = + 11,86 %.

Tale margine risulta troppo basso per coprire tutte le perdite cinematiche del Sistema.

 

Il Motore piccolo, sotto ai 1600 n/1', si trova in situazione di Coppia calante e quindi qualsiasi piccolissima richiesta di Coppia in più di quella disponibile provoca un calo di giri con conseguente calo di Coppia.

In pratica il Motore va in sovraccarico e si arresta.


 

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

Link to post
Share on other sites
paologian

@Semplice 1 cavolo che lavorone che hai fatto! Grazie mille per l’aiuto

Ho letto tutto ma me lo rileggeró con molta più calma.

Ti tengo aggiornato sugli sviluppi.

Grazie di nuovo!

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian 

 

Il lavoro c'è,  ma è un passatempo......

L'importante sarebbe vedere il risultato finale. Vediamo come andrà all'atto pratico...............

 

Senza voler entrare in altre particolarità della tua realizzazione ma solo per darti uno spunto :

Ho visto nelle foto il tuo "cuneo" in avanzata fase di costruzione e vedo che, una volta montato sul banco, il "filo del cuneo" risulterà in squadra con il bancale stesso.

 

Ormai il lavoro è fatto....... ma io avrei suggerito di costruirlo in modo da avere il "filo" non in squadra con il banco ma con una inclinazione di 15° in avanti a partire dal basso (banco) verso l'alto.

 

Questa soluzione permetterebbe di avere una minore resistenza da vincere ad inizio spaccatura quando la situazione è più critica.

 

Link to post
Share on other sites
paologian

@Semplice 1 si potrebbe essere un ragionamento giusto nel caso dovessi spaccare solamente tronchi, per spaccare ceppi che sono molto irregolari l’inclinazione della lama non penso che incida molto.

Comunque non sono partito dal nulla ho preso spunto da uno simile che avevo visto in una fiera

C1A2D177-6BD3-4F97-A5FF-7B9462C2CD22.jpeg

35B20E74-A93E-424F-BC84-D970E165E637.jpeg

4FAA472C-E090-40C8-BE80-636883EE4445.jpeg

2A3A3465-7083-4D0D-9418-41AFA0DAFF3D.jpeg

A80AC10A-7B36-4056-A082-C42B0948B541.jpeg

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian 

 

Vedo la progressione lavori !

 

Che tu avessi avuto un qualche "lancio" lo avevo immaginato.

 

Tutti i piccoli costruttori amano giocare al "Mercante in Fiera". Da idea nasce idea...........

 

Comunque te lo dico sapendolo personalmente con sicurezza assoluta : Certe cose viste in Fiera vanno attentamente analizzate !

 

Non mi riferisco al tuo caso. Lo dico solo come consiglio stando sulle generali.....

 

Link to post
Share on other sites
paologian

@Semplice 1 Buongiorno, i lavori sono proseguiti con moltissima calma...d’altronde per realizzare una cosa a regola d’arte la fretta è il peggior nemico. comunque il collaudo è sempre più vicino

BB843A03-554E-49A4-B339-845018262BB9.jpeg

045109B0-096A-4812-8752-2D537DAC3ED5.jpeg

B44AC44E-3EAA-4DA3-BDD6-041F1D325DDF.jpeg

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao paologian

 

Tutto, qui sul Sito, era iniziato nelle feste di Natale 2018, quando la tua "opera"  era già ad un certo livello costruttivo nella parte meccanica e si era parlato della potenza del motore dei due trattori ai quali intendevi collegare la macchina.

 

Vedo lo stato di avanzamento lavori e ho girovagato abbastanza (quest' oggi) sui vari particolari delle foto.

Direi che il tutto si presenta bene !

 

Si nota che hai montato anche un Gruppo Distributori (da 3/8 ") a tre corpi per poter operare con alcuni Dispositivi Addizionali dei quali uno riguarda la regolazione del cuneo e gli altri due non sono visibili.

 

Per alimentare il Gruppo Distributori (da 3/8 ") a tre corpi vedo anche che hai utilizzato una valvola che ti permette di prelevare la quantità d'olio che ti serve per i Dispositivi Addizionali rimandando l'esubero in serbatoio.

 

Vedo che per il manometro hai optato per un suo posizionamento particolarmente protetto a ridosso del corpo macchina.

Per il manometro io consiglierei di dotarlo di una Valvola a Spillo di Esclusione (ce  ne sono di costo contenuto marca Tognella) in modo da farlo lavorare solo quando è strettamente necessario per acquisire qualche valore di pressione a campione.

Altrimenti i manometri (seppure in bagno di glicerina) dopo un po' si rovinano e, quando servono veramente, si scopre che non funzionano più correttamente.

 

Per eventuali valutazioni sulle prestazioni tecniche  che potrai raggiungere con la tua macchina non saprei dire nulla di concreto dato che (a parte le dimensioni del cilindro principale) non so quali siano tutte le caratteristiche dei componenti oleodinamici che hai installati di fatto.(per es. Marca Modello e rapporto del Moltiplicatore e Grandezza & cilindrata della pompa).

 

In precedenza, sul Sistema Oleodinamico, si erano dette solo poche cose in linea di massima dato che l'argomento della discussione era la Potenza disponibile dei tuoi due Trattori.

 

Qualora tu ritenessi di chiedere qualsiasi tipo di altre informazioni "noi" siamo sempre qui.

 

Ciao e buona continuazione lavori

 

 

 

Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...