Jump to content
PLC Forum


Potenziometro per motore trifase


lga83
 Share

Recommended Posts

Sera a tutti allora vi espongo il mio problema, un amico che produce pasta vorrebbe creare un nastro dove poter trasportare la pasta e nello stesso momento fare anche il taglio, mi spiego meglio ..  un motore deve fare girare il nastro con la possibilità di poter regolare la velocità tramite un potenziometro, con l'altro motore dovrebbe avere la possibilità ogni tot secondi girare un rullo dove c'è una lama è fare il taglio ovviamente dopo deve ritornare la lama verso l'alto quest'ultimo deve avere anche la possibilità ti regolare il tempo di azione, la mia domanda è come potrei risolvere il problema visto che i motori sono trifase.. grazie anticipatamente!! 

Link to comment
Share on other sites


Livio Orsini

Per la regolazione di velocità ti servono degli inverters.

per quanto rigurada il taglio al volo è necessario avere più dati sulla lunghezza dei pezzi di pasta , sulla precisione della lunghezza dei pezzi ee sul diametro del rullo di taglio.

Potrebbe essere sufficiente un semplice rapporto di velocità tra i 2 motori sino ad arrivare alla necessità di un vero controllo di taglio al volo.

Link to comment
Share on other sites

Si infatti anche io avevo pensato ti usare un inverter con potenziometro integrato per regolare la velocità,il dubbio nasce nella gestione del secondo motore non sò se utilizzando un secondo driver potrei aumentare o diminuire la velocità del rullo è quindi in automatico il taglio dimensionando la lungezza della pasta ma poi non so come poter portare il coltello che c'è nel rullo nella posizione zero cioè verso sopra, non so se sono stato chiaro attenso dei vostri consigli preziosi.. Grazie

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Rapportando opportunamente le velocità dei 2 motori si può anche tenere il coltello sempre in rotazione, per questo motivo ti ho chiesto quei dati, che non hai ancora fornito.

Altrimenti si deve realizzare un vero e proprio controllo di cesoia volante, quindi con encoder sul rullo ed un software di controllo specifico.

Dovresti descrivere meglio la lavorazione, riportando i dati di velocità minima e massima dell'avanzamento del materiale, dimensione minima e massima dei pezzi e raggiuo del cilindro/coltello.

Link to comment
Share on other sites

scusa il ritardo, si adesso ho capito meglio cosa intendevi dire effettivamente pensandoci bene potrei  fare come dici tu, nel senso rapportare la velocita' dei due motore quindi far girare la velocita  nel tempo dovuto il motore di taglio in base la lunghetta della pasta che di circa 30 centimetri, il rullo dove c'è montato il coltello il suo diametro e di circa 50 mm per una lunghezza di 50cm.. Detto cio' secondo te collegando per ogni motore un drivers è regolando sia la velocita del rullo che quella del coltello dovrei risolvere..

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini
2 ore fa, lga83 ha scritto:

il coltello il suo diametro e di circa 50 mm per una lunghezza di 50cm..

 

Quindi sviluppa circa 157mm, quindi per tagliare pezzi di 300mm dovrebbe avere una velocità periferica di circa 1.91 volte lavelocità del materiale.

 

Che precisione viene richiesta per la pezzatira della pasta?

Link to comment
Share on other sites

Il 3/4/2022 alle 17:19 , Livio Orsini ha scritto:

 

Quindi sviluppa circa 157mm, quindi per tagliare pezzi di 300mm dovrebbe avere una velocità periferica di circa 1.91 volte lavelocità del materiale.

 

Che precisione viene richiesta per la pezzatira della pasta?

ma la precisione se si intende sotto dei fino a 5mm sarebbe ottimo

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Hai previsto un PLC per controllare tutto il sistema o ci sono solo i azionamenti?

 

Se non hai PLC devi tarare la massima velocità del motore della tsglierina in modo che la sua velocità sia 2 volte quella massima del trasportatore.

Poi prendi il segnale analogico della velocità del trasportatore e con questo alimenti un potenziometro che da il riverimento al motore della taglerina.

Tari il potenziometro per aggiustre il rapporto di lunghezza che vuoi ottenere.

Link to comment
Share on other sites

Il 8/4/2022 alle 08:05 , Livio Orsini ha scritto:

Hai previsto un PLC per controllare tutto il sistema o ci sono solo i azionamenti?

 

Se non hai PLC devi tarare la massima velocità del motore della tsglierina in modo che la sua velocità sia 2 volte quella massima del trasportatore.

Poi prendi il segnale analogico della velocità del trasportatore e con questo alimenti un potenziometro che da il riverimento al motore della taglerina.

Tari il potenziometro per aggiustre il rapporto di lunghezza che vuoi ottenere.

non ho cpt bene cosa intendi, allora io avevo pensato di prendere due drivers dotati già di potenziometro quindi cm dici tu poi agire sul potenziometro per aumentare o diminuire la velocità, ho capito bene?

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Primo: evita di usare le abbreviazioni tipo "cpt", non ti fanno risparmiare tempo e fatica,ma irritano molto chi legge; inoltre, e soprattutto, sono vietate dal regolamento.

 

 

In ordine al tuo problema.

Per avere il coltello che ruota ad una velocità con il giusto rapporto devi fare in modo che la velocità periferica del coltello sia tale che tra un taglio e l'altro il materiale abbia percorso la lunghezza prestabilita dalla pezzatura.

Il diametro del coltello è di 50 mm quindi sviluppa 157mm. La lunghezza di taglio è 300mm quindi la velocità del materiale, rispetto a quella del coltello,  deve essere 300/157 circa 1.91.

Difficilmente i motori saranno calettati direttamente sul trasportatore e sul coltello, ma ci saranno dei riduttori meccanici.

Devi farti i debiti conti e far si che alla massima velocità del trasportatore, la velocità periferica del coltello sia circa 1/2 o poco più così che puoi avere un piccolo margine di aggiustamento.

Poi dai il riferimento di velocità al trasprtatore tramite un potenziometro. Se l'inverter ha un'uscita analogica proporzionale alla velocità usi questo segnale per alimentare il potenziometro che da il riferimento di velocità al coltello.

In questo modo quando il trasportatore varia la velocità il coltello lo segue sempre con il medesimo rapporto, se così non fosse varierebbe la lunghezza del materiale tagliato

Link to comment
Share on other sites

Il 9/4/2022 alle 12:29 , Livio Orsini ha scritto:

Primo: evita di usare le abbreviazioni tipo "cpt", non ti fanno risparmiare tempo e fatica,ma irritano molto chi legge; inoltre, e soprattutto, sono vietate dal regolamento.

 

 

In ordine al tuo problema.

Per avere il coltello che ruota ad una velocità con il giusto rapporto devi fare in modo che la velocità periferica del coltello sia tale che tra un taglio e l'altro il materiale abbia percorso la lunghezza prestabilita dalla pezzatura.

Il diametro del coltello è di 50 mm quindi sviluppa 157mm. La lunghezza di taglio è 300mm quindi la velocità del materiale, rispetto a quella del coltello,  deve essere 300/157 circa 1.91.

Difficilmente i motori saranno calettati direttamente sul trasportatore e sul coltello, ma ci saranno dei riduttori meccanici.

Devi farti i debiti conti e far si che alla massima velocità del trasportatore, la velocità periferica del coltello sia circa 1/2 o poco più così che puoi avere un piccolo margine di aggiustamento.

Poi dai il riferimento di velocità al trasprtatore tramite un potenziometro. Se l'inverter ha un'uscita analogica proporzionale alla velocità usi questo segnale per alimentare il potenziometro che da il riferimento di velocità al coltello.

In questo modo quando il trasportatore varia la velocità il coltello lo segue sempre con il medesimo rapporto, se così non fosse varierebbe la lunghezza del materiale tagliato

Intanto grazie per le tue risposte, scusami per le abreviazioni che ho usato.. Per quanto riguarda questa problematica ti volevo dire che i due motori sono dotati di riduttore non so il rapporto lo devo andare a vedere onestamente comunque adesso ordino i drivers così mi metto all'opera, mi puoi consigliare su che tipo andare eventualmete mi conviene prendere quelli con il potenziometro giò incorporato.. grazie ancora!! 

Link to comment
Share on other sites

Livio Orsini

Io mi rivolgerei a Mitsubishi o Yaskawua per gli inverters; ovviamente di tipo vettoriale (ma oramai tutti possono lavorare in vettoriale sensorless).

I potenziometri, che io sappia, non sono integrati nel drive, ma sono esterni. Il drive fornisce, su 3 morsetti: 10V, 0V e il terzo morsetto è l'ingresso, poi dovrai selezionare il parametro che permette di avere il riferimento di velocità da potenziometro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...