Jump to content
PLC Forum


AndrecPLC

Ricominciare a 37 anni, disoccupato con laurea in informatica?

Recommended Posts

AndrecPLC

Ciao ai lettori del post, mi sono già presentato nella sezione dei saluti.

Ebbene, mi ritrovo a 37 anni, una laurea triennale in informatica, presa a 28 anni, e disoccupato.

Ho passato il 2018 a seguire tanti corsi online su svariati argomenti, corsi di elettronica, di informatica, un corso su OpenCV, di robotica e 2 corsi su Arduino.

Ovviamente non si può essere esperti in tutto ma ho soddisfatto molte delle mie curiosità di conoscere.

Leggendo un libro di robotica, in un capitolo dedicato all'automazione industriale, sono venuto a sapere di PLC e SCADA.

Adesso vorrei seguire un corso introduttivo sui PLC per imparare a programmarli.

 

Secondo voi posso sperare di diventare un programmatore PLC professionista?

Considerando che:

- Sono affascinato dal settore dell'automazione

- Possiedo basi di elettronica ed elettrotecnica, sensori ed attuatori e sono disposto a studiarmi libri sugli argomenti

- Non ho problemi ad imparare i linguaggi di programmazione

- L'informatica aziendale, quella dei gestionali e del web, mi annoia a morte, anche se in questi anni mi ha dato lavoro, ovviamente precario

- Su un altro sito consigliavano la programmazione dei PLC perché è un'attività richiesta ma snobbata dalla maggior parte di chi vuole fare il programmatore

- Non avrei problemi a trasferirmi in altre città o all'estero, vivo in Puglia, sono single e non ho figli

- Stavo pensando di tornare all'università e iscrivermi ad ingegneria, magari elettronica ma potrebbe essere una perdita di tempo, perché dovrei studiare argomenti che non hanno nulla a che vedere con i PLC

 

La mia preoccupazione maggiore è di non trovare aziende disposte a farmi fare pratica.

 

Grazie per aver letto il mio post e scusate la lunghezza.

 

Edited by AndrecPLC
Aggiunte informazioni

Share this post


Link to post
Share on other sites

Livio Orsini

Se hai un poco di pazienza e fai ricerca nel forum PLC trovi diverse discussioni che trattano argomenti simili al tuo; leggere quelle discussioni potrebbe allargare maggiormente i tuoi orizzonti.

Quello che mi sorprende è che con una laurea breve in elettronica, voglia di imparare, disponibilità aò trasferimento tu sia ancora disoccupato.

Anche nella tua regione, in zona di Bari, ci sono parecchie aziende che si occupano di automazione.

 

In ordine all'istruzione sui PLC.

Ti suggerirei di ispezionare la nostra sezione didattica e video corsi (i links li trovi anche nella mia firma); c'è molto materiale didattico cosrsi su PLC Siemens ed altro.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67

Scusami ma non vorrei infierire...e dai 28 ai 37 con una laurea in informatica che hai fatto?

Perdonami ma mio è venuto di getto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC
3 ore fa, Livio Orsini scrisse:

Se hai un poco di pazienza e fai ricerca nel forum PLC trovi diverse discussioni che trattano argomenti simili al tuo; leggere quelle discussioni potrebbe allargare maggiormente i tuoi orizzonti.

Quello che mi sorprende è che con una laurea breve in elettronica, voglia di imparare, disponibilità aò trasferimento tu sia ancora disoccupato.

Anche nella tua regione, in zona di Bari, ci sono parecchie aziende che si occupano di automazione.

 

In ordine all'istruzione sui PLC.

Ti suggerirei di ispezionare la nostra sezione didattica e video corsi (i links li trovi anche nella mia firma); c'è molto materiale didattico cosrsi su PLC Siemens ed altro.

 

Grazie Livio per la tua preziosa risposta, mi hai dato un po di ottimismo, comincio oggi stesso.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC
1 ora fa, Lucky67 scrisse:

Scusami ma non vorrei infierire...e dai 28 ai 37 con una laurea in informatica che hai fatto?

Perdonami ma mio è venuto di getto.

 

Nessun problema Lucky, dopo la laurea triennale ho lavorato in modo discontinuo, come programmatore web e poi come programmatore java, su applicazioni gestionali.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
2 ore fa, AndrecPLC scrisse:

 

Nessun problema Lucky, dopo la laurea triennale ho lavorato in modo discontinuo, come programmatore web e poi come programmatore java, su applicazioni gestionali.

 

 

Io fossi in te non disperderei quel patrimonio e cercherei su quella strada piuttosto che ri avventurarti in altre cose....

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc

AndrecPLC,

mi permetto di consigliarti di orientarti verso la visione artificiale viste le tue esperienze pregresse. In sintesi approcciare al PLC non è difficile, il difficile è avere la familiarità con tutto quello con cui ti interfacci (sensoristica, meccanica, idraulica).Visto che il futuro è la visione artificiale hai più probabilità di successo.....

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adr1

ha una triennale in informatica, non in elettronica.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariuz

Sicuramente non ti consiglio di "perdere" altri anni in università, che sia un corso triennale o quinquennale...

Te lo dico non perchè sia contro lo studio, anzi, ma alla tua età iniziare un corso universitario significherebbe terminarlo verso i 40-41 anni...da qui a 4 anni ti ritroveresti nella medesima situazione , e diciamocelo non sarebbe quella laurea a farti fare il salto, almeno non alla tua età.

Fossi in te mi concentrerei su qualche corso professionale, magari regionale.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC

Ok, grazie a tutti per aver risposto al mio dubbio.

 

Vorrei rispondere a Lucky

6 ore fa, Lucky67 scrisse:

 

Io fossi in te non disperderei quel patrimonio e cercherei su quella strada piuttosto che ri avventurarti in altre cose....

Io ho pensato che la programmazione PLC, con tutte le conoscenze annesse,  è un'opportunità per essere più appetibile / interessante nel mercato del lavoro e che il settore in cui si colloca è un ambiente piú sano dove c'è poco spazio per l'improvvisazione.

In questi anni sicuramente ho imparato tanto ma sinceramente ho sempre avuto l'impressione che stessi facendo cose inutili, poi per carità, qualsiasi lavoro è importante e merita rispetto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC
6 ore fa, pigroplc scrisse:

AndrecPLC,

mi permetto di consigliarti di orientarti verso la visione artificiale viste le tue esperienze pregresse. In sintesi approcciare al PLC non è difficile, il difficile è avere la familiarità con tutto quello con cui ti interfacci (sensoristica, meccanica, idraulica).Visto che il futuro è la visione artificiale hai più probabilità di successo.....

pigroplc cosa intendi con il futuro è la visione artificiale? A parte piccole applicazioni non è che mi sembra tutta sta grande utilità.

Non è forse la programmazione plc più importante? Senza il loro impiego come farebbero le aziende a produrre beni? O forse li sto sopravvalutando?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc
il 13/9/2019 at 21:21 , AndrecPLC scrisse:

pigroplc cosa intendi con il futuro è la visione artificiale? A parte piccole applicazioni non è che mi sembra tutta sta grande utilità.

l'interazione fra PLC e sistemi di visione è sempre più accentuata, ed è proprio nelle grandi applicazioni che l'utilità si manifesta in tutta la sua potenzialità.

Ti faccio un paio di esempi: un antropomorfo come fa a seguire la saldatura di due lamiere che compongono una automobile?
1) segue un profilo memorizzato per il modello
2) adatta la sua posizione in funzione delle tolleranze rilevate 

...... oppure ......

come fa un robot a fissare una crociera sul cestello di una lavatrice? 
idem come punti 1 e 2 

vado avanti?

 

Tu non stai sopravvalutando i PLC; i PLC ci sono e ci restano, ma sono sempre più interfacciati a sistemi di visione per rendere il processo sempre più automatizzato e sempre più indipendente dal fattore umano.

Un sistema di visione non è un dispositivo periferico perché dal suo buon funzionamento dipende tutto il resto, e per funzionare bene deve essere illuminato correttamente (es. infrarossi) e l'ottica deve essere filtrata correttamente ecc. ecc.
E se te ne parlo ci sarà un motivo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariuz

 

Però scusami una domanda...

Con tutto il proliferare di app, programmini, software di vario genere, etc è possibile che un programmatore non riesca a ritagliarsi una posizione lavorativa?

Va bene, non guadagnerà più valanghe di soldi come nei primi anni '80, però credo che uno stipendio decente (1500-2000 €) lo riesca a portare a casa...

Non credere che nel settore automazione non esista concorrenza, anzi...

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc
19 minuti fa, Mariuz scrisse:

non guadagnerà più valanghe di soldi come nei primi anni '80

eh eh purtroppo è finita l'uva di quel periodo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Mariuz
17 ore fa, pigroplc scrisse:

eh eh purtroppo è finita l'uva di quel periodo.

 

 

Ok però penso che qualcosa si riesca a trovare, nella miriade di applicazioni software circolanti per tutti i dispositivi possibili ed immaginabili.

Se dice che non ha problemi a trasferirsi credo che il lavoro di programmatore software si possa trovare sicuramente.

 

In ogni caso tornare in università a "perdere" altri anni non è la soluzione secondo me.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Adr1

A 37 è tempo, ormai passato, di iniziare ad avere una professionalità. Studiare ancora senza lavorare sarebbe una perdita di tempo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
nc79

A mio modo di vedere studiare non è una perdita di tempo, anzi avresti una marcia in più, esperienza più laurea (anche breve). Il problema è mettersi li e (ricominciare a)  studiare, almeno per  me sarebbe assai dura...

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
4 ore fa, nc79 scrisse:

A mio modo di vedere studiare non è una perdita di tempo, anzi avresti una marcia in più, esperienza più laurea (anche breve). Il problema è mettersi li e (ricominciare a)  studiare, almeno per  me sarebbe assai dura...

 

Chiaro che non è una perdita di tempo ma a 37 anni, scusa, il tempo ormai è scarsino...a quell'età un datore di lavoro si aspetta un "lavoratore finito" e non un neo laureato tutto da formare!! Poi se vuole studiare a latere post lavoro buon per lui. Come giustamente detto da qualcuno mi pare strano che, vista la laurea e visto, a suo dire, un pò di esperienza pregressa che non possa trovare degli inserimenti lavorativi...mi suona veramente strano (avevo pensato di dire inverosimile ma non voglio far passare il mio post come un'umiliazione bensì un incentivo "forte").

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC

Mi sembra che questa discussione è uscita fuori tema.

Comunque non mi sono mica lamentato di non riuscire a trovare lavoro, o di non riuscire a trovare qualcosa da fare con le mie competenze.

Avevo solo chiesto un consiglio, forse più un incoraggiamento, per provare a cominciare un'attività di lavoro diversa, che mi sembra interessante, e magari un po meno noiosa della programmazione da informatico puro, visto che è un lavoro che ti porta ad ignorare tutto quello che esiste all'infuori di un pc, cioè il mondo reale, e non fa più per me.

Ma vale sempre il detto "chi fa da se fa per 3", chiedi un consiglio e ci sarà sempre qualcuno che cercherà di smontare i tuoi buoni propositi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
18 minuti fa, AndrecPLC scrisse:

Mi sembra che questa discussione è uscita fuori tema.

Comunque non mi sono mica lamentato di non riuscire a trovare lavoro, o di non riuscire a trovare qualcosa da fare con le mie competenze.

Avevo solo chiesto un consiglio, forse più un incoraggiamento, per provare a cominciare un'attività di lavoro diversa, che mi sembra interessante, e magari un po meno noiosa della programmazione da informatico puro, visto che è un lavoro che ti porta ad ignorare tutto quello che esiste all'infuori di un pc, cioè il mondo reale, e non fa più per me.

Ma vale sempre il detto "chi fa da se fa per 3", chiedi un consiglio e ci sarà sempre qualcuno che cercherà di smontare i tuoi buoni propositi.

 

 

Quando uno si propone che a 37 anni come disoccupato con la supponenza di fare tre corsi ed essere un programmatore di plc professionista si presuppone che tu stia cercando qualcosa che ti permetta prima di tutto di mangiare. Evidentemente abbiamo od ho capito male io. Sotto quest'altra luce allora ti consiglio di farti tutti i corsi siemens sui plc (sono un pò costosi ma pssono avere il loro perchè). Non dimenticare i numerosi tutorial ti propinano su you tube e il gioco è fatto. A questo punto ti puoi vendere come programmatore professionista (anche perchè fare l'apprendista a 40 anni mi pare un pò di presa per il c...) e farti assumere senza problemi ovunque tu chieda.

Naturalmente lascia perdere tutti i consigli CHE TI SONO STATI DATI e che tu hai spacciato per modi per smontarti dai tuoi propositi. Buona serata

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Lucky67
44 minuti fa, Lucky67 scrisse:

Quando uno si propone che a 37 anni come disoccupato con la supponenza di fare tre corsi ed essere un programmatore di plc professionista si presuppone che tu stia cercando qualcosa che ti permetta prima di tutto di mangiare

Quando uno si propone  a 37 anni come disoccupato con la supponenza di fare tre corsi ed essere un programmatore di plc professionista si presuppone che stia cercando qualcosa che gli permetta prima di tutto di mangiare.

Scusate...così mi pare più italiano...

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
nc79

Scusa ma non avevo letto bene: Iniziare un corso universitario per imparare a programmare il solo PLC non è indispensabile anche perchè il PLC da come ho capito lo vedono di sfuggita, inoltre hai già delle basi informatiche.

Iniziare un corso per avere delle nozioni in campo meccatronico potrebbe essere già più proficuo.

Corsi SIEMENS (partono da livello 0 che spiegano l'algebra booleana e arrivano ad essere programmatore PRO PRO)  sono assai cari, inoltre sono stra concentrati in poco tempo, se non hai modo di smanettare sul campo c'ho che apprendi, rischi che sei pieno di nozioni che poi non sai come mettere in pratica.

Potresti seguire dei corsi tenuti dalle scuole regionali (dove li fanno), ad esempio nella mia città/provincia al Nord  dove ci sono molte industrie del settore non ne fanno in pratica più, strano ma è così. 

Partendo da zero ti danno una sufficiente infarinatura ma di certo non diventi un programmatore completo, considera che c'è gente di ogni livello e capacità per cui potresti portare in cascina "tanta" roba oppure poca...comunque ti danno le basi in pratica per fare manutenzione e scrivere le prime righe; io di corsi più o meno base ne ho fatti alcuni (oltre al PLC), ma se sei in gamba potresti risparmiarti questi corsi e fare da auto didatta, di materiale ce n'è a iosa e per risolvere i dubbi che man mano incontri magari puoi chiedere la consulenza di qualche programmatore esperto.

Edited by nc79

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC

Tutto chiaro nc, grazie per la tua cortese risposta.

Vorrei fare una domanda a pigroplc, se mi legge, o a chi vuole rispondermi: siccome mi hai scritto della computer vision, come si programma un robot industriale a riconoscere le immagini? Bisogna scrivere l'algoritmo oppure si fa tutto tramite qualche software specializzato? Ad es. si inserisce l'immagine e si disegna il profilo che dev'essere riconosciuto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
pigroplc
12 ore fa, AndrecPLC scrisse:

Vorrei fare una domanda a pigroplc, se mi legge, o a chi vuole rispondermi: siccome mi hai scritto della computer vision, come si programma un robot industriale

Risposta generica: ci sono delle librerie con funzioni già presenti, poi ci sono determinate funzioni che ti devi fare sfruttando le funzioni di base. Il motivo per il quale mi sono permesso di consigliarti è che se provieni da linguaggi di alto livello secondo me avresti meno difficoltà ad affrontare queste applicazioni piuttosto che migrare verso linguaggi di basso livello come i PLC, poi tutto si impara quindi dipende da te.

Fai una cosa: cerca in rete e sul tubo HALCON e secondo me ti fai un'idea se la cosa può interessarti o se ti provoca conati di vomito.

Share this post


Link to post
Share on other sites
AndrecPLC

Ciao pigroplc, ti ringrazio del consiglio, in realtà ho anche programmato in assembly e con il debug di Windows XP un po di anni fa, per carità non sono un esperto in nulla, però me la cavo anche con programmazione di basso livello e logica booleana.

Ho guardato qualche video di Halcon, nessuna conate di vomito, la pazienza di mettermi a studiare computer vision e realizzare progettini personali posso anche trovarla, ma la paura di non essere preso sul serio dalle aziende è tanta; forse un argomento così avanzato sarebbe meglio lasciarlo a chi fa ricerca nelle università, agli ingegneri ...

Poi se faccio una ricerca per programmatore plc mi escono pagine di offerte di lavoro ma non sono riuscito a trovare offerte per esperti/operatori di computer vision, magari i candidati non li cercano attraverso gli annunci su internet.

Sinceramente non so come muovermi.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...