Jump to content
PLC Forum


Sign in to follow this  
palebbi

Lampadine intelligenti

Recommended Posts

palebbi

Buonasera. Sto valutando di acquistare una o più lampadine intelligenti, di quelle comandate a voce con Alexa. So che per funzionare necessitano di una connessione wifi, ma qualora questa dovesse mancare per un problema tecnico dell'operatore telefonico, sarebbe comunque possibile accendere o spegnere manualmente le lampadine?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Nik-nak

Più che lampadine "intelligenti", se vuoi comandare tramite assistenti vocali, oppure da remoto lampadine od altro, ti conviene acquistare dispositivi tipo Shelly, o Sonoff, anche se più versatile/pratico lo Shelly, in modo tale che poi comandi la lampadina che vuoi.

Con lo Shelly, se manca la connessione wifi, oppure se il cloud del produttore non è raggiungibile, le lampadine si accendono lo stesso.

Di seguito il link ai prodotti Shelly:

 

Shelly

Share this post


Link to post
Share on other sites
palebbi
17 minuti fa, Nik-nak ha scritto:

Più che lampadine "intelligenti", se vuoi comandare tramite assistenti vocali, oppure da remoto lampadine od altro, ti conviene acquistare dispositivi tipo Shelly, o Sonoff, anche se più versatile/pratico lo Shelly, in modo tale che poi comandi la lampadina che vuoi.

Con lo Shelly, se manca la connessione wifi, oppure se il cloud del produttore non è raggiungibile, le lampadine si accendono lo stesso.

Di seguito il link ai prodotti Shelly:

 

Shelly

Ti trovi bene?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nik-nak
7 minuti fa, palebbi ha scritto:

Ti trovi bene?

Io le uso integrate con home assistant, è non tramite il cloud della Shelly, e mi trovo bene, molto pratiche da integrare in un impianto elettrico esistente, e molto flessibili.

Per mio genero, l' ho utilizzato come interruttore astronomico tramite app, per le luci giardino, anche se in questo caso, la mancanza della connessione al cloud, non penso funzioni.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Bisognerebbe parlare del tipo di protocollo di comunicazione e non di marche dei dispositivi.

 

Le elettroniche Shelly utilizzano un protocollo proprietario ColoT, pertanto non compatibile con dispositivi di altre marche.. ma sarai bloccato e limitato nell'utilizzo di un solo brand.

 

Utilizzando invece ZigBee 3.0 si possono configurare le varie elettroniche di varie marche con o senza Hub. Non é necessario quindi il Wifi, ma viene generata tra i vari device una rete Mesh e potrai utilizzare varie app per la gestione dei sistemi (philips Hue, Google Home, Alexa e molti altri). Con questo protocollo potrai trasformare qualsiasi lampada e fonte di illuminazione da non dimmerabile a dimmerabile ed intelligente (Shelly e Sonoff non ha nessun tipo di elettronica del genere).

 

Se ad esempio hai un lampadario con 10 lampadine E14, non serve acquistare 14 lampadine intelligenti, ma basta un controller intelligente per il lampadario (si spende di meno e la scelta delle lampadine è molto più ampia, sia nelle potenze, sia nelle marche).

Stessa cosa per la lampadine E27 o ad esempio faretti ad incasso e plafoniere. Non serve avere ogni dispositivo intelligente, ma lo si può rendere intelligente (pensa ad esempio ad un lampadario Artemide da oltre 500 euro e renderlo compatibile ZigBee). Lascia perdere quindi i giochini hobbistici Sonoff e Shelby.

 

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nik-nak
2 ore fa, Gionatan Toldo ha scritto:

(Shelly e Sonoff non ha nessun tipo di elettronica del genere).

In realtà a catalogo Shelly, sono presenti dispositivi dimmerabili, uno per lampade ad incandescenza/led dimmerabili, ed uno per barre led rgb/singole

 

2 ore fa, Gionatan Toldo ha scritto:

Lascia perdere quindi i giochini hobbistici Sonoff e Shelby

Saranno pure dispositivi hobbistici, ma sono semplici da utilizzare, e fanno il loro dovere, ad un prezzo più che ragionevole, non a caso Alterco robotics, fà fatica ad evadere gli ordini.

Poi se si vuole parlare di integrazione di vari dispositivi, tra cui Shelly, Sonoff, dispositivi ZigBee o ZWave, etc, prendiamo un Raspberry ci montiamo home assistant, ed il divertimento è assicurato.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Shelly non supporta ZigBee, ma da scheda tecnica utilizza il suo protocollo proprietario. Utilizza un suo bridge di conversione WiFi/ColoT/ZigBee per avere la compatibilità ZigBee. Questo implica che non è certificata ZigBee e cambia molto avere la compatibilità ed avere la certificazione ZigBee. Se davvero è certificata ZigBee deve avere il logo ZigBee Alliance impresso nelle varie elettroniche.

 

Spiegami come si integra in sistemi multicanale, o ad esempio semplicemente per controllare in corrente costante a 700mA un corpo illuminante monocrome. Non trovo elettroniche Shelly quali semplici pannelli a parete RGBW 503 Italia, nemmeno per il mercato US, ma la classica app che ormai moltissime aziende offrono e... serve a poco se non si hanno anche punti fissi per la gestione e controllo della vera smart home.

 

Normalmente non utilizzo Raspberry, ma elettroniche KNX, Dali, DMX etc. Non vedo nessuna elettronica Shelly di conversione tra ZigBee a Dali, nemmeno Dali 2 o anche semplice 0-10 volt in 4CH. Mi dispiace, ma sono elettroniche elementari. Poi c'è chi si accontenta anche di un dimmer da 5 euro per pilotare una striscia LED di pari valore.

 

Realizzando linee da oltre 500 corpi illuminanti... non mi azzardo a proporre ai clienti elettroniche Shelly e le sue "lampadine intelligenti", sicuramente ottime però per impiantini fai da te... ma a quel punto meglio un ZiGBee Philips Hue no?

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo

Shelby sembra la piccola evoluzione di Casambi.

 

Elettroniche da bricocenter.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Nik-nak

E' logico che in ambito professionale, non utilizzi dispositivi tipo SHELLY e Sonoff, ma utilizzi dispositivi professionali, ma se devi  accendere e gestire luci ed altri dispositivi in ambito domestico, vanno più che bene, anche perchè i costi sono diversi.

Non  mi sembra che Palebbi abbia chiesto di gestire l'illuminazione di un centro congressi, oppure la hall di un hotel a 5 stelle.

E' come dire: mi serve un trapano da utilizzare a casa per fare qualche lavoretto, e uno gli consiglia un Hilti.

Io gli consiglio un Parkside, della Lidl.

Poi se uno a soldi da buttare, si prende un Hilti.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Beppe_X

Secondo me il ragionamento di G.Toldo non fa una piega, è corretto, ma loved ddiretto più ad attività professionali dove serve pure una competenza più esperta.

A livello hobbystico il Sonoff e in particolare lo Shelly sono di facile utilizzo. Shelly per il motivo che ha un contatto pulito senza nessuna modifica.

 

Sconsiglio l'uso delle lampadine intelligenti per due motivi, se senza Hub funzionano ma se le spegni da pulsante a muro alla riaccensione puoi avere dei malfunzionamenti dal fatto che il WiFi intero si debba riconnettere e tende a perdere la configurazione. Quelli con Hub funzionano ma devi avere appunto l'Hub in più.

 

Con lo Shelly sono riuscito a realizzare velocemente:

  • accensione di videocamere
  • accensione di luci dirette
  • accensione di luci in parallelo a impianti con deviatori e invertitori
  • Apertura del Portone in parallelo a pulsante del citofono
  • Apertura del Cancello Box in parallelo a telecomando 433 Mhz

Tutto gestito poi anche da comandi Alexa, tipo "Alexa, apri garage"

 

Quanto sopra è facilmente realizzabile da un neofita che inizia per gioco e poi piano piano aggiunge un pezzo alla volta.

Quindi riesci poi a trovare device che con soli 30€ ti integra sempre su Alexa tutti i telecomandi, tipo: condizionatore, televisore, decoder, HiFi, Caldaia, Ventola, etc..

 

Naturalmente tutti i suddetti comandi sono remotizzati, dallo smartphone riesco a gestire tutto. Si riescono a realizzare delle routine che con semplice comando permettono di fare una serie di cose, ad esempio in uscita da casa posso dire "Alexa, chiudi tutto" e vengono inviati una serie di comandi :

  • spengo tutte le luci
  • spengo alcuni elettrodomestici
  • attivo le videocamere di allarme
  • attivo l'allarme di casa

Naturalmente la mia è l'opinione del neofita, in un passaggio evolutivo potrebbe accadere che passerò ad una soluzione che si basa su un protocollo tipo Zigbee, Zwave, KNX o altro.

Di sicuro a costi molto più elevati.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Gionatan Toldo
14 ore fa, Beppe_X ha scritto:

Con lo Shelly sono riuscito a realizzare velocemente:

  • accensione di videocamere
  • accensione di luci dirette
  • accensione di luci in parallelo a impianti con deviatori e invertitori
  • Apertura del Portone in parallelo a pulsante del citofono
  • Apertura del Cancello Box in parallelo a telecomando 433 Mhz

 

Semplice relé remotizzato, senza una vera integrazione integrazione sistema (My Home, Philips, Fibaro, Vimar), domotica reale.

 

14 ore fa, Beppe_X ha scritto:

Sconsiglio l'uso delle lampadine intelligenti per due motivi, se senza Hub funzionano ma se le spegni da pulsante a muro alla riaccensione puoi avere dei malfunzionamenti dal fatto che il WiFi intero si debba riconnettere e tende a perdere la configurazione. Quelli con Hub funzionano ma devi avere appunto l'Hub in più.

 

Non é così con i dispositivi Zigbee 3.0. L'hub é opzionale e serve solo per una configurazione iniziale e per il controllo vocale, ma la configurazione iniziale può essere fatta anche senza HUB.

 

Una volta creata la rete Mesh ed associati i device, qualsiasi dispositivo funziona senza dover per forza di cose interloquire con l'hub, cosa che invece con Shelly e comando vocale... in assenza di internet é un sistema inutile, come del resto sonoff.

 

Ps: Zigbee dispone di un livello di sicurezza elevato.. la rete wifi ha limiti in questo; utilizzare elettroniche wireless tipo shelly o Sonoff per aprire il portone di casa... interessante!

 

Per 30 euro pretendo una cena decente... non una elettronica nata obsoleta e destinata al bricolage... é anche vero che e' proprio questa tipologia di elettroniche che crea il mercato spazzatura ma per fortuna, si autoeliminano nel giro di un paio di anni.

 

Edited by Gionatan Toldo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Sign in to follow this  

×
×
  • Create New...