Jump to content
PLC Forum


Termico

Nuovo impianto di allarme consigli e suggerimenti

Recommended Posts

Termico

Buonasera a tutti i frequentatori del Forum, devo fare dei lavori di ristrutturazione ad un appartamento di famiglia, quindi anche il rifacimento dell’impianto elettrico, al quale vorrei aggiungere quello di allarme, se non altro la predisposizione. La struttura e la composizione è quella nell'elenco allegato:

 

Smartliving 1050L                              Centrale INIM Smartliving

Smartlogos30M                                 Scheda vocale

Nexus/G                                             Modulo GSM

ProbeTH                                             Sonda termica per batteria

SmartLAN/G                                       Interfaccia ethernet (opzionale)

Air2-BS200/10                                    Ricetrasmettitore

Air2-KF100 oppure Air2-KF Pebble    Radiochiave

Flex5/P                                               Scheda di espansione

Ivy-BF                                                 Sirena da esterno

Smarty/SIB                                         Sirena da interno

Alien/SB                                             Tastiera

IB200/A                                              Isolatore

TSEC CLV-03                                    Contatto magnetico e inerziale per finestre

CLR-TW-4C + CLR-BL                      Contatto magnetico per portone d’ingresso

CLV-01 + CLV-BL                               Contatto inerziale per portone d’ingresso

410 LESW                                          Contatto a filo per tapparelle

UNUM DT AM Ksenia                        Rilevatore di movimento a doppia tecnologia

8003-ISR002                                      Rilevatore a tenda per esterno (da valutare)

 

Fino a qualche mese fa, non avevo la benché minima idea di come potesse essere strutturato un tale impianto, e a forza di leggere commenti su questo Forum, mi sono fatto un’idea o almeno credo…, chiedo quindi gentilmente, a chiunque volesse darmi un sostegno, di avallare oppure correggere quello che vorrei fare. Ho realizzato anche un collegamento filare, per meglio comprendere la struttura e la disposizione dell’impianto.

290709190_Antifurtocollegamentofilare.thumb.jpg.3b52137c5681699b20d1fadc577e7073.jpg

Vengo alle domande che vorrei porvi, poiché la soluzione è data soltanto dall'esperienza sul campo, che io non ho.

 

Il rilevatore DT n.1 potrebbe andare in conflitto con il n.2 visto che sono in posizione contrapposta, la distanza in diagonale tra i due è di 11 m. Il n.4 potrebbe essere ridondante considerando che, se l’intruso uscisse dal corridoio, troverebbe il n.2 attivo. Il rilevatore DT n.3, trovandosi in un ambiente piccolo, circa 2.5 mq, anche con la presenza di un radiatore, funzionerebbe correttamente?

 

Il modulo NEXUS/G, vorrei installarlo all’interno della centrale, con l’antenna posizionata sul contenitore della stessa, trovate fattibile questa soluzione, oppure mi conviene prevedere una scatola di derivazione sul muro perimetrale dell’appartamento, dove presumibilmente il segnale dovrebbe essere migliore, ed infilarci il modulo, e posizionare l’antenna su qualche mobile?

 

Come contatti magnetici ed inerziali, devo per forza installare il mod. CLV-03 della TSEC, perché la conformazione del profilo in PVC della finestra, non mi permette di montare quelli a scomparsa. Secondo voi, a parte l’estetica che non è tra le migliori, se lo posiziono in corrispondenza dell’angolo superiore sinistro dell’anta battente, eserciterà bene la sua funzione?

 

Ho letto su qualche post, che la tastiera Alien può essere equipaggiata anche con la ricetrasmittente, però ho cercato nei cataloghi e listini INIM, ma non ho trovato nulla al riguardo, a voi risulta? Perché se così fosse, opterei per questa soluzione, visto che la ricetrasmittente mi serve soltanto per la radiochiave, per attivare e disattivare l’allarme.

 

Come potrete notare dal progetto filare, ho lasciato in sospeso i rilevatori a tenda esterni ai balconi, questo perché non so se è consigliabile posizionare un 8003-ISR002 in corrispondenza di ogni finestra, oppure un unico rilevatore che copre tutto il balcone, (mi riferisco al balcone di 12 m di lunghezza), mentre per il balcone medio che misura 5 m il rilevatore 8003-ISR002 posizionato al centro, coprirebbe tutte e tre le finestre, invece per il balcone piccolo che misura 2.4x1.7 m, presumo che due rilevatori 8003-ISR002 posizionati in corrispondenza di ogni finestra, vadano in conflitto, quindi se così fosse, quale soluzione adottereste?

 

Le altre finestre non le ho protette, visto che sono al terzo piano senza possibilità di arrampicata, a meno ché proprio a casa mia, vengono ladri acrobati!!!

 

Scusate se mi sono dilungato un po’ troppo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

marcok625
il 3/7/2019 at 22:19 , Termico scrisse:

Il modulo NEXUS/G, vorrei installarlo all’interno della centrale, con l’antenna posizionata sul contenitore della stessa, trovate fattibile questa soluzione, oppure mi conviene prevedere una scatola di derivazione sul muro perimetrale dell’appartamento, dove presumibilmente il segnale dovrebbe essere migliore, ed infilarci il modulo, e posizionare l’antenna su qualche mobile?

Ciao, ti dico subito che non sono un esperto e non faccio questo come lavoro, però 5 anni fa mi sono realizzato il mio impianto di allarme INIM, più o meno come quello che vorresti fare tu, io però ho puntato tutto sull'esterno, perchè non mi piace l'idea che suoni l'allarme quando ormai qualcuno è dentro casa. (secondo me dovrebbe suonare prima, potendolo fare naturalmente). Detto questo ti posso dire la mia esperienza.

Io ho posizionato il modulo GSM all'interno della centrale, in un sacchettino di plastica da dove esce il filo per l'antenna che è posizionata su un supporto metallico avvitato alla centrale. Il tutto messo subito dietro la porta che da sulle scale per scendere in taverna.

Il modulo GSM è grandicello e con tutti i fili che arrivano in centrale non è il massimo, ma è fattibile.

La ricezione del segnale, io ho wind e controllando da tastiera Alien prendo metà segnale circa, e fin ora mi sono sempre arrivati sia gli SMS che le chiamate.

 

il 3/7/2019 at 22:19 , Termico scrisse:

Ho letto su qualche post, che la tastiera Alien può essere equipaggiata anche con la ricetrasmittente, però ho cercato nei cataloghi e listini INIM, ma non ho trovato nulla al riguardo, a voi risulta? Perché se così fosse, opterei per questa soluzione, visto che la ricetrasmittente mi serve soltanto per la radiochiave, per attivare e disattivare l’allarme.

 

Cosa intendi per ricetrasmittente, intendi forse il TAG (RFID) per inserire o disinserire allarme?

Se è cosi, tutte le tastiere hanno questo sistema già incorporato, devi solo dirgli a livello software di abilitare o meno la lettura. Poi devi avvicinare la chiave nell'angolo destro in basso e il gioco è fatto. ( ma non ti consiglio di usarlo, a meno che non lo utilizzi se hai una persona fuori dalla tua famiglia che deve accedere alla casa, tipo signora delle pulizie) perché tanto avendo la password la inserisci dalla tastiera e il gioco è fatto. 

il 3/7/2019 at 22:19 , Termico scrisse:

 

Come contatti magnetici ed inerziali, devo per forza installare il mod. CLV-03 della TSEC, perché la conformazione del profilo in PVC della finestra, non mi permette di montare quelli a scomparsa. Secondo voi, a parte l’estetica che non è tra le migliori, se lo posiziono in corrispondenza dell’angolo superiore sinistro dell’anta battente, eserciterà bene la sua funzione?

 

Come potrete notare dal progetto filare, ho lasciato in sospeso i rilevatori a tenda esterni ai balconi, questo perché non so se è consigliabile posizionare un 8003-ISR002 in corrispondenza di ogni finestra, oppure un unico rilevatore che copre tutto il balcone, (mi riferisco al balcone di 12 m di lunghezza), mentre per il balcone medio che misura 5 m il rilevatore 8003-ISR002 posizionato al centro, coprirebbe tutte e tre le finestre, invece per il balcone piccolo che misura 2.4x1.7 m, presumo che due rilevatori 8003-ISR002 posizionati in corrispondenza di ogni finestra, vadano in conflitto, quindi se così fosse, quale soluzione adottereste?

Per quanto riguarda i sensori delle finestre ed esterni, fossi in te li installerei entrambi, nel senso che i sensori per le finestre fanno il loro lavoro egregiamente e senza falsi allarmi, e ti indicano quali finestre sono aperte dalla tastiera ( io lo trovo molto utili prima di mettere l'allarme per la notte cosi se ho dimenticato qualche finestra aperta me ne accorgo), ma i sensori esterni avrebbero una funzione di allarme ancor prima che qualcuno aprisse o rompesse il vetro delle finestre. 

Per casa mia avevo guardato questi, che all'epoca non erano cosi evoluti: xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

Ma poi perchè riuscivo ad averne altri simili con uno sconto particolare ho scelto questi: xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx

li uso per rilevare movimento su tutta la parete della casa e balcone, ma secondo me è più utile inserirli tra la finestra e le persiane come mostrato in molti siti, per evitare falsi allarmi, perchè quando usi sensori esterni sono davvero tanti all'inizio, poi pian piano affini la sensibilità dei sensori e modifichi un pochino il software in modo da dare il segnale di allarme dopo un certo numero e tempo di rilevazioni. ( ti assicuro che nel mio caso c'è voluto molto tempo) per non parlare di falsi allarmi quando il sole ci picchia sopra direttamente o altre cose tipo animali o insetti e non per ultimo ultimamente mi si stanno rompendo tutti i sensori della Pyronix esterni, la plastica si stà distruggendo, sarà il sole e le intemperie, ma mi aspettavo durassero molto di più e non solo 5 anni. tra l'altro la garanzia se non erro è di 4 anni.

Quindi in sostanza un sensore a contatto per ogni finestra e dove il malintenzionato potrebbe entrare un sensore a tenda che controlla la singola finestra.

Per le altre tue domande non ho competenze.

Spero di esserti stato di aiuto.

 

 

Regolamento

r) E' assolutamente vietato utilizzare questo forum come "vetrina" commerciale per la propria attività o per le attività commerciali in generale

 

 

Edited by Fulvio Persano
eliminato links commerciali

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
1 ora fa, marcok625 scrisse:

Ciao, ti dico subito che non sono un esperto e non faccio questo come lavoro, [….] 

1 ora fa, marcok625 scrisse:

Io ho posizionato il modulo GSM all'interno della centrale, in un sacchettino di plastica da dove esce il filo per l'antenna

 

se non sei esperto non dare consigli del genere, ...mai riporre una scheda o un dispositivo in un sacchetto di plastica che può procurare condensa e quindi mandare fuori specifiche il dispositivo anche se…. a te non è successo niente. Puoi farlo per te ma non può essere consigliato.

Termico ha previsto una 1050L e di spazio predisposto per fissaggio e cablaggio ce n'è a iosa. La scelta se dentro la centrale o in altro punto della casa, dato che il gsm è su i-bus, dipende esclusivamente dal segnale presente nel sito.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
alanford
Quote

ma secondo me è più utile inserirli tra la finestra e le persiane come mostrato in molti siti, per evitare falsi allarmi, perchè quando usi sensori esterni sono davvero tanti all'inizio,



Ed è una sciocchezza colossale, infatti è detta da chi dichiara di non essere un  esperto ma vuole dare consigli.
E consigli dalli per ciò che conosci.
I sensori a tenda vanno esterni e non provocano alcun allarme se sai quali utilizzare e come utilizzarli.
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Ciao Marco, ti sono grato di avermi risposto, e mi dispiace che ti sei preso un cicchetto da Panter e Alanford per colpa mia.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Termico non prenderti colpe che non hai in quanto hai posto la domanda correttamente, e il tuo lavoro merita considerazione.

Vedrò poi di commentare, anche se... ti ho in parte risposto nell'altra tua discussione..

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Grazie Panter, era un modo per solidarizzare con Marco, visto che si era dimostrato disponibile a rispondere, e se ha detto delle castronate, lo ha fatto in buona fede. Comunque io non avrei mai inserito una scheda elettronica all'interno di un sacchetto di plastica, e se a lui fino ad oggi non è successo nulla, significa che la INIM, sui suoi prodotti, applica un buon processo di tropicalizzazione, a riprova della qualità di questo marchio. Comunque, tornando al pomo della discordia… io resto sempre dell’idea che inserire la scheda Nexus all'interno della centrale sia la soluzione ottimale, anche perché è stato previsto dai progettisti INIM. La domanda che mi ero posto; come faccio a sapere a priori se l’entità del segnale all'interno dello stanzino dove posizionerò la centrale è: sufficiente, debole, buono o meglio ancora ottimo. Questo lo potrò sapere soltanto a centrale e Nexus montati, premendo il tasto P1 del comunicatore e vedere la risposta dei led, ma la mia per adesso è soltanto una predisposizione, e soltanto con un analizzatore di segnale, che non ho, potrei andare sul sicuro, a meno che non prevedo una canalizzazione verso l’esterno, per una eventuale antenna a banda larga per potenziare i segnali della telefonia mobile, oppure con il cellulare vedere se c'è campo, però mi sembra riduttivo e poco professionale.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
11 minuti fa, Termico scrisse:

io resto sempre dell’idea che inserire la scheda Nexus all'interno della centrale sia la soluzione ottimale, anche perché è stato previsto dai progettisti INIM

 

e perché gli hw specialist della Inim avrebbero  previsto il nexus in centrale quando hanno realizzato un dispositivo su i-bus e non su connettore specializzato nella scheda madre?

La predisposizione dei fori di fissaggio è uguale sia per il nexus sia per le espansioni e non è detto che il nexus, per problemi di segnale, possa essere sempre inserito nella centrale quando, a volte, il segnale non è ottimale neanche nei pressi di un torrino che è il punto più alto della casa mentre in certe zone di una grande città il segnale è ottimo ovunque.

 

Tutto è proporzionato all'entità del segnale che può essere misurato (anche se approssimativamente) con un qualsiasi cellulare e con varie sim, anche se in questa maniera può essere misurata la potenza ma non la purezza del segnale e se il segnale è riflesso.

Io consiglio di procedere con tentativi misurando l'intensità del segnale tramite macro di tastiera, se non si hanno strumenti particolari di controllo. Di solito, dove il segnale è scarso, il punto migliore è in una scatola vicino ad una finestra. Comunque meglio spostare il nexus che prolungare il filo d'antenna oltre i 3 metri dato che il segnale viene "mangiato" dal tragitto più lungo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Buongiorno Panter, il nexus nello stanzino è solo per una questione di estetica, per non vedere la sua antenna esposta in altri ambienti dell’appartamento, ma tutto questo è in funzione del segnale. Vedrò con il cellulare e varie sim la sua entità, e se nello stanzino non è ottimale lo metterò in una scatola sul muro perimetrale, vicino a qualche finestra.

16 ore fa, Panter scrisse:

Io consiglio di procedere con tentativi misurando l'intensità del segnale tramite macro di tastiera

scusami, a quale tastiera ti riferisci alla Alien? facendo quindi delle prove a banco.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Da tastiera Alien (Sistema/Info gsm) è una scorciatoia, ma lo stesso controllo si ha anche in smartleague Controllo centrale/Monitoraggio/Dettaglio periferiche/Nexus, facendo aggiorna ad ogni spostamento dell'antenna. E' una misurazione molto affidabile (forse più affidabile della risposta di un cellulare) , e se il segnale è maggiore del 50% non dovrebbero esserci problemi.  

Edited by Panter

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Buongiorno Panter, questa prova presuppone che io possegga almeno la centrale e il comunicatore, facendo a meno della tastiera che come tramite è una scorciatoia. La mia per adesso è una predisposizione per un impianto futuro, e comunque dipende da quanto mi resterà dal budget stanziato per la ristrutturazione. Ciò non toglie però, che potrei iniziare con l’acquisto di questi due prodotti. Quindi, se ho capito bene, potrei installare la centrale nello stanzino, collegarvi il nexus su i-bus tramite una quindicina di metri di cavo, e andare in giro per casa fino a trovare una posizione ottimale per la ricezione del segnale. Per disattivare l’allarme, vorrei programmare la centrale in modo che l’allarme sia sempre immediato per il ladro e ritardato per me, come hai dettagliatamente spiegato in precedenti post. Ho bisogno quindi di un ricetrasmettitore Air2-BS200/10 e di una radiochiave Air2-KF100. Il manuale di installazione e programmazione del Air2 consiglia, per un funzionamento ottimale, di posizionare il modulo il più centrale possibile rispetto a l’area di utilizzo del radiocomando e di eventuali altri sensori radio, ed inoltre di posizionarlo in alto. Ora poiché la radiochiave verrà usata sul pianerottolo di casa, e non so se in futuro avrò bisogno di qualche altro componente del sistema Air2, dove mi consigli di metterlo e a quale altezza.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
il 10/7/2019 at 12:58 , Termico scrisse:

Il manuale di installazione e programmazione del Air2 consiglia, per un funzionamento ottimale, di posizionare il modulo il più centrale possibile rispetto a l’area di utilizzo del radiocomando e di eventuali altri sensori radio, ed inoltre di posizionarlo in alto. Ora poiché la radiochiave verrà usata sul pianerottolo di casa, e non so se in futuro avrò bisogno di qualche altro componente del sistema Air2, dove mi consigli di metterlo e a quale altezza.

 

Quando si parla di RF è tutto relativo. La propagazione delle onde radio diminuisce proporzionalmente allo spessore delle pareti.

Il centro appartamento è consigliabile in una costruzione moderna e non di grandi dimensioni, ma non vale quando la costruzione è di tipo vecchio con muri perimetrali e portanti di circa 60cm. Fortunatamente, se il bus è distribuito lungo il sito, il sistema inim permette l'installazione di più BS200 e ad ognuno associare i sensori più vicini.

Per ora ti conviene prevedere l'installazione nei pressi dell'ingresso (se non nello stanzino dietro verifica) dato che l'uso che vuoi farne è proprio fuori della porta d'ingresso. Per adesso preoccupati di questo e l'altezza migliore è circa 40cm sotto al soffitto. Le potenze permesse sono di bassa intensità per tutelare eventuali disturbi arrecati ad abitazioni vicine, e non credere alle fantomatiche portate pubblicizzate per oltre un kilometro che vengono misurate con antenne in vista e in spazio aperto.

Anche qui, come per il gsm, quando non si hanno strumenti adeguati, si può utilizzare il monitoraggio di centrale per sapere se i sensori ricevono il miglior segnale.

Share this post


Link to post
Share on other sites
alanford
13 minuti fa, Panter scrisse:

 

Quando si parla di RF è tutto relativo. La propagazione delle onde radio diminuisce proporzionalmente allo spessore delle pareti.

Il centro appartamento è consigliabile in una costruzione moderna e non di grandi dimensioni, ma non vale quando la costruzione è di tipo vecchio con muri perimetrali e portanti di circa 60cm. Fortunatamente, se il bus è distribuito lungo il sito, il sistema inim permette l'installazione di più BS200 e ad ognuno associare i sensori più vicini.

Per ora ti conviene prevedere l'installazione nei pressi dell'ingresso (se non nello stanzino dietro verifica) dato che l'uso che vuoi farne è proprio fuori della porta d'ingresso. Per adesso preoccupati di questo e l'altezza migliore è circa 40cm sotto al soffitto. Le potenze permesse sono di bassa intensità per tutelare eventuali disturbi arrecati ad abitazioni vicine, e non credere alle fantomatiche portate pubblicizzate per oltre un kilometro che vengono misurate con antenne in vista e in spazio aperto.

Anche qui, come per il gsm, quando non si hanno strumenti adeguati, si può utilizzare il monitoraggio di centrale per sapere se i sensori ricevono il miglior segnale.



Diciamo che le portate di uno o due chilometri sono ovviamente in aria libera ma queste portate che poi ci ritroviamo come beneficio all'interno sono raggiunte perché operano sulla frequenza 869 dove le norme permettono di uscire con una potenza superiore 10 volte rispetto alla 868.
Con la 868 anche con antenne a vista in aria libera 1 o 2 km non ci si arriva neanche con il vento a favore, max 300 metri.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
15 minuti fa, alanford scrisse:

ma queste portate che poi ci ritroviamo come beneficio all'interno sono raggiunte perché operano sulla frequenza 869 dove le norme permettono di uscire con una potenza superiore 10 volte rispetto alla 868.

 

La prossima volta che c'incontriamo dovresti farmi vedere le specifiche Etsi che permettono la 869 per sistemi d'allarme residenziali…….

Comunque installatori che usano la 869 in condomini sono un pochino…. criminali.😫 Passi per ville isolate.

Il problema è che certi produttori (fortunatamente solo quelli non seri) parlano della 868 di 300m in interno!!!

 

ps. ormai non sono più abbonato alle normative delle frequenze radio, che ora riguardano i progettisti e costruttori 😏 

Share this post


Link to post
Share on other sites
marcok625
il 5/7/2019 at 15:40 , alanford scrisse:



Ed è una sciocchezza colossale, infatti è detta da chi dichiara di non essere un  esperto ma vuole dare consigli.
E consigli dalli per ciò che conosci.
I sensori a tenda vanno esterni e non provocano alcun allarme se sai quali utilizzare e come utilizzarli.
 

Ciao Alan, è proprio quello che sto cercando di fare, cioè dare consigli sulla base della mia esperienza.

Mi sono progettato e realizzato l'impianto di allarme perché di tecnici incompetenti in giro ce ne sono a bizzeffe. Ci ho parlato e discusso ma nessuno mi ha dato fiducia, tutti pensano a fare il lavoro con le cose che conoscono bene, guai a chiedergli di cambiare marca di centrale o latro, il programma dell'allarme che usano è quello base che non da informazioni su nulla e si fanno pagare profumatamente.

Mi fa piacere che invece altri professionisti come voi dedichino tempo sui forum per aiutare e indirizzare chi ne ha bisogno. 

Io semplicemente cerco di aiutare per quanto posso. Naturalmente. 

Se non volete che dica la mia sulla base della mia esperienza, posso benissimo usare il forum se ne avrò nuovamente necessità solo come richieste di assistenza.

Intanto o imparato che la prossima volta che dovrò implementare il programma dell'allarme che sarà a breve perché dovrò cambiare un sensore esterno toglierò la bustina di plastica dal modulo del GSM, se non avessi scritto non lo avrei mai saputo.

Chiedo solo di rispondere senza aggredire il prossimo. E con un minimo di rispetto.

Visto che credo siamo qui tutto per cercare di condividere le nostre conoscenze.

 

Fatemi sapere se restare o meno attivo sul forum.

Saluti

Marco

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Fulvio Persano

Ciao marcok625.

 

Ti ricordo che il regolamento vieta esplicitamente l'inserzione di links commerciali all'interno delle discussioni.

Inoltre, non mi sembra che l'utente alanford ti abbia mancato di rispetto.
Sei stato tu, giustamente, a definirti un "non esperto"

Quote

 

ti dico subito che non sono un esperto e non faccio questo come lavoro

 

cosa, invece, che non si può certo dire di lui.
Quindi, accetta di buon grado i suoi ed altrui suggerimenti, in quanto dettati da anni di esperienza.

 

Quote

 

Se non volete che dica la mia sulla base della mia esperienza, posso benissimo usare il forum se ne avrò nuovamente necessità solo come richieste di assistenza.

 

Assolutamente ogni contributo è sempre ben accetto e, come logica impone, esso può essere in qualsiasi momento forma di discussione e/o di critica, spesso costruttiva.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Grazie Panter per i consigli sul ricetrasmettitore. Questi giorni ho elaborato un nuovo schema, forse più comprensibile del primo, nel quale ho previsto tre line bus. La prima che collega la centrale alla sirena esterna, interponendo un isolatore IB200A, la seconda unisce tutte le Flex5 con un entra/esci dalle scatole di derivazione, la terza per le restanti periferiche su i-bus. Vorrei cortesemente un commento su questo cablaggio, se è funzionale, e se non lo è cosa devo correggere. Inoltre, vorrei capire, se oltre a proteggere la sirena da eventuali corti sui contatti del bus, interponendo l’isolatore, debbo in qualche modo proteggere anche i rilevatori a tenda da eventuali corti sui contatti dell’alimentazione, che metterebbero fuori uso la Flex5 e quindi tutte le protezioni alla relativa finestra. In rete non ho trovato la scheda tecnica della Flex5, e quindi non so se è protetta con dei fusibili autoripristinabili come la Auxrel32. Immagino sia una domanda stupida, poiché dal momento che il malintenzionato è riuscito ad accedere ai fili dell’alimentazione significa che: o non ha funzionato il rilevatore, non rilevando appunto la presenza del ladro, oppure incurante dell’allarme attivato tenta di tutto per metterlo fuori uso.  Stesso discorso per la sirena, aprendola scatta l’allarme, lì però se metti in corto il bus metti fuori uso tutto l’impianto. Ho eliminato i contatti a fune per tapparelle, poiché nei miei cassonetti è pressoché impossibile montarli, forse con qualche artificio potrò montare quelli ad asta, vedrò in seguito.   

Saluti

883439849_Progettofilare.thumb.jpg.54e71b387adbde4d0a5f8e0c07b0b0c1.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter

Da una prima occhiata e in linea di massima sembra che vada bene…. ma distingui i sensori a tenda da quelli a tenda verticale (8003-ISR002). E' importante per prevedere le canalizzazioni e il punto di uscita.

Ora mi sembra di capire che i balconi sono 3 e non 2 come ipotizzato all'inizio.

Appena ho un po' di tempo analizzerò meglio la struttura dell'impianto.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Buongiorno Panter, i balconi sono tre e ognuno con una superficie diversa. Per il balcone n.1 avrei previsto un sensore Tenda della Italiana sensori, codice 8003-ISR002, che posizionato con la sua staffa ad una altezza di circa 3 m, ha una copertura in larghezza di circa 4 m sufficiente per proteggere le tre finestra/porta-finestra. Per il balcone n.2 invece, avrei due soluzioni: la prima è di installare i stessi sensori 8003-ISR002 in corrispondenza di ogni finestra/porta-finestra essendo larghe ugualmente 2.4 m, mentre la seconda soluzione, che ritengo più razionale perché proteggerei anche la sirena esterna, è quella di installare un sensore Italo sempre della Italiana sensori, codice 8093-ISR060 sull'estremità del balcone, che avendo una portata di rivelazione da 3 a 10 metri lo coprirebbe a sufficienza, e per questo dovrei prevedere una diversa canalizzazione con il punto di uscita tra 1-1,2 m. Mentre per il balcone n.3 ho il buio completo, nel senso che, essendo il balcone molto piccolo con la presenza, tra l’altro, di due porta-finestra ed una finestra, non saprei quale sensore installare. Oddio, un’idea ce l’avrei, utilizzare sempre l’8093-ISR060 posizionato all'angolo tra le due finestre, e selezionare i due fasci a 90°, però anche tarando la portata al minimo di 3 m, uscirei fuori dal balcone. Le altre finestre non le ho protette, visto che sono al terzo piano, senza punti di appoggio per una possibile arrampicata. Pensi che questa mia scelta sia “Professionale”, oppure devo considerare qualche protezione anche per queste finestre.

Saluti

505835779_Solosensoriesterni.thumb.jpg.3e25102076b870a484078a003f5e14fa.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites
Edoardo 007

Ciao termico, complimenti per il progetto.

Io fossi in te, visto che sei in fase di predisposizione, farei anche delle predisposizioni per delle telecamere (passa l'utp per delle telecaere ip, gestibili anche da lan/g), se poi non ti interessa gestirle da lan/g, puoi sempre aggiungere un nvr.

Io personalmente non sono un amate dell'ip, ma con la lan/g, è un sacrilegio non mettere ip…

Per i sensori a tenda ok, ma io opterei per dei volumetrici esterni e basta, che vedo su un balcone ma non su l'altro, come mai questa tu scelta de tenda e non del volumetrico sul secondo balcone?

Metti la sirena esterna in un luogo poco accessibile, e magari se sei in una zona ad alto rischio, anche due (non so di che zona sei).

Prevedi qualche sensore di movimento anche per l'interno, magari in prossimità della porta d'ingresso o di accesso comunque frequente (dove uno entrando obbligatoriamente attraversa).

Ovviamente su ogni serramento (infisso, tapparella o ante), prevedi i contatti magnetici, molto comodi anche per sapere se i serramenti sono aperti o chiusi (se hai tapparelle, opta per i contatti a fune, che al contrario di quelli ad asta, ti segnalano se la tapparelle è aperta o chiusa (comodissimo te lo assicuro e comodissimo per la visualizzazione sulla alien G).

comunque con Panter sei in buone mani, ho appreso molto leggendolo ed ha aiutato tanto anche me.

Ciao Mario, e buon lavoro a Termico.

P.s. Mi raccomando alla predisposizione delle telecamere, guarda che ti penti se non la fai….

Edited by Edoardo 007

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Buongiorno Edoardo, e grazie per i complimenti. Questo è il mio primo progetto di un impianto di allarme, e fino a pochi mesi fa ero completamente a digiuno in materia, le poche cose che so, le ho apprese in questo forum, e alla lettura dei vari manuali INIM che sono riuscito a trovare in rete. L’idea di considerare anche l’installazione di telecamere all'interno dell’appartamento non mi dispiacerebbe, però ancora non ho approfondito il settore della videosorveglianza. Cosa occorrerebbe, una SmartLan/G che potrei inserire direttamente nella scatola di centrale, un router, telecamere e cavo, se è così semplice si può fare. Di quante telecamere avrei bisogno e dove andrebbero posizionate, immagino nei punti di passaggio obbligati.

5 ore fa, Edoardo 007 scrisse:

se hai tapparelle, opta per i contatti a fune, che al contrario di quelli ad asta, ti segnalano se la tapparelle è aperta o chiusa

Occhio che adesso ti arriverà un cicchetto da qualcuno..., perché io sapevo il contrario.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Edoardo 007

Fai le predisposizioni di un corrugato sopra ogni sensore esterno (3 mt circa, non più basso), poi sul volumetrico che ti ho consigliato in casa.

Con 4 telecamere te la cavi, ovviamente tutti questi corrugati, portali in prossimità della centrale di allarme, in caso di nvr, ti verrà facile il collegamento tra centrale ed nvr per la video verifica (se prendi un nvs con gli ingressi di allarme, lo stesso ti invia 3 foto, uno di poco prima l'evento, una istantena, e uno poco dopo), se non erro con lan/g addirittura video.

Ovviamente vicino la centrale, prevedi anche una mesolina, per appoggiare appunto l'nvr e il gruppo di continuità (fondamentale per alimentare nvr e router in caso di mancanza rete 220V).

Inim è un prodotto affidabilissimo, io gestisco tapparelle e luci, mi trovo molto bene.

Stai alla larga di chi è digiuno di impianti allarme, potresti pentirtene, più tosto arrangiati, altrimenti affidati a un installatore serio e che conosce il prodotto, e soprattutto che lo monta ogni giorno.

Di cialtroni siamo pieni.

Edited by Edoardo 007

Share this post


Link to post
Share on other sites
Panter
19 ore fa, Termico scrisse:
il 19/7/2019 at 09:11 , Edoardo 007 scrisse:

se hai tapparelle, opta per i contatti a fune, che al contrario di quelli ad asta, ti segnalano se la tapparelle è aperta o chiusa

Occhio che adesso ti arriverà un cicchetto da qualcuno..., perché io sapevo il contrario.

 

😀😀… penso sia un error calami di Edoardo o si sia confuso. Ciao Edoardo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Edoardo 007

Ciao Mario, 

si vero, contrario scusate, contatti ad asta e non a filo per visualizzare da tastiera se la tapparella è aperta o chiusa😃

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Termico

Buongiorno Edoardo, e grazie per le spiegazioni sulle telecamere. Non ho capito però, il perché debbano essere posizionate in corrispondenza dei sensori, e non in altri punti.

 

il 19/7/2019 at 09:11 , Edoardo 007 scrisse:

Per i sensori a tenda ok, ma io opterei per dei volumetrici esterni e basta

 

Ho scelto di prevedere i sensori a tenda verticali 8003-ISR002, perché dalle varie letture fatte nel forum, ho dedotto che sono quelli più indicati per le finestre. Sul balcone lungo ho considerato anche l’altra soluzione con il volumetrico, però riflettendoci bene, penso che posizionato ad una altezza di appena 1,2 m sia troppo esposto alle intemperie (almeno per il mio balcone), mentre gli 8003-ISR002 montati con la loro staffa adiacenti all'intradosso del balcone, restano più riparati. Invece per il balcone piccolo, che soluzione mi consigli.

Saluti

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...