Jump to content
PLC Forum


Connessione internet Fibra FTTC di Telecom e fonia in RTG


campione123
 Share

Recommended Posts

Salve mi sono appena registrato al forum, ho provato a cercare discussioni simili relative all'argomento ma non ne ho trovato. Mi scuso se non sono riuscito a trovarlo.

 

Vi espongo il mio problema:

 

Ho una connessione ADSL fino a 20Mb con filtro split inserito nella presa telefonica dove è collegato il cavo RJ telefono (in questo caso ho un cordless) ed RJ ADSL e fin qui è tutto ok. Con questa adsl mi trovo benissimo ma da ottobre TIM modificherà il mio profilo da ADSL a Fibra FTTC quindi sarebbe una VDSL fino a 100Mb in download teorici e nella mia abitazione aggancero' più o meno gli 80Mb in download.

 

Vi ho scritto questa premessa in modo che abbiate un'idea precisa della mia situazione. Il mio quesito è questo:

 

Siccome ho il modem di mia proprietà che uso ad oggi con l'adsl ed è anche predisposto per la fibra FTTC vorrei, una volta che sono passato in fibra FTTC di poter usare lo stesso modem per quanto riguarda internet e su questo già so che non avrò nessun problema, solo che vorrei che la fonia (cioè il telefono) rimanesse in RTG, credo che si dica così, come succede per l'adsl che ho tuttora, cioè che continuasse a funzionare tramite il filtro inserito nella presa telefonica e che quindi voglio che non sia in VoIP passando per forza dal modem.

 

Puntualizzo questo anche perché questo modem che ho non ha una entrata per collegare il cavo telefonico e quindi ho ulteriore necessità che il telefono sia in rtg indipendente dal modem. In questo modo se la connessione ad internet smette di funzionare, ed é molto frequente che succeda nel mio paese, potrò chiamare ugualmente con il telefono cordless come faccio tuttora con l'adsl. Tra l'altro non voglio sostituire il modem perché due anni fa mi è costato un botto e ad oggi funziona perfettamente riuscendo a coprire in altezza due piani in copertura Wi-Fi.

 

Mi dite come posso risolverle il problema in modo tale che quando mi chiamerà il tecnico Telecom sarò preparato a rispondergli? C'è un modo affinché venga fatta questa modifica direttamente a monte nella centrale Telecom? Oppure bisogna fare qualche modifica al mio impianto telefonico? Chiedo il vostro aiuto non essendo esperto. GRAZIE.

Link to comment
Share on other sites


Andrea Annoni

In vDSL e in evDSL la fonia non può più viaggiare sullo stesso cavo.

Sei obbligato a passare in VoIP oppure farti portare un secondo cavo (a tue spese).

 

Se non vuoi sostituire il tuo modem o prendi quello in comodato dal provider oppure ti prendi un telefono VoIP. 
Il problema della mancanza tensione  però effettivamente resta; puoi ovviare con un piccolo ups ma lascia il tempo che trova in quanto molto spesso anche i Cabinet stradali non ne sono provvisti 

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

Se la migrazione è coatta, dovranno darti un modem per mantenere la fonia (l'attuale timbox, quello grigio, non è comunque male).

Se il tuo modem ha già prese FxO puoi configurare tranquillamente il voip telecom (hanno pubblicato le impostazioni necessarie).

 

Che sappia io solo fastweb in alcune zone offre la linea VDSL con la fonia RTG.

 

Impostazioni "base"

  • SIP Domain : telecomitalia.it
  • SIP Protocol : UDP Port 5060
  • Expire Time : Minimo 86400 secondi
  • Codec supportati :
    • Obbligatori: G.729, G.711 A-law
    • Codec opzionale : G.722
  • Gestione Fax e POS supportata con protocollo G.711 A-law e T.38
  • Packetization Time : 20ms
  • Supporto toni DTMF : RFC 2833 / RFC 4733
  • DSCP Marking : 40 (dec)
  • VAD (Voice Activity Detection) : disabilitato 
  • Supporto 100rel (messaggio PRACK) secondo RFC3262 : abilitato
  • Supporto UPDATE, secondo RFC3311 : abilitato

 

Richiesta della chiave SIP: https://assistenzatecnica.tim.it/at/portals/assistenzatecnica.portal?_nfpb=true&_pageLabel=InternetBook&radice=consumer_root&nodeId=/AT_REPOSITORY/1146003

Edited by DavideDaSerra
Link to comment
Share on other sites

Andrea Annoni

Il modem non è più obbligatorio da parte dei provider; salvo Vodafone che spesso fa caso a se.

 

Il suo attuale modem ha già detto che non dispone di porte FXS (FXO e quando deve fare da GW verso linea fisica).

 

I parametri mi viene da ridere..... tutto ok se hai un telefono locale e conosci bene il protocollo VoIP. E soprattutto da come il firewall gestisce il NAT.

Posso portare esempi reali di aziende che avendo centralini in cloud e avendo aperto ticket su ticket, usciti tecnici Tim in loco con supporto sistemistico aziendale E...... risultato su 4 aziende 3 hanno cambiato provider, una si è ridotta a usare un fritz come GW della fonia 

Link to comment
Share on other sites

19 ore fa, Andrea Annoni ha scritto:

In vDSL e in evDSL la fonia non può più viaggiare sullo stesso cavo.

Sei obbligato a passare in VoIP oppure farti portare un secondo cavo (a tue spese).

 

Se non vuoi sostituire il tuo modem o prendi quello in comodato dal provider oppure ti prendi un telefono VoIP. 
Il problema della mancanza tensione  però effettivamente resta; puoi ovviare con un piccolo ups ma lascia il tempo che trova in quanto molto spesso anche i Cabinet stradali non ne sono provvisti 

 

Innanzitutto grazie a tutti per avermi risposto.

 

Quindi ricapitolando in definitiva ho due strade da seguire correggetemi se sbaglio:

 

- La prima opzione sarebbe quella di collegare il modem TIM come modem principale su cui dovrò collegare cavo rj vdsl e cavo rj del telefono cordless e successivamente andrò a collegare in cascata il mio modem giusto? Ho capito bene? Tra l'altro le porte lan del mio modem sono già tutte occupate quindi dovrei anche comprare un multiporta LAN, ma per questo non ci sarebbero problemi. Comunque questa opzione non mi entusiasma molto perché vorrei direttamente usare il mio modem. Comunque grazie per l'informazione.

 

- La seconda opzione mi entusiasma di più e cioè sarebbe quella di comprare un cordless voip. Sinceramente però non ho ben capito questa soluzione. Se sostituisco il mio vecchio cordless con uno Voip dove lo vado a collegare non avendo un ingresso telefono sul router? E successivamente bisognerà configurarlo con i parametri voip oppure sarà autoconfigurante? Scusatemi per l'ignoranza.

Link to comment
Share on other sites

16 ore fa, DavideDaSerra ha scritto:

Che sappia io solo fastweb in alcune zone offre la linea VDSL con la fonia RTG.

 

 

Se è come ha detto Andrea e cioè che in vdsl la fonia non può più viaggiare sullo stesso cavo, come fa Fasweb a dare la vdsl e la fonia in RTG? Te lo chiedo per pura curiosità.

Link to comment
Share on other sites

Andrea Annoni
2 ore fa, campione123 ha scritto:

- La seconda opzione mi entusiasma di più e cioè sarebbe quella di comprare un cordless voip. Sinceramente però non ho ben capito questa soluzione. Se sostituisco il mio vecchio cordless con uno Voip dove lo vado a collegare non avendo un ingresso telefono sul router? E successivamente bisognerà configurarlo con i parametri voip oppure sarà autoconfigurante? Scusatemi per l'ignoranza.

Puoi prendere un qualsiasi cordless VoIP....io consiglio  Siemens o Snom. I primi danno garanzia di compatibilità DECT con qualsiasi altro cordless che sfrutta questa tecnologia (dect)......quindi alla base del nuovo cordless voip si possono registrare fino a 6 codless di altre marche e anche se erano analogici (è la base che comanda)....ad esempio altri gigaset, brondi, panasonic ecc.

 

La base dect si collega ad una porta ethernet del router. Poi attraverso un browser web accedi alla configurazione e inserici i parametri della linea VoIP.

Attenzione che sul router è fondamentale che imposti correttamente i parametri della connessione internet; in modo particolare i DNS altrimenti non puoi utilizzare il VoIP.

 

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Andrea Annoni ha scritto:

Puoi prendere un qualsiasi cordless VoIP....io consiglio  Siemens o Snom. I primi danno garanzia di compatibilità DECT con qualsiasi altro cordless che sfrutta questa tecnologia (dect)......quindi alla base del nuovo cordless voip si possono registrare fino a 6 codless di altre marche e anche se erano analogici (è la base che comanda)....ad esempio altri gigaset, brondi, panasonic ecc.

 

La base dect si collega ad una porta ethernet del router. Poi attraverso un browser web accedi alla configurazione e inserici i parametri della linea VoIP.

Attenzione che sul router è fondamentale che imposti correttamente i parametri della connessione internet; in modo particolare i DNS altrimenti non puoi utilizzare il VoIP.

 

7 ore fa, Andrea Annoni ha scritto:

 

Ti ringrazio Andrea per le tue spiegazioni, ho fatto un po' di ricerche su internet per quanto riguarda il cordless voip e mi è piaciuto il cordless gigaset AS690IP anche per costo che è contenuto. Dici che va bene per la mia configurazione? Ho visto che c'è scritto dect nelle caratteristiche, che si possono associare più dispositivi e che nella confezione ci  dovrebbe essere il cavo lan per poterlo collegare al router. Mi confermi che è il cordless che fa al caso mio?

 

Una volta che collego la base dect tramite cavo lan al router, in che modo posso collegare e quindi associare gli altri due cordless Panasonic non voip che ho già? Ho due cordless Panasonic perché la confezione comprendeva il "pack duo".

 

Un altro dubbio che mi viene è che in rete è disponibile pubblicamente la configurazione in voip di internet in VDSL sul sito Telecom, il dubbio che mi sorge è questo: Se compro il cordless voip è sicuro che telecom mi darà i parametri voip per configurare la fonia? Dico questo perché non li ho trovati su internet, casomai Telecom non me li vuole dare per costringermi ad utilizzare per forza il loro modem per la fonia. Può farlo? Oppure è obbligata a darmi i parametri?

 

Ti ringrazio per tutto l'aiuto che mi stai dando

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra

Quello che ho detto è che se il gestore in modo obbligatorio fa migrare al voip (almeno questo vale per i privati) deve mettere in grado di usare i servizi fornendo un modem compatibile  come default oppure, a richiesta del cliente, i parametri per la configurazione voip.

 

Non dico che è obbligatorio il modem del gestore, dico che il gestore deve fornire obbligatoriamente e gratuitamente un modem se la modifica tecnologica è imposta dal gestore e non scelta dal cliente. In subordine il gestore deve fornire i parametri per configurare il voip.

 

Come nota: i fritzbox su linee tim sono autoconfiguranti.

Link to comment
Share on other sites

Andrea Annoni
40 minuti fa, campione123 ha scritto:

il cordless gigaset AS690IP anche per costo che è contenuto. Dici che va bene per la mia configurazione? Ho visto che c'è scritto dect nelle caratteristiche, che si possono associare più dispositivi e che nella confezione ci  dovrebbe essere il cavo lan per poterlo collegare al router. Mi confermi che è il cordless che fa al caso mio?

Si confermo. Lo uso spesso anche io.

 

41 minuti fa, campione123 ha scritto:

Una volta che collego la base dect tramite cavo lan al router, in che modo posso collegare e quindi associare gli altri due cordless Panasonic non voip che ho già? Ho due cordless Panasonic perché la confezione comprendeva il "pack duo".

Ci sono guide online; comunque devi premere per 3sec il tasto illuminato di blu (l'unico) sulla base e poi andare nel menù di ogni portatile alla voce registrazione base.

 

43 minuti fa, campione123 ha scritto:

Un altro dubbio che mi viene è che in rete è disponibile pubblicamente la configurazione in voip di internet in VDSL sul sito Telecom, il dubbio che mi sorge è questo: Se compro il cordless voip è sicuro che telecom mi darà i parametri voip per configurare la fonia? Dico questo perché non li ho trovati su internet, casomai Telecom non me li vuole dare per costringermi ad utilizzare per forza il loro modem per la fonia. Può farlo? Oppure è obbligata a darmi i parametri?

Si sono pubblici e li trovi online:

qui trovi i parametri per la configurazione del mode: https://at.tim.it/at/Internet_imprese/modem_generico

 

qui trovi i parametri per il VoIP (funziona solo da linea TIM che hai richiesto): https://comunica.tim.it/short/?4wRj

 

Quello che deve essere chiaro però è che TIM l'unica cosa che può fare e fornirti i parametri.

TIM, come tutti gli altri provider (eccezzion fatta per alcuni contratti Vodafone) non può piu imporre l'uso del modem cosi come dei suoi apparecchi. è una delibera Agicom.

 

 

Link to comment
Share on other sites

DavideDaSerra
10 hours ago, campione123 said:

Se è come ha detto Andrea e cioè che in vdsl la fonia non può più viaggiare sullo stesso cavo, come fa Fasweb a dare la vdsl e la fonia in RTG? Te lo chiedo per pura curiosità.

Semplice: Andrea è in errore: vdsl e RTG possono coesistere tranquillamente (la banda 0-25KHz è comunque libera) solo ai gestori non conviene mantenere la fonia rtg e non la vendono.

 

Questo è un riferimento allo standard ITU: https://www.itu.int/rec/dologin_pub.asp?lang=e&id=T-REC-G.993.2-201902-I!!PDF-E&type=items

Se ne parla, ad esempio, nella sezione 5-4-2.

Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, DavideDaSerra ha scritto:

Quello che ho detto è che se il gestore in modo obbligatorio fa migrare al voip (almeno questo vale per i privati) deve mettere in grado di usare i servizi fornendo un modem compatibile  come default oppure, a richiesta del cliente, i parametri per la configurazione voip.

 

Non dico che è obbligatorio il modem del gestore, dico che il gestore deve fornire obbligatoriamente e gratuitamente un modem se la modifica tecnologica è imposta dal gestore e non scelta dal cliente. In subordine il gestore deve fornire i parametri per configurare il voip.

 

Come nota: i fritzbox su linee tim sono autoconfiguranti.

Si infatti essendo un cliente privato telecom dovrà darmi per forza tutta l'assistenza necessaria, anche perchè non è stata una mia scelta passare in fibra ma è già scritto nelle note della fattura di Agosto in cui si dice che da ottobre Telecom obbligherà i clienti ad utilizzare la migliore tecnologia disponibile in quella zona e da me la migliore è la FTTC, non sono coperto da altra tecnologia. Tra l'altro sono un cliente telecom da sempre, dal 1981, cioè da quando è stato allacciato il telefono in casa, non ho mai cambiato; quindi a maggior ragione credo che mi aiuterà nel fornirmi assistenza.

 

La procedura più semplice sarebbe collegare il modem telecom e far gestire la fonia a lui per poi collegare in cascata il mio modem, ma è una mia scelta non volere il modem telecom e quindi opto nell'usare un cordless voip.

 

13 ore fa, Andrea Annoni ha scritto:

Si confermo. Lo uso spesso anche io.

 

Ci sono guide online; comunque devi premere per 3sec il tasto illuminato di blu (l'unico) sulla base e poi andare nel menù di ogni portatile alla voce registrazione base.

 

Si sono pubblici e li trovi online:

qui trovi i parametri per la configurazione del mode: https://at.tim.it/at/Internet_imprese/modem_generico

 

qui trovi i parametri per il VoIP (funziona solo da linea TIM che hai richiesto): https://comunica.tim.it/short/?4wRj

 

Quello che deve essere chiaro però è che TIM l'unica cosa che può fare e fornirti i parametri.

TIM, come tutti gli altri provider (eccezzion fatta per alcuni contratti Vodafone) non può piu imporre l'uso del modem cosi come dei suoi apparecchi. è una delibera Agicom.

 

 

Ti ringrazio Andrea per i due link, mi saranno molto utili quando telecom mi obbligherà nel passare in FTTC. Resta inteso che fin quando non sarò obbligato resterò in ADSL perchè mi trovo benissimo.

Link to comment
Share on other sites

Francesco Marchiani

Passare al vdsl hai dei vantaggi enormi sull'upload , invece di 1mb/s avrai 20mb/s significa che se vorrai condividere qualche contenuto riuscirai anche a caricare qualsiasi cosa anche film tramite cloud, non è una cosa da poco. Quanto al download in effetti da 20mb/s a 80mb/s non vedi grossi cambiamenti anche usando Netflix o simili ma comunque se scarichi grossi dati anche qui hai vantaggi di tempo, chiedi poi il profilo a 200mb/s se la tua linea fisica è buona aggiunge frequenze ai lati e magari invece di 80/90 mb/s vai a 120/130 mb/s. La fonia in rtg come ti hanno già detto diventa una grossa complicazione per l'operatore perchè deve gestire 2 attacchi in centrale, 2 permute in armadio e il filtro pots/splitter (che comunque è stato predisposto in tutti gli armadi per qualche operatore che lo ha da contratto, non so se fastweb o chi) 

Link to comment
Share on other sites

Il 29/8/2020 alle 14:41 , Francesco Marchiani ha scritto:

Passare al vdsl hai dei vantaggi enormi sull'upload , invece di 1mb/s avrai 20mb/s significa che se vorrai condividere qualche contenuto riuscirai anche a caricare qualsiasi cosa anche film tramite cloud, non è una cosa da poco. Quanto al download in effetti da 20mb/s a 80mb/s non vedi grossi cambiamenti anche usando Netflix o simili ma comunque se scarichi grossi dati anche qui hai vantaggi di tempo, chiedi poi il profilo a 200mb/s se la tua linea fisica è buona aggiunge frequenze ai lati e magari invece di 80/90 mb/s vai a 120/130 mb/s. La fonia in rtg come ti hanno già detto diventa una grossa complicazione per l'operatore perchè deve gestire 2 attacchi in centrale, 2 permute in armadio e il filtro pots/splitter (che comunque è stato predisposto in tutti gli armadi per qualche operatore che lo ha da contratto, non so se fastweb o chi) 

Ti ringrazio Francesco per le tue informazioni molto utili, purtroppo nel mio paese non è ancora disponibile il profilo a 200mb/s il massimo è 100mb/s è già ti assicuro che è un grande passo avanti. Mi rendo conto che passando in VDSL acquisto una notevole riduzione di tempo per quanto riguarda l'upload ma sinceramente non carico molti dati in upload e come hai ben detto tu il passaggio dai 20mb/s agli 80mb/s non è che sia questo grande acquisto. Ecco perchè come ho detto precedentemente fin quando TIM non mi obbliga a passare in VDSL rimango in ADSL perchè per l'uso che ne faccio mi va da Dio.

 

Grazie davvero a tutti per il vostro contributo, siete stati davvero preziosi per me.

 

Quando e se passerò obbligatoriamente in VDSL vi aggiornerò scrivendo qui.

Link to comment
Share on other sites

Ragazzi scusatemi se ritorno sull'argomento ma ho due dubbi che mi sono venuti in mente in questo momento:

 

  • Se passo da ADSL ad FTTC e voglio volontariamente utilizzare il mio modem e rifiuto quindi il modem di tim, il tecnico Telecom deve ugualmente venire a casa? E Se si, per fare cosa visto che non mi deve consegnare il modem?

 

  • La seconda domanda é questa: In casa, partendo dall'ingresso, ho 4 prese telefoniche in stanze ovviamente diverse ed il mio modem con l'ADSL che ho ora con profilo fino a 20mb/s è collegato alla seconda presa telefonica con filtro split modem / telefono e funziona perfettamente. La prima presa telefonica che é posizionata nella prima stanza non é utilizzata come non sono utilizzate neanche la presa n. 3 e la n. 4 posizionate in altre stanze, quindi a queste prese non é collegato niente, nessun filtro. Ora vi chiedo: Se passo in FTTC posso continuare ad usare il mio modem collegato alla seconda presa telefonica come ora? Oppure lo dovrò spostare per forza nella prima presa? Vi chiedo questo perché non posso spostare assolutamente il modem da questa presa telefonica e sarebbe un problema serio per me.

 

Vi ringrazio come sempre per l'aiuto

Link to comment
Share on other sites

24 minuti fa, campione123 ha scritto:

Se passo da ADSL ad FTTC e voglio volontariamente utilizzare il mio modem e rifiuto quindi il modem di tim, il tecnico Telecom deve ugualmente venire a casa? E Se si, per fare cosa visto che non mi deve consegnare il modem?

Teoricamente si, Deve venire per verificare la bontà della consegna della portante. Altrimenti se poi non funziona (a maggior motivo se non vuoi il loro modem) come fai a stabilire che sia un problema tuo o loro?

 

 

26 minuti fa, campione123 ha scritto:

La seconda domanda é questa: In casa, partendo dall'ingresso, ho 4 prese telefoniche in stanze ovviamente diverse ed il mio modem con l'ADSL che ho ora con profilo fino a 20mb/s è collegato alla seconda presa telefonica con filtro split modem / telefono e funziona perfettamente. La prima presa telefonica che é posizionata nella prima stanza non é utilizzata come non sono utilizzate neanche la presa n. 3 e la n. 4 posizionate in altre stanze, quindi a queste prese non é collegato niente, nessun filtro. Ora vi chiedo: Se passo in FTTC posso continuare ad usare il mio modem collegato alla seconda presa telefonica come ora? Oppure lo dovrò spostare per forza nella prima presa? Vi chiedo questo perché non posso spostare assolutamente il modem da questa presa telefonica e sarebbe un problema serio per me.

Si puoi (a apatto che non utilizzi le altre prese) ma sarebbe fortemente consigliabile che il cavo arrivasse direttamente al primo punto di consegna.

 

 

In entrambi i problemi non ho capito se hai chiesto anche il telefono; perchè in caso affermativo devi poi configurarti anche il VoIP ( e per quanto venga dichiarato standard non tutti gli apparati lo gestiscono correttamente in modo ottimale) .Inoltre le prese necessitano di fare il ribaltamento; la linea del telefono uscirà dalla porta FXS del modem.

Se invece usi un telefono VoIP diretto allora nessuno dei due problemi influenza.

Link to comment
Share on other sites

22 minuti fa, Andrea Annoni ha scritto:

Teoricamente si, Deve venire per verificare la bontà della consegna della portante. Altrimenti se poi non funziona (a maggior motivo se non vuoi il loro modem) come fai a stabilire che sia un problema tuo o loro?

 

 

Si puoi (a apatto che non utilizzi le altre prese) ma sarebbe fortemente consigliabile che il cavo arrivasse direttamente al primo punto di consegna.

 

 

In entrambi i problemi non ho capito se hai chiesto anche il telefono; perchè in caso affermativo devi poi configurarti anche il VoIP ( e per quanto venga dichiarato standard non tutti gli apparati lo gestiscono correttamente in modo ottimale) .Inoltre le prese necessitano di fare il ribaltamento; la linea del telefono uscirà dalla porta FXS del modem.

Se invece usi un telefono VoIP diretto allora nessuno dei due problemi influenza.

Ti ringrazio Andrea per il chiarimento, in effetti per quanto riguarda la prima domanda non avevo pensato che il tecnico in effetti deve valutare la bontà della portante.

Per quanto riguarda la seconda domanda hai ragione, mi sono dimenticato di specificarlo ed alla fine ho già provveduto a comprare il cordless voip Gigaset AS690IP che  mi hai consigliato in questa discussione e ce l'ho nello scatolo pronto a montarlo nell'eventualità del passaggio in FTTC.

 

Quando dici "che sarebbe consigliabile che il cavo arrivasse al primo punto di consegna" intendi che sarebbe consigliabile che il cavo Telecom arrivasse direttamente alla seconda presa andando ad eliminare la prima giusto? In questo caso bisognerebbe aprire le cassette e modificare l'impianto giusto? Ma tanto nella prima presa non verrà mai inserito niente quindi per il momento lascio tutto così è controllero' una volta passato in FTTC come va il tutto.

 

Per quanto riguarda invece il ribaltamento delle prese mi confermi che nel mio caso non è necessario? in quanto ho comprato un cordless voip che colleghero' direttamente al mio modem in lan non avendo, il modem, l'ingresso telefono, come ho spiegato nella discussione. Mi confermi che non ci sarà bisogno di ribaltare le prese?

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Domenico Maschio
2 ore fa, campione123 ha scritto:

Mi confermi che non ci sarà bisogno di ribaltare le prese?

Si ,ma dovrai staccarle .

Ciao

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Domenico Maschio ha scritto:

Si ,ma dovrai staccarle .

Ciao

Ciao Domenico che significa che dovrò staccare le prese? Scusami ma non ho proprio capito il senso della tua risposta. Voglio dire tecnicamente che cosa dovrò fare? Io uso solo la seconda presa telefonica, come ho spiegato in precedenza, in tutte le altre, cioè nella prima, terza e quarta non c'è collegato niente.

 

Fammi capire meglio. Grazie

 

Edited by campione123
Link to comment
Share on other sites

Domenico Maschio

Devi staccare le prese .La prima la devi staccare e mettere i fili che entrano direttamente con quelli che escono per andare alla seconda escludendo la presa .

Nella seconda metti la presa ( che sarà diventata la prima ) che servirà per il modem . I fili che vanno oltre li devi staccare e lasciarli aperti . 

Ciao

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Domenico Maschio ha scritto:

Devi staccare le prese .La prima la devi staccare e mettere i fili che entrano direttamente con quelli che escono per andare alla seconda escludendo la presa .

Nella seconda metti la presa ( che sarà diventata la prima ) che servirà per il modem . I fili che vanno oltre li devi staccare e lasciarli aperti . 

Ciao

Ti ringrazio Domenico ora ho capito, pensavo che il collegamento in FTTC fosse come L'ADSL, nel senso che pensavo che collegando il modem in una delle prese telefoniche che non fosse la prima, internet funzionasse ugualmente; non sapevo che siccome sono collegato sulla seconda presa dovessi staccare le altre prese.

Questa procedura la fa gratis il tecnico Telecom che viene a casa oppure dovrò farla con il mio tecnico di fiducia?

Una curiosità che mi viene in mente ora è: ma questa procedura di escludere le prese è necessario farla a me solo perché voglio usare la seconda presa oppure si fa sempre? Lo chiedo perché un tecnico che è andato da un mio amico ha verificato quale era la prima presa partendo dall'ingresso ma non ha fatto nient'altro.

 

Grazie per le informazioni

Link to comment
Share on other sites

Domenico Maschio
17 ore fa, campione123 ha scritto:

Questa procedura la fa gratis il tecnico Telecom che viene a casa oppure dovrò farla con il mio tecnico di fiducia?

Attenzione a questa cosa ,perchè molto facilmente il tecnico per conto dell'operatore fa il lavoro in addebito .Hanno la convenienza a fare quanti più proventi possibili. 

17 ore fa, campione123 ha scritto:

ma questa procedura di escludere le prese è necessario farla a me solo perché voglio usare la seconda presa oppure si fa sempre?

 Con la Vdsl ,cioè con l'FTTC , andrebbe fatta sempre per eliminare eventuale ROS che disturba la linea . Se invece tu potessi mettere il modem nella prima presa ,come al tuo amico ,non ci sarebbe bisogno di escludere le prese precedenti ( non ce ne sono ) ,ma solo quelle seguenti .

Ciao

Link to comment
Share on other sites

18 ore fa, Domenico Maschio ha scritto:

Attenzione a questa cosa ,perchè molto facilmente il tecnico per conto dell'operatore fa il lavoro in addebito .Hanno la convenienza a fare quanti più proventi possibili. 

 Con la Vdsl ,cioè con l'FTTC , andrebbe fatta sempre per eliminare eventuale ROS che disturba la linea . Se invece tu potessi mettere il modem nella prima presa ,come al tuo amico ,non ci sarebbe bisogno di escludere le prese precedenti ( non ce ne sono ) ,ma solo quelle seguenti .

Ciao

Ti ringrazio Domenico ora ho ben capito la questione, se Telecom mi obbligherà a passare in VDSL vi scriverò qui facendovi sapere com'è andata. 

 

Grazie a tutti i partecipanti della discussione, vi terrò aggiornati.

Link to comment
Share on other sites

  • 1 year later...

Salve ragazzi, aggiorno la discussione dopo più di un anno per darvi gli aggiornamenti, come vi avevo promesso. Dopo aver preso appuntamento con il tecnico, (mi ha chiamato direttamente lui per dirmi che ero obbligato a passare in fibra), altrimenti se fosse stato per me sarei rimasto con ADSL, ieri è venuto il tecnico TIM a casa e mi ha allacciato alla fibra FTTC fino a 100MB (questo è l'unico profilo attualmente disponibile nel mio paese), mi ha consegnato il modem TIM HUB + che si è configurato direttamente con i parametri tim in fase di accensione. Tra parentesi, per chi non lo sapesse, e può essere anche utile ad altri, questo modem può essere configurato anche con altre linee non TIM, vi scrivo la procedura:

 

- Per configurare questo router con altre linee non TIM basta semplicemente staccare il cavo di connessione ad internet;

- Effettuare un reset del dispositivo tramite il foro dietro al modem;

- Al successivo riavvio NON bisogna per nessun motivo collegare il cavo di internet ed invece bisogna collegare il cavo LAN tra il modem ed il computer;

- A questo punto non avendo il modem "scaricato" la prima configurazione tramite il cavo internet è sbloccato e si può configurare con qualsiasi connessione;

- Sempre col cavo di internet staccato andare nella gestione modem all'indirizzo 192.168.1.1

- inserire le credenziali di accesso che sono: Nome utente: admin (minuscolo) e Password: (quella riportata sull'etichetta dietro al modem)

- A questo punto, comparirà una schermata col un tasto da premere sulla scritta "modem sbloccato";

- Da ora in poi si avrà accesso a tutti i menu di configurazione del modem tra cui ci sarà anche la sezione per inserire i parametri SIP e VOIP da configurare in maniera manuale.

- Questo "menu completo" non sarà visibile se durante la prima configurazione si collega al modem il cavo di internet, in quanto, come detto sopra, viene scaricata in automatico tutta la configurazione dalla centrale per la propria linea di appertenenza e di conseguenza vengono nascosti gli altri menu risultanto non visibili e non non più accessibili.

 

Detto questo, ritorniamo a noi... Una volta configurato internet, ho deciso alla fine, in base a questa discussione aperta un anno fa, di tenermi il modem tim (che tra l'altro col passaggio in fibra lo sto pagando 5 euro al mese per 48 mesi) e questo modem gestisce solo internet e la fonia del telefono cordless; poi in cascata con la connessione LAN-LAN ho configurato il mio modem TP-LINK TD-W9980 facendolo diventare "Access Point", in modo da non perdere nessuna configurazione e soprattutto nessuna condivisione con i miei dispositivi, stampanti, ecc...

 

Detto questo, vi ringrazio enormemente per l'aiuto che mi avete dato tutti voi seguendo questa discussione. Alla prossima.

   

Link to comment
Share on other sites

Mi sono dimenticato di dirvi la velocità... Per quanto riguarda la velocità in FTTC, dalla gestione modem TIM aggancio come portante 74MB in download e 11MB in upload. Sinceramente navigando in wifi e facendo uno speedtest non noto grande differenza rispetto all'adsl, infatti lo speedtest in wifi sul sito ookia mi dice che in download raggiungo 22MB. Quindi sono gli stessi valori che raggiungeva già con l'adsl, la differenza sostanziale la noto in upload perchè con l'adsl raggiungevo 1MB appena ed invece in fibra raggiungo 11MB e si nota la differenza quando per esempio devo inviare file di grosse quantità tramite weetransfer. Per esempio con l'adsl un pdf da 1GB lo inviavo in 2 ore; lo stesso identico pdf in fibra l'ho inviato in 10 minuti. Quindi il miglioramento è notevole.


Se invece effettuo lo speed test tramite il cavo lan raggiungo 70MB in download e 11 MB in upload.


I valori teorici che erano stimati di aggancio portante sulla mia linea sono i seguenti:


- Download: 81.59

- Upload: 31.16

- distanza dall'armadio: 160 metri


Facendo presente al tecnico tutta questa discordanza tra valore stimato e valore effettivo di aggancio portante mi ha detto che andando al cabinet per effettuare l'allaccio in fibra ha notato che dall'esterno sono collegato in parallelo (non ho ben capito però a cosa si riferisse) e poi ha notato anche una cassetta di derivazione all'angolo della mia strada prima dell'armadio e quindi mi ha detto che vado a perdere un po' sulla connessione. Alla mia domanda relativa al fatto se si potesse risolvere il problema, mi ha detto che non si può fare niente


Detto questo, mi accontento dei miei 74MB teorici, di cui 70MB effettivi con il cavo LAN e  22MB in wifi e vi ringrazio enormemente per l'aiuto che mi avete dato tutti voi seguendo questa discussione. Alla prossima.


Se ci sono altre curiosità chiedete pure, sono a disposizione.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...