Jump to content
PLC Forum


Cavo a 1km


Recommended Posts

Salve,

avrei bisogno di installare il seguente sensore magnetico a circa 1km di distanza dal quadro elettrico. L'azienda produttrice lo fornisce con un cavo di 10m già attaccato e dichiara una compatibilità fino a 36m.

Io ho già un cavo posato di circa 1km, quadripolare di buona sezione. Secondo voi c'é modo di far funzionare questo sensore a questa distanza magari fornendo un po di tensione al cavo, un condensatore o altro metodo?

 

  • Output: Normally Open(NO)
  • Max. switching voltage: 100V dc
  • Max. contact rating: 10W
  • Max. switching current: 0.5A
  • Max. carrying current: 1.0A
  • Contact life: 1x10^8
  • Cable gauge: 24# AWG (2 cables)

dimage.png.59fa02959929d3ea4df46d628a148fb3.png

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites


  • Replies 91
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

  • gandalfo

    38

  • Livio Orsini

    29

  • maxmix69

    13

  • Domenico Maschio

    4

Livio Orsini

Potresti usare il contatto del sensore per pilotare un relè con bobina a 12Vcc e contatti per 230Vac, con funzione di ripetitore.

Se il tuo cavo quadripolare è isolato per 230Vac, con il contatto NO del relè ripetitore comandi la bobina di un relè, posto nel quadro elettrico, che riceverà il comando. In questo modo realizzi un comando con tensione abbastanza elevata e piccola corrente, così da non essere influenzata dalla resistenza della linea elettrica. Inotre ottieni una completa separazione galvanica, effetto non trascurabile vista la lunghezza della linea che può raccogliere facilmente distrurbi.

 

Altrimenti usi il contatto del sensore per pilotare direttamente, tramite la linea di 1km, un relè con bobina a 24Vcc posto nel quadro elettrico.

Attenzione che comunque i contatti, non possono commutare correnti >0.5A in cc,però se vuoi che quei contatti durino mantienti un ordine sotto.

Link to comment
Share on other sites

Allora in realtà il sensore andrebbe collegato ad una centralina elettronica (che da specifiche del sensore andrebbe posta appunto a massimo 36m -ma nel mio caso c'é 1 km di distanza).

Se da tuo suggerimento interpongo un relé tra il sensore e la centralina, dovrei comunque ripristinare le stesse caratteristiche del segnale in modo da potermi ricollegare alla centralina. Ovvero come se collegassi il sensore direttamente alla centralina usando il suo cavo predisposto di 10m come da specifiche del primo post.. Sarebbe possibile e come? Quando ho chiesto all'azienda produttrice del sensore mi hanno detto che non é possibile farlo funzionare a 1km. Ma probabilmente non hanno pensato alla tua/nostra idea.

 

Il mio cavo da 1km ha due coppie (quindi 4 cavi isolati per capirci ognuno con la sua guaina). Con una coppia dovrei collegarci il sensore e con l'altra coppia dovrei collegarci un pulsante NO -contatto normalmente aperto- (sempre a 1km). Secondo te anche per il pulsante NO ci vuole un relè?

Ti ringrazio

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

21 minuti fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Attenzione che comunque i contatti, non possono commutare correnti >0.5A in cc,però se vuoi che quei contatti durino mantienti un ordine sotto.

scusami qui non capisco precisamente cosa intendi

Link to comment
Share on other sites

Io proverei a pilotare, alla fine del km, un piccolo relè a 24Vac, non dc, così hai meno problemi di eventuale arco elettrico all'interno del contatto magnetico. Poi con i contatti del relè piloti quello che doveva essere pilotato dal contatto magnetico.

Dovrebbe funzionare.

Riguardo al pulsante probabilmente non è necessario, ma se usi lo stratagemma del relè pure in questo caso fai una separazione galvanica totale che come diceva Livio è una cosa buona.

Edited by maxmix69
Link to comment
Share on other sites

4 minuti fa, maxmix69 ha scritto:

Io proverei a pilotare, alla fine del km, un piccolo relè a 24Vac, non dc, così hai meno problemi di eventuale arco elettrico all'interno del contatto magnetico. Poi con i contatti del relè piloti quello che doveva essere pilotato dal contatto magnetico.

Dovrebbe funzionare.

Riguardo al pulsante probabilmente non è necessario, ma se usi lo stratagemma del relè pure in questo caso fai una separazione galvanica totale che come diceva Livio e una cosa buona.

Quindi tu voti per la seconda soluzione proposta da Livio ovvero

"Altrimenti usi il contatto del sensore per pilotare direttamente, tramite la linea di 1km, un relè con bobina a 24Vcc posto nel quadro elettrico." ?

Ma in questo caso ci possono essere disturbi nella tratta da 1km e con quali potenziali effetti?

 

Non ho capito peró questo punto:

Attenzione che comunque i contatti, non possono commutare correnti >0.5A in cc,però se vuoi che quei contatti durino mantienti un ordine sotto.

 

Link to comment
Share on other sites

Io ho specificato AC (alternata) e te ne ho spiegato il motivo, che sarebbe quello di ridurre la possibilità di arco elettrico all'interno del contatto magnetico.

Il disturbo in 1KM di cavo non penso affatto sia sufficiente ad eccitare la bobina di un relè.

Link to comment
Share on other sites

40 minuti fa, maxmix69 ha scritto:

Io ho specificato AC (alternata) e te ne ho spiegato il motivo, che sarebbe quello di ridurre la possibilità di arco elettrico all'interno del contatto magnetico.

Il disturbo in 1KM di cavo non penso affatto sia sufficiente ad eccitare la bobina di un relè.

Capisco quindi con la tua soluzione collegando il relé alla centralina elettronica funziona tutto senza problemi o rischio di danneggiarla?

Se ho ben capito con la tua soluzione alla fine del km non avrei le stesse caratteristiche del sensore richieste dalla centralina ovvero:

  • Max. switching voltage: 100V dc
  • Max. contact rating: 10W
  • Max. switching current: 0.5A
  • Max. carrying current: 1.0A

  • Sareste cosi gentili da indicarmi il modello preciso da acquistare?
  • Vi ringrazio
Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

Domenico Maschio

Una linea telefonica riesce a trasportare sia correnti continue ( quella per alimentare un apparecchio telefonico ) sia alternate ( la bussata di 90 volt AC a 25 Hz ) sia segnali fonici ( 300-3400 Hz ) bidirezionali fino a 5 Km , per esempio , con 2 fili ( cavo bilanciato) di 0,6 mm2 . Ma anche allarmi e teleallarmi in CC ( oltre che a frequenze vettrici) 

Quindi perchè non potrebbe far funzionare un contatto magnetico ( interruttore ) con queste  caratteristiche 

1 ora fa, gandalfo ha scritto:
  • Max. switching voltage: 100V dc
  • Max. contact rating: 10W
  • Max. switching current: 0.5A
  • Max. carrying current: 1.0A
  •  

Consiglio : cercare di usare un contatto normalmente chiuso . 

Il motivo ? Se si interrompe la coppia di fili per qualsiasi motivo non ti accorgeresti dell'interruzione ,invece con un normalmente chiusa in caso di guasto il sistema andrà in allarme.

Ciao

Edited by Domenico Maschio
Link to comment
Share on other sites

Va bene qualsiasi relè di piccole dimensioni, vedi cosa trovi disponibile nei negozi. Ti serve pure un trasformatore a 24V.

36 minuti fa, Domenico Maschio ha scritto:

Quindi perchè non potrebbe far funzionare un contatto magnetico

Suppongo che piloti una scheda elettronica delicata e magari quando la linea è aperta raccoglie disturbi, chissà.

Sicuramente se gli facciamo pilotare un relè non ha problemi di disturbarbi.

Link to comment
Share on other sites

Domenico Maschio

Io farei una prova , non costa nulla e sarebbe molto più semplice

Edited by Domenico Maschio
Link to comment
Share on other sites

In effetti pure io proverei, ma se il costruttore gli dice di non superare i 36 metri avrà i suoi motivi. Prprio perchè io penso che il problema lo abbia la scheda e non il contatto magnetico ho consigliato il relè, come aveva già consigliato Livio prima di me.

Link to comment
Share on other sites

max.bocca

Se vuoi essere sicuro che la coppia non vada in cto o si interrompa come dice Domenico io farei un trasporto a frequenza vettrice, qui puoi interporre anche separatori galvanici, scaricatori ecc ecc .

Trasportando due toni uno equivalente a aperto e uno a chiuso riesci fare il controllo dei corti e interruzione 

Altra soluzione è in corrente, due valori per aperto e chiuso se il valore è diverso c'è un guasto solla linea.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
14 ore fa, gandalfo ha scritto:

Non ho capito peró questo punto:

Attenzione che comunque i contatti, non possono commutare correnti >0.5A in cc,però se vuoi che quei contatti durino mantienti un ordine sotto.

 

 

E la specifica del produttore.

Pone come limite massimo 0.5A in cc (corrente continua). Non dice però quanti cicli si possono fare con questa corrente, quindi per tranquillità e sicurezza di consiglio di stare un oirdine sotto, ovvero 50 mA max. con questa corrente piloti qualsiasi bobina di relè.

 

ti ho porposto 2 soluzioni.

La prima con la linea di comando completamente isolata perchè prevede il doppio relè, ma necessita di una sorgente di tensione sul posto dove hai il contatto magnetico.

 

La seconda invece prevede, visto che hai una linea a 4 fili, di usarne 2 per alimentare il relè posto vicino al micro switch, e l'altra per portare il segnale commutato dal relè. Se usi una linea a 24Vca per alimentare la bobina del relè non ci devono essere problemi.

Il relè posto vicino alla centralina fa esattamente la stessa funzione del micro switch remoto.

La centralina ha solo necessitaà di avere in ingresso un contatto pulito NO.

Dal punto di vista delle specifiche dell'apparato, sia il sensore che la centralina in questo modo rientrerebbero nei limiti posti dal produttore in ordine alla massima lungheza del collegamento. Il km di linea risulterebbe completamente trasparente.

Se poi ci scrivessi anche che centralina è e cosa fa, potremmo capire meglio il problema.

 

Come fa osservare Domenico, se usi il contatto NC del relè ripete il contatto del micro switch, hai la certezza che la linea sia sempre efficiente; una sua eventuale interruzione verrebbe interpretata come cambio di stato del microswitch.

 

Se ci descrivi più completamente la funzzione del micro switch e della centralina, magari capiamo meglio e possimao proporre la soluzione ottimale.

 

Attenzione!

Una linea di 1km non è corta!

Io non conosco come è stata realizzata, cosa ci potrebbe essere nelle vicinanze del suo percorso. Potrebbe essere una linea posta in una località dove non cade mai un fulmine, e dove nelle sue vicinanze non c'è alcuna apparecchiatura che possa indurre disturbi, oppure si può trovare in condizioni pessime di ECM.

 

 

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

 

ti ho porposto 2 soluzioni.

La prima con la linea di comando completamente isolata perchè prevede il doppio relè, ma necessita di una sorgente di tensione sul posto dove hai il contatto magnetico.

 

Se ci descrivi più completamente la funzzione del micro switch e della centralina, magari capiamo meglio e possimao proporre la soluzione ottimale.

 

Attenzione!

Una linea di 1km non è corta!

Io non conosco come è stata realizzata, cosa ci potrebbe essere nelle vicinanze del suo percorso. Potrebbe essere una linea posta in una località dove non cade mai un fulmine, e dove nelle sue vicinanze non c'è alcuna apparecchiatura che possa indurre disturbi, oppure si può trovare in condizioni pessime di ECM.

 

 

Allora direi che é meglio la prima soluzione perché ho una sorgente di tensione sul posto, vicino al sensore magnetico. Poi come dicevo la seconda coppia di cavi la devo utilizzare per il pulsante normalmente aperto. Secondo te anche per il pulsante dovrei utilizzare un relè o quale sistema?

Si tratta di una centralina elettronica per comandare una apertura e chiusura di serranda. Il sensore magnetico dice alla centralina se la serranda é effettivamente chiusa o aperta. Invece il pulsante NO (sempre collegato alla centralina) mi serve per comandare da remoto l'apertura e chiusura della serranda (il motore serranda prende corrente sul posto).

 

La linea da 1km é sotto terra di almeno mezzo metro e sono sicuro al 100% che non ci sono altri cavi. Per cui non mi preoccuperei di fulmini o altri disturbi, ma vorrei comunque essere certo che tra di loro le due coppie di cavi non si disturbino. Ovvero che ad una apertura e chiusura frequente del sensore magnetico, non risulti poi come se fisicamente premessi il pulsante NO. Se poi mi dici che questa evenienza non puó avvenire, allora propenderei per la soluzione piú semplice senza preoccuparmi dei disturbi. Ricapitolando la linea da 1km é un quadripolare da interro di buona sezione: una coppia per il sensore magnetico e una coppia per il pulsante.

 

Se potessi darmi le specifiche della tua soluzione con il modello te ne sarei grato, evito di sbagliarmi durante l'acquisto 🙂

 

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
37 minuti fa, gandalfo ha scritto:

Secondo te anche per il pulsante dovrei utilizzare un relè o quale sistema?

 

Puoi usare un pulsante del tipo per comando luci, che comanda un relè ripetitore posto in prossimità della centralina.

Il relè con bobina a 230Vac, con 2 contatti in scambio; va bene qualsiasi relè, meglio se montato su zoccolo perchè è più facile da cablare.

Ne metti un altro uguale che riceve il comado dal relè duplicatore del micro della serranda.

Dal lato serranda metti un relè con bobina a 24 Vca comandato dal micro.

Se lo realizzassi io, per me, userei ilcontatto NO del micro così a contatto chiuso mi dice che la serranda è chiusa, idem per il contatto del relè trasmettitore, contatto NO; anche il relè ricevitore contatto NO per informare la centralina della chiusura della serranda.

In caso di rottura del filo della linea, sabotaggio, o assenza di energia elettrica in garage, avresti il contatto aperto come se la serranda fosse aperta. e questo potrebbe essere una condizione allarmante, così da andare a verificare lo stato reale della serranda.

Come relè puoi usare i 40.61 Finder, 2 con bobina a 230Vac ed un altro con bobina a 24Vca e zoccoli relativi, oppure Omron MY2 sempre con zoccoli e bobina a230Vca per 2 e 24Vca per il terzo.

Ho citato questi perchè li hoin casa, ma va bene qualsiasi relè di piccola potenza.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Livio Orsini ha scritto:

 

Se lo realizzassi io, per me, userei ilcontatto NO del micro così a contatto chiuso mi dice che la serranda è chiusa, idem per il contatto del relè trasmettitore, contatto NO; anche il relè ricevitore contatto NO per informare la centralina della chiusura della serranda.

In caso di rottura del filo della linea, sabotaggio, o assenza di energia elettrica in garage, avresti il contatto aperto come se la serranda fosse aperta. e questo potrebbe essere una condizione allarmante, così da andare a verificare lo stato reale della serranda.

 

Se ho capito bene non posso fare quanto proponi perché la centralina ha bisogno sia del sensore sia del comando. Senza il sensore la centralina non sa quando e se la serranda é stata effettivamente chiusa. Ovvero se non installo il sensore, il comando (quello che io chiamo pulsante NO) puó solo dare l'impulso di apri e chiudi al motore della serranda. Il sensore poi mi dirà quando e se é stata effettivamente chiusa o aperta la serranda. Quindi devo comunque poter collegare alla centralina sia il comando che il sensore, il sistema che devo installare é fatto cosí. Se i cavi vengono tranciati, sabotaggio o altro semplicemente il sistema smetterà di funzionare (o almeno cosî dovrebbe essere).

 

Ho provato a fare uno schema perché non ho ben capito se con la tua soluzione con due rele a 230Vac e una bobina a 24vca riesco a collegare in maniera trasparente per la centralina sia il sensore che il comando:

PULSANTE.thumb.png.c058861438bd4d129bf9ab441ea51cb7.png

 

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
5 ore fa, gandalfo ha scritto:

Se ho capito bene non posso fare quanto proponi perché la centralina ha bisogno sia del sensore sia del comando.

 

Scusami ma non ti capisco.

se cabli come ti ho descritto praticamente la centralina vede il contatto del relè come se fosse il contatto del sensore. la centralina è "stupida" vede solo un cantatto aperto o chiuse.

Idem per il comado. premi il pulsante, il relè si eccita e la centralina riconosce il comando.

 

ecco lo schema

 

I relè hanno il simbolo dei contatti all'amenricana. Sono contatti NO, non condensatori.

 

Design1_ms12_page-0001.thumb.jpg.bb34bda3bc3030fd915626a44b7b6558.jpg

Edited by Livio Orsini
Link to comment
Share on other sites

Grazie Livio allora direi che per il sensore almeno ci dovremmo essere. Ho solo un dubbio per la parte comando e pulsante. Scusami forse ho tralasciato di dirti che dalla centralina deve partire anche il comando (ovvero sulla centralina c’è un pulsante per aprire e chiudere la serranda). Con questa tua soluzione è possibile?

potrebbe essere una domanda stupida ma il dubbio nasce dal fatto che non mi è chiaro se il pulsante del tuo schema serve ad inviare il comando oppure serve a far eccitare il relè per far funzionare il tuo sistema.. in alternativa è la stessa cosa e quindi col tuo schema funziona sia il pulsante posto sulla centralina, sia il pulsante inserito nel tuo schema. Ovvero indipendentemente da quale pulsante venga premuto, la serranda si apre o chiude e in questo caso siamo a posto

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

@gandalfo perdonami: fisicamente hai una centralina in postazione A, poi hai un kilometro di linea, poi hai un pulsante e un contatto magnetico in postazione B, giusto? Se non è così descrivi tu come sono fisicamente dislovcate le cose, se no non ci capiamo. Se hai pure lo schema di montaggio della centralina sarebbe meglio.

Link to comment
Share on other sites

11 ore fa, gandalfo ha scritto:

 

PULSANTE.thumb.png.c058861438bd4d129bf9ab441ea51cb7.png

 

C’è questo mio schema di sopra che descrive le posizioni (anche ignorando relè e bobina), ma se serve uno più chiaro proverò a rifarlo..

Riassumendo ho a sinistra (lato A):

- la centralina che deve poter inviare il comando e dove si collega il sensore


a destra lato b:

La serranda col sensore fissato su di essa

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

Quindi la centralina chiude fisicamente un contatto esttamente come fa il pulsante. Lo fa con il contatto pulito di un relè, giusto? Questa domanda è importante per capire.

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
8 ore fa, gandalfo ha scritto:

non mi è chiaro se il pulsante del tuo schema serve ad inviare il comando oppure serve a far eccitare il relè per far funzionare il tuo sistema..

 

Il pulsante remoto eccita il relè vicino alla centralina. Ilcontatto NO di questo relè può essere messo in parallelo al contatto del pulsante della centralina. E come accendere una luce comandano un relè con più pulsanti dislocati in posizione differente.

8 ore fa, gandalfo ha scritto:

Ovvero indipendentemente da quale pulsante venga premuto, la serranda si apre o chiude e in questo caso siamo a posto

 

Certo è proprio così

Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, maxmix69 ha scritto:

Quindi la centralina chiude fisicamente un contatto esttamente come fa il pulsante. Lo fa con il contatto pulito di un relè, giusto? Questa domanda è importante per capire.

Si la centralina chiude esattamente come fosse un contatto NO. Ma non so rispondere alla tua domanda..

 

Livio considerando che ho la 220 anche sul lato serranda, non potrei mettere la i relè?

come mai hai proposto il 24vac in modo da avere la corrente a 50 mA max per il sensore?

se la tua resta la soluzione migliore quindi dovrei comprare:

- due rele 230Vac

- un rele 24Vac

-un trasformatore da 220 a 24V

e basta giusto?

Edited by gandalfo
Link to comment
Share on other sites

Aspetta che voglio proporti una variante all'ottima idea di Livio e ne ragioniamo qui.

37 minuti fa, gandalfo ha scritto:

Si la centralina chiude esattamente come fosse un contatto NO. Ma non so rispondere alla tua domanda..

Marca e modello della centralina? E comunque questo comando cosa va a pilotare di preciso? Un'altra scheda? Un relè?

Link to comment
Share on other sites

  • Maurizio Colombi locked this topic
  • Livio Orsini unlocked this topic

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share


×
×
  • Create New...