Jump to content
PLC Forum


Alvise Spagnolli

Automatizzare pannello di controllo analogico Pressa

Recommended Posts

Alvise Spagnolli

Buongiorno a tutti, 

scrivo per sottoporvi la mia idea: vorrei riuscire ad automatizzare un pannello di controllo analogico di una pressa per uve. La macchina sfrutta un polmone all'interno di un cilindro per pressare delicatamente l'uva contro una parete, dove si trovano dei fori che permettono la fuoriuscita del succo d'uva. La pressa è dotata di un pannello di controllo analogico che regola tutte le funzioni di base come: la rotazione della camera di pressatura, il gonfiaggio del polmone, lo sgonfiaggio, ed è in oltre dotata di differenti programmi di pressatura automatica (temporizzata) che permette di alternare fasi di pressatura e sgrondo (recipiente in pressione) ad altre di rotazione (non in pressione). 

Vi chiedo quindi se è possibile comandare i pomelli esistenti tramite un sistema Arduino e quindi un domani 'costruire dei programmi ad hoc'. Allego lo schema del circuito. 

50B80D3F-9274-45FB-922E-84326FE99247.JPG

94DCC66C-A46B-495C-A527-30805F51431F.JPG

AEA40354-B175-4037-8C82-EC5CA327C111.JPG

533B801C-5C72-4746-B883-4AF92D5B1D83.JPG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nino1001-b

Cosa sono i pomelli?

Si lo puoi automatizzare e del vecchio quadro ti rimane soltanto: il quadro, l'interruttor generale, il fungo rosso arresto di emergenza, il selettore per il tipo di operazione, il pulsante di START e quello di STOP, le spie di intervento termico dei mototi, i sensori di prressione , i sensori di massima pressione, i microswtich di finecorsa, i relè che pilotano i contattori, i contattori.... in cambio, usando Arduino, Livio Orsini ha fatto delle prove e pare che sia eccezzionale nel farsi influenzare dai disturbi di vario tipo ( Arduino non Livio)...gira e rigira ti ritroverai a sostituire dei timer con un qualcosa d'altro...  Se proprio non ti piacciano i relè temporizzati  esistono degli apposit moduli programmabile come timer ma ti occorre il contenitore/supporto  e l'alimentatore ( e i disturbi?).

(Al palmento dove compro il mosto hanno un quadro a schede perforate...non l'hanno mai usato anche perchè non hanno le schede..poi pigiano solo uva...suppongo che le schede perforate potessero servire per pigrare anche altri prodotti).

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
il 6/10/2019 at 09:23 , Alvise Spagnolli scrisse:

Vi chiedo quindi se è possibile comandare i pomelli esistenti

 

A parte il termine "pomelli" che vuol dire tante cose, non elettriche.:smile: In ligure, ad esempio, i "pomeli" sono i bottoni che poi si infilano nelle loro "gasse":P Mentre per un mobiliere della Brianza i "pomelli" sono un particolare tipo di maniglia rotonda. Qui non si capisce che funzione abbiano.

 

Dagli schemi che hai bubblicato, di analogico c'è ben poco; la maggior parte sono sequenze logiche, non vedo potenziometri, quindi credo che quelli che tu chiamo pomelli siano selettori e commutatori.

 

Volendo si può automatizzare il tutto tramite un piccolo PLC ed un pannello HMI in qui memorizzi alcune "ricette" che possono essere selezionate tramite un semplice comando,èpredisponendo poi la macchina per un determinato ciclo di lavoro.

 

Bisognerebbe conoscere le funzioni della macchina e poi si potrebbe pensare ad una sua automazione.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Alvise Spagnolli

Felice che l'idea di progetto è passata e che sia effettivamente attuabile. Prima di tutto grazie per le risposte e per i suggerimenti.

I "pomelli", sono dei selettori che impostano delle specifiche funzioni, proverò a recuperare lo schema elettrico più in dettaglio. Essenzialmente sarebbe mia intenzione capire la fattibilità di automatizzare il processo (o almeno in parte). 

I pomelli sono tre, più un selettore di pressione. Il primo seleziona il caricamento: automatico (non di mio interesse) e manuale, ossia con le porte in posizione verticale per il caricamento dell'uva. Il secondo comanda la rotazione e la pressatura, il terzo imposta il procedimento manuale, dei programmi automatici di pressatura o semi-automatici i cui tempi delle singole fasi (aumento pressione, rotazione, ecc.) sono regolabili con altri regolatori (potenziometri? sono delle rotelle).

 

Chiedo quindi di che materiale si ha bisogno per stimare fattibilità e una stima dei costi :)

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Livio Orsini
9 ore fa, Alvise Spagnolli scrisse:

 

Chiedo quindi di che materiale si ha bisogno per stimare fattibilità e una stima dei costi

 

Oltre alla parte elettromeccanica degli attuatori di potenza è necessario un piccolo PLC, lascia perdere arduino se non sai perfettamente come renderlo immune dai disturbi elettrici che normalmente si generano in queste apparecchiature.

 

Ci sono in commercio micro PLC come il Siemens LOGO, o lo Zelio, o altri. Ti suggerirei quelli italiani perchè costan meno, il software di sviluppo è gratis e l'assistenza telefonica funziona rapidamente.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...