Jump to content
PLC Forum


Tensione Enel troppo alta?


kuabba82
 Share

Recommended Posts

Maurizio Colombi
11 ore fa, kuabba82 scrisse:

ma questo vale anche se non sono cliente enel, visto che sto con il servizio maggior tutela?

Non capisco....

Nel tuo caso dovresti essere tutelato il doppio, Enel è sia l'incaricato a risolvere il guasto, sia il tuo fornitore di energia.

Purtroppo fino alla fine dell'anno...

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 50
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • kuabba82

    13

  • Elettroplc

    6

  • Livio Orsini

    5

  • yatahaze

    4

Top Posters In This Topic

Posted Images

15 ore fa, archimede57 scrisse:

ma non possono mentire.

 

Si certo. Ci sono tante belle favolette a cui credevo da bambino,ma ora sono quasi vecchio ed alle favole non credo più da decenni.:smile:

 

13 ore fa, DavideDaSerra scrisse:

Ricordati che per enel la tensione è giusta se è 'normale' nel 95% dei campioni (sulla settimana) -> è considerata 'fuori norma' se hai valori 'sballati' per almeno 8h 25m nell'arco della settimana.

 

ecco perchè, in caso contestazione è indispensabile provedere ad una registrazione continua della tensione al punto di consegna.

 

13 ore fa, DavideDaSerra scrisse:

La misura alle prese puoi anche evitarla.... in ogni casò sarà più bassa di quella al contatore vista la resistenza dei cavi.

 

Nel caso fosse più alta la misura alle prese o hau uno strumento completamente "sballato", oppure hai un problema molto serio altuo impianto.

 

11 ore fa, ivano65 scrisse:

ti consiglio di installare uno stabilizzatore  di tensione.gli spd nel tuo caso non servono, anzi se innescano si distruggono.

 

Concordo.

Gli SPD servono a tagliare i disturbi impulsivi come, ad esempio, quelli generati da fulmini.

Solo che un buon stabilizzatore, di adeguata potenza, non è a buon mercato e nemmeno poco ingombrante.

Link to comment
Share on other sites

valuta l'acquisto di un autotrasformatore o di un variac di potenza adeguata per le apparecchiature che hai da mantenere ad una tensione minore di quella fornita che abbia un variatore di rapporto, ne trovi da 60 a 150 € ad esempio

Link to comment
Share on other sites

16 minuti fa, dnmeza scrisse:

valuta l'acquisto di un autotrasformatore o di un variac di potenza adeguata

Buona idea, purché abbia un sistema di autoregolazione altrimenti servirebbe a poco.

Link to comment
Share on other sites

Non conoscevo questi autotrasformatori...sembramo quello che fa al caso mio. Ma voi me lo consigliate da attaccare alla presa che mi serve da proteggere o è una cosa che serve tutto l'impianto di casa?

Link to comment
Share on other sites

Quote

Regolatore automatico di tensione PowerWalker AVR1200.
I sistemi AVR assicurano una stabile e costante alimentazione con una regolazione automatica della tensione ed un appropriato livello in caso di discesa o di salita della tensione di rete. Proteggono le apparecchiature elettroniche sensibili alla tensione della rete quali: TV, monitor, game, audio/video , telefoni, impianti di allarme, etc, prolungando la loro vita in esercizio. Gli ups AVR hanno dimensioni compatte, 3 prese Schuko e prese per linea telefonica e modem.
Capacità: 1200VA / 720W
Ampio range di tensioni di ingresso (180-264 VAC)

Output: 3x Shuko, Modem / Phone Line Protection
Protezione da sovraccarichi, corto circuiti e surriscaldamento

se ti è sufficiente, il range è buono, speriamo anche l'affidabilità, rimane sempre l'idea che "chi piu spende meglio spende", con un variac non elimini le variazioni ma le diminuisci a valori consoni all'utilizzatore, normalmente un autotrasformatore per la sua semplicità, e se ha una potenza adeguata, è molto affidabile

Link to comment
Share on other sites

27 minuti fa, dnmeza scrisse:

se ti è sufficiente, il range è buono, speriamo anche l'affidabilità, rimane sempre l'idea che "chi piu spende meglio spende", con un variac non elimini le variazioni ma le diminuisci a valori consoni all'utilizzatore, normalmente un autotrasformatore per la sua semplicità, e se ha una potenza adeguata, è molto affidabile

Scusa l'ignoranza, ma per Variac intendi apparecchi avr come quelli che ti ho linkato?

Io non vorrei spendere troppo, altrimenti mi converrebbe rischiare di pagare la perizia dell'enel a questo punto. Se riesco ad ottenere un abbassamento della tensione bene, altrimenti penso di cautelarmi proteggendo almeno l'ups  che scatta essendo senza avr, oppure addirittura sostituendolo con uno con avr se ne trovo a buon mercato.

Link to comment
Share on other sites

Il Variac è un autrostrasformatore con un contatto (strisciante) variabile sull'avvolgimento (singolo primario) non è un AVR, non essendo un trasformatore non isola magneticamente il primario dal secondario, ma da la possibilità di prelevare una tensione minore/e-o/maggiore di quella di alimentazione, ma non eliminando le variazioni che essa ha dalla linea, pertanto con un variac diminuisci la linea di alimentazione portandola ad esempio, se hai una tensione minima di 240 V la porti a 215 V e quando salirà a 250 V  ti ritroverai 225 V, quindi non stabilizza la tensione ma la abbassa,

da quello che intendi Tu penso ti faccia comodo un AVR, controlla la max tensione di esercizio e la potenza che ti interessa, non fermarti solo sul prezzo economico, quello non ti garantisce la costruzione e l'affidabilità

Edited by dnmeza
Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

Che non ti convenga prendere un UPS a doppia conversione che tolleri un ingresso molto "ampio". Es  questo tollera da 140V a 300V.

 

In ogni caso non credo che anche continuando come adesso (disconnessioni quando la tensione sale molto) possa darti dei problemi, gli UPS sono fatti anche per quello

 

 

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, DavideDaSerra scrisse:

Che non ti convenga prendere un UPS a doppia conversione che tolleri un ingresso molto "ampio". Es  questo tollera da 140V a 300V.

 

In ogni caso non credo che anche continuando come adesso (disconnessioni quando la tensione sale molto) possa darti dei problemi, gli UPS sono fatti anche per quello

 

 

Beh in realtà l'altro ups che ho collegato al pc non si disconnette mai, ha sempre l'avr attivo, ma non si disconnette.

Comunque penso che il problema ci sia eccome, oggi è domenica eppure nonostante si ipotizzi un maggior carico e quindi minor tensione disponibile in questo momento è scattato l'ups...ho misuato nelle prese e porta 263-264V!!

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

Domenica è tipicamente un giorno di tensioni più alte (le attività commerciali sono chiuse, c'è il sole quindi i FTV producono, non c'è freddo quindi meno stufe elettriche e asciugatrici).

Chiama il distributore e fatti fare la prova di tensione (magari coinvolgi qualche vicino così da divdere la spesa), anche solo un condomino da 8 famiglie ve la cavate con 20€ a testa

 

Comunque se l'UPS ha l'AVR attivo significa che sta facendo il suo lavoro.... io mi preoccuperei di più per l'elettronica non protetta dall'UPS

Edited by DavideDaSerra
Link to comment
Share on other sites

il 16/2/2019 at 21:02 , ivano65 scrisse:

se enel non puo' per ragioni tecniche ovviare a questa situazione, ti consiglio di installare uno stabilizzatore  di tensione.gli spd nel tuo caso non servono, anzi se innescano si distruggono.

 

Meglio pensare ad un POP a questo punto, verificando i livelli di sovratensione per cui interviene.

 

Gli SPD non sono fatti per questo tipo di protezione, i POP invece si.

Link to comment
Share on other sites

il 17/2/2019 at 09:28 , dnmeza scrisse:

valuta l'acquisto di un autotrasformatore

 

Se hai spazio nelle vicinanze del contatore o del centralino installa un autotrasformatore da 4 kVA (se hai un contratto da 3.5 kW).

L'auto trasfo deve avere prese corrispondenti a 210V, 220, 230V, 240 e 250V. Colleghi la linea di ingresso a 250V e tuttol'impianto a 220V.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...
Il 15/2/2019 alle 16:37 , Elettroplc ha scritto:

Devi togliere la borchietta in basso con viti rapide del Rem.sui morsetti di fase e  neutro .con i puntuali inserisci nei fori delle viti e misuri.

per cortesia mi rispiegheresti?

mio nonno è morto fulminato, ho il terrore della corrente

Link to comment
Share on other sites

Io proporrei un trasformatore da 250VA o poco meno con primario 230v e secondario 15v da collegare come autotrasformatore fisso all'uscita del contatore, per tamponare in modo sicuro ed economico mentre non si mette d'accordo con l'azienda che gli fornisce l'energia elettrica. Perché mentre noi ragioniamo, ogni giorno il rischio concreto che qualcosa dentro casa sua si rompe aumenta sempre.

Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, maxmix69 ha scritto:

Io proporrei un trasformatore da 250VA o poco meno con primario 230v e secondario 15v da collegare come autotrasformatore fisso all'uscita del contatore, per tamponare in modo sicuro ed economico mentre non si mette d'accordo con l'azienda che gli fornisce l'energia elettrica. Perché mentre noi ragioniamo, ogni giorno il rischio concreto che qualcosa dentro casa sua si rompe aumenta sempre.

scusa ma 250V è poco niente, come funzionerebbe?

Link to comment
Share on other sites

Funziona benissimo perché 15 ampère (che è il massimo possibile che puoi assorbire se hai un contratto da poco più di 3kw) moltiplicato i 15 volt che sottrai dalla tensione di rete troppo alta fanno 225 watt, meno dei 250 che avevo scritto. Ma non mi sto inventando nulla, è una cosa che si fa comunemente per tamponare, pure se in molti storcono il naso.

Link to comment
Share on other sites

19 minuti fa, maxmix69 ha scritto:

Funziona benissimo perché 15 ampère (che è il massimo possibile che puoi assorbire se hai un contratto da poco più di 3kw) moltiplicato i 15 volt che sottrai dalla tensione di rete troppo alta fanno 225 watt, meno dei 250 che avevo scritto. Ma non mi sto inventando nulla, è una cosa che si fa comunemente per tamponare, pure se in molti storcono il naso.

se avesse invece contratto da 4,5kw + Fv anch'esso da 4,5kw?

Link to comment
Share on other sites

Non so come funzionano gli impianti fotovoltaici, non so come sono collegati al resto dell'impianto.
La corrente che ci interessa è quella che attraversa l'avvolgimento del trasformatore che usi per sottrarre tensione e il punto dove lo vai a mettere dipende da come è fatto l'impianto, non so se mi sono fatto capire. Comunque è sempre una pezza, le tensioni devono essere giuste e basta.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Nel momento in cui si verificano valori elevati di tensione e interviene il gestore di rete per ridurla, concretamente che operazioni effettua in cabina?

Link to comment
Share on other sites

  • Domenico Maschio locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share


×
×
  • Create New...