Jump to content
PLC Forum


davide93

Attuatore Faac 550 I - problemi di funzionamento

Recommended Posts

davide93

Buon giorno, 

apro questa discussione in merito ad una problematica di funzionamento di un attuatore della Faac, modello 550 I - versione dei primi anni 2000. Inizio col dire che il sistema ha funzionato perfettamente per 18 anni ed all'improvviso, ad inizio estate, ho iniziato ad avere i problemi: a differenza delle problematiche già presentate in altre discussioni di questo forum, nel mio caso l'attuatore non accetta nemmeno il comando di apertura, mandando subito in corto tutto l'impianto (il tutto si trova in un contesto di autorimessa condominiale, indi per cui salta la corrente a tutti i condomini, cancelli di accesso inclusi…).

Anche io, come hanno scritto anche altri utenti prima di me, ho provveduto a smontare il sistema e fare qualche prova su banco ma anche in questo caso nada, non funziona nulla. Per curiosità, ho provato a scindere - nel blocco attuatore - il modulo del motore con quello del sistema di trasmissione del moto e, collegando il solo modulo motore al PLC, dopo l'invio del comando di apertura tramite radiocomando non è successo nulla. 

La cosa interessante è che quando incominciai ad avere problemi qualche mesetto fa, l'attuatore funzionava ma "gracchiava" mentre dopo poco più di un giorno (considerate che ha un tasso di utilizzo di 2 cicli di apertura/chiusura giornalieri) il tutto smise completamente di funzionare.

Mi sono ovviamente rivolto ad un centro assistenza Faac che, per canto suo, mi ha detto che essendo l'attuatore fuori commercio da parecchi anni, un eventuale intervento di riparazione sarebbe del tutto antieconomico (insomma, mi hanno fatto intendere che sarebbe meglio comprarlo nuovo).

Qualche idea?

Share this post


Link to post
Share on other sites

ROBY 73

Ciao davide93,

quando scrivi:

11 ore fa, davide93 scrisse:

Faac, modello 550 "I"

la lettera è una "I" di Imola maiuscola, oppure una "l" di Livorno minuscola?

Te lo chiedo perché esistono entrambi i modelli e hanno articoli dei ricambi diversi (che si trovano ancora), casomai posta una foto dell'etichetta ed eventualmente del motore intero e scheda compresa.

 

Comunque venendo al tuo problema:

11 ore fa, davide93 scrisse:

Anche io, come hanno scritto anche altri utenti prima di me, ho provveduto a smontare il sistema e fare qualche prova su banco ma anche in questo caso nada, non funziona nulla. Per curiosità, ho provato a scindere - nel blocco attuatore - il modulo del motore con quello del sistema di trasmissione del moto e, collegando il solo modulo motore al PLC, dopo l'invio del comando di apertura tramite radiocomando non è successo nulla. 

Ma quando hai fatto le prove sul banco e non funzionava niente, hai fatto i vari ponti delle sicurezze (Stop, fotocellule, costa?)

Rimetti la scheda al proprio posto, ricollega tutto come in origine e al posto del motore collega 2 normali lampadine (meglio se sono le "vecchie" ad incandescenza) per simulare il motore, momentaneamente togli anche il condensatore e vedi se tutto funziona come prima, (sposta il portone manualmente per simulare gli finecorsa) 

 

Ma quando scatta l'interruttore, salta il differenziale, oppure il magnetotermico?   Casomai posta una foto dell'interruttore interessato.

 

Comunque se hai un tester misura l'impedenza dell'avvolgimento del motore mettendo la scala dello strumento a circa 200 Ohm (considerando i normali tester "casalinghi") e quindi misura tra i fili che dovrebbero essere collegati tra CL e COM, poi tra OP e COM e infine tra CL e OP, dove su questa dovresti trovare più o meno la somma degli altri valori misurati in precedenza che dovrebbero essere pressoché uguali, (solo per esempio 25 + 25 = 50 Ohm).

Eventualmente mettendo la scala del tester più alta possibile misura i fili del motore (uno alla volta) e l'altro puntale lo appoggi alla carcassa del motore per vedere se è in dispersione verso massa, se il corto è netto dovrebbe farcela anche il normale tester, scrivici cosa ti indica lo strumento, oppure posta le foto.

 

Sicuramente per poche €uro ti conviene cambiare anche il condensatore che potrebbe essere anche questo l'imputato colpevole e comunque dopo 17 anni è decisamente a fine vita.

 

Edited by ROBY 73

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Innanzitutto grazie per l'interessamento.

15 ore fa, ROBY 73 scrisse:

la lettera è una "I" di Imola maiuscola, oppure una "l" di Livorno minuscola?

Te lo chiedo perché esistono entrambi i modelli e hanno articoli dei ricambi diversi (che si trovano ancora), casomai posta una foto dell'etichetta ed eventualmente del motore intero e scheda compresa.

La sigla del motore è con la I di Imola e senza nient'altro (oggi ho visto che c'è in commercio una versione "marchiata" ITT ma non ne conosco le differenze)

 

15 ore fa, ROBY 73 scrisse:

Ma quando hai fatto le prove sul banco e non funzionava niente, hai fatto i vari ponti delle sicurezze (Stop, fotocellule, costa?)

Quando feci la prova su banco qualche giorno fa, ho collegato tutto come da impianto originale senza però i finecorsa (ora non vorrei fraintendere ma per finecorsa intendi quei dispositivi di sicurezza grigi posti lungo il basculante, giusto?) ne tantomeno il cavo di messa a terra.

 

15 ore fa, ROBY 73 scrisse:

Ma quando scatta l'interruttore, salta il differenziale, oppure il magnetotermico?   Casomai posta una foto dell'interruttore interessato.

Quando collego il motore ed impartisco il comando di apertura, si attiva un interruttore blu dal quadro generale dell'impianto dell'autorimessa (dovrebbe essere il differenziale ma per sicurezza andrò a fare una foto e te la posterò)

 

In questo fine settimana farò tutte le verifiche del caso e tornerò a scrivere i risultati.

 

C'è una cosa importantissima che non ho menzionato nel mio primo intervento: potrebbe anche essere una mera coincidenza ma tutta la problematica è saltata fuori dopo aver lavato il basculante. Però non fraintendetemi: sono stato attentissimo a non far interfacciare l'acqua con l'automatismo ma, nonostante tutto, il pasticcio è ugualmente successo.

 

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Ecco due foto: la prima con la targa dell'attuatore e, la seconda, con la matricola della scheda madre.

 

Altra cosa: non saprei se possa essere di aiuto ma prima che si verificasse il problema, ogni qualvolta che si mandava un impulso di apertura o di chiusura dal radiocomando, prima dell'attivazione del sistema di udiva una sorta di "click" che, per quel poco che mi ricordo di elettrotecnica fatta a scuola, dovrebbe essere riconducibile alla scarica del condensatore. Ora come ora, non si sente più.

 

IMG_20190607_124838.jpg

IMG_20190717_173922.jpg

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
19simo89

il click è il relè che scatta.

fai quanto indicato da roby 73

21 ore fa, ROBY 73 scrisse:

Comunque se hai un tester misura l'impedenza dell'avvolgimento del motore mettendo la scala dello strumento a circa 200 Ohm (considerando i normali tester "casalinghi") e quindi misura tra i fili che dovrebbero essere collegati tra CL e COM, poi tra OP e COM e infine tra CL e OP, dove su questa dovresti trovare più o meno la somma degli altri valori misurati in precedenza che dovrebbero essere pressoché uguali, (solo per esempio 25 + 25 = 50 Ohm).

Eventualmente mettendo la scala del tester più alta possibile misura i fili del motore (uno alla volta) e l'altro puntale lo appoggi alla carcassa del motore per vedere se è in dispersione verso massa, se il corto è netto dovrebbe farcela anche il normale tester, scrivici cosa ti indica lo strumento, oppure posta le foto.

se scatta il differenziale è per una dispersione a massa. prova il motore soprattutto verso terra. molto facile che ti sia entrata acqua da qualche parte.

altra prova puoi provare il motore a vuoto collegandolo direttamente alla presa elettrica prima con l'apertura poi con la chiusura. ed escludi almeno le schede. se collegandolo direttamente ti scatta il differenziale non resta che aprire il motore.

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73

Allora, intanto questo è lo schema della centrale (almeno dovrebbe essere questo, non c'è il display giusto?):

https://wt-thielemann.de/wp-content/uploads/2010/10/A550Seite1-2_30-38.pdf

 

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

Quando feci la prova su banco qualche giorno fa, ho collegato tutto come da impianto originale senza però i finecorsa ne tantomeno il cavo di messa a terra.

Per il filo di terra non importa, ma gli ingressi dei finecorsa, delle fotocellule, lo Stop ed eventuali coste, devono essere sempre chiusi al comune, che nel tuo caso è il Negativo sui morsetti 1 o 2, poi eventualmente di volta in volta simuli l'intervento togliendo e ricollegando i fili.

 

I micro-switch dei finecorsa sono questi:

352449498_FAAC550MP.jpg.f0d07a892b8f56f4220f8a69c3e4b507.jpg

(clicca sopra l'immagine un paio di volte per ingrandirla), e se guardi lo schema sono collegati tra i morsetti 2-7 e 2-8

 

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

Quando collego il motore ed impartisco il comando di apertura, si attiva un interruttore blu dal quadro generale dell'impianto dell'autorimessa (dovrebbe essere il differenziale ma per sicurezza andrò a fare una foto e te la posterò)

Sì in teoria è il differenziale e se dici che è blu, credo sia un ABB, comunque posta la foto.

Comunque a questo punto credo che ci sia una dispersione verso massa.

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

(ora non vorrei fraintendere ma per finecorsa intendi quei dispositivi di sicurezza grigi posti lungo il basculante, giusto?)

Credo che quelli che intendi tu siano le coste / bordi sensibili o pneumatiche o comunque fatte più o meno così:

Risultati immagini per coste sensibili su basculanti  Risultati immagini per coste sensibili su basculanti  giusto?

O comunque eventualmente in gomma.

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

C'è una cosa importantissima che non ho menzionato nel mio primo intervento: potrebbe anche essere una mera coincidenza ma tutta la problematica è saltata fuori dopo aver lavato il basculante. Però non fraintendetemi: sono stato attentissimo a non far interfacciare l'acqua con l'automatismo ma, nonostante tutto, il pasticcio è ugualmente successo.

Potrebbe anche essere entrata acqua senza che te ne accorgessi, con cosa l'lai lavato il portone?   Hai usato la gomma dell'acqua o l'idropulitrice con il getto diretto sul basculante per caso?

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

Altra cosa: non saprei se possa essere di aiuto ma prima che si verificasse il problema, ogni qualvolta che si mandava un impulso di apertura o di chiusura dal radiocomando, prima dell'attivazione del sistema di udiva una sorta di "click" che, per quel poco che mi ricordo di elettrotecnica fatta a scuola, dovrebbe essere riconducibile alla scarica del condensatore. Ora come ora, non si sente più.

Credo che piuttosto quel click sia un o più relè che scattano, il condensatore non lo senti quando si scarica attraverso l'avvolgimento del motore.

La scarica del condensatore senti e la vedi solo quando lo carichi direttamente alla tensione e lo scarichi mettendo in cortocircuito i 2 poli (e come se lo senti, anzi cerca di non toccare mai i fili quando presumi o non sei certo che sia scarico, casomai metti in corto i fili o usi un cacciavite prendendolo solo per il manico isolato e lo scarichi a prescindere).

 

Fai le prove con le lampadine e misura l'impedenza dell'avvolgimento come ti ho detto ieri.

 

 

Eventualmente togli il motore (solo il pacco dello statore) e vedi se è entrata acqua.

Prima che me lo chiedi, questo è lo statore

1743184822_FAAC550MP.jpg.e3e8102e246fa9e0a96579fa08cac00b.jpg
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Dunque, premesso che non ho ancora avuto il tempo di fare della diagnostica dettagliata, ho dato un'occhiata al mio basculante e non ho visto i finecorsa che nel tuo impianto sono denotati con la sigla 'FCA' (anche se sul carter del motore sono presenti i fori con le sedi dell'eventuale bulloneria).

Inoltre, ho provveduto a fare un filmato di 22 secondi che ho caricato su questo Dropbox (qui sul forum il peso era eccessivo) dove sentirete il rumore emesso dal sistema quando impartisco il comando di apertura/chiusura.

Qui il link al Dropbox:

https://www.dropbox.com/s/4ayhodlcojxbehg/VID_20190928_164959.mp4?dl=0

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
7 ore fa, davide93 scrisse:

ho dato un'occhiata al mio basculante e non ho visto i finecorsa che nel tuo impianto sono denotati con la sigla 'FCA' (anche se sul carter del motore sono presenti i fori con le sedi dell'eventuale bulloneria).

Probabilmente hanno programmato l'automazione con il solo "Tempo di lavoro", sarebbe bene avere le foto con una panoramica e dei dettagli dei collegamenti della centrale.

 

7 ore fa, davide93 scrisse:

Inoltre, ho provveduto a fare un filmato di 22 secondi che ho caricato su questo Dropbox (qui sul forum il peso era eccessivo) dove sentirete il rumore emesso dal sistema quando impartisco il comando di apertura/chiusura.

Ma quindi adesso non salta più il differenziale?

Se è così credo che si sia asciugata l'acqua che era entrata nel motore e si è formata la ruggine che impedisce al motore di girare.

 

Quindi:

- intanto per cominciare togli l'alimentazione alla centrale, magari estraendo il fusibile se non è possibile sezionare solo il tuo basculante;

- cambia il condensatore di spunto; 

- togli lo statore del  motore e vedi se c'è appunto ruggine; 

- asciuga per bene l'umidità che si è eventualmente formata con un normale phon per capelli, compresi anche altri organi meccanici; 

- pulisci bene tutte le parti con degli stracci imbevuti di diluente e solo se necessario (per la quantità) con della carta vetrata fina fina fina in modo da togliere la patina di ruggine, (attenzione a non strisciare troppo sul rotore del motore con la carta vetrata);

- pulisci tutto per bene in modo che NON rimanga polvere di ferro o altra sporcizia;

- e poi vedi se girando il rotore (quello interno allo statore) con la mano il portone si muove, ripeti le manovre di apertura e chiusura un paio di volte, (sarà un "po' dura", ma si può fare), naturalmente il blocco del motore deve essere inserito;

- se in questo modo ti sembra che tutto vada bene, ripristina lo statore e fai le prove elettricamente per 4.5 volte in modo da vedere se è tutto apposto.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Scusate se mi intrometto, il rumore è il relè che commuta, lo si vede anche ad occhio, il rumore del motore è sintomatico di quando è arrivato a fine corsa, cioè bloccato, sblocca il meccanismo con la levetta e prova a far partire il motore, se anche da sbloccato il rumore non cambia, significa che lo statore è bloccato, probabilmente si è rotto un dente dell’ingranaggio di demoltiplica interno e si è incastrato tra due ingranaggi secondari.

Alla base del motore se è un modello vecchio (i più recenti hanno tutto il motore chiuso), dovresti poter vedere la testa dello statore, con un cacciavite a taglio lo puoi far girare se non gira è come penso io.

Potrebbe essere anche il condensatore guasto, ma il rumore del motore dovrebbe essere meno intenso non avendo forza, per capirlo basta staccare un filo del condensatore e mentre il motore ronza ricollegarlo anche solo appoggiandolo, se il rumore cambia la colpa non è del condensatore.

Edited by Roberto Garoscio

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Oggi pomeriggio, tempo permettendo, scenderò a fare tutta la diagnostica del caso.

Ad ogni modo, il differenziale non salta più per cui è già un primo passo avanti. 

Oltre al rumore che ho presentato nel video, bisogna dire che la chiave esagonale, normalmente da inserire per sbloccare il sistema in modo da farlo funzionare manualmente, non è più in grado di reinserire il controllo elettromeccanico: quando il sistema è collegato e impartisco l'impulso di apertura/chiusura, sono tranquillamente in grado di muovere il basculante con le mani e questo non deve succedere (anche perché ciò implica che la trasmissione del moto tra statore ed ingranaggi non avviene: sbaglio o è il principio della frizione negli autoveicoli?).

Io sono convinto che, allo stato attuale, il problema sia questo però tenete presente che sono del tutto alieno alla materia.

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Stando così le cose, il problema è meccanico nel motoriduttore sicuramente.

Non è una frizione ma un innesto di ingranaggi.

Edited by Roberto Garoscio

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
4 ore fa, Roberto Garoscio scrisse:

Stando così le cose, il problema è meccanico nel motoriduttore sicuramente.

Non è una frizione ma un innesto di ingranaggi.

3 ore fa, davide93 scrisse:

Come potrei risolvere?

 

Purtroppo non ci sono molte soluzioni e sostituire il motoriduttore completo, vista l'età e le condizioni, ti costerebbe di più dell'intera automazione nuova, considerando sempre che il tutto ha già circa 20 anni.

Quindi accertati che il guasto sia realmente meccanico e poi valuterai il da farsi

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Non avevo visto che ha 20 anni, puoi sicuramente accertarti del blocco cercando di girare con un cacciavite l’indotto.

Risolvere, visto l’età ti conviene sostituirlo con il modello 550slave che non ha l’apparecchiatura a bordo ma che per il resto è identico, così hai anche il coperchio nuovo.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Sono di ritorno da una diagnostica e devo dire che, a piccoli passi, le cose stanno via via migliorando.

Innanzitutto ho riprovato a bloccare/sbloccare l'automatismo mediante la chiave esagonale fornita dalla Faac e questa volta ha funzionato: i bracci si sono bloccati e non ero in grado di muovere il basculante quando il tutto era collegato.

Persiste, aimè, il problema della movimentazione: impartendo il comando di apertura/chiusura non succede nulla, se non il ronzio del video che avevo caricato qualche commento addietro.

Inoltre, come consigliato da Roberto, ho provato a girare il gruppo statorico con un cacciavite a taglio tramite l'apposita feritoia e il tutto gira senza problemi in tutte e due i sensi di rotazione (sia con il sistema bloccato dalla chiave sia quando e sbloccato e si può muovere manualmente il basculante)

Che il problema sia effettivamente il condensatore? A questo punto potrebbe essere una certezza?

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Hai fatto la prova di scollegare e collegare il condensatore come ti ho detto?

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
8 ore fa, davide93 scrisse:

Che il problema sia effettivamente il condensatore? A questo punto potrebbe essere una certezza?

Potrebbe anche essere, cambialo che non costa niente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93
18 ore fa, Roberto Garoscio scrisse:

Hai fatto la prova di scollegare e collegare il condensatore come ti ho detto?

Ancora no perché è un'operazione che richiede lo smontaggio della scheda madre dalla sede in plastica cui è collegata (per lo meno, questo modello ha 4 viti a croce da svitare) e ieri non ho avuto tempo. Rimanderò tutto a sabato mattina ma a questo punto spero proprio che il problema sia quello!

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
il 29/9/2019 at 10:01 , Roberto Garoscio scrisse:

Potrebbe essere anche il condensatore guasto, ma il rumore del motore dovrebbe essere meno intenso non avendo forza, per capirlo basta staccare un filo del condensatore e mentre il motore ronza ricollegarlo anche solo appoggiandolo, se il rumore cambia la colpa non è del condensatore.

23 ore fa, Roberto Garoscio scrisse:

Hai fatto la prova di scollegare e collegare il condensatore come ti ho detto?

4 ore fa, davide93 scrisse:

Ancora no perché è un'operazione che richiede lo smontaggio della scheda madre dalla sede in plastica cui è collegata (per lo meno, questo modello ha 4 viti a croce da svitare)

 

 

Perché dovresti togliere tutta la scheda per fare la prova suggerita da Roberto Garoscio ?   Non ho ben presente la tua scheda, ma credo sia sufficiente scollegare un filo del condensatore dalla morsettiera, casomai se ce l'hai a portata di mano, usa un normalissimo interruttore da interporre al collegamento invece di fare dei collegamenti "fasulli" che potrebbero darti contatti incerti.

1358012260_FAACE550.jpg.636b66096b7aef942231e68ef7b78db8.jpg

 

E comunque se lo compri nuovo lo puoi collegare anche "al volo" al posto di quello esistente senza prima smontare tutta la scheda, magari fissalo provvisoriamente con una fascetta in plastica e se il problema fosse proprio il condensatore allora lo cambi definitivamente, poi vedi tu.

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Dunque, sono appena tornato dal garage e devo dire che i risultati di oggi mi stanno mettendo in confusione: come dimostrato nel secondo video che ho caricato sul Dropbox di cui il link a fondo intervento, scollegando un polo del condensatore dalla morsettiera e dando il comando di apertura/chiusura, non si sente nessun ronzio. Ovviamente nel video non è testimoniata la fase di collegamento del polo alla morsettiera (ho solo due mani 😅)  però facendo le prove suggerite da Roberto (collegare il polo scollegato con la morsettiera poco dopo aver dato l'input), il rumore non cambia (anzi, in realtà non c'è proprio).

A questo punto, che cosa dovrei fare? Si tratta effettivamente del condensatore? 

 

p.s.: la luce verde che si vede nel filmato non è costante ma lampeggia.

 

https://www.dropbox.com/s/rwo5islgcqr58mm/Video 2.mp4?dl=0

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
Roberto Garoscio

Ricapitolando, nel primo video si ode il tipico rumore di motore bloccato, nel secondo video non si sente nulla, trovo strano che ricollegando il filo del condensatore non torni a ronzare il motore, forse non facevi bene contatto.

Se hai un multimetro devi misurare la tensione presente ai morsetti del motore quando è in funzione, la misura deve essere fatta tra il comune (blu) e le due fasi, sia in apertura che in chiusura.

Chiaramente la prova di sostituzione del condensatore agevola la ricerca del problema, se non ce l’hai almeno prova a vedere se il tuo non sia in cortocircuito o che non sia completamente interrotto misurando in Ohm 

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Ma se nel trambusto di smontare e rimontare la scheda dopo aver fatto le prove da banco del motore avessi collegato i due poli del condensatore al contrario? Cambierebbe qualcosa?

Edited by davide93

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Sono un'idiota!!!

Mi ero del tutto dimenticato del pdf condiviso da roby73 in merito al prodotto 550 dove è anche riportato il cablaggio elettrico dell'impianto (che è proprio quello che mi mancava!). Sicuramente, tempo permettendo, dovrò fare un check up dei cablaggi e solo allora potrò tornare a scrivere (anche se la domanda sopra resta valida…)

Share this post


Link to post
Share on other sites
ROBY 73
1 ora fa, davide93 scrisse:

(anche se la domanda sopra resta valida…)

Quale questa?

1 ora fa, davide93 scrisse:

Ma se nel trambusto di smontare e rimontare la scheda dopo aver fatto le prove da banco del motore avessi collegato i due poli del condensatore al contrario? Cambierebbe qualcosa?

Assolutamente no, il condensatore NON ha polarità e non c'è problema puoi collegarlo come vuoi, tant'è che riporta sempre due fili bianchi, altrimenti sarebbero diversi.

Però il condensatore dovrebbe rimanere sempre collegato, per questo ti ho suggerito l'uso di un interruttore qualsiasi in modo da facilitare le "manovre"

Share this post


Link to post
Share on other sites
davide93

Dopo circa due mesi di inattività causa lavoro ed impegni personali torno a parlare del problema in questione, sicchè non ho ancora risolto.

Proprio oggi ho provveduto a sostituire il precedente condensatore con uno nuovo ma, aimè, nulla è cambiato ed il problema permane allo stesso modo di come avevo indicato nel primo video condiviso (https://www.dropbox.com/s/4ayhodlcojxbehg/VID_20190928_164959.mp4?dl=0 ). 

Sinceramente non saprei più che cosa fare, se non comprare un nuovo attuatore e rottamare questo. Mi secca spendere quasi 400 euro per un problema che, forse, si potrebbe risolvere ma dopo tutte le prove che ho fatto, non vedo altra soluzione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...