Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
kuabba82

Tensione Enel troppo alta?

Recommended Posts

kuabba82

Salve a tutti. Da un po' di tempo ho notato che il mio ups al mattino e diciamo fino all'ora di pranzo fa scattare il relè dell'avr, poichè segnala delle tensioni in entrata superiori a 240V. Ho verificato con un multimetro e sebbene il software dell'ups sovrastimi un po' questa tensione (segnala di media 253V, mentre col multimetro rilevo intorno ai 243V) è comunque una costante ogni giorno e non so se alla lunga possa danneggiare l'ups o comunque altri apparecchi elettrici che sono collegati alla rete senza ups (TV, frigorifero, lavatrice, ecc...).

 

E poi da circa una settimana c'è un altro problema. L'Enel è intervenuta per dei lavori di manutenzione in strada e staccarono la corrente per alcune ore. Da quel momento la notte dopo l'1:00 circa un altro ups che ho (uno piccolo della Trust) comincia a bippare come se ci fosse un blackout e sono costretto a spegnerlo per poter dormire perchè non è dotato di avr. Ieri ho misurato la tensione in entrata col multimetro e segnava valori tra i 253V e i 257V che credo siano anche fuori dal range di tolleranza del 10% della fornitura elettrica.

 

Ora, a parte tentare di staccare il cicalino di questo ultimo ups, sono preoccupato per la costanza con cui si verifica questa cosa e, ripeto, non vorrei che alla lunga si possano danneggiare gli apparecchi elettrici di casa. Secondo voi posso chiedere all'Enel (io sono ancora col mercato maggior tutela) di verificare questa cosa? O devo tutelarmi da solo con uno stabilizzatore di tensione nel quadro elettrico? Cosa che peraltro data la costanza di questi eventi vorrei evitare per non dover sostituire spesso la "cartuccia" che non è che sia economica.

Ogni suggerimento è gradito, grazie.

Share this post


Link to post
Share on other sites

dnmeza

devi informare Enel, di eseguire dei controlli, e che hai registrato la telefonata per tutelarti su eventuali guasti causati da queste eccessive tensioni, se puoi invia anche una mail, per assicurarti maggiormente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

La legge europa, recepita dall'Italia ed entrata in vigore lo 01-01-2000 in tutta la CE, fissa i valori delle tensioni delle reti a bassa tensione, in 230V +/- 15%, per il monofase, e 400V +/- 15% per la distribuzione 3 fasi.

 

Enel, motu proprio, garantisce tensioni di 230V +/- 10% e 400V +/- 10%; pertanto le tensioni della rete monofase Enel possono assumere tutti i valori compresi tra 207 V e 253 V.

 

Tutti i dispositivi elettrici, elettronici ed elettromeccanici venduti nei paesi CE a partire dallo 01 - 01 - 2000 devono poter funzionare con ten sioni comprese tra 195.5 V e 264.5 V, se alimentati in monofase, e tra  340 V e 460V se alimentati trifase.

 

23 minuti fa, kuabba82 scrisse:

Ieri ho misurato la tensione in entrata col multimetro e segnava valori tra i 253V e i 257V che credo siano anche fuori dal range di tolleranza del 10% della fornitura elettrica.

 

Ammesso che il tuo multimetro misuri correttamente, cosa che è tutta da dimostrare in caso di controversia, sei al limite superiore di tolleranza ed un pochino oltre. Questo rispetto ai limiti contrattuali, ma non rispetto ai limiti di legge.

Probabilmente Enel, con gli ultimi lavori, ha modificato la presa del trasformatore, forse perchè al termine della linea la tensione era bassa.

 

Comunque puoi provare a sentire il servizio tecnico di Enel, segnalando il problema e chiedendo uh intervento correttore.

Edited by Livio Orsini

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Con buona probabilità, E** (ENEL)§  ha sostituito un Trasformatore di zona come manutenzione periodica programmata.

I TR, hanno delle spire ausiliarie - che si inseriscono solo per limitare la sovratensione eventuale, è ragionevole  pensare che non lo hanno fatto.

In alcune zone troviamo valori prossimi ai 250VAC, a fondo linea questo valore è diverso - ovvero più basso.

E' ragionevole dare contezza al fatto che il TR è di fatto tarato per tensione max di 275VAC a vuoto, per consentire di avere a fondo linea con carico a regime una tensione prossima ai 210VAC.

Gli UPS con AVR limitano, e mandano l'allarme, ma non c'e' da fidarsi neppure dei loro voltmetri interni, sbagliano di almeno 2 o 3 volt.

Non è più possibile eseguire misure affidabili con multimetri non TRMS e della serie non-professionali, fatto salvo che non si tratti di DC senza ripple limitato.

Saluti.

 

§ NOTA DEL MODERATORE

Elettroplc, per quale dannatissimo motivo, ogni tanto, ti ostini a non scrivere per esteso i nomi commerciali?

Avevi perso questo "vizio"... riperdilo ancora, per favore.

 

Edited by Maurizio Colombi

Share this post


Link to post
Share on other sites
leleviola

Comunque sia valori intorno i 257V cominciano a essere un po' troppo alti e magari tu non te ne sei accorto ma i valori sono andati anche oltre,

come hai rilevato con l'UPS la tensione di rete, tramite la seriale sul'UPS l'hai collegato al PC e hai visionato con l'apposito software la tensione?

Se così hai fatto probabilmente puoi anche fare una registrazione dei valori di tensione e salvarli su PC, fai una registrazione tenendo acceso il PC e facendo un datalog puoi al limite poi contattare Enel e metterla al corrente della situazione, perchè una situazione estemporanea può anche accadere ma una situazione continua di sforo dei valori di tensione penso proprio di no, così almeno chiedi che intervengano a soluzione

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82
1 ora fa, Livio Orsini scrisse:

 

 

Tutti i dispositivi elettrici, elettronici ed elettromeccanici venduti nei paesi CE a partire dallo 01 - 01 - 2000 devono poter funzionare con ten sioni comprese tra 195.5 V e 264.5 V, se alimentati in monofase, e tra  340 V e 460V se alimentati trifase.

 

 

Ammesso che il tuo multimetro misuri correttamente, cosa che è tutta da dimostrare in caso di controversia, sei al limite superiore di tolleranza ed un pochino oltre. Questo rispetto ai limiti contrattuali, ma non rispetto ai limiti di legge.

Probabilmente Enel, con gli ultimi lavori, ha modificato la presa del trasformatore, forse perchè al termine della linea la tensione era bassa.

 

Comunque puoi provare a sentire il servizio tecnico di Enel, segnalando il problema e chiedendo uh intervento correttore.

Grazie a tutti per le risposte. Quindi secondo quanto hai scritto non dovrei preoccuparmi per le apparecchiature elettroniche che ho in casa a meno che non ne abbia qualcuna antecedente la data del 1/1/2000 (che non mi sembra di avere)?

Come mi consigli di approcciare Enel, sempre tenendo conto che sono cliente del mercato di maggior tutela per evitare che dicano che essendo più o meno nel 10% di tolleranza non sono tenuti a intervenire?

Edited by kuabba82

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82
8 minuti fa, leleviola scrisse:

Comunque sia valori intorno i 257V cominciano a essere un po' troppo alti e magari tu non te ne sei accorto ma i valori sono andati anche oltre,

come hai rilevato con l'UPS la tensione di rete, tramite la seriale sul'UPS l'hai collegato al PC e hai visionato con l'apposito software la tensione?

Se così hai fatto probabilmente puoi anche fare una registrazione dei valori di tensione e salvarli su PC, fai una registrazione tenendo acceso il PC e facendo un datalog puoi al limite poi contattare Enel e metterla al corrente della situazione, perchè una situazione estemporanea può anche accadere ma una situazione continua di sforo dei valori di tensione penso proprio di no, così almeno chiedi che intervengano a soluzione

Guarda, ti allego l'immagine della schermata attuale del software di gestione dell'ups. E' sovrastimata perchè col multimetro nelle prese (qualsiasi presa) rilevo circa 243-245V ma l'avr è sempre attivo e forse dopo le 14 si ristabilizza per poi riattivarsi verso l'1:00.

Immagine.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Gli UPS sono rifasati internamente, una potenza reattiva XC in eccesso - determina una lieve sovratensione...per questo sul UPS rilevi qualche cosa in più.

Gli AVR migliori sono tarati a 275VAC  - vedi Furmann. E' considerato il limite di guardia.

L'AVR - limita la tensione...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Darlington

Tieni conto anche che la rilevazione dell'ups non è fatta per essere precisa, è un "di più", chissà da dove prende la misura, quindi non ci farei eccessivo affidamento.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini

Se il tuo voltmetro è abbastanza affidabile, quei valori di tensione potrebbero stressare qaulche apparecchio domestico ed abbreviarne la durata; già la tendenza dei costruttori è fare in modo che gli elettrodomestici si guastino non appena scade la garanzia, quindi è meglio nonm facilitargli il compito.:smile:

 

I valori misurati, seppur di poco eccedono i limiti contrattuali, quindi una richiesta di verifica da parte dell'Enel non  infondata.

Però molto dipende dal posizionamento di casa tua rispetto al trasfomatore di media dell'Enel.

Ad esempio io sono posizionato a meno di 300m di linea dalla cabina di trasformazione, fortuantamente nel mio caso la taratura del trasformatore è tale che al tensione non eccede i 240V.

 

Se tu sei molto vicino alla cabina, se la linea è un po' "debole" ed ha molto carico verso la parte terminale, è quasi impossibile non avere tensione al limite superiore e,nelle ore notturne, anche un poco sopra il limite.

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82
4 ore fa, Darlington scrisse:

Tieni conto anche che la rilevazione dell'ups non è fatta per essere precisa, è un "di più", chissà da dove prende la misura, quindi non ci farei eccessivo affidamento.

Sì infatti uso anche il multimetro. Oggi ho monitorato la situazione e dai log risulta che la tensione è stata sempre tra i 254V e i 261V con picchi anche di 263V. Ora, tenendo conto che stamattina a fronte di una rilevazione dell'ups di 254V io con il multimetro rilevavo 243V penso che con una differenza di 9V quando ha raggiunto i picchi di 263V siano stati in realtà 254V e mi sembran un po' altina. Però al contrario di quanto mi aspettassi stasera è sempre in opposizione ma con valori più bassi, tra i 245V e i 249V (col multimetro misuro 236V) quindi per ora tuttto ok. Vedremo più tardi intorno all'1:00 se sarà come ieri quando con il multimetro rilevavo 257V e l'altro ups andava in modalità batteria. Vi aggiornerò domani e poi magari deciderò di contattare Enel.

3 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Se il tuo voltmetro è abbastanza affidabile, quei valori di tensione potrebbero stressare qaulche apparecchio domestico ed abbreviarne la durata; già la tendenza dei costruttori è fare in modo che gli elettrodomestici si guastino non appena scade la garanzia, quindi è meglio nonm facilitargli il compito.:smile:

 

I valori misurati, seppur di poco eccedono i limiti contrattuali, quindi una richiesta di verifica da parte dell'Enel non  infondata.

Però molto dipende dal posizionamento di casa tua rispetto al trasfomatore di media dell'Enel.

Ad esempio io sono posizionato a meno di 300m di linea dalla cabina di trasformazione, fortuantamente nel mio caso la taratura del trasformatore è tale che al tensione non eccede i 240V.

 

Se tu sei molto vicino alla cabina, se la linea è un po' "debole" ed ha molto carico verso la parte terminale, è quasi impossibile non avere tensione al limite superiore e,nelle ore notturne, anche un poco sopra il limite.

Io anche sarò a meno di 300 metri dalla cabina...

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82

Piccolo aggiornamento...anche ieri stessa giornata. Ho scritto al servizio elettrico maggior tutela e sto aspettando una risposta.

Nel frattempo ho una domanda...secondo voi posso installare un spd di tipo 3 alla presa a cui è collegato l'ups che scatta e bippa sempre? O funzionerebbe bene solo in presenza di quelli di tipo 1 e 2 che non possiedo?

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82

Altro aggiornamento, Enel mi ha detto di misurare la tensione in uscita dal contatore e non nelle prese...qualcuno sa dirmi come si fa?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Devi togliere la borchietta in basso con viti rapide del Rem.sui morsetti di fase e  neutro .con i puntuali inserisci nei fori delle viti e misuri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
archimede57

Se ritieni di avere problemi con le apparecchiature installate nel tuo impianto e inoltre non puoi certificarti i valori rilavati, ti consiglio di chiedere a ENEL una verifica di tensione.

Questa verifica ti verrà addebitata in bolletta se i parametri rientrano nei valori corretti, se fuori parametri, la verifica non ti costa nulla, inoltre loro hanno il dovere di ripristinare la rete ai valori corretti.

La verifica viene fatta con strumenti certificati e ha valore legale, al termine del rilievo che ha una durata di alcuni giorni, riceverai esito della verifica, potendo da parte tua anche accedere alla visione della registrazione, inoltre a scanso di equivoci il rilievo di tensione non può essere taroccato o manomesso.....

In alternativa devi farti installare un registratore da un tecnico che può certificare il tutto, ma poi devi sempre percorrere la strada che ti ho scritto all'inizio.

ciao

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82
15 ore fa, archimede57 scrisse:

Se ritieni di avere problemi con le apparecchiature installate nel tuo impianto e inoltre non puoi certificarti i valori rilavati, ti consiglio di chiedere a ENEL una verifica di tensione.

Questa verifica ti verrà addebitata in bolletta se i parametri rientrano nei valori corretti, se fuori parametri, la verifica non ti costa nulla, inoltre loro hanno il dovere di ripristinare la rete ai valori corretti.

La verifica viene fatta con strumenti certificati e ha valore legale, al termine del rilievo che ha una durata di alcuni giorni, riceverai esito della verifica, potendo da parte tua anche accedere alla visione della registrazione, inoltre a scanso di equivoci il rilievo di tensione non può essere taroccato o manomesso.....

In alternativa devi farti installare un registratore da un tecnico che può certificare il tutto, ma poi devi sempre percorrere la strada che ti ho scritto all'inizio.

ciao

Il problema è che seppur più alta del normale per gran parte della giornata rientra nella tolleranza del 10% non superando i 253V. E' solo la notte dopo l'1:00 che sale oltre, non vorrei che trovassero scuse su questa cosa facendomi pure pagare in bolletta perchè per loro risulta normale...

Share this post


Link to post
Share on other sites
hfdax
3 ore fa, kuabba82 scrisse:

non vorrei che trovassero scuse su questa cosa facendomi pure pagare in bolletta perchè per loro risulta normale... 

Non potrebbero perché la tensione di rete deve mantenersi entro i parametri prestabiliti sia di giorno che di notte.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
1 ora fa, hfdax scrisse:

Non potrebbero perché la tensione di rete deve mantenersi entro i parametri prestabiliti sia di giorno che di notte.

 

Questo è vero.

Ma il vero problema rimane il rapporto con Enel; se accettano la sua misura e le sue dichiarazioni e pongono rimedio la soluzione è facile.

Se invece, come accade a volte, rispondono che per loro va tutto bene, diventa un problema di non semplice soluzione dimostrare il contrario. Bisognerebbe registrare la tensione con un apparecchio certificato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
archimede57
Quote

Se invece, come accade a volte, rispondono che per loro va tutto bene, diventa un problema di non semplice soluzione dimostrare il contrario. Bisognerebbe registrare la tensione con un apparecchio certificato.

Livio, il rapporto se contestato è visibile a chi ne dovrebbe pagare l'intervento, da qui, se non te lo fanno pagare vuol dire che sono in torto, se te lo fanno pagare, puoi accedere ai dati registrati, magari facendoti assistere da un tecnico, ma non possono mentire.

un ciao a tutti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Elettroplc

Unica soluzione: professionista con data logger professionale.misura per alano 3gg e perizia da pagare.ma non ne vale la pena

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82

Grazie mille per le risposte. Allora penso che procederò così, vedrò se posso misurare la tensione al contatore a diversi orari e subito dopo misurarla nelle prese di casa per vedere se si discosta, magari registrando video per documentare il tutto e poi farò segnalazione all'enel. Se accettano le mie misurazioni bene, se no a quanto ho capito non vale la pena di fare una perizia pagandola io stesso, perchè ci sono buone possibilità che non l'accettino. Se sarà questo il caso devo solo sperare che non si danneggi nessun apparecchio in casa, altrimenti mi sentiranno...

Share this post


Link to post
Share on other sites
DavideDaSerra

Ricordati che per enel la tensione è giusta se è 'normale' nel 95% dei campioni (sulla settimana) -> è considerata 'fuori norma' se hai valori 'sballati' per almeno 8h 25m nell'arco della settimana.

 

Il mio consiglio è di accordarti coi vicini perchè, nel caso di misurazioni enel, per una settimana non accendano elettrodomestici di notte tra le 2 e le 4 (così da 'garantirti' che nelle ore con più certezza di sforamento non ci siano carichi ad 'abbattere').

 

 

La misura alle prese puoi anche evitarla.... in ogni casò sarà più bassa di quella al contatore vista la resistenza dei cavi.

 

 

Edited by DavideDaSerra

Share this post


Link to post
Share on other sites
augustoelektrico

Salve, mi posso permettere di darti un consiglio? 

Dopo aver verificato i valori di tensione sui morsetti del misuratore di energia elettrica, rilevati i valori al disopra di quelli contrattuali, in via un formale reclamo per iscritto, ad oggi le parole restano solo un passaggio nell'aria, ad ENEL, ti allego il modulo del reclamo.

https://www.enel.it/content/dam/enel-it/documenti-supporto/modulistica/moduli/reclami/Modulo%20Reclami_ELE.pdf

Share this post


Link to post
Share on other sites
kuabba82
19 minuti fa, augustoelektrico scrisse:

Salve, mi posso permettere di darti un consiglio? 

Dopo aver verificato i valori di tensione sui morsetti del misuratore di energia elettrica, rilevati i valori al disopra di quelli contrattuali, in via un formale reclamo per iscritto, ad oggi le parole restano solo un passaggio nell'aria, ad ENEL, ti allego il modulo del reclamo.

https://www.enel.it/content/dam/enel-it/documenti-supporto/modulistica/moduli/reclami/Modulo Reclami_ELE.pdf

Grazie mille, ma questo vale anche se non sono cliente enel, visto che sto con il servizio maggior tutela?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ivano65

se enel non puo' per ragioni tecniche ovviare a questa situazione, ti consiglio di installare uno stabilizzatore  di tensione.gli spd nel tuo caso non servono, anzi se innescano si distruggono.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...