Jump to content
PLC Forum

gettis

HP dv6- 6099 si é spento e non accende

Recommended Posts

gettis

Buonasera. Il mio portatile HP dv6- 6099 funzionava perfettamente; poi di colpo si  spento e non da segni di vita; anzi come collego l' alimentatore il led dove ci sta lo spinotto si accende per una frazione dimezzo secondo e poi niente. Misurando la tensione dell'alimentatore senza carico escono dallo spinotto dell'alimentatore: dallo spillo centrale 19,6 volt mentre da quello laterale 20,1 volt. Attaccando lo spinotto le due tensioni scendono ad 1 volt. Ho provato un altro alimentatore di un portatile Asus che fornisce sempre 19,8 volt e la tensione si azzera lo stesso. Ovviamente ho staccato tutte le ram, il lettore, la schedina del wi-fi e non cambia niente. Avete qualche idea su dove cercare, facendovi presente che ho già staccato la scheda madre e provato anche a staccare la ventola, ma non cambia niente. Grazie      

Link to post
Share on other sites

gettis

Buongiorno. Un amico mi ha detto che sull'alimentatore originale dovrebbero esserci circa 15 volt sullo spillo centrale e 19,8 su quello laterale; io invece misuro 19,6 sullo spillo centrale e 20 volt su quello laterale. Che sia questo il problema? Grazie

Link to post
Share on other sites
gettis

Praticamente come collego l'alimentatore e la tensione  si siede a circa 2 volt, toccando PQ812 e PQ813 scottano. Che si siano bruciati questi due? Allego schema

hp-charger.png

Link to post
Share on other sites
Nik-nak

Inizia con il verificare se a valle dei due, è presente un corto, oppure un basso valore di resistenza.

Link to post
Share on other sites
gettis
1 ora fa, Nik-nak ha scritto:

Inizia con il verificare se a valle dei due, è presente un corto, oppure un basso valore di resistenza.

Praticamente fra i piedini 1 2 3 di PQ813 ci sta il corto verso massa; che sia il condensatore PC 852?

Link to post
Share on other sites
del_user_97632

Immagino tu stia proponendo delle teorie in base all'immagine che hai trovarto, che cerchia in rosso i guasti piu comuni .. si puoi provare a iniziare a cambiare componenti cerchiati uno diopo l'altro, anche questa e' una strada.

Ma occhio, a volte in elettronica se non si ha una certa esperienza, a cambiare componenti a caso si peggiora drammaticamente la situazione, facendo danni allo stampato, o introducendo problemi risaldando.

 

Un altra strada e' andare con ordine, passo passo, capendo il funzionamento del circtuiro, perche il guasto puo essere ovunque. Per altro hai lo schema elettrico che non e' poca cosa.

 

1) essere sicuri che ad aver problemi non sia l'alimentatore, provarlo a vuoto non vuole dire che funzioni, ci vuole metterlo sotto carico con un resistore che assorba uan corrente sensata e vedere che l'uscita (che e' sempre scritta su) resti stabile.

2) PQ826 misurerei prima tra 1 e 6 e poi tra 3 e 4, anche senza dissaldarlo, se hai corti in uno dei due casi secchi allora lui ti saluta..

3) forse dissalderei PQ812, e riproverei, e' un modo per sezionare e capire se ci sono guasti a valle

 

Questi i miei consigli, poi attendiamo piu bravi maestri

 

 

Edited by _angelo_
Link to post
Share on other sites
gettis
Posted (edited)
39 minuti fa, _angelo_ ha scritto:

Immagino tu stia proponendo delle teorie in base all'immagine che hai trovarto, che cerchia in rosso i guasti piu comuni .. si puoi provare a iniziare a cambiare componenti cerchiati uno diopo l'altro, anche questa e' una strada.

Ma occhio, a volte in elettronica se non si ha una certa esperienza, a cambiare componenti a caso si peggiora drammaticamente la situazione, facendo danni allo stampato, o introducendo problemi risaldando.

 

Un altra strada e' andare con ordine, passo passo, capendo il funzionamento del circtuiro, perche il guasto puo essere ovunque. Per altro hai lo schema elettrico che non e' poca cosa.

 

1) essere sicuri che ad aver problemi non sia l'alimentatore, provarlo a vuoto non vuole dire che funzioni, ci vuole metterlo sotto carico con un resistore che assorba uan corrente sensata e vedere che l'uscita (che e' sempre scritta su) resti stabile.

2) PQ826 misurerei prima tra 1 e 6 e poi tra 3 e 4, anche senza dissaldarlo, se hai corti in uno dei due casi secchi allora lui ti saluta..

3) forse dissalderei PQ812, e riproverei, e' un modo per sezionare e capire se ci sono guasti a valle

 

Questi i miei consigli, poi attendiamo piu bravi maestri

 

 

Allora ho provato PQ826 fra i piedini 1 e 6 e poi tra 3 e 4 e non ci sono corti. Il problema secondo me sta nel fatto che come ho già detto, misurando i  piedini 1 2 3 di PQ813 ci sta il corto verso massa; ogni altro tuo consiglio é ben accettato. Ti ringrazio

P.S. Dimenticavo di dirti che ho già provato con un altro alimentatore di un portatile Asus, che non ha la tensione sullo spillo ma che comunque come lo collego la tensione (non dello spillo, ma quella principale) scende dai 19,8 ad 1,5 volt; viceversa se collego l'alimentatore originale dell'HP sull'Asus, questo funziona perfettamente

Edited by gettis
Link to post
Share on other sites
del_user_97632

PQ813 e' un mosfet di potenza che dovrebbe essere soic 8. Quindi abbastanza facile casomai da togliere (vai meglio in aria calda) per sezionare. Si, un problema a PC852 potrebbe avere senso. Dissaldalo (anche un piedino) e provalo.

 

Hai zero zero o, magari 10 ohm? perche,  piuttosto, potrebbe anche essere PC80, che e' un elettrolitico, a dare problemi. Se a saldare te la cavi bene cambiali tutt e due.

Una volta saldati i ricambi pulisci bene tutto con alchool e spazzolino da denti e verifica che non ci siano porcherie sul circuito.

 

Edited by _angelo_
Link to post
Share on other sites
gettis
8 minuti fa, _angelo_ ha scritto:

PQ813 e' un mosfet di potenza che dovrebbe essere soic 8. Quindi abbastanza facile casomai da togliere (vai meglio in aria calda) per sezionare. Si, un problema a PC852 potrebbe avere senso. Dissaldalo (anche un piedino) e provalo.

 

Hai zero zero o, magari 10 ohm? perche,  piuttosto, potrebbe anche essere PC80, che e' un elettrolitico, a dare problemi. Se a saldare te la cavi bene cambiali tutt e due.

Una volta saldati i ricambi pulisci bene tutto con alchool e spazzolino da denti e verifica che non ci siano porcherie sul circuito.

 

Sui piedini 1-2-3 di PQ 813 ho proprio zero zero; comunque domani provo quello che mi hai suggerito e ti faccio sapere. Ma nello schema i cerchi verdi sapresti dirmi che significato hanno? Grazie

Link to post
Share on other sites
gettis

Ma pc 852 non mi sembra che sia un elettrolitico

IMG_0588.JPG

Link to post
Share on other sites
gettis

Neanche il PC80 mi sembra un elettrolitico

IMG_0589.JPG

Link to post
Share on other sites
del_user_97632

Cerchi verdi non saprei. Dove hai preso lo schema ?

 

Se hai proprio zero, allora niente PC80,

verifica se misuro corto ai capi di uno di questi: PC86, PC74, C1176, C1147, insomma tutti i condensatori conessi verso massa prima e dopo la resitenza PR848.

 

 

PR848 lo la dissalderei, per capire se il problema e' prima o dopo. "divide and conquer".

 

Poi potresti misurare "zero" perche PU10 e' andato. Prova a toccarlo velocemente sul package, sopra, e sentire se e' bollente.

 

 

 

 

Edited by _angelo_
Link to post
Share on other sites
gettis

Ciao _angelo_. Ho avuto altre cose da fare in questi giorni e non ho potuto dedicarmi a fare ciò che mi avevi suggerito; oggi stavo provando a togliere PR848 ma con l'aria anche a 350 gradi non si fonde lo stagno; ma che é in forte lega di piombo?

Link to post
Share on other sites
gettis

Qualcuno saprebbe dirmi cosa é PJP817? E' un semplice ponticello? Oppure?. Grazie

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...