Jump to content
PLC Forum


AlexFT

Info impianto oleodinamico

Recommended Posts

AlexFT

Buongiorno a tutti, premetto che non sono un esperto quindi ciò che leggerete potrà sembrarvi sciocco, ma non ho alcun background in materia quindi perdonate eventuali castronerie. Ho bisogno di qualche consiglio per un progetto che vorrei realizzare e non riesco a trovare nessuno a cui chiedere personalmente, quindi diciamo che ora le sto provando tutte in rete per raccattare info.

 

Come potete vedere dall'immagine che ho allegato, vorrei fare un sistema dove c'è un accumulatore a pistone che viene "caricato" manualmente tramite una pompa azionata da una semplice leva.

Quando è necessario che il pistone si azioni, viene mossa un'altra leva che fa uscire l'olio, e semplicemente il ciclo si ripete (l'olio torna nel serbatoio e l'utente spinge giù il pistone immettendo olio tramite la pompa). Il tutto chiaramente funziona solo a mano, non c'è corrente od altro.

Questo sistema dovrebbe poter spingere dai 50 i 100 kg. Quello che vorrei sapere è innanzitutto se vi sembra una cosa fattibile, e poi se avete qualche consiglio su come procedere e cosa dovrei calcolare\dove prendere i pezzi.

Lo so, è tutto super generico, ma portate pazienza, sono ignorante in materia ma mi piacerebbe davvero molto riuscire a realizzarlo, se avete bisogno di sapere altro chiedetemi pure.

Grazie a tutti per qualsiasi consiglio mi darete!

pistone copia.jpg

Link to post
Share on other sites

AROTEC

Ciao Alex, ma per leva che aziona il pistone intendi un distributore o una valvola on-off? E per leva di caricamento pistone intendi una pompa a mano? 

In oleodinamico quelle forze di spinta le riesci ad ottenere con poco ma bisognerebbe avere qualche dato in più sull'attuatore. Maggiormente se poi vorresti farlo funzionare come molla idraulica.

Nella descrizione dici che: quando è necessario azioni la leva di scarico ed il pistone fuoriesce.

Facendo una riflessione alla cieca, non ti converrebbe utilizzare un semplice circuito con pompa e distributore?

Se la forza di spinta ti servisse impulsiva, non ti converrebbe utilizzare un circuito pneumatico anziché idraulico?

Saluti.

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ciao! Grazie mille per la risposta, sto impazzendo per capire come fare. Dunque, io direi una valvola on\off su due piedi, però non vorrei che, se fosse immediato il rilascio del pistone, mi facesse sbalzare il peso.

Devi scusare la mia ignoranza in materia, hai un esempio pratico che posso vedere di questo tipo di circuito con pompa e distributore?

Per la tua ultima domanda, diciamo che ho il dubbio che dicevo all'inizio, non vorrei che fosse troppo istantanea la spinta del pistone.

 

Grazie ancora, mi hai già dato molte info, mi sono accorto ora della risposta, pensavo che il sito mi avrebbe inviato una mail nel caso qualcuno avesse scritto, ma mi sono sbagliato evidentemente :)

 

Link to post
Share on other sites
AROTEC

Ciao Alex,  per iniziare a dare forma ad un circuito di potenza bisogna partire da una richiesta concreta, ossia una specifica di ciò che si vuol fare e come lo si vuol fare.

Dovresti iniziare a dire bene la tua idea da realizzare, leggo che parli di ciclicità nel funzionamento e quindi bisogna capire la sua frequenza, hai una struttura che regge il carico da movimentare? Dici di volere un sistema senza corrente o altro quindi anche la pompa sarà manuale?

Più dettagli dai, più semplice è raggiungere l'obiettivo!

Per i reperimento dei componenti non è un problema, si trovano ovunque, anche da me!😅

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ciao, dunque, è più semplice facendo un esempio pratico, quello che volevo realizzare è un sistema di sicurezza per le macchine delle palestre, sostanzialmente, il peso lo solleva l'atleta, ma nel caso in cui ci sia un cedimento muscolare, e l'atleta si trovasse col peso addosso (mettiamo caso su una panca o su un rack) allora può spingere col piede una leva che attiva il pistone che solleva il peso dai lati (quantomeno per permettergli di spostarsi ed uscire dalla macchina), e quindi la pompa sarà sicuramente manuale perché non sempre si ha disponibilità di corrente elettrica, ed anche per questo motivo ero preoccupato del fatto che il movimento del pistone sarebbe meglio che non fosse troppo immediato ma con un rilascio più "delicato", per non sbalzare via il peso.

Quindi generalmente il peso non poggia sul pistone (o sul supporto attaccato ad esso), lo fa solo nel caso si azioni la leva. Nell'eventualità in cui venga utilizzato il sistema, l'atleta dovrà successivamente utilizzare la pompa per spingere giù il pistone (e rimetterlo in posizione di partenza)  ed avrà già spostato quindi il peso sui supporti regolati della macchina, come da utilizzo normale. Che ne dici?

 

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao AlexFT

 

Non so cosa ne dirà AROTEC, poi vediamo ...

io, che seguivo con una qualche curiosità l'andamento della discussione, posso dire che ora almeno si comincia a capire qualcosa !

Il "giochino" che vuoi realizzare è sicuramente possibile (poi comunque bisogna vedere anche quanto può costare ed altro).

 

Però mi pare che siamo a livelli di tipo commerciale/industriale e questi tipi di Consulenze Tecniche andrebbero pagate!

 

 

Link to post
Share on other sites
AROTEC
  1.  
2 ore fa, Semplice 1 ha scritto:

Ciao AlexFT

 

Non so cosa ne dirà AROTEC, poi vediamo ...

io, che seguivo con una qualche curiosità l'andamento della discussione, posso dire che ora almeno si comincia a capire qualcosa !

Il "giochino" che vuoi realizzare è sicuramente possibile (poi comunque bisogna vedere anche quanto può costare ed altro).

 

Però mi pare che siamo a livelli di tipo commerciale/industriale e questi tipi di Consulenze Tecniche andrebbero pagate!

 

 

Un saluto a tutti!

Ciao Semplice, sicuramente Alex ci darà la percentuale sul brevetto dai!

Alex ti faccio i complimenti per l'idea perchè la trovo utile e "bella", ma secondo me... "non balla"!🤣

Non voglio fare il disfattista, ma concettualmente è una cosa molto semplice, realizzarla un pò meno..

Per creare un qualsiasi sistema si parte da quella che è l'idea, ecco perchè sono stati chiesti maggiori dettagli su ciò che vorresti fare, poi essendo un sistema che va ad implementare un meccanismo già esistente bisogna capire tutta la sua cinematica. Ora di macchine per la palestra non me ne intendo molto perchè l'unica palestra che faccio è quella a tavola, ma comunque a naso, il pistone sarà posizionato in un punto distante dal baricentro del peso del bilanciere e qundi le forze in gioco saranno sicuramente diverse. Va calcolato lo scostamento da realizzare per liberare l'atleta e quindi il volume di liquido da gestire con l'accumulutare... Ci sono molti parametri da considerare che se si iniziasse ad elencare ciò che necessiterebbe considerare, bisognerebbe aprire una pagina web dedicata!😅

In unltimo vorrei porre la seguente considerazione:

Il 30/4/2020 alle 22:46 , AlexFT ha scritto:

Come potete vedere dall'immagine che ho allegato, vorrei fare un sistema dove c'è un accumulatore a pistone che viene "caricato" manualmente tramite una pompa azionata da una semplice leva.

Quando è necessario che il pistone si azioni, viene mossa un'altra leva che fa uscire l'olio, e semplicemente il ciclo si ripete

19 ore fa, AlexFT ha scritto:

il peso lo solleva l'atleta, ma nel caso in cui ci sia un cedimento muscolare, e l'atleta si trovasse col peso addosso (mettiamo caso su una panca o su un rack) allora può spingere col piede una leva che attiva il pistone che solleva il peso dai lati (quantomeno per permettergli di spostarsi ed uscire dalla macchina), e quindi la pompa sarà sicuramente manuale perché non sempre si ha disponibilità di corrente elettrica,

Mi hanno insegnato sin dai primi giorni di scuola che per realizzare un sistema che abbia le dovute ed opportune sicurezze, bisogna pensarlo a prova di stupido. Per la condizione a prova di stupido, chi ti garantisce che il circuito sia carico?

Per la condizione di atleta bloccato sotto il peso, come pensi che abbia la lucidità di pensare e soprattutto modo di azionare la leva ?

Passo il testimone delle considerazioni agli altri utenti del forum...

 

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ciao, grazie per le per le risposte, vi assicuro che mi state aiutando moltissimo perché non ho trovato nessun altro disposto a farlo anche in altri forum ed anche le cose che per voi sono scontate per me sono utilissime. Dunque, forse è più chiaro se metto un'altra immagine e vi spiego bene.

Come vedete dall'immagine, i pistoni sono vicini alle barre di sostegno laterali, che sono standard nelle panche dedicate, quindi di regola il peso non poggia su di essi, ma sulla struttura della panca stessa (proprio come nella foto originale), il pedale è in fondo e deve essere spinto verso il basso per attivare i pistoni.

Io faccio sollevamento pesi da parecchi anni, effettivamente se il peso cede all'improvviso c'è poco da fare, chi sta sotto si becca una gran bella batosta, c'è chi ci ha lasciato le penne (ci sono dei video su youtube da far accapponare la pelle), ma la maggior parte dei casi è una discesa lenta ed inesorabile (è quasi divertente da vedere quando capita perché un minuto prima sei convinto di potercela fare ed il momento dopo sei lì come un pollo, sotto un peso che credevi di poter gestire), quindi ti ritrovi sdraiato ed illeso ma impossibilitato a muoverti, quindi la lucidità per spingere il pedale c'è sicuramente.
In quanto alla carica non basterebbe vedere il pistone che è in posizione bassa?

Quello che mi preoccupa maggiormente tra l'altro è proprio quello che ha detto Semplice 1, il costo finale.

Vista così vi sembra fattibile? Non c'è un qualche tipo di kit che sia già esistente e vi si possa adattare? Io ho cercato in rete se dalle mie parti c'era una figura professionale in grado di aiutarmi ma non ne ho trovata nessuna (voi a come lo trovereste qualcuno in grado di progettare una cosa di questo tipo?), è vero che ci sono tante ditte che si occupano di oleodinamica, ma sono a livello industriale, roba grossa, credo che mi riderebbero in faccia se gli portassi la mia idea anche perché non penso di poter chiedere ad un'azienda di progettare una cosa del genere, non credo di potermelo permettere economicamente diciamo.

 

4201_9201PowerLiftingBench copia.jpg

P.S. Ovviamente è uno schema basilare, so che poi ci sarebbero i condotti per l'olio e la pompa, ecc, è solo un disegno veloce per spiegare il funzionamento reale

 

Edited by AlexFT
Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao AlexFT

 

Ora mi pare che stiamo andando molto meglio, almeno si conosce il "territorio" nel quale ci si dovrebbe muovere.

Concordo anche sulle tue varie considerazioni sull'uso tecnico/pratico della "panca" e sulla difficoltà di trovare gli aiuti pratici che stai cercando.

 

A rigore di logica (la mia) problemi di sicurezza non ve ne dovrebbero essere in quanto attualmente il livello di sicurezza della"macchina" è comunque allo ZERO ASSOLUTO.

 

In casi come quello da te prospettato, di norma, si realizza un Prototipo (costi quel che costi e solitamente con l'uso di parti reperibili in commercio) che prefigura soprattutto anche l'architettura meccanica della Macchina. Poi si passa a valutare il risultato pratico facendo le dovute prove.

 

Se tutto sembra essere a posto allora si passa ad una seconda fase progettuale che è rivolta alla riduzione dei costi (ingegnerizzazione industriale del prodotto) e solitamente devono essere ri-progettati vari componenti in modo da poterli costruire a bassi costi tenendo conto di grandi numeri produttivi.

 

Solitamente il Progettista incontra particolari problemi a soddisfare le aspettative del Committente (tu, in questo caso) per un insieme di vari fattori che ora non è il caso di elencare/ esaminare.

--------------------------------------------------------

 

Vedrò meglio tutta la faccenda appena ho un attimo di tempo, nel frattempo magari può arrivare qualche indicazione da qualche "pancarolo" che abbia avuta l'occasione di vedere molte "macchine" diverse dalle quali si potrebbe trarre qualche altro utile spunto.

 

 

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ti ringrazio ancora Semplice 1! Già sapere che cosa comprare per iniziare sarebbe un buon passo avanti anche grazie alle considerazioni fatte, poi il poi problema sarà cercare qualcuno col know how necessario sia per il progetto finale che per la valutazione dei costi, che è la cosa che mi spaventa di più proprio perché non è che abbia chissà che fondi, ma non vorrei fasciarmi la testa prima di essermela rotta, come si dice, se l'idea è valida potrei anche riuscire a trovare uno sponsor.

 

Link to post
Share on other sites
AROTEC

Ciao a tutti,

sto riprendendo a lavorare a pieno ritmo e non riesco più a seguire molto il forum... Comunque una mezza idea (diventerebbe intera se inizziassi a mettere penna su carta) mi è venuta, e la cosa sembrerebbe fattibile, bisognerebbe entrare però nei dettagli con un pò di numeri alla mano ed iniziare a dimensionare i componenti del circuito.

Fin quando andresti a fondo nello sviluppo della tua idea?

 

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ciao Arotec, vuoi proprio la verità? Se i costi non sono proibitivi io vorrei realizzare il progetto fino alla fine, se avessi potuto fare da solo avrei già cercato di comprare i prezzi, il mio problema è che il progetto a livello teorico lo posso anche pensare, ma da qui a definire le parti con precisione ci passa un mondo, e se andassi per tentativi sicuramente spenderei un patrimonio.

Per questo avevo cercato di capire se c'era qualche azienda che poteva aiutarmi nel progetto o qualche figura professionale, ma non ho trovato nulla come dicevo precedentemente (magari ho sbagliato io il "cosa cercare" per la mia ignoranza in materia), quindi in ultima mi sono buttato sui forum se non altro per sapere se stavo andando nella direzione giusta.

Io vorrei arrivare a vendere questa cosa, la vedo come una possibilità di una svolta, magari sarà un fallimento, ma se riuscissi a renderlo invece un prodotto che piace ad un buon prezzo? Sono semplicemente stanco di vivere come vivo adesso, in un buco senza alcuna prospettiva di crescita. La palestra mi piace, da sempre, e se ne facessi qualcosa di più sarebbe il massimo. Non voglio che sembri una cosa melodrammatica, sicuramente c'è gente messa peggio, ma questo è davvero il motivo che mi ha spinto a farmi venire delle idee e questa per me può funzionare.

Per ora questa è una previsione ottimistica nel futuro, già capire se è fattibile sarebbe un passo avanti enorme anche perché probabilmente si arriverebbe a determinare in linea di massima il possibile costo di realizzazione di un prototipo con pezzi esistenti, come diceva Semplice 1 e porca miseria, sarebbe una gran cosa vedere una mia idea prendere vita.

Link to post
Share on other sites
AROTEC

La cosa è fattibile, i componenti sono al 50% commerciali e il resto da realizzare ad hoc.

Link to post
Share on other sites
AlexFT

Ciao Arotec, cosa sarebbe secondo te da realizzare ad hoc? Tanto per capire se sono cose fattibili oppure onerose

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao AlexFT

 

Il tuo proposito commerciale io lo scarterei subito per molti motivi ma questo porterebbe il discorso su altri temi........

 

Dunque facciamo conto che tu voglia realizzare qualcosa solo per te e per la soddisfazione di avercela fatta!

 

Vedi lo Schema in allegato che può essere una accettabile soluzione di partenza per i tuoi esperimenti.

-----------------------------------------------------------

 

AVVERTENZE VARIE :

 

--- 1) Il “sistema” è solo PNEUMATICO date le modeste forze che si può pensare di dovere sviluppare e che, comunque, possono già essere di notevole utilità pratica.

 

--- 2) Un sistema puramente Pneumatico, pur con alcune limitazioni funzionali rispetto ad uno Idraulico, offre molti altri vantaggi quali : Costi ridottissimi di tutti i componenti, eventuali “perdite” nel circuito che non imbrattano, assemblaggio costruttivo realmente alla portata di chiunque come pure la eventuale (anche se remota) necessità di manutenzione.

 

--- 3) I dati di forza disponibile sono indicati in funzione di una Pressurizzazione Iniziale di 4 kg/cm2 (4 bar).

Aumentando il valore di Pressurizzazione aumenta proporzionalmente la forza di sollevamento dei Cilindri.

 

--- 4) Tutti i componenti previsti sono sufficientemente robusti e in grado di funzionare correttamente sino alla pressione di almeno 8 kg/cm2 (8 bar).

---------------------------------------------------------------------

 

45bf6e96c3b2780f45c0af0e232dee5b.jpg

 

MODO DI IMPIEGO E LIMITI DI FUNZIONE DEL SISTEMA :

 

--- 1) Il Sistema deve essere caricato inizialmente con una Pompa da bicicletta. La carica iniziale viene indicata a 4 bar (ma si può andare anche oltre, sino a 8 bar).

Volendo superare i 4 bar si dovrà scegliere una Pompa che abbia il tubo pompa relativamente piccolo e quindi adatta a raggiungere alte pressioni come quelle richieste solitamente per le biciclette da corsa che possono arrivare sino a 8 bar.

 

--- 2 ) Il Sistema di sollevamento dei Cilindri viene rallentato (tanto quanto serve) attraverso la taratura della Valvola”RV” (Regolazione Velocità) in modo che i supporti per il Bilanciere Pesi non impattino troppo bruscamente contro lo stesso.

 

--- 3) Il movimento di sollevamento dei due Cilindri è libero e dunque, per fare salire il Bilanciere “in pari”, sarà necessaria una piccolissima azione di pareggiamento che potrà essere eseguita facilmente dall'Atleta mantenendo l'impugnatura a due mani sulla Sbarra Bilanciere.

 

E' stato escluso un qualsiasi tipo di “pareggiatore” (che qualora presente dovrebbe essere di tipo meccanico) dato che la cosa comporterebbe un notevole aumento di complessità del Sistema e poi bisognerebbe anche vedere l'applicabilità in funzione delle diverse strutture che possono avere le Panche presenti sul mercato....

 

--- 4) La Valvola di Sollevamento “VS” può essere (a scelta) con due diversi tipi di comando.

 

A -- Con 2 posizioni della leva di comando meccanico entrambe stabili (prevista nello Schema).

 

B -- Con una sola posizione stabile per cui, una volta rilasciato il comando, la funzione di Salita Bilanciere si interrompe e il tutto rimane nella posizione di sollevamento già raggiunta.

Per questo secondo tipo di valvola (B) bisogna vedere su altri Cataloghi.....

 

 

--- 5) Le Valvole di Ritegno “VR1” e “VR2” servono per stabilizzare il Sistema quando il bilanciere risulta sollevato e si interrompe l'afflusso d'aria ai Cilindri (interruzione del Sollevamento pneumatico)..

 

Senza la presenza delle dette Valvole, quando il Bilanciere non viene più controllato/bilanciato dall'Atleta, ci potrebbe essere un trasferimento d'aria tra i due Cilindri a causa delle piccole differenze di peso dovute alla non perfetta centratura del Bilanciere sui supporti dei Cilindri.

 

--- 6) Quando il Bilanciere risulta sollevato quanto necessario (tutta la corsa o anche solo in parte) e anche bloccato riportando la Valvola “VS” nella sua posizione “0”, allora l'Atleta può sfilarsi dalla Panca.

 

L'atleta, una volta rimessosi in piedi, potrà procedere alla “ricarica” del Sistema aprendo con l'apposito comando unico i due rubinetti”R1” e”R2” e rimettendo/mantenendo (con un piede) la Valvola “VS” in posizione “1”.

 

Avendo creata questa situazione sarà possibile fare forza con le mani (dall'alto verso il basso) sul Bilanciere e, esercitando una piccola forza (20-30 kg), si potranno fare rientrare a fine corsa entrambi i 2 Cilindri.

 

--- 7) Quando il Bilanciere e i due Cilindri saranno arrivati a fine corsa in basso, smettendo di forzare verso il basso, si avrà un piccolo ritorno verso l'alto.

 

Per eliminare il “ritorno” si dovrà aprire la valvolina “RS” e sfogare totalmente la pressione aria residua presente nei Cilindri e nelle tubazioni.

 

La perdita di volume aria, dopo due o tre manovre successive di “sfogo”, dovrà per forza essere reintegrata con la Pompa per riportare il Polmone Aria alla pressione base prevista/voluta.

 

--- 8) Poi l'Atleta deciderà se e come risollevare il Bilanciere sulla sella di normale appoggio della Panca.

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Per dati tecnici sui Componenti Pneumatici :

 

Per il Polmone Aria “PA”: Ricerca con Google - serbatoio aria 5 lt -

----------------------

 

Per Cataloghi AIGNEP :

 

Catalogo Generale : https://www.aignep.com/Prodotti

 

-- per le Rubinetti a sfera “R1” e “R2” (06310-00-003-1/4) : https://www.aignep.com/Valvole-a-Sfera

-- per raccordi vari : https://www.aignep.com/Prodotti/Connessioni

-- per i Cilindri D40 x d16 x C500 o meno (consigliato il tipo A95) : https://www.aignep.com/Attuatori-Pneumatici

--------------------------

 

Per Cataloghi CAMOZZI :

 

Catalogo Generale :http://catalogue.camozzi.com/?culture=it-IT

 

-- per la Valvola”VS” (134-900-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.3.30.pdf

-- per Regolatore flusso unidirezionale “RV” (RFU 446-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.6.20.pdf

-- per Valvole di Ritegno ”VR1” e “VR2” (VNR 843-07-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.5.2.pdf

-- per Rubinetto a Spillo “RS” (RSW-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.6.5.pdf

-- per i Cilindri D40 x d16 x C 500 o meno (consigliato il Tipo Serie 27 oppure Serie 42) : https://pdf.directindustry.it/pdf/camozzi-automation/programma-produzione-movimento/5625-593824.html

-----------------------------------------------------------------------

 

ALCUNE CONSIDERAZIONI FINALI

 

Il tutto dovrà essere assemblato (aggiungendo la raccorderia pneumatica che si riterrà necessaria) in un unico gruppo sistemato con viti ed eventuali supporti sotto al pianale Panca.

 

Ogni Cilindro dovrà muovere un suo proprio Carrellino di Supporto Bilancere.

Il Carrellino sarà provvisto di rotelle (rotelle in plastica montate su semplice perno) oppure di Pattini e utilizzerà come guida i montanti verticali della Struttura Panca.

 

Tutta la configurazione meccanica del “Sistema” deve essere progettata adeguatamente per non essere, a sua volta, causa di possibili incidenti.

 

Il costo di acquisto dei Materiali Pneumatici elencati nello Schema + un certo numero di Raccordi e tubicini per assemblare/completare il tutto può essere stimato in circa di 200 €.

------ ------- ------- -------

 

Questo è il massimo che posso fare per te e non posso andare oltre!

Edited by Semplice 1
Link to post
Share on other sites
AlexFT

Wow! Semplice 1 hai fatto un lavoro eccezionale! Impossibile chiederti di andare oltre, hai fatto anche troppo, studierò il tutto accuratamente, sono senza parole, grazie davvero

Link to post
Share on other sites
AROTEC
Il 19/5/2020 alle 12:12 , Semplice 1 ha scritto:

Ciao AlexFT

 

Il tuo proposito commerciale io lo scarterei subito per molti motivi ma questo porterebbe il discorso su altri temi........

 

Dunque facciamo conto che tu voglia realizzare qualcosa solo per te e per la soddisfazione di avercela fatta!

 

Vedi lo Schema in allegato che può essere una accettabile soluzione di partenza per i tuoi esperimenti.

-----------------------------------------------------------

 

AVVERTENZE VARIE :

 

--- 1) Il “sistema” è solo PNEUMATICO date le modeste forze che si può pensare di dovere sviluppare e che, comunque, possono già essere di notevole utilità pratica.

 

--- 2) Un sistema puramente Pneumatico, pur con alcune limitazioni funzionali rispetto ad uno Idraulico, offre molti altri vantaggi quali : Costi ridottissimi di tutti i componenti, eventuali “perdite” nel circuito che non imbrattano, assemblaggio costruttivo realmente alla portata di chiunque come pure la eventuale (anche se remota) necessità di manutenzione.

 

--- 3) I dati di forza disponibile sono indicati in funzione di una Pressurizzazione Iniziale di 4 kg/cm2 (4 bar).

Aumentando il valore di Pressurizzazione aumenta proporzionalmente la forza di sollevamento dei Cilindri.

 

--- 4) Tutti i componenti previsti sono sufficientemente robusti e in grado di funzionare correttamente sino alla pressione di almeno 8 kg/cm2 (8 bar).

---------------------------------------------------------------------

 

45bf6e96c3b2780f45c0af0e232dee5b.jpg

 

MODO DI IMPIEGO E LIMITI DI FUNZIONE DEL SISTEMA :

 

--- 1) Il Sistema deve essere caricato inizialmente con una Pompa da bicicletta. La carica iniziale viene indicata a 4 bar (ma si può andare anche oltre, sino a 8 bar).

Volendo superare i 4 bar si dovrà scegliere una Pompa che abbia il tubo pompa relativamente piccolo e quindi adatta a raggiungere alte pressioni come quelle richieste solitamente per le biciclette da corsa che possono arrivare sino a 8 bar.

 

--- 2 ) Il Sistema di sollevamento dei Cilindri viene rallentato (tanto quanto serve) attraverso la taratura della Valvola”RV” (Regolazione Velocità) in modo che i supporti per il Bilanciere Pesi non impattino troppo bruscamente contro lo stesso.

 

--- 3) Il movimento di sollevamento dei due Cilindri è libero e dunque, per fare salire il Bilanciere “in pari”, sarà necessaria una piccolissima azione di pareggiamento che potrà essere eseguita facilmente dall'Atleta mantenendo l'impugnatura a due mani sulla Sbarra Bilanciere.

 

E' stato escluso un qualsiasi tipo di “pareggiatore” (che qualora presente dovrebbe essere di tipo meccanico) dato che la cosa comporterebbe un notevole aumento di complessità del Sistema e poi bisognerebbe anche vedere l'applicabilità in funzione delle diverse strutture che possono avere le Panche presenti sul mercato....

 

--- 4) La Valvola di Sollevamento “VS” può essere (a scelta) con due diversi tipi di comando.

 

A -- Con 2 posizioni della leva di comando meccanico entrambe stabili (prevista nello Schema).

 

B -- Con una sola posizione stabile per cui, una volta rilasciato il comando, la funzione di Salita Bilanciere si interrompe e il tutto rimane nella posizione di sollevamento già raggiunta.

Per questo secondo tipo di valvola (B) bisogna vedere su altri Cataloghi.....

 

 

--- 5) Le Valvole di Ritegno “VR1” e “VR2” servono per stabilizzare il Sistema quando il bilanciere risulta sollevato e si interrompe l'afflusso d'aria ai Cilindri (interruzione del Sollevamento pneumatico)..

 

Senza la presenza delle dette Valvole, quando il Bilanciere non viene più controllato/bilanciato dall'Atleta, ci potrebbe essere un trasferimento d'aria tra i due Cilindri a causa delle piccole differenze di peso dovute alla non perfetta centratura del Bilanciere sui supporti dei Cilindri.

 

--- 6) Quando il Bilanciere risulta sollevato quanto necessario (tutta la corsa o anche solo in parte) e anche bloccato riportando la Valvola “VS” nella sua posizione “0”, allora l'Atleta può sfilarsi dalla Panca.

 

L'atleta, una volta rimessosi in piedi, potrà procedere alla “ricarica” del Sistema aprendo con l'apposito comando unico i due rubinetti”R1” e”R2” e rimettendo/mantenendo (con un piede) la Valvola “VS” in posizione “1”.

 

Avendo creata questa situazione sarà possibile fare forza con le mani (dall'alto verso il basso) sul Bilanciere e, esercitando una piccola forza (20-30 kg), si potranno fare rientrare a fine corsa entrambi i 2 Cilindri.

 

--- 7) Quando il Bilanciere e i due Cilindri saranno arrivati a fine corsa in basso, smettendo di forzare verso il basso, si avrà un piccolo ritorno verso l'alto.

 

Per eliminare il “ritorno” si dovrà aprire la valvolina “RS” e sfogare totalmente la pressione aria residua presente nei Cilindri e nelle tubazioni.

 

La perdita di volume aria, dopo due o tre manovre successive di “sfogo”, dovrà per forza essere reintegrata con la Pompa per riportare il Polmone Aria alla pressione base prevista/voluta.

 

--- 😎 Poi l'Atleta deciderà se e come risollevare il Bilanciere sulla sella di normale appoggio della Panca.

-----------------------------------------------------------------------

 

 

Per dati tecnici sui Componenti Pneumatici :

 

Per il Polmone Aria “PA”: Ricerca con Google - serbatoio aria 5 lt -

----------------------

 

Per Cataloghi AIGNEP :

 

Catalogo Generale : https://www.aignep.com/Prodotti

 

-- per le Rubinetti a sfera “R1” e “R2” (06310-00-003-1/4) : https://www.aignep.com/Valvole-a-Sfera

-- per raccordi vari : https://www.aignep.com/Prodotti/Connessioni

-- per i Cilindri D40 x d16 x C500 o meno (consigliato il tipo A95) : https://www.aignep.com/Attuatori-Pneumatici

--------------------------

 

Per Cataloghi CAMOZZI :

 

Catalogo Generale :http://catalogue.camozzi.com/?culture=it-IT

 

-- per la Valvola”VS” (134-900-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.3.30.pdf

-- per Regolatore flusso unidirezionale “RV” (RFU 446-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.6.20.pdf

-- per Valvole di Ritegno ”VR1” e “VR2” (VNR 843-07-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.5.2.pdf

-- per Rubinetto a Spillo “RS” (RSW-1/4) : http://catalogue.camozzi.com/CATALOGUES/CCC-GENCAT/00153/PDF/ITA.4.6.5.pdf

-- per i Cilindri D40 x d16 x C 500 o meno (consigliato il Tipo Serie 27 oppure Serie 42) : https://pdf.directindustry.it/pdf/camozzi-automation/programma-produzione-movimento/5625-593824.html

-----------------------------------------------------------------------

 

ALCUNE CONSIDERAZIONI FINALI

 

Il tutto dovrà essere assemblato (aggiungendo la raccorderia pneumatica che si riterrà necessaria) in un unico gruppo sistemato con viti ed eventuali supporti sotto al pianale Panca.

 

Ogni Cilindro dovrà muovere un suo proprio Carrellino di Supporto Bilancere.

Il Carrellino sarà provvisto di rotelle (rotelle in plastica montate su semplice perno) oppure di Pattini e utilizzerà come guida i montanti verticali della Struttura Panca.

 

Tutta la configurazione meccanica del “Sistema” deve essere progettata adeguatamente per non essere, a sua volta, causa di possibili incidenti.

 

Il costo di acquisto dei Materiali Pneumatici elencati nello Schema + un certo numero di Raccordi e tubicini per assemblare/completare il tutto può essere stimato in circa di 200 €.

------ ------- ------- -------

 

Questo è il massimo che posso fare per te e non posso andare oltre!

Complimenti per l'accuratezza della progettazione!

Link to post
Share on other sites
Semplice 1

Ciao AlexFT AROTEC

 

Vi ringrazio per la vostra opinione particolarmente favorevole.

Ora sarebbe anche interessante avere il riscontro pratico !

 

Attendo speranzoso, anche su tempi lunghi.....

Link to post
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Create New...